[DBWorks] Database su disco remoto

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#1
Vorrei realizzare questa architettura (per motivi di mobilita' e backup che non sto a spiegare per brevita'), considerando di avere DBWorks che gira su MS-SQL serrver:

1) File del database su disco remoto su condivisione SMB ospitata su macchina Linux

2) Motore del database, client DBworks e SWX che invece girano sulla workstation

E' possibile? Ovviamente dovrei far partire il motore di SQL come utente, ossia dopo aver fatto il login in windows visto che questo s.o. connette le unita' di rete solo dopo il login, ma e' un fastidio sopportabile se confrontato ai vantaggi che mi darebbe per il mio particolare uso.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#2
Vorrei realizzare questa architettura (per motivi di mobilita' e backup che non sto a spiegare per brevita'), considerando di avere DBWorks che gira su MS-SQL serrver:

1) File del database su disco remoto su condivisione SMB ospitata su macchina Linux

2) Motore del database, client DBworks e SWX che invece girano sulla workstation

E' possibile? Ovviamente dovrei far partire il motore di SQL come utente, ossia dopo aver fatto il login in windows visto che questo s.o. connette le unita' di rete solo dopo il login, ma e' un fastidio sopportabile se confrontato ai vantaggi che mi darebbe per il mio particolare uso.
Ciao,

non conosco DBWorks e non saprei dirti se può funzionare. Quello che ti posso garantire è che gli ambienti Linux con swx andrebbero evitati in quanto non certificati dalla swx.
I files nativi di solidworks li devi tenere su una macchina con windows, per quanto riguarda il pdm non so.
 

flfn

Utente Junior
Professione: progettista
Software: Solid Works-Ready Works-Rhinoceros-Mastercam
Regione: veneto
#3
Salve, personalmente ospito i file di SW su una condivione in Smb di debian, e non ho rilevato nessun problema.

C'è da dire che bisogna saperlo configurare, sopratutto i permessi di lettura/scrittura

Saluti
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#4
Ciao,

non conosco DBWorks e non saprei dirti se può funzionare. Quello che ti posso garantire è che gli ambienti Linux con swx andrebbero evitati in quanto non certificati dalla swx.
I files nativi di solidworks li devi tenere su una macchina con windows, per quanto riguarda il pdm non so.
Si e' anche per questo che non ho sentito la mechworks, provero' a sentire cosa dicono.

Comunque il mio server e' linux e solidworks funziona benissimo. Quanto alla mancata certificazione di un file-server che esegue linux, penso sia solo un accordo commerciale con Microsoft o semplicemente mancaza di volgia di fare dei test.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#5
Salve, personalmente ospito i file di SW su una condivione in Smb di debian, e non ho rilevato nessun problema.

C'è da dire che bisogna saperlo configurare, sopratutto i permessi di lettura/scrittura

Saluti
Si e' anche per questo che non ho sentito la mechworks, provero' a sentire cosa dicono.

Comunque il mio server e' linux e solidworks funziona benissimo. Quanto alla mancata certificazione di un file-server che esegue linux, penso sia solo un accordo commerciale con Microsoft o semplicemente mancaza di volgia di fare dei test.
Ciao,

Ho ho un NAS netgear readynas pro business, direi che si tratta di un buon prodotto fatto bene per un utilizzo fino a 100 utenti.
Recentemente ho avuto un problema all'apertura di un grande assieme (un impianto) dove swx mi diceva che ci sono troppi files aperti.
Dopo la chiamata all'assistenza è risultato che si tratta di un problema noto nelle reti miste Windows/Linux
Al momento il problema si è presentato solo in questo caso e l'assieme è davvero enorme, ma pare non ci sia soluzione (almeno dal supporto tecnico).
Io Linux non lo conosco, ma nel caso del NAS penso sia "blindato" dal produttore e pressoché intoccabile.
In sostanza prevedo di doverlo sostituire con un NAS equipaggiato con Windows 2008 file server edition.
Se il numero di componenti resta ragionevole non ci sono problemi.
Tornando al mio problema ho provato a cercare in rete ma nelle kb della Microsoft si parla di win nt, 95, 98, non di 7 o xp, quindi il problema è vecchio e non più trattato.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#6
Dopo la chiamata all'assistenza è risultato che si tratta di un problema noto nelle reti miste Windows/Linux
E' possibile che sia un problema dovuto al sistema operativo del server a 32bit?
 

SolidUser

Utente Senior
Professione: Progettista
Software: SolidWorks 2013 SP1.0
Regione: Veneto
#7
Quello che ti posso garantire è che gli ambienti Linux con swx andrebbero evitati in quanto non certificati dalla swx.
I files nativi di solidworks li devi tenere su una macchina con windows, per quanto riguarda il pdm non so.
SolidWorks è un filesystem-agnostico.
SolidWorks lavora anche con FAT e FAT32.
Chiaramente, insieme alle estensioni NTFS, diventano le più comuni ed usate.

Se il PC con Windows installato si connette al server Samba, allora SolidWorks riuscirà a leggere e scriverci sopra.
Spesso però SolidWorks non sa o non ne tiene conto se sta leggendo o scrivendo da una condivisione o dal disco locale.

Detto questo, non tutti i NAS sono creati uguali a non tutti i daemons Samba girano in modo eguale.
Questo è dovuto al fatto che i produttori di NAS usano pacchetti o soluzioni Linux diferenti.
Anche dall'hardware utilizzato.
Vedi Synology e Qnap.

Spesso e volentieri i problemi che si presentano nell'uso di file in rete, spariscono se si lavora in locale.
Quasi la totalità dei PDM di SolidWorks fanno il checekd-out in locale e quindi il 'read and save' risulta molto meno critico.

Ci sono troppe variabili nell'uso dei file in rete :
- affidabilità della rete
- capacità di sostenere un flusso di I/O costante ed impegnativo
- gestione dei pacchetti persi sulla rete
- la stessa compatibilità tra client e server

Quindi SolidWorks non dice che non supporta i NAS con sopra Linux, dice soltanto che occorre fare attenzione a quanto scritto sopra.