Dimensionamento perno ruota

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Concordo pienamente non Massi. Se a calcolo tiene, lo possiamo usare.... almeno nel contesto scolastico, senza pensare a sovraccarichi particolari.
 

KristianDC

Utente poco attivo
Professione: Impiegato
Software: Autocad
Regione: Molise
Il punto è come lo faccio a calcolare con un solo cuscinetto se dalle specifiche il cuscinetto volvente radiale non resiste a momento (almeno che io sappia sopporta carico radiale e un leggero assiale). Ecco perchè per impostare uno schema di calcolo devo indirizzarmi necessariamente sul montaggio a doppio cuscinetto.
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Il punto è come lo faccio a calcolare con un solo cuscinetto se dalle specifiche il cuscinetto volvente radiale non resiste a momento (almeno che io sappia sopporta carico radiale e un leggero assiale). Ecco perchè per impostare uno schema di calcolo devo indirizzarmi necessariamente sul montaggio a doppio cuscinetto.
Secondo me sul cuscinetto non hai un momento ma una forza in senso radiale.
 

ramjet

Utente Junior
Professione: progetto organi di trasmissione
Software: autocad
Regione: liguria
Ha ragione Pietro: i cuscinetti non lavorano a momento, ma reggono una forza.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Il punto è come lo faccio a calcolare con un solo cuscinetto se dalle specifiche il cuscinetto volvente radiale non resiste a momento (almeno che io sappia sopporta carico radiale e un leggero assiale). Ecco perchè per impostare uno schema di calcolo devo indirizzarmi necessariamente sul montaggio a doppio cuscinetto.
Il cuscinetto reagisce con una forza assiale e radiale. Il momento non lo porta, quindi è perfetto così.
 

welcome to the machine

Utente Junior
Professione: project leader
Software: Kubotek
Regione: Lazio
Si potrebbe caricare con un momento solo se dovesse flettere il carrello che collega le due ruote, ma spero che non sia questo il caso....
Approfitto della discussione per chiedere la vostra opinione su un tipo di lavorazione delle sedi che , quando possibile, cerco sempre di adottare: invece di avere due sedi sulle facce opposte della ruota, io preferisco avere uno spallamento da un lato e i due cuscinetti tenuti da un seeger per interni ( o meglio ancora da una flangia di chiusura) e divisi da un distanziale. Questo per evitare di dover riprendere il pezzo sul mandrino del tornio, con la difficolta di riallineare perfettamente le due sedi. In alcuni casi è inevitabile e da decenni vedo tornitori che battono sul pezzo per fermare la lancetta del comparatore, poi stringono il mandrino...e il comparatore balla ancora. In molti casi non si può evitare di farlo, ma quando i cuscinetti non sono troppo lontani tra loro...io ci provo :giggle:
E' concettualmente sbagliato?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Si potrebbe caricare con un momento solo se dovesse flettere il carrello che collega le due ruote, ma spero che non sia questo il caso....
Approfitto della discussione per chiedere la vostra opinione su un tipo di lavorazione delle sedi che , quando possibile, cerco sempre di adottare: invece di avere due sedi sulle facce opposte della ruota, io preferisco avere uno spallamento da un lato e i due cuscinetti tenuti da un seeger per interni ( o meglio ancora da una flangia di chiusura) e divisi da un distanziale. Questo per evitare di dover riprendere il pezzo sul mandrino del tornio, con la difficolta di riallineare perfettamente le due sedi. In alcuni casi è inevitabile e da decenni vedo tornitori che battono sul pezzo per fermare la lancetta del comparatore, poi stringono il mandrino...e il comparatore balla ancora. In molti casi non si può evitare di farlo, ma quando i cuscinetti non sono troppo lontani tra loro...io ci provo :giggle:
E' concettualmente sbagliato?
Certamente che risulta più preciso perché non c'è la ripresa a rovescio. Come soluzione funziona.
 

KristianDC

Utente poco attivo
Professione: Impiegato
Software: Autocad
Regione: Molise
Salve amici, vi allego per conoscenza il disegno terminato. Se qualcuno volesse posso anche inserire i calcoli per il dimensionamento di perno e cuscinetti.11.jpg
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
attenzione che le linee dei fianchi dei cuscinetti che attraversano il perno non vanno disegnate.
Diminuisci leggermente il diametro esterno del perno, dovrebbe essere come quello del distanziale.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
io ci metterei un distanziale tra i due anelli interni dei cuscinetti.
Pure io lo metterei così non carico accidentalmente in modo assiale i due cuscinetti e no li sovraccarico.
 

welcome to the machine

Utente Junior
Professione: project leader
Software: Kubotek
Regione: Lazio
attenzione che le linee dei fianchi dei cuscinetti che attraversano il perno non vanno disegnate.
Diminuisci leggermente il diametro esterno del perno, dovrebbe essere come quello del distanziale.
Forse le linee indicano una zona di diametro del perno diminuita di un paio di decimi per facilitare l'inserimento nei cuscinetti? Non sono sicuro che questa fosse l'intenzione, ma non sarebbe sbagliato. Se si adotta, come consigliato-quasi-obbligatorio,( ;) ) il distanziale tra gli anelli interni, le fasce a diametro nominale del perno dovrebbero eccedere di un paio di millimetri la larghezza dei cuscinetti, per mantenere centrato il distanziale.
La lavorazione di cui parlavo in #27 si presta proprio in casi come questo a semplificare il lavoro perchè, con la superficie conica all'esterno della ruota, devi prima lavorare una sede, poi l'altra, e poi finire l'esterno su spina. Con la lavorazione di cui sopra,( peraltro approvata addirittura da Meccanicag ! :):giggle: ) con un buon tornio CNC il pezzo cade finito con una sola presa.