• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Designazione acciai

elleon

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Pro/e - SolidEdge
Regione: Veneto
#1
Salve a tutti!

Lavoro da poco come progettista meccanico in una ditta della mia zona.
Mi trovo di fronte a questa situazione.
Il database dei materiali utilizzati in azienda è molto vecchio e non aggiornato.Nello specifico, gli acciai da costruzione vengono definiti ancora con le sigle Fe ... e con riferimenti a normative defunte :) (ritirate o sostituite) a volte anche 10-15 anni fa.
Dato che nel cartiglio delle tavole c'è il mio nome è spiacevole sentirsi dire dal fornitore che il materiale indicato non esiste nemmeno più!

Vorrei riuscire ad aggiornare la designazione e chiedo: nella pratica lavorativa quale viene più utilizzata? La designazione alfanumerica (es: S235....) o la numerica (es:1.xx...)?

La normativa attuale di riferimento per gli acciai da costruzione è la UNI EN 10025, corretto?

Ultima cosa, nelle designazioni Fe ... che significato hanno le eventuali lettere dopo il valore del carico di rottura?

Grazie
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#2
Nella vecchia designazione (10025 del 1990) il valore numerico 360 (Fe 360 b) indica la resistenza a trazione.
Nella designazione EN 10027-1 e ECISS IC 10 della norma attuale UNI EN ISO 10025:2005 la denominazione corrispondente è S235JR dove il valore numerico (235) indica il carico unitario di snervamento minimo.

Allego due tabelle che penso possano essere utili a tutti :)
 

Allegati

elleon

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Pro/e - SolidEdge
Regione: Veneto
#3
Grazie mille

mi rimane il dubbio sulla differenza tra, ad esempio, Fe 360 B e Fe 360 C?
Rigurda la distinzione tra acciai da costruzione di base e di qualità?

Ciao
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#4
Vado a memoria:
gli acciai utilizzati nelle costruzioni e nelle carpenterie sono nella stragrande maggioranza dei casi quelli di grado B (Fe 360 B ora denominato S235JR, Fe 430 B ora denominato S275JR, Fe 510 B ora denominato S355JR).

I gradi C e D hanno una composizione chimica leggermente diversa, contengono in genere meno zolfo e fosforo ed hanno la caratteristica di mantenere la resilienza anche alle basse temperature (fra -20 °C e -40 °C).

In pratica se la strattura sarà utilizzata in luoghi con temperature minime molto basse (o anche per una cella frigorifera) è sicuramente indispensabile usare acciai di grado D.
Il grado B non è adatto a resistere a temperature inferiori a -20 °C ... cristallizza e si rompe.
 

giby_01

Utente poco attivo
Professione: Resp. Ufficio Tecnico
Software: Catia, Omnicad, Visicad, Autoform e altri....
Regione: Piemonte
#5
Ho aperto questa discussione nell'area dello stampaggio industriale, ma credo
che questa discussione sia più adatta (anche perchè di là non ho avuto risposte!!!)

La ditta per cui lavoro costruisce stampi per lamiera (automotive).
Mi capita spesso che i vari clienti mi chiedano per la costruzione delle attrezzature materiali che non ho mai sentito. Anche i nostri fornitori di materiale a volte non sanno cos'è. Poi cerchi in giro e scopri che è una sigla di qualche normativa che indica il materiale che usi tutti i giorni o quasi.
Cercando su vari siti ho compilato una tabella excel che riporta le sigle nelle principali normative, e pian piano sto aggiungendo anche indicazioni sull'utilizzo e sui trattamenti termici.

Credo che un archivio di questo tipo possa essere utile.

Io la allego a questo messaggio, con la speranza che qualcuno abia volgia di aggiungere qualche dato, così magari con tanti che ne sanno un po, facciamo un qualcosa di abbastanza completo.

Il file si chiama TABELLE ACCIAI -V.1 - 25-04-2008: ho messo V.1 e la data perchè chiedo a chi eventualmente ne fa modifiche o aggiornamenti, di cambiarli cronologicamente (ad ese. TABELLE ACCIAI -V.2 - 30-04-2008) per facilitare la ricerca della versione più aggiornata a chi la vuole scaricare.

Grazie a tutti.........
 

Allegati

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#6
Grazie per il tuo contributo.
Il tuo post è corretto, non preoccuparti, sei nella discussione giusta.
Ciao
 

torok

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: solidworks
Regione: italia
#8
bel lavoro molto utile.
Sara' che io lavoro con ditte diciamo "storiche" e se sul cartiglio invece di leggere Fe360 o C40 si ritrovano un S235JR li per li li metterei in crisi .
Pero' trovo giusto attenersi alle norme attuali ed allora sui mie disegni sto mettendo sia la vecchia designazione che la nuova.
 

mtbnicola

Utente Junior
Professione: Traffichino!
Software: Dipende...
Regione: italia
#9
mi sembra una buona idea mettere sia la vecchia che la nuova.
dovremmo tirar giu' un excel con le vecchie sigle e accanto le nuove,potrebbe essere utile.
 

silviudochitan

Utente poco attivo
Professione: perito meccanico
Software: autocad
Regione: Piemonte
#10
Ragazzi scusate ma devo fare un disegno su solid works e mi sono ritrovato su dei vecchi fogli la sigla FePO3... Qualcuno mi sa dire che tipo di acciaio è visto che nei PDF allegati da voi non sono riuscito a trovarli:-S
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#11
Ragazzi scusate ma devo fare un disegno su solid works e mi sono ritrovato su dei vecchi fogli la sigla FePO3... Qualcuno mi sa dire che tipo di acciaio è visto che nei PDF allegati da voi non sono riuscito a trovarli:-S
Sono acciai legati a basso tenore di carbonio adatti al profondo stampaggio.
 

stefanobruno

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione caotica e notturna e Seguace Anonimo di Shiren :)
Software: Inventor 2016 - Autocad ( read only ) - Rhino un pochino
Regione: Piemonte,Torino
#12
Professione: Consulenza e Progettazione
Software: Catia - Solid Works - Solid Edge
Regione: Veneto
#13
Ragazzi scusate ma devo fare un disegno su solid works e mi sono ritrovato su dei vecchi fogli la sigla FePO3... Qualcuno mi sa dire che tipo di acciaio è visto che nei PDF allegati da voi non sono riuscito a trovarli:-S
FeP03 è una dicitura superata. Ti allego uno schema delle lamiere più comuni con i relativi riferimenti normativi.
 

Allegati

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#14
P03 se non erro si riferiva alla lamiera.
Non ricordo bene ma, da qualche parte (Marcegaglia) ci sono delle tabelle di conversione.
Ciao
 
Professione: Consulenza e Progettazione
Software: Catia - Solid Works - Solid Edge
Regione: Veneto
#15
Si, ed il numero (03) identifica l'indice di imbutibilità. Anche nelle nuove designazioni i numeri identificano questo indice. La differenza stà nel fatto che nella sigla non troviamo più la P ma troviamo altre lettere (a seconda del tipo di lamiera).

esempio: DC 04 Bm 0,7 x 150 UNI EN 10130

- lamiera laminata a freddo non rivestita idonea all'imbutitura profonda (DC 04)
- aspetto superficiale B (superfice priva di difetti)
- finitura superficiale m (normale - rugosità Ra: 0,6 μm < Ra < 1,9 μm)
- 0,7 x 150 = Spessore e larghezza del nastro

oppure: DX53D + Z275 NA - O 0,7 x 150 UNI EN 10142

- lamiera laminata a freddo e zincata a caldo idonea all'imbutitura profonda (DX53D)
- Z = Zinco
- 275 = 275 g/m² (massa di zinco minima presente complessivamente su entrambe le facce del prodotto)
- N = Finitura superficiale del rivestimento (Superficie con stellatura normale)
- A = Aspetto superficiale (superfice normale)
- o = superfice oliata
- 0,7 x 150 = Spessore e larghezza del nastro
 

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#17
complimenti!
bel lavoro, soprattutto nello spirito del forum.
Grazie
 

tato_83

Utente poco attivo
Professione: studente ingegneria
Software: catia v5-v6, pro/e
Regione: piemonte
#18
ciao a tutti.. qualcuno sa che acciaio è S220GD e cosa vuol dire la sigla GD..??
grazie mille
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#19
ciao a tutti.. qualcuno sa che acciaio è S220GD e cosa vuol dire la sigla GD..??
grazie mille
Se non ricordo male si tratta di acciaio zincato a caldo in continuo (il vecchio Sendzimir) GD probabilmente significa Galvanized.