DEFINZIONE SUPERFICIE DI ASSEMBLAGGIO

MaurizioR.

Utente poco attivo
Professione: studente
Software: solid works/catia/cadelettrico
Regione: Matera
#1
Salve ragazzi,
sono Maurizio e sto frequentando il serale dei periti meccanici.Allora vi espongo il problema: Dovendo selezionare la faccia di un assemblaggio di contatto su catia V5 R20, dato che la faccia in questione è una molla, il programma mi fa selezionare solamente la superficie del profilo circolare ossia il cerchio il cui diametro definisce lo spessore della molla, cosa che a me non serve..Piuttosto mi servirebbe selezionare la faccia dell'ultima spira in modo da renderla tangente alla superficie che voglio ..Come faccio ?:confused:
 

Steel59

Utente Junior
Professione: Progettista meccanico
Software: Solid Edge, Inventor, ora Catia V5
Regione: Veneto
#2
Forse non puoi utilizzare la superfice della spira per assicurare il vincolo, alle volte è indispensabile creare dei piani aggiuntivi da utilizzare come riferimento per il vincolo. Succede che per generare tali piani hai bisogno anche di punti. Mi spiego: crei un piano tangente alla sezione di diametro (spessore) dell'ultima spirale. Per farlo forse hai bisogno di generare un punto sulla circonferenza del diametro. Fatto il punto generi un piano che è parallelo alla sup. di appoggio e che passi per quel punto. Fatto il piano puoi assemblare la molla con il vincolo di offset (ponendo questo a zero). Probabilmente ti servirà pure l'asse verticale su cui si sviluppa la molla per creare un successivo vincolo.
 
Professione: impiegato
Software: Catia v5 e il profumo di SWX
Regione: sicilia
#3
Ciao Steel, posso chiederti di postare un piccolo esempio, immagine o part che sia?
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#4
Salve ragazzi,
sono Maurizio e sto frequentando il serale dei periti meccanici.Allora vi espongo il problema: Dovendo selezionare la faccia di un assemblaggio di contatto su catia V5 R20, dato che la faccia in questione è una molla, il programma mi fa selezionare solamente la superficie del profilo circolare ossia il cerchio il cui diametro definisce lo spessore della molla, cosa che a me non serve..Piuttosto mi servirebbe selezionare la faccia dell'ultima spira in modo da renderla tangente alla superficie che voglio ..Come faccio ?:confused:

Non uso CATIA ma mi sembra che sia più che altro un problema di geometria che hai sotto mano, ovvero la tua molla termina con il filo dell'ultima spira a sezione circolare e magari nemmeno con andamento perpendicolare all'asse della molla; in quel caso è ovvio che il porgramma non riesca a stabilire la tangenza con la superficie di montaggio della molla. Le molle a compressione normalmente hanno l'ultima spira lavorata in modo da creare una superficie planare d'appoggio.
molle-a-compressione_7.jpg
Fai quella lavorazione nella tua molla e sono sicuro che riuscirai poi a creare l'accoppiamento senza problemi.
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#5
Come é gia stato dette devi aggiungere della geometria descrittiva che ti consenta di posizionare la parte del tua assieme.
come vedi dalla foto puoi aggingere un asse e i due punti estremi.

queste geometrie possono essere pubblicate e tramite il soco vincolo di concidenza la puoi posizione nell'assieme (concidenza punto punto, punto-piano. punto-superfice).

ciao
 

Allegati

Professione: impiegato
Software: Catia v5 e il profumo di SWX
Regione: sicilia
#6
ma la sezione di una spira in modo perpendicolare all'asse potrebbe non generare una superficie sufficiente da poter essere collegata (realmente) ad un supporto. Penso dipenda dal passo della spira.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#7
ma la sezione di una spira in modo perpendicolare all'asse potrebbe non generare una superficie sufficiente da poter essere collegata (realmente) ad un supporto. Penso dipenda dal passo della spira.
No.
Qualsiasi taglio della spira su un piano perpendicolare all'asse della molla genera una superficie planare che il cad riconosce come valida per un vincolo tra quelli ammissibiliper una geometria planare.
Si presume comunque che la modellazione rispecchi la forma della molla reale.
 
Professione: impiegato
Software: Catia v5 e il profumo di SWX
Regione: sicilia
#8
No.
Qualsiasi taglio della spira su un piano perpendicolare all'asse della molla genera una superficie planare che il cad riconosce come valida per un vincolo tra quelli ammissibiliper una geometria planare.
Si presume comunque che la modellazione rispecchi la forma della molla reale.
No a che cosa è riferito scusa?
Ho parlato "estensione" di superficie planare; che qualsiasi taglio con piani genera una superficie planare mi sembra ovvio.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#9
No a che cosa è riferito scusa?
"No" è riferito esattamente a quello che hai scritto e che ti avevo quotato e che ti riporto nuovamente qui sotto dove quello che tu chiami "sezione" io ho chiamato taglio essendo lo stesso concetto riferito a una feature da applicare alla terminazione della spira

panormus ha detto:
ma la sezione di una spira in modo perpendicolare all'asse potrebbe non generare una superficie sufficiente da poter essere collegata (realmente) ad un supporto. Penso dipenda dal passo della spira.
però mi hai obbiettato che:

panormus ha detto:
Ho parlato "estensione" di superficie planare; che qualsiasi taglio con piani genera una superficie planare mi sembra ovvio.
:confused:
Scusa, ma il vocabolo "estensione" non l'hai usato e comunque il concetto di superficie più o meno estesa non ha a che vedere con il fatto che quella superficie, se presente, possa essere usata per un accoppiamento. Giusto per precisare, hai parlato di "passo della spira", ma quello non influenza il fatto che la superficie planare venga generata (vedi immagine) e possa essere usata per l'accoppiamento e ribadisco che al CAD il taglio con un piano che interseca il modello genera, al contrario di quanto affermavi, una superficie sempre sufficiente per l'accoppiamento.
molle.jpg
 
Professione: impiegato
Software: Catia v5 e il profumo di SWX
Regione: sicilia
#10
matri miiiiia.... :-D
quello che hai postato conferma che la superficie di taglio dipende anche dal passo ( numero di spire a parità di lunghezza della molla) :p
ti voglio bene ;-)
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#11
A dire il vero dovrei essere io a invocare la matri mia... sai temperando supposte (mi sfugge il perchè) ma la punta ti si spezza in continuazione :rolleyes:

quello che hai postato conferma che la superficie di taglio dipende anche dal passo ( numero di spire a parità di lunghezza della molla) :p
No guarda, devi avere inteso male. Rileggi. Quello che ho postato dimosta proprio il contrario di quello che sostenevi, ovvero che (e ti cito nuovamente):
Panormus ha detto:
la sezione di una spira in modo perpendicolare all'asse potrebbe non generare una superficie sufficiente da poter essere collegata (realmente) ad un supporto. Penso dipenda dal passo della spira.
La superficie dipende dal passo? Cosa, della superficie, dipende dal passo? Bisogna che ti spieghi. Tante cose di quella superficie possono dipendere dal passo, ad esempio forma e ampiezza della superficie, non certo l'esistenza della superficie stessa. Dal momento che la superficie che vedi viene generata per qualsiasi passo della molla (se vuoi te la faccio vedere con passo di cento metri invece che 200 mm...) non c'è nessuna possibilità che quella molla non possa essere vincolata correttamente al relativo piano d'appoggio. Non esiste in un caso come questo, nel cad, una superficie non sufficiente. Se il taglio interseca il modello la superficie viene generata correttamente e il cad può usarla per impostare un vincolo di quelli leciti.
Tutto questo però era già chairissimo al mio post #7 e te l'avevo ulteriormente ribadito e illustrato al post #9.
 
Professione: impiegato
Software: Catia v5 e il profumo di SWX
Regione: sicilia
#12
ma la sezione di una spira in modo perpendicolare all'asse potrebbe non generare una superficie sufficiente da poter essere collegata (realmente) ad un supporto. Penso dipenda dal passo della spira.
arri maaaatri miiiia.. ;P
dai su marcof...tanto pignolo, mi commenti tutto puntualmente ogni volta e poi mi tralasci un commento sul ti voglio bene... :biggrin: ???
certo che ci vuole pazienza con te.. (anche con me è vero) ma fai sempre così o sono io speciale?

e vabbò dai mi armo ancora di pazienza (come fate voi quando mi aiutate) e ti rispondo.

tutto ebbe inizio con il suddetto post.. accidenti a me e a tutte le domande che faccio..

Vediamo se riesco a spiegarmi meglio.. però promettimi una cosa: che cerchi di capire il senso di ciò che voglio dire senza soffermarti troppo ad ogni singola parola come fossi un avvocato in cerca della virgola per inciufare, incupare, intorare,..mmhh non mi viene il termine, .. il querelato.

Quello che ho postato, se leggi con calma, con amicizia e serenità, voleva dire: la sezione (di taglio) di una spira (un avvolgimento di 360°) in modo perpendicolare all'asse (di tutta la molla, quello che anche ferrezio ha riportato al post #5) potrebbe non generare una superficie sufficiente (ovvero di un estensione sufficiente, vedi anche le tue immagini) da poter essere collegata realmente ad un supporto (un piano di appoggio qualsiasi). Penso dipenda dal passo della spira (perché se a parità di spessore di filo metallico che costituisce la molla e a parità di lunghezza dell'asse della molla diminuiamo le spire, il taglio perpendicolare all'asse genera una superficie piana di potenziale contatto/vincolo via via minore :finger:

Fiuuuu... siiii ce l'ho fattaaaaa!!!!!!
Speriamo così si chiarisca tutto, perché se mi dici che non è chiaro ci rinuncio. :tongue:

Mi dai la mano fratello?
 

igor azara

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere aerospaziale
Software: Catia V5
Regione: Sardegna
#13
prova offset con valore zero perche' il vincolo di contatto su superficie è un vincolo piu' pesante indispensabile nell'analisi F.E.M. di assemblati.Se devi semplicemente vincolare l'assemblato meglio offset anche per, almeno per quanto ne so io, contatto su superficie almeno alla Relase 17 richiede superfici piane.Come ultima spiaggia usa dei piani di riferimento creati ad Hoc.