Dimensioni ingranaggi cambio

MOCE

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: SWX, Solid Edge, NX 9, Pro/E, Ansys
Regione: Vicenza
#1
Buongiorno a tutti,

Spero di essere nella sezione giusta.
Il mio quesito è questo, come procedo per dimensionare il cambio (in questo caso di una moto) ?
fino ad ora ho calcolato solo il rapporto di riduzione delle varie marce e quindi da li mi ricavo il numero di denti per i vari ingranaggi.

ora il mio problema è come procedo per avere tutti gli ingranaggi su 2 assi distinti ma che al contempo si intersechino perfettamente ?

Grazie in anticipo delle risposte.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#2
Devi tenere l'iterasse costante, quindi vari modulo e numero di denti finchè sei quasi vicino. Poi fai lo spostamento di profilo. Usa kisssoft che è molto meglio e fai direttamente le verifiche agli ingranaggi.
Altrimenti prenditi la norma e tutte le formule e tra 3 settimane forse sei arrivato a convergenza.
 

MOCE

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: SWX, Solid Edge, NX 9, Pro/E, Ansys
Regione: Vicenza
#3
Grazie per la dritta sul programma, ho visto che c'è anche la versione demo spero faccia al caso mio.

comunque il problema nell'accoppiamento della prima coppia di ingranaggi non sussiste, come hai detto basta variare il modulo fino a che non si sfiorano e fin qui tutto bene. Ma nella seconda, terza, quarta, ecc... coppia di ingranaggi mi blocco perché l'intersasse è fisso, il numero di denti anche perché devo mantenere un rapporto preciso tra i due ingranaggi quindi l'unica cosa che può variare è il modulo, che oltretutto deve essere uguale nei due ingranaggi che formano la coppia.

per ora ho pesato di mettere a sistema il rapporto e l'interasse per ottenere i raggi degli ingranaggi (come da foto) esempio ing..png

Ora la mia domanda è avendo raggio dell'ingranaggio e numero di denti definiti, in che modo posso disegnare il profilo del dente che però abbia lo stesso (o quanto meno molto simile) modulo per ogni coppia ?

Spero di essermi spiegato bene.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#4
Vediamo di chiarire alcune cose:
- la rappresentazione di ingranaggi secondo normativa non prevede di disegnare il dente

- con solidworks se vuoi fare il disegno del dente devi per forza sapere come si costruisce l'evolvente di cerchio con tutti i suoi parametri, compreso correzione di profilo e altre cose strane. Puoi usare le toolbox e avere gli ingranaggi predisegnati...cambi modulo e numero di denti e più o meno hai un ingranaggio schematico ma non sarà mai esattamente come quello vero.

- di norma hai un interasse fisso tra i due alberi e quindi devi fare la formula inversa per determinare i diametri primitivi mettendo ovviamente anche la formula del rapporto di trasmissione. Con excel puoi fare tutte le formule che ti sembrano necessarie e fare le celle di controllo. Quando ti sei avvicinato direi che allora puoi fare lo spostamento di profilo, modificando così il rapporto addendum dedendum e quindi anche il diametro primitivo.

- se usi KissSoft ti esporta il 2D e/o il 3D dell'ingranaggio e non ti devi porre nessuno problema della modellazione dell'ingranaggio. Soprattutto qui imposti l'interasse e il rapporto di riduzione che vuoi e gli fai cercare tutte le possibili varianti di modulo e numero di denti, avendo fissato numero di giri e potenza in ingresso. Diventa molto facile per poi dimensionate tutte le marce senza troppi problemi.
 

MOCE

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: SWX, Solid Edge, NX 9, Pro/E, Ansys
Regione: Vicenza
#5
Vediamo di chiarire alcune cose:
- la rappresentazione di ingranaggi secondo normativa non prevede di disegnare il dente

- con solidworks se vuoi fare il disegno del dente devi per forza sapere come si costruisce l'evolvente di cerchio con tutti i suoi parametri, compreso correzione di profilo e altre cose strane. Puoi usare le toolbox e avere gli ingranaggi predisegnati...cambi modulo e numero di denti e più o meno hai un ingranaggio schematico ma non sarà mai esattamente come quello vero.

- di norma hai un interasse fisso tra i due alberi e quindi devi fare la formula inversa per determinare i diametri primitivi mettendo ovviamente anche la formula del rapporto di trasmissione. Con excel puoi fare tutte le formule che ti sembrano necessarie e fare le celle di controllo. Quando ti sei avvicinato direi che allora puoi fare lo spostamento di profilo, modificando così il rapporto addendum dedendum e quindi anche il diametro primitivo.

- se usi KissSoft ti esporta il 2D e/o il 3D dell'ingranaggio e non ti devi porre nessuno problema della modellazione dell'ingranaggio. Soprattutto qui imposti l'interasse e il rapporto di riduzione che vuoi e gli fai cercare tutte le possibili varianti di modulo e numero di denti, avendo fissato numero di giri e potenza in ingresso. Diventa molto facile per poi dimensionate tutte le marce senza troppi problemi.
Grazie mille per la risposta, molto chiara ed esauriente.
Il discorso dei calcoli tramite Excell l'avevo già fatto ma mi mancava appunto qualcosa che mettesse in relazione tutti i dati che a mia disposizione per ottenere gli ingranaggi. Ora con Kisssoft è tutto più semplice anche se nella versione demo ci sono alcune limitazioni ma per quello che devo fare io mi accontenterò.

Grazie ancora.