da proE wf a catiaV5

Mauri:66

Utente Standard
Professione: Progetti per Pressofusi Al
Software: SolidWorks 2011- Creo 2.0 -Catia V5
Regione: Veneto
#1
Ciao a tutti,
per chi tra voi è dovuto passare da proe wf a catia v5, quali sono le differenze sostanziali tra i due sw inerente la modellazione parti e quali i problemi iniziali da voi incontrati?
Personalmente lavoro da anni sia con Solidworks che con proE, ma stranamente la partenza con Catia V5 mi risulta meno fluida e più articolata ...:confused:, a partire dalla gestione del mouse. Sicuramente si tratta come sempre di prenderci mano e smanettare, però ...:confused:

grazie 1000
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#2
Anche io sono passato da SW a ProE a Catia....ti dirò poche parole. Ho trovato il paradiso!!!:biggrin:
Lo so, all'inizio è dura abituarsi al mouse.
Ma almeno puoi "progettare" con la dx e mangiare con la sx:biggrin:
 

Mauri:66

Utente Standard
Professione: Progetti per Pressofusi Al
Software: SolidWorks 2011- Creo 2.0 -Catia V5
Regione: Veneto
#3
Ciao stef-design,
grazie della risposta che oltre tutto è molto incoraggiante, mi fa piacere sentire ciò anche perchè il mio approccio a Catia sarà purtroppo o per fortuna da autodidatta nel senso che non farò nessun corso preliminare.
 
Professione: Libero professionista
Software: Catia V5 e Pro-E
Regione: Lombardia
#4
Ciao a tutti,
per chi tra voi è dovuto passare da proe wf a catia v5, quali sono le differenze sostanziali tra i due sw inerente la modellazione parti e quali i problemi iniziali da voi incontrati?
Personalmente lavoro da anni sia con Solidworks che con proE, ma stranamente la partenza con Catia V5 mi risulta meno fluida e più articolata ...:confused:, a partire dalla gestione del mouse. Sicuramente si tratta come sempre di prenderci mano e smanettare, però ...:confused:

grazie 1000

Mauri, tutti i modellatori 3D sono sostanzialmente uguali, l'unica cosa che varia e la grafica ed eventualmente il "modus oprandi" dello stesso.
Premesso ciò, il mio consiglio, è quello di avere ben chiaro cosa vuoi modellare e le varie fasi di modellazione (successione features), quindi cercare i "tasti" per realizzarlo.
Come giustamente diceva Stef devi farci la mano, ma una volta che hai ben aquisito le modalità di ragionamento del programma, voilà les jeux sont fait
Buon lavoro :finger: