• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Da gennaio pensione dal tabaccaio

Professione: *
Software: AutoCAD
Regione: Lombardia
#1
Brunetta è un pozzo di idee :)

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/economia/200807articoli/34346girata.asp

Brunetta: «Un Bancomat sotto casa per milioni di anziani a basso reddito»
ROBERTO GIOVANNINI
ROMA
Potrebbe essere una specie di carta di credito ricaricabile, il «Bancomat pensione» con cui dal prossimo gennaio i pensionati italiani potranno andare dal tabaccaio e ritirare somme anche minime di denaro, fino ai 10 euro. È la novità forse più interessante del pacchetto «Reti amiche» annunciato ieri dal ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta. Un progetto di cui già si conosceva il succo: adoperare (attraverso accordi e convenzioni) le diverse reti informatiche pubbliche o parapubbliche (dai Carabinieri alle ferrovie, dalle Poste ai tabaccai, dalle banche alla grande distribuzione commerciale) per consentire ai cittadini di usufruire di una serie di servizi pubblici in modo più o meno «virtuale», senza il fastidio di doversi recare in lontani uffici o dover padroneggiare perfettamente computer e Internet. Un vantaggio anche per l’amministrazione, che potrà chiudere sportelli pubblici a basso traffico e ridurre i costi di gestione mettendo «in concorrenza» istituzioni e burocrazie.

Brunetta parlava di fronte alla platea della Federazione Italiana Tabaccai, che metteranno a disposizione dal prossimo gennaio i loro negozi per fungere da «bancomat» per molti milioni di anziani italiani. In realtà per adesso i dettagli dell’operazione - frutto di una convenzione tra Inps e la categoria - non sono stati resi noti o messi a punto: quali fasce di pensionati potranno fruire del servizio, quanto si potrà ritirare, il guadagno per i tabaccai, se la carta sarà un Bancomat o una ricaricabile, gli eventuali costi per gli utenti. Il ministro ha parlato di «pensionati a basso reddito» e di «un servizio personalizzato tipo Bancomat in modo che in qualsiasi posto ci si trovi sarà possibile recarsi presso un punto della Rete e chiedere di prelevare cifre anche modeste, fino a 10 euro, annullando il rischio di scippi». Ancora, si sa che il servizio non sarà disponibile subito in tutti i tabaccai e che sarà esteso gradualmente.

Si comincia a settembre con tabaccherie e uffici postali ma presto, ha annunciato Brunetta, saranno coinvolti nel progetto altre reti molto radicate sul territorio: «le stazioni dei Carabinieri, le stazioni ferroviarie, le banche, le farmacie, i centri commerciali e i consolati». Per adesso, però, con l’avvio delle convenzioni da settembre grandi cambiamenti dirompenti non ce ne sono, in concreto: con Poste e tabaccai si parte con servizi oggi già forniti, magari in modo non organizzato e organico, o servizi non particolarmente utili: estratti conto Inps, pagamento di contributi previdenziali, compresi per i collaboratori domestici regolarizzati o i lavoratori stagionali. Se funzionerà, invece, saranno novità di un certo rilievo la possibilità di rilasciare certificati anagrafici, il rilascio dei passaporti o di visti, la gestione delle domande per i concorsi pubblici
 
Ultima modifica:

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#2
Però...
è una mia impressione o 'sta stanza degli OT sta diventando sempre più un ricettacolo di Gossip e di News???

Fossero almeno Naked News ... :D
 

Ilario

Utente Senior
Professione: Disegnatore CAD
Software: Inventor, AutoCAD
Regione: E. Romagna
#3
Però...
è una mia impressione o 'sta stanza degli OT sta diventando sempre più un ricettacolo di Gossip e di News???

Fossero almeno Naked News ... :D
Beh dai O.T. per O.T. l'argomento ci sta....
 

Vitruvio

Utente Standard
Professione: Studente Architettura 4S
Software: AutoCad Architecture-3Dstudio-Mental Ray-VRay-Rhinoceros-Photoshop
Regione: Toscana
#4
Saranno contenti gli amici tabaccai che dovranno lavorare praticamente gratis per lo stato
 

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#5
Saranno contenti gli amici tabaccai che dovranno lavorare praticamente gratis per lo stato
e soprattutto che saranno "costretti" a tenere nel cassetto molto più contante di quello (già troppo) che tengono adesso.
Invece di incentivare l'uso delle "carte" (magari abolendo gli iniqui balzelli di commissioni medioevali e valute retroattive), in modo da far sparire i soldi contanti dalle tasche di chi più è esposto ai "birbaccioni" di turno, qui si va esattamente nella direzione opposta.

Passi per i centri commerciali, che tanto hanno già una gestione del contante più "blindata" dei piccoli esercizi, ma immaginate un tabaccaio, nei giorni di accredito delle pensioni, con la fila dei pensionati che devono "prelevare" chi 10, chi 50 euro.
Mi sa che nella fila ci si infilerà pure qualcuno che "preleva" senza bisogno della card.

Altro esempio "demenziale" il pagamento dei contributi per le colf e/o badanti.
Invece di estendere il pagamento dell'F24 telematico anche a tutti i privati che ne abbiano bisogno, si va a far fare delle cose a gente che non ha assolutamente la preparazione in merito.
Ve la immaginate la cassiera (magari precaria e neppure italiana) dell'Iper alle prese con deleghe, codici tributo, sgravi, compensazioni, ecc. ecc. ?
E magari al sabato pomeriggio, capitato proprio il giorno 16, con una coda lunga 20 metri per cassa ?
 
Ultima modifica:

Vitruvio

Utente Standard
Professione: Studente Architettura 4S
Software: AutoCad Architecture-3Dstudio-Mental Ray-VRay-Rhinoceros-Photoshop
Regione: Toscana
#7
ok, però dovrebbe essere una scelta del tabaccaio. ormai i tabaccai sono dipendenti dello stato. Se poi tengono anche i giornali, non possono neanche decidere quando andare in ferie, se sono diventati i bancomat di squilibrati.
 

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#8
ok, però dovrebbe essere una scelta del tabaccaio. ormai i tabaccai sono dipendenti dello stato. Se poi tengono anche i giornali, non possono neanche decidere quando andare in ferie, se sono diventati i bancomat di squilibrati.
Sì, come per il bollo auto, che "virtualmente" si dovrebbe poter pagare in tutte le tabaccherie, mentre invece si scopre che lo si fa solo in quelle che prima di tutto fanno parte di un certo circuito (dalle mie parti quello Snai) e poi, tra queste, solo in quelle che hanno aderito alla convenzione tra Aci e Regioni.
Dalle mie parti, calcolando nel raggio di 10 km un bacino potenziale di almeno 70-80000 automobilisti, le tabaccherie dove si può pagare il bollo auto sono non più di una dozzina a fronte di almeno 4 volte tanto come esercizi aperti

Quanto ai giornali, se uno sceglie di tenerli spesso lo fa essenzialmente non tanto per un motivo solo economico, ma anche per incrementare la clientela di passaggio. Però è una sua libera scelta.
Anche un'impresa edile che sceglie di prendere l'appalto dell'Enel per la manutenzione delle cabine elettriche lo fa per sua convenienza e però poi non si deve lamentare se li chiamano alle 2 della notte di Natale o se gli tocca lavorare di più nei periodi in cui gli altri sono in ferie.