• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

disegnare un motore 4 T quale cad scegliere?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#83

User1

Utente Standard
Professione: Progettista Meccanico
Software: Ancora devo decidere.
Regione: Pianeta Terra.
#85
Guarda che in platea a ridere ci siamo noi, sei tu quello in mezzo alla pista sotto al tendone:wink:
Vedo che sei molto rapido nell'apprendere!!!!:biggrin: Mi sa che il primo ad essere in ballo sei te, ma non quì sul forum! ...... Va be lasciamo stare!
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#89
ve lo dico in amicizia prima che diventi un po' burbero..
state esagerando !
 
Professione: ingegnere
Software: ProE wf 5.0
Regione: umbria
#90
sto coninuando a leggere questo thread (anche perchè mi si intasa la mail) e ho letto anche i link segnalati. aggiungo solo una cosa.

tonyproge, mi sembra che tu sia abbia fatto un intervento a gamba tesa. nel senso che non te ne puoi uscire come da post #4 e #5 e per di più in una comunità come questa. come dire, tra gente che si spreme le meningi e si fa un mazzo così cercando di trovare quelle soluzioni che soddisfino mille esigenze te sbotti con un: "non c'è bisogno di essere uno scenziato per progettare qualcosa, oggi il difficile lo fanno i software". una cosa del genere secondo me non dovrebbe proprio uscir di bocca a chi si definisce progettista. altrimenti poi vuol dire che per quello che progetti tu non ci vogliono particolari conoscenze. il che può anche essere vero.

insomma ti sei messo un pò in cattedra e questo non si dovrebbe fare, anche se lo hai fatto in buona fede. da qui nascono, credo, i dubbi degli altri utenti che giustamente, sentendosi punti nel vivo della loro attività, si chiedono e ti chiedono sulla base di quali esperienze dici certe cose. a queste domande non rispondi perchè non puoi, altrimenti, e questa è un'offesa, qualche furbo si prenderebbe il tuo lavoro.

ora si è giunti al punto che ti si da dello sborone. la risposta tua sprezzante è che te la ridi. mi chiedo solo se avere questo comportamento così provocatorio e per certi versi arrogante valga la pena, se poi ti vai ad inimicare persone che attivamente partecipano e che aiutano altri utenti, me per primo.
 

Exatem

Moderatore
Staff Forum
Professione: Commodoro
Software: Creo 3.0 - Microstation
Regione: N.D.
#91
ve lo dico in amicizia prima che diventi un po' burbero..
state esagerando !
Io ti rispondo con altrettanta amicizia. La discussione è andata OT e sta percorrendo la stessa strada che già abbiamo intrapreso quando avevamo tra gli utenti il simpatico “Piccolo Ingegnere” che già dal nick, “puzzava” di presunzione e di presa per il cuxo) lontano un miglio nautico. Quando ti ci tirano per i capelli, che in considerazione dell’età cominciano ad essere bianchi e rari, è proprio in considerazione dell’affetto che ci lega a questi stoici sopravvissuti che non si riesce a fare a meno di lasciarsi andare ad una strenua difesa.
Qui comunque la chiudiamo, fumiamo il calumet della pace e rientriamo nei ranghi proprio in virtù del rispetto per te e per il moderatore.

supermegameravigliosamente chiaro e quoto quello che hai affermato.
sono un principiante ho tanta voglia di imparare dato che all' epoca ero allergico alla scuola ma per alcune materie ero e sono portato mi aggascina molto questo campo.
inoltre uso il tornio in maniera dignitosa e sto costruendo anche una fresa cnc con guide lineari ma non stile pantografo ma da banco.
sono povero di conoscenze questo lo ammetto ma la volontà di rubare il mestiere e imparare non mi manca. potrebbe sembra semplice entusiasmo ma che questo duri da 30 quanti ne ho credo sia una passione maniacale.
La passione è una brutta bestia ma porta a soddisfazioni incredibili. Nessuno ti vuole demoralizzare ma, progettare un motore, è estremamente complesso. Si può forse pensare di prendere un motore esistente ed applicarvi una propria idea. Ed è quello che ti dice con la solita chiarezza Er Presidente nel seguente post.

... Ora un progettista di motori oggi, non pensa in modo diverso, fa i calcoli, pensa soluzioni, strade da seguire a "mente" e verifica il suo pensiero a "mente", dove cambiano le cose? Faccio un esempio.

Io posso essere convinto che un motore sovralimentato con un compressore meccanico e con 6 cilindri a V, sia migliore.

Quaranta anni fa la risposta l'avevo dopo 20 anni, 3 per il prototipo, cinque per la produzione, 12 di "servizio" per scoprire che il mio motore, la mia idea funzionava, ma costava un botto e consumava troppo.

Oggi la mia idea potrebbe essere "valutata" in 24 ore con simulazione al banco (virtuale) e nella fabbrica (virtuale).
Quindi anni fa un "genio" poteva sperare di vedere realizzati 10, forse 15 progetti nella sua vita, oggi 150.

La differenza non e' nella "qualità" del sistema, ma nella velocità.
Questa enorme velocità permette di "esaurire" enormi quantità di "modelli" (ideazioni) prima di arrivare a quella definitiva.

Andare piu' veloci (10, 100 volte piu' veloci) e' bello, ma molto pericoloso, se di "toppa" ci si fa male sul serio. Il sistema e' estremamente complicato ed e' difficile maneggiarlo.

Morale, se hai progettato un motore a 4 tempi, fermati.
Chi oggi e' in grado di farlo (forse 100 persone sul pianeta), hanno bisogno di Excell, ed ognuno di 1000 progettisti (interni e dai fornitori) per "stargli appresso" con i CAD.

Se hai questa passione, lascia perdere il CAD, smonta i motori degli altri (basta un qualsiasi sfasciacarrozze) e cerca di "ricarcolarlo" (a mano, o al massimo con excell). Attenzione, non esiste sul pianeta uno che sia uno capace di progettare un motore dalla A alla Z, quindi dovrai specializzarti (Testata con la sua fluidodinamica, basamento con la fusione, parti mobili con lo stress dei materiali ecc.).

Comincia da una cosa, dopo qualche anno potrai passare alla successiva, quando avrai i capelli bianchi, se sarai bravo, potrai dire di essere in grado di Progettare un motore a 4 tempi.

Per adesso impara a "guardare" a copiare a riprodurre i risultati dei calcoli, comprendi l'enorme umiltà di un popolo, quello Giapponese che ci ha copiato per 20 anni e adesso e' in cattedra a darci lezione.
Quello che forse si cerca di far comprendere, è pur dispondendo del migliore dei software, del più potente dei PC, se non c’è qualcuno a “dettare”, il sistema non riuscirà a progettare niente.
Attenzione, una precisazione. Tutti i software per il cad, soprattutto i parametrici, costano un botto quindi, valuta bene i passi da compiere.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#92
E adesso un pò di kerosene con relativo parere di parte.
Il software è un supporto alla progettazione, ed il software non fa il progettista, nè tantomeno costruisce un motore 4 tempi.
Altrimenti non si spiegherebbe come ha fatto l'uomo per quasi 100 anni a costruire motori senza l'ausilio di alcun CAD.

Il progettista è fatto di cultura tecnico-scientifica, sa scegliere la migliore soluzione dal punto di vista tecnico ed economico per una determinata richiesta.
Il CAD da una grande mano (perchè ha una potenza di calcolo superiore e perchè riesce a virtualizzare il progetto) ma, l'abbiamo detto migliaia di volte, non è fortunatamente sostitutivo dell'uomo.
Il CAD non sceglie fra possibili soluzioni produttive, non sceglie fra infiniti tipi di materiali quello più adatto all'applicazione specifica.

Detto questo, e su questo scatenate l'inferno, è riconosciuto che il miglior CAD per il settore Powertrain è stato e rimane Pro/E.
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#93
Io ti rispondo con altrettanta amicizia. La discussione è andata OT e sta percorrendo la stessa strada che già abbiamo intrapreso quando avevamo tra gli utenti il simpatico “Piccolo Ingegnere” che già dal nick, “puzzava” di presunzione e di presa per il cuxo) lontano un miglio nautico. Quando ti ci tirano per i capelli, che in considerazione dell’età cominciano ad essere bianchi e rari, è proprio in considerazione dell’affetto che ci lega a questi stoici sopravvissuti che non si riesce a fare a meno di lasciarsi andare ad una strenua difesa.
Qui comunque la chiudiamo, fumiamo il calumet della pace e rientriamo nei ranghi proprio in virtù del rispetto per te e per il moderatore.
Exa
non sono io il mod di quest'area, quindi non è un favore che fai a me... :finger:
di "testate calde", per restare in ambito motoristico, ce ne sono a bizzeffe in giro per internet, e i cazzari si sprecano.
Questo lo sappiamo tutti, in particolare chi come me o come te dedica parte delle sue risorse a moderare e gestire forum.
So anch'io che quando ci si imbatte in sboroni, millantatori, presuntuosi o cazzari iniziano a prudere i tasti della tastiera....
la voglia di cazziarli, demolirli, dimostrare la loro inutilità universale diventa irresistibile !
ma è proprio li che dobbiamo mostrare la nostra virtù e superiorità.
chi ci propina il proprio genio a suon di tubi (del cesso o in carbonio...), di cartapesta, di coltellini mal affilati si dichiara da solo. Non c'è bisogno che qualcuno gli dia uno scappellotto "virtuale" nel coppino, chi "sa" vede e sa riconoscere i capaci dagli incapaci.
Tutto il resto è (sovra)alimentazione di troll.
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#94
E adesso un pò di kerosene con relativo parere di parte.
Il software è un supporto alla progettazione, ed il software non fa il progettista, nè tantomeno costruisce un motore 4 tempi.
Altrimenti non si spiegherebbe come ha fatto l'uomo per quasi 100 anni a costruire motori senza l'ausilio di alcun CAD.

Detto questo, il progettista è fatto di cultura tecnico-scientifica.
Sa scegliere la migliore soluzione dal punto di vista tecnico ed economico per una determinata richiesta.
Il CAD da una grande mano (parchè ha una potenza di calcolo superiore e perchè riesce a virtualizzare il progetto) ma, l'abbiamo detto migliaia di volte, non è fortunatamente sostitutivo dell'uomo.
Il CAD non sceglie fra possibili soluzioni produttive, non sceglie fra infiniti tipi di materiali quello più adatto all'applicazione specifica.

guarda, sono così d'accordo con te che rispolvero questo...
http://www.cad3d.it/forum1/showpost.php?p=31430&postcount=4

che, per non fare crossposting, dice :
Progettare vuol dire per prima cosa essere capaci di visualizzare con chiarezza nella propria mente la struttura ed il funzionamento della macchina.
Il calcolo, il computer, viene dopo. Quando si lancia il computer si deve già sapere, qualitativamente ma correttamente, ciò che il calcolo dirà, poichè prima di calcolarlo, LO SI E' CAPITO : "imagination is more important than knowledge".
Ed il progetto, con tutti i suoi mille calcoli, assunzioni, astuzie, ripensamenti, esaltazioni ed abbattimenti, richiede una infinita dedizione (il termine esatto, anche se ai giorni nostri può far sorridere, è amore): la genialità, la creatività (lo si sa almeno dai tempi di Freud, ma lo sapevano benissimo Shakespeare, Dante, Tommaso d'Aquino, Socrate, Omero, Sinleqiunnini) è figlia dell'Eros, non del Logos.
Lo sapeva Cristo, quando diceva che una fede grande quanto un granello di senape può smuovere le montagne.
Certo, dopo, la ragione ci vuole: il progettista è un innamorato informato.
Ma l'emozione è più potente della splendida ma fredda ragione. L'emozione, la passione, la curiosità danno le ali dell'intuizione, "intus ire", all'intelligenza, permettendole appunto di "intus legere" nel cuore delle cose con luminosa penetrazione: "amor est magis cognitivus quam cognitio".
In definitiva il genio, il creativo, l'innovativo, non è affatto una persona più intelligente delle altre (anzi talvolta, come dice una splendida pagina di Dante Giacosa, può dare l'impressione di incerto equilibrio psicologico) ma soltatno più innamorata.
Egli, spesso senza cercarlo e senza volerlo, è una "forma mutante" dell'Evoluzione umana e ne porta in sè tutto il fecondo tormento.


Detto questo, e su questo scatenate l'inferno, è riconosciuto che il miglior CAD per il settore Powertrain è stato e rimane Pro/E.
sei sempre il solito mattacchione...
come fai a progettare un motore senza spigoli neri?
 

Exatem

Moderatore
Staff Forum
Professione: Commodoro
Software: Creo 3.0 - Microstation
Regione: N.D.
#96
...Progettare vuol dire per prima cosa essere capaci di visualizzare con chiarezza nella propria mente la struttura ed il funzionamento della macchina.
Il calcolo, il computer, viene dopo. Quando si lancia il computer si deve già sapere, qualitativamente ma correttamente, ciò che il calcolo dirà, poichè prima di calcolarlo, LO SI E' CAPITO : "imagination is more important than knowledge".
Ed il progetto, con tutti i suoi mille calcoli, assunzioni, astuzie, ripensamenti, esaltazioni ed abbattimenti, richiede una infinita dedizione (il termine esatto, anche se ai giorni nostri può far sorridere, è amore): la genialità, la creatività (lo si sa almeno dai tempi di Freud, ma lo sapevano benissimo Shakespeare, Dante, Tommaso d'Aquino, Socrate, Omero, Sinleqiunnini) è figlia dell'Eros, non del Logos.
Lo sapeva Cristo, quando diceva che una fede grande quanto un granello di senape può smuovere le montagne.
Certo, dopo, la ragione ci vuole: il progettista è un innamorato informato.
Ma l'emozione è più potente della splendida ma fredda ragione. L'emozione, la passione, la curiosità danno le ali dell'intuizione, "intus ire", all'intelligenza, permettendole appunto di "intus legere" nel cuore delle cose con luminosa penetrazione: "amor est magis cognitivus quam cognitio".
In definitiva il genio, il creativo, l'innovativo, non è affatto una persona più intelligente delle altre (anzi talvolta, come dice una splendida pagina di Dante Giacosa, può dare l'impressione di incerto equilibrio psicologico) ma soltatno più innamorata.
Egli, spesso senza cercarlo e senza volerlo, è una "forma mutante" dell'Evoluzione umana e ne porta in sè tutto il fecondo tormento.
Straquotone, da applauso.

sei sempre il solito mattacchione...
come fai a progettare un motore senza spigoli neri?
E' lì che si perde tempo.
A ripassare tutto con il pennarello.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#97
sei sempre il solito mattacchione...
come fai a progettare un motore senza spigoli neri?
E' quello che mi chiedo anche io quando tiro fuori un pezzo con 1200 feature e non capisco come ho fatto :smile:

E' lì che si perde tempo.
A ripassare tutto con il pennarello.
Quoto, il ripassatore di bordi neri in Pro/E è una figura molto richiesta :biggrin:
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#98
Ma perchè interpreti? In Ferrari si usa Catia, ma per progettare un motore va bene anche Inventor!:rolleyes:
Non si progetta con i CAD, si usano i CAD per progettare.
Sarebbe come dire che i motori si progettano con la riga e la squadra.
Il CAD e' uno strumento, come una squadretta, uno strumento potente e costoso, ma sempre uno strumento.
E' il progettista che USA un CAD per progettare, ma non serve, non e' indispensabile, è utile.
Quindi prima si deve saper progettare un motore e poi potrai decidere con quale CAD modellarlo per verificare il tuo progetto.

Se non risolvi questo grave errore di impostazione, tutto il resto "e' noia".

ciao
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#99
Poi comunque IHMO, non credo che ci sia aspirazione più alta, per un progettista, di avere davanti a se un foglio bianco sul quale dare sfogo alla propria fantasia..
concordo pienamente.... difatti sul mio profilo indico appunto oltre ai software ho indicato che utilizzo "carta e matita" :finger:

Non si progetta con i CAD, si usano i CAD per progettare.
Sarebbe come dire che i motori si progettano con la riga e la squadra.
Il CAD e' uno strumento, come una squadretta, uno strumento potente e costoso, ma sempre uno strumento.
E' il progettista che USA un CAD per progettare, ma non serve, non e' indispensabile, è utile.
Quindi prima si deve saper progettare un motore e poi potrai decidere con quale CAD modellarlo per verificare il tuo progetto.

Se non risolvi questo grave errore di impostazione, tutto il resto "e' noia".
ed anche questo concordo pienamente... è inutile prendere una bici da corsa se non si sa neanche andare con una normale con le rotelle laterali attaccate.

Spesso quando si schizza un qualcosa su carta non serve ne farlo in 3d ne fare tutte le viste perchè si ha in testa gia quello che si vuole esternare ed una semplice vista basta per far capire o riportare un'idea su carta in modo che poi non vada nel dimenticatoio col passare del tempo
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
...mentre adesso dopo al massimo 5 anni il velivolo ha già le condizioni per volare! O....
oddio bisogna vedere che tipo di aereo... se parliamo di ultraleggeri può passare solo qualche mese (3-4) prima di vederlo volare. Qua ti parlo per esperienza personale visto che sono pilota ULM (anche se per motivi personali ora non volo più...per il momento) ed ho collaborato parecchio con una azienda che li costruisce e vende.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.