Disegno destinato al taglio a laser: come procedere?

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#21
Sei sicuro? io sapevo ±0.1, noi sulle lamiere fino a 15 mm facciamo addirittura i prefori per i fori di M10 e poi passiamo il maschio direttamente.

Ciao
ciao focus
ok va bene 0.1-0.2 ecc
pero se non sono un particolari produzioni (code di rondine-incastri fori ecc)
il mio valore di tolleranza generico e sempre grosso modo 1mm
c'e un motivo commerciale
nella scelta di determinate tolleranze
ciao
grazie mille
 

vale1981

Utente Junior
Professione: designer
Software: mac
Regione: francia
#22
Salve a tutti,
ho un problema che mi perseguita da settimane..e non riesco a venirne a capo.
Io uso Rhinoceros come modellatore, ma la persona per cui lavoro vuole un dxf per taglio laser.
Ho tentato di tutto, a portare il modello in SW, ma nulla..non funziona.
Come posso fare? Qualcuno conosce Rhino e sopratutto se c'e' la possibilità di ottenere un file DXF come in SW?
Grazie in anticipo.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#23
Salve a tutti,
ho un problema che mi perseguita da settimane..e non riesco a venirne a capo.
Io uso Rhinoceros come modellatore, ma la persona per cui lavoro vuole un dxf per taglio laser.
Ho tentato di tutto, a portare il modello in SW, ma nulla..non funziona.
Come posso fare? Qualcuno conosce Rhino e sopratutto se c'e' la possibilità di ottenere un file DXF come in SW?
Grazie in anticipo.
Sei nella sezione sbagliata, devi chiedere nel forum di Rhino.
 

Max-C

Utente Standard
Professione: Mechanical designer
Software: Siemens NX - Solidworks - Inventor - Autocad
Regione: Piemonte-Provincia TO
#25
Quando lavoravo per un'azienda che eseguiva questo tipo di lavorazioni la procedura era:
- all'operatore CAM arrivava comunque la tavola del pezzo, nella quale sono indicate tutte le specifiche (spessore, qualità materiale, finitura, verso di finitura nel caso degli acciai inox satinati, tabella di tolleranza, eventuali specifiche sui microgiunti laddove queste erano importanti) e l'ordine di produzione con indicata la quantità
- l'operatore CAM prelevava il dxf in scala 1:1 dal server
- il dxf consisteva nel pezzo sviluppato, senza linee di piega e con le eventuali lavorazioni di punzonatura ove previste

Il semplice dxf in scala 1:1 è assolutamente insufficiente.
Anche dove lavoravo io si procedeva in questa maniera.