Disegno destinato al taglio a laser: come procedere?

AndreaL

Utente Junior
Professione: Progettista, CAM
Software: SolidWorks,CimatronE,TopSolid
Regione: Bassa mantovana
#1
Salve a tutti.
Sto disegnando una macchina ed alcune parti vanno tagliate a laser e poi lavorate sui centri di lavoro, ci sono parecchie lavorazioni tra cave fori ecc.

Fatto le tavole dei pezzi finiti dovrei fare quelle per il taglio solo con i profili.
Per ogni parte ho aperto il modello, sospeso le funzioni in modo che rimanesse il pezzo come esce dal laser poi ho creato un nuovo disegno e l' ho salvato in .dxf.
Se lo salvo nel formati di SWX quando vado a riattivare le funzioni ovviamente le riattiva anche nel disegno collegato...

Voi come fareste? Esiste un metodo più semplice magari salvando gli schizzi delle estrusioni? Che non sono riuscito a fare...

Grazie.
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#2
Ciao Andrea..

Se lo salvo nel formati di SWX quando vado a riattivare le funzioni ovviamente le riattiva anche nel disegno collegato...
E no, perchè??
Se salvi i 2D in formati non SolidWorks questi rimangono indipendenti dalla parte, come li hai salvati restano.
DXF e DWG sono scollegati dal modello e dalla tavola SLDRW da cui li hai ricavati, puoi attivare/disattivare/modificare/aggiungere features, ma loro restano nello stato in cui erano al momento del salvataggio.
Ricordati solo, se hai particolari grandi che nella tavola di SWX sono ridotte in scala, di riportarli ad 1:1 prima di inviare i files al tagliatore.

Saluti
Marco
 

AndreaL

Utente Junior
Professione: Progettista, CAM
Software: SolidWorks,CimatronE,TopSolid
Regione: Bassa mantovana
#3
Si, l' ho scritto infatti, per quello che li salvo direttamente e solo in .dxf e non nel formato SWX.

Per la scala... beh mi è già capitato ma siccome era la prima volta, SWX lo uso a casa a "tempo perso" e sono autodidatta non lo sapevo e non ci ho fatto caso. Ho mandato un disegno in scala 1:5 e a mio cugino sono arrivati i figli dei particolari da tagliare! Fortuna che era roba piccola...

Ma comunque è giusto come metodo?
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#4
Si, l' ho scritto infatti, per quello che li salvo direttamente e solo in .dxf e non nel formato SWX.
Scusa ma questa non l'ho capita.
T'ho detto che i formati di SolidWorks ed eventuali altri salvataggi che fai in DWG, DXF ecc. non hanno nessun legame e "niente da spartire". Quando ti sei creato il tuo DWG/DXF questo "muore lì", rimane un file per conto suo.
Tanto per fare i DXF sei obbligato a passare dalla tavola di SolidWorks (.SLDRW), quindi salvala pure tranquillamente che non succede niente; modelli e tavole SWX sono collegati, DWG/DXF e similia NO!
Salva e lavora con le tavole di SWX che ti servono per i costruttivi, le stampe e per avere sempre l'archivio aggiornato.
Il DXF lo usi solo quando ti serve (appunto in questi casi di taglio laser), ma non pensarci più che rimarrano solo e sempre "quattro vettori tracciati a casaccio":)biggrin:).

Saluti
Marco
 

AndreaL

Utente Junior
Professione: Progettista, CAM
Software: SolidWorks,CimatronE,TopSolid
Regione: Bassa mantovana
#5
Grazie mille Marco per le risposte! Avrei un altro piccolo chiarimento...:confused:
Ci si riesce a salvare uno schizzo in .dxf in modo da poter utilizzare quello per fare il disegno per il laser? Ci ho provato, ho cercato ma non riesco a trovare la soluzione... Grazie.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#6
Alcune cose, se non le hai già risolte. Per avere sempre la scala corretta quando converti in dwg/dxf c'è un'opzione. La trovi nella schermata delle opzioni di esportazione e cioè cliccando su opzioni nella maschera in cui assegni nome e percorso al tuo dwg.
Il modo migliore per fare il tuo dxf dipende da come è fatto il modello. Se il modello è piegato o comunque contiene la funzione di lamiera ti basta fare salva con nome nel modello senza passare per la tavola, se invece lo hai modellato come solido devi passare per forza per una tavola.
Per non dover sospendere e riattivare le funzioni ogni volta potresti crearti una configurazione denominata "laser" in cui sospendi quello che devi sospendere. Potresti, a questo punto, creare una sola tavola in cui ti ritrovi il disegno completo per la produzione e la sagoma per il taglio. Un file di esempio mi aiuterebbe molto ad indirizzarti in modo ottimale.
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#7
Alcune cose, se non le hai già risolte. Per avere sempre la scala corretta quando converti in dwg/dxf c'è un'opzione. La trovi nella schermata delle opzioni di esportazione e cioè cliccando su opzioni nella maschera in cui assegni nome e percorso al tuo dwg.
Il modo migliore per fare il tuo dxf dipende da come è fatto il modello. Se il modello è piegato o comunque contiene la funzione di lamiera ti basta fare salva con nome nel modello senza passare per la tavola, se invece lo hai modellato come solido devi passare per forza per una tavola.
Per non dover sospendere e riattivare le funzioni ogni volta potresti crearti una configurazione denominata "laser" in cui sospendi quello che devi sospendere. Potresti, a questo punto, creare una sola tavola in cui ti ritrovi il disegno completo per la produzione e la sagoma per il taglio. Un file di esempio mi aiuterebbe molto ad indirizzarti in modo ottimale.
Ciao re_
tutto bene? Hai fatto anche tu qualche giorno di vacanza?
Bentornato al lavoro:smile:

Comunque sì, hai aggiunto tutto quello che c'era ancora da dire.
Si potrebbe anche creare un "secondo foglio" allo stato di taglio, la tavola completa di tutto ecc.. solo che poi per inviare i file al laser servono sempre i DXF o DWG.. o almeno, io non ho ancora trovato nessun tagliatore che mi accetta i nativi.

Ancora saluti
Marco
 

AndreaL

Utente Junior
Professione: Progettista, CAM
Software: SolidWorks,CimatronE,TopSolid
Regione: Bassa mantovana
#8
Ho usato quell' opzione ma cosa cambia poi nel dxf? Tanto per curiosità c'è un parametro interno che dà la scala? Non so di preciso come funziona il cnc del laser o il cam che genera il programma...
Il metodo delle configurazioni funziona ottimamente, era proprio ciò che mi serviva! Il disegno rimane legato alla configurazione e non ha influenza sull' assieme, avevo un "barlume" sulle configurazioni ma non le avevo mai usate, grazie mille!

Ma voi quando mandate un disegno al taglio laser aggiungete anche la tabella e la squadratura del foglio o il disegno nudo? Io ci ho messo anche qualche quota per un riferimento.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#9
Non conosco SWX, ma in solid edge farei cosi', e sicuramente qualcosa di analogo esiste anche col tuo cad:

un modello per il grezzo con la sua tavola associata
un modello associativo derivato dal grezzo con le lavorazioni e la sua tavola.

Procedendo cosi' hai entrambe le tavole ed entrambe associative.
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#10
Non conosco SWX, ma in solid edge farei cosi', e sicuramente qualcosa di analogo esiste anche col tuo cad:
un modello per il grezzo con la sua tavola associata
un modello associativo derivato dal grezzo con le lavorazioni e la sua tavola.
Sì, anche. Ma raddoppi (quasi) il lavoro ed i files.
E' più comodo con le configurazioni perchè hai tutte le "possibili soluzioni" e stati di visualizzazione in un solo file semplicemendo tenendo attive o meno le features e nascondendo/mostrando i corpi. Ed ogni configurazione avrà la sua tavola, oppure sempre nello stesso file di disegno 2D diversi "fogli" per ogni configurazione.. il tutto chiaramente parametrico/associativo.

Procedendo cosi' hai entrambe le tavole ed entrambe associative.
Certo, ma per ognuna delle soluzioni descritte per mandare al taglio devi sempre estrapolare il DXF/DWG che poi resterà "fine a se stesso" senza nessuna associatività. Per ogni piccola modifica che farai al modello dovrai rifare un altro 2D vettoriale.

Saluti
Marco:smile:
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#11
Ma voi quando mandate un disegno al taglio laser aggiungete anche la tabella e la squadratura del foglio o il disegno nudo? Io ci ho messo anche qualche quota per un riferimento.
ciao a tutti
fare un disegno da inviare al laser
significa industrializzare una prog.
quindi i disegni devono riportare tutte le info necessarie per facilitare l'operatore
il lavoro del laser come tutti gli altri tipi di lavorazioni
ha una tolleranza che grosso modo va da piu o meno 1mm
bisogna tollerare le zone grezze non sottoposte ad una successiva lavorazione mecc
se non e' stato previsto nel tre d bisogna aggiungere il sovrametallo di laorazione
inoltre in alcuni casi va indicato la posizione di ingresso del laser
questo rimane all'atto dell'inizio del lavoro una bella "gnocca" che puo anche dare fastidio
per una mia personale esperienza
(sono sempre contestato perche perdo tempo )
trasformo tutte le linie archi splain ecc da semplici linie in polilinie chiuse
questo perche quando salvo in dwg o dxf i file da alcuni cad3d
si possono perdere qualche linia o punti oppure la catena rimane aperta

comunque
ho fatto un attimo fatica nel capire lo scopo della discussione
vanno bene le descrizioni per le configurazioni fatte dagli amici
RE..... sampson e caccia
pero il mio pensiero e sempre quello di disinguere la prog cad3d
dall'industrializzazione del disegno
avendo salvato un qualsiasi assieme con relative viste e sez
in dwg o dxf cancello cio che non mi serve per il taglio laser
attivando i relativi layer per tabelle quote diciture ecc
in attesa di un riscontro
salutissimi
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#12
Quando lavoravo per un'azienda che eseguiva questo tipo di lavorazioni la procedura era:
- all'operatore CAM arrivava comunque la tavola del pezzo, nella quale sono indicate tutte le specifiche (spessore, qualità materiale, finitura, verso di finitura nel caso degli acciai inox satinati, tabella di tolleranza, eventuali specifiche sui microgiunti laddove queste erano importanti) e l'ordine di produzione con indicata la quantità
- l'operatore CAM prelevava il dxf in scala 1:1 dal server
- il dxf consisteva nel pezzo sviluppato, senza linee di piega e con le eventuali lavorazioni di punzonatura ove previste

Il semplice dxf in scala 1:1 è assolutamente insufficiente.
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#13
Quando lavoravo per un'azienda che eseguiva questo tipo di lavorazioni la procedura era:
- all'operatore CAM arrivava comunque la tavola del pezzo, nella quale sono indicate tutte le specifiche (spessore, qualità materiale, finitura, verso di finitura nel caso degli acciai inox satinati, tabella di tolleranza, eventuali specifiche sui microgiunti laddove queste erano importanti) e l'ordine di produzione con indicata la quantità
- l'operatore CAM prelevava il dxf in scala 1:1 dal server
- il dxf consisteva nel pezzo sviluppato, senza linee di piega e con le eventuali lavorazioni di punzonatura ove previste

Il semplice dxf in scala 1:1 è assolutamente insufficiente.
ciao max
forse lo scopo della discussione e questa
la prog e l'industrializzazione sono due mestieri diversi
quindi mi e' risultato difficile
"assiemare" la discussione
pretendendo di risolvere le probblematiche con il computer o con i sw
nell'industrializzazione c'e' un solo sw "A CAPA"
CIAO

P.S.
SO FINITE LE FERIE:confused::mad::rolleyes:
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#14
Naturalmente è tutto vero quanto detto da Shiren e Maxopus,
anche se per il "semplice" taglio laser gran parte di quelle procedure si possono evitare.. almeno, nel mio caso è il "tagliatore" (fornitore esterno) ad indicarmi le sue tolleranze di lavorazione (che come detto non sono molto strette; non posso pretendere dimensioni e finiture accurate) quindi sarà mia accortezza fornirgli le sagome già appropriatamente "sovramettalate" dove e come serve. E preferisco evitare di consegnare disegni che siano ancora da interpretare, modificare, aggiustare, tollerare.. è quindi inutile inserire nel file di taglio (ripeto, quello che consegno al tagliatore. Per il mio "d'archivio" il discorso è diverso) quote, tolleranze ed annotazioni varie, perchè prima di inserirlo in macchina l'operatore lo ripulisce da tutto ciò che non sono le entità dei contorni. Piuttosto se mi serve dare indicazioni particolari manderò una "tavola d'accompagnamento" (che può anche essere in PDF), questa sì con quote, annotazioni e tabelle varie.
Tutto ciò per il laser, chiaro che per lavorazioni CN il lavoro sarà più lungo ed accurato (vedi spiegazione di Maxopus).

Comunque mi sembra che AndreaL avesse semplicemente il problema di come salvare un DXF avendo la sicurezza che non si modifichi all'aggiornamento del modello 3D; problema che come detto non sussiste. E su questo verteva la discussione.

Saluti a tutti i reduci dalle ferie:biggrin:
Marco
 

AndreaL

Utente Junior
Professione: Progettista, CAM
Software: SolidWorks,CimatronE,TopSolid
Regione: Bassa mantovana
#15
Sampom, vero, io avevo bisogno di chiarimenti sul .dxf ma poi ho chiesto anche sul metodo usato da altri (dato che eravamo in argomento laser) per sviluppare i files per il tagliatore sia per imparare cose nuove che per non fare una figuraccia da progettista superficiale. Sto mettendo in 3d una macchina "speciale" per mio cugino inventore in modo da poterne studiare i movimenti precisi ed essendo operatore su fresa cnc ne so pochissimo di industrializzazione.
Non ho nessun problema per i disegni di pezzi con asportazione di truciolo ma per il laser non sapevo niente, fino ad oggi almeno....
Per questo ringrazio tutti delle vostre risposte!

Ho fatto i .dxf mettendo tutto quello che serve tranne il fatto di convertire tutto il poliline chiuse come dice SHIREN ma prenderò in considerazione anche questo, io cerco di stare sul sicuro anche se a volte impiego più tempo del dovuto, anche nel lavoro in officina.
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#16
Ho fatto i .dxf mettendo tutto quello che serve tranne il fatto di convertire tutto il poliline chiuse come dice SHIREN ma prenderò in considerazione anche questo, io cerco di stare sul sicuro anche se a volte impiego più tempo del dovuto, anche nel lavoro in officina.
Ok, ma rileggi questo:
.. è quindi inutile inserire nel file di taglio (ripeto, quello che consegno al tagliatore. Per il mio "d'archivio" il discorso è diverso) quote, tolleranze ed annotazioni varie, perchè prima di inserirlo in macchina l'operatore lo ripulisce da tutto ciò che non sono le entità dei contorni. Piuttosto se mi serve dare indicazioni particolari manderò una "tavola d'accompagnamento" (che può anche essere in PDF), questa sì con quote, annotazioni e tabelle varie.
Quindi per quello che è il taglio fai solo la sagoma a misura (considerando eventuali sovrametalli anche in base alle tolleranze di lavorazione) come serve a te; un file semplice e pulito. E chiaramente i contorni dovranno essere CHIUSI, formati da linee (o eventualmente polilinee), archi ecc. rigorosamente "uniti" ed univoci e senza interruzioni (occhio che quando passi dal 3D al vettoriale quelli che erano più spigoli sovrapposti spesso diventano tante linee uguali una sopra l'altra. E non te ne accorgi se non vai a controllare; questo può "disturbare" la lettura del file da parte del laser).
Per quote, tolleranze, note ed indicazioni fai un'altra tavola/documento perchè altrimenti verranno inevitabilmente cancellate. Anzi, se l'operatore si dimentica di togliere qualcosa la macchina può erroneamente (o giustamente, visto con i "suoi occhi") interpretarle come entità da tagliare e ti fa un casino.
Ma per non sbagliare la cosa migliore è sempre la "comunicazione": prima di inviare i files contatta il tuo tagliatore e fatti spiegare come devi operare e quello che serve a lui.

Saluti
Marco:smile:
 

Focus

Moderatore
Staff Forum
Professione: Odio il sitema italiota e gli italioti di professione.
Software: Solid Edge
Regione: Toscana
#17
Non conosco SWX, ma in solid edge farei cosi', e sicuramente qualcosa di analogo esiste anche col tuo cad:

un modello per il grezzo con la sua tavola associata
un modello associativo derivato dal grezzo con le lavorazioni e la sua tavola.

Procedendo cosi' hai entrambe le tavole ed entrambe associative.
Ciao Caccia, io con SE uso la parte semplificata in cui tolgo tutto quello che non deve venire dal taglio laser e aggiungo i sovrametalli dove servono, cosi ho un solo file e le tavole collegate.


Ciao
 

Focus

Moderatore
Staff Forum
Professione: Odio il sitema italiota e gli italioti di professione.
Software: Solid Edge
Regione: Toscana
#18
........
il lavoro del laser come tutti gli altri tipi di lavorazioni
ha una tolleranza che grosso modo va da piu o meno 1mm
........
Sei sicuro? io sapevo ±0.1, noi sulle lamiere fino a 15 mm facciamo addirittura i prefori per i fori di M10 e poi passiamo il maschio direttamente.

Ciao
 

AndreaL

Utente Junior
Professione: Progettista, CAM
Software: SolidWorks,CimatronE,TopSolid
Regione: Bassa mantovana
#19
Ok, ma rileggi questo:

Quindi per quello che è il taglio fai solo la sagoma a misura (considerando eventuali sovrametalli anche in base alle tolleranze di lavorazione) come serve a te; un file semplice e pulito. E chiaramente i contorni dovranno essere CHIUSI, formati da linee (o eventualmente polilinee), archi ecc. rigorosamente "uniti" ed univoci e senza interruzioni (occhio che quando passi dal 3D al vettoriale quelli che erano più spigoli sovrapposti spesso diventano tante linee uguali una sopra l'altra. E non te ne accorgi se non vai a controllare; questo può "disturbare" la lettura del file da parte del laser).
Per quote, tolleranze, note ed indicazioni fai un'altra tavola/documento perchè altrimenti verranno inevitabilmente cancellate. Anzi, se l'operatore si dimentica di togliere qualcosa la macchina può erroneamente (o giustamente, visto con i "suoi occhi") interpretarle come entità da tagliare e ti fa un casino.
Ma per non sbagliare la cosa migliore è sempre la "comunicazione": prima di inviare i files contatta il tuo tagliatore e fatti spiegare come devi operare e quello che serve a lui.

Saluti
Marco:smile:
Quindi nel file .dxf non metto ne quote ne tabella, nel .pdf metterò anche un riferimento al nome del .dxf associato, si dai, farò così...
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#20
Ciao re_
tutto bene? Hai fatto anche tu qualche giorno di vacanza?
Bentornato al lavoro:smile:

Comunque sì, hai aggiunto tutto quello che c'era ancora da dire.
Si potrebbe anche creare un "secondo foglio" allo stato di taglio, la tavola completa di tutto ecc.. solo che poi per inviare i file al laser servono sempre i DXF o DWG.. o almeno, io non ho ancora trovato nessun tagliatore che mi accetta i nativi.

Ancora saluti
Marco
Ciao Sampom, mi sono preso qualche giorno di riposo, ogni anno mi prendo qualche giorno in cui non accendo il pc per "disintossicarmi" un po'. Sono in realtà ancora a casa, inizierò domani...

Quindi nel file .dxf non metto ne quote ne tabella, nel .pdf metterò anche un riferimento al nome del .dxf associato, si dai, farò così...
Io non ho un procedimento che si può definire standard, dipende dal cliente e da chi taglia. Solitamente non do le tavole native di solidworks perchè i tagliatori che conosco leggono unicamente dwg/dxf e pdf.
Nel mio caso è semplice perchè quando devo far partire la produzione di un complessivo sfrutto le potenzialità del mio PDM (Ready2works) per preparare la documentazione necessaria.
Ad esempio selezionando un assieme dal menù del pdm vedo da cosa è composto, e vado a riempire dei buffer di memoria del database di componenti che hanno operazioni comuni. Ad esempio in un buffer inserisco tutti i componenti di cui devo stampare il disegno, in un secondo buffer inserisco tutte le lamiere che saranno tagliate di laser e di cui farò pdf e dxf puliti per il taglio, ecc...
Poi se l'assieme è piccolo lancio il tutto ed attendo qualche minuto, mentre piego i disegni in formato mi ritrovo tutti i files pronti nelle cartelle impostate, altrimenti lancio il lavoro durante la pausa pranzo o la notte.

Quando si parla di dxf per il taglio bisogna considerare anche il cam del tagliatore. Se quest'ultimo è datato probabilmente non legge le spline ed è necessario impostare nelle opzioni di esportazione di utilizzare solo polilinee e non spline. Le polilinee generate sono fatte solo da linee e non da archi e questo comporta spesso dei problemi al laser. Infatti ad ogni spigolo, il laser, si ferma e riparte, ma avendo dei lati lunghi 1 mm è tutto un attacca e stacca.

In questo caso "ripasso" i dxf con Autocad e traccio il profilo con linee e archi tangenti.

Tempo fa ho richiesto alla solidworks di implementare una funzione con cui si potrebbe impostare un raggio minimo di default (ad esempio 0,1 mm) per rendere tangenti queste linee e non so se nella 2010 hanno messo questa funzione, secondo me per chi esporta molti dxf sarebbe una manna!