• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

creazione di un telaio

cingolo

Utente Junior
Professione: disegnatore progettista
Software: Creo Elements/Pro (Pro/engineer), Autocad Mechanical
Regione: italia
#1
salve a tutti!
allora vorrei sapere come faccio a creare velocemente un telaio costituito da elementi tubolari, ho sentito parlare del modello ossatura ma non sono riuscito a trovare nulla. potete spiegarmi in modo semplice come faccio a creare ad esempio un quadrato partendo da uno sketch che mi da le dimensioni del telaio e la sezione degli elementi.

grazie a chi mi risonderà
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#2
salve a tutti!
potete spiegarmi in modo semplice come faccio a creare ad esempio un quadrato partendo da uno sketch che mi da le dimensioni del telaio e la sezione degli elementi.
grazie a chi mi risonderà
Questa proprio non l'ho capita

Che tipo di telaio è ?
.... velocemente dipende, ci sono telai che fai in 2 ore ed altri che richiedono 2 settimane di lavoro.

Formula la domanda in modo più comprensibile e vedremo di risponderti.
 

cingolo

Utente Junior
Professione: disegnatore progettista
Software: Creo Elements/Pro (Pro/engineer), Autocad Mechanical
Regione: italia
#3
hai ragione non mi sono espresso bene :biggrin:
allora precisamente vorrei disegnare un semplice telaio per mountainbike con un profilato ovale tubolare saldato. ho sentito parlare della modellazione "velocizzata" usando il modello ossatura come disegno preparatorio (disegnando lo schema del telaio) per inserirvi poi le aste della struttura. in tal modo al variare delle lunghezze del modello ossatura obbligherà le aste a ridimensionarsi. ricordo che quando usavo solidworks in facoltà (bei tempi) vi era un comando molto semplice da usare per creare telaio di qualsiasi genere gestendo anche le intersezioni tra le aste.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#4
Gli skeleton (ossatura) servono a gestire cose molto più complesse.
Comunque per poterli usare devi avere il modulo Advanced Assemply eXtension (AAX) e per imparare ad usarli non bastano 4 righe scritte in un forum.

Puoi comunque fare ciò che chiedi senza AAX, tracciando uno sketch nell'assieme e costruendo le parti relazionandole ad esso e fra di loro.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#5
Secondo me Cingolo intende il modulo Framework, paragonabile come funzionalità ai saldati di solidworks, ma con parecchie differenze. Si tratta di un modulo opzionale che costa all'incirca 4500 €.
Ti posto un link di un video, è questo?
 

cingolo

Utente Junior
Professione: disegnatore progettista
Software: Creo Elements/Pro (Pro/engineer), Autocad Mechanical
Regione: italia
#6
eh si è proprio quel plugin! purtroppo il prezzo mi ha fatto ripensare:frown:
volendo usare il metodo di maxopus "tracciando uno sketch nell'assieme e costruendo le parti relazionandole ad esso e fra di loro." ovvero senza aax, potreste insegnarmelo passo passo?
vi sarei riconoscente a entrambi:biggrin:
 

cingolo

Utente Junior
Professione: disegnatore progettista
Software: Creo Elements/Pro (Pro/engineer), Autocad Mechanical
Regione: italia
#8
esistono tutorial a riguardo di questa tecnica?
sono ancora un novello utente di pro/e:biggrin:
comunque ho la versione base e non credo di passare alla AAX o al framework..............causa budget ristretto
 

cingolo

Utente Junior
Professione: disegnatore progettista
Software: Creo Elements/Pro (Pro/engineer), Autocad Mechanical
Regione: italia
#10
ottimo video:finger: ma nelle intersezioni a spigolo come si procede?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#11
Le ho fatte senza curarmene più di tanto.
Basta farle un pò "abbondanti" in modo da poterle tagliare come ti pare.
 

cingolo

Utente Junior
Professione: disegnatore progettista
Software: Creo Elements/Pro (Pro/engineer), Autocad Mechanical
Regione: italia
#12
ora ci provo e vediamo che ne esce fuori.
grazie mille per il video!!!!!!:finger:
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#13
Io invece tendo a fare sketch più completi sui quali appoggiarmi, così da curare già dallo schizzo le intersezioni, soprattutto quando sono un po' particolari.
Tieni presente che il sistema non è velocissimo se non ricorri a ottimizzazioni, quali prepararti dei profili già disegnati e con parametri già assegnati o cose simili.
Diventa veloce nel momento in cui:

1- fai lo scheletro
2- inserisci il profilo già fatto da adattare alle estremità
3- metti gli accoppiamenti
4- adatti il profilo
5- ripeti le operazioni da 2 a 4 per gli altri profili.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#14
Mi piacerebbe dire un paio di cose, non voglio rompere le scatole a Maxopus che si è preso la briga di fare questo video molto interessante, ma per approfondire.
Dopo la modifica al layout, il telaio non si è aggiornato e questo perchè proe non esegue automaticamente il regen ma solo su ordine dell'utente.

Inoltre una cosa che mi ha spiazzato di questo sistema con Proe è il modo di accoppiare le parti.
A me non piace accoppiare l'origine della parte sull'origine dell'assieme perchè diventa difficile andare a riaccoppiare la parte di nuovo (a volte possono esserci più parti uguali, la prima la faccio in questo modo e le altre le riposiziono) e perchè se sarà necessario fare la tavola del componente sarà necessario preparare altri orientamenti, ecc.. Insomma io mi trovo meglio quando vedo l'origine della parte allineata all'asse del profilo in qualche direzione, mi pare + naturale.
Detto ciò quando ho tentato di accoppiare dei piani della parte sulle linee di schizzo proe mi ha dato picche, non permette la selezione. In questo altri cad (per non fare nomi) sono molto più flessibili e permettono di accoppiare su qualsiali entità geomtricamente valida.
Sono io che mi sono impappinato con una stupidaggine? Come si potrebbe bypassare il problema?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#15
Mi piacerebbe dire un paio di cose, non voglio rompere le scatole a Maxopus che si è preso la briga di fare questo video molto interessante, ma per approfondire.
Dopo la modifica al layout, il telaio non si è aggiornato e questo perchè proe non esegue automaticamente il regen ma solo su ordine dell'utente.

Inoltre una cosa che mi ha spiazzato di questo sistema con Proe è il modo di accoppiare le parti.
A me non piace accoppiare l'origine della parte sull'origine dell'assieme perchè diventa difficile andare a riaccoppiare la parte di nuovo (a volte possono esserci più parti uguali, la prima la faccio in questo modo e le altre le riposiziono) e perchè se sarà necessario fare la tavola del componente sarà necessario preparare altri orientamenti, ecc.. Insomma io mi trovo meglio quando vedo l'origine della parte allineata all'asse del profilo in qualche direzione, mi pare + naturale.
Detto ciò quando ho tentato di accoppiare dei piani della parte sulle linee di schizzo proe mi ha dato picche, non permette la selezione. In questo altri cad (per non fare nomi) sono molto più flessibili e permettono di accoppiare su qualsiali entità geomtricamente valida.
Sono io che mi sono impappinato con una stupidaggine? Come si potrebbe bypassare il problema?
Figurati Re ... il confronto è sempre cosa buona.
Ho fatto l'esempio in quel modo per semplificare il concetto.
Poi, a seconda del contesto e della complessità si possono usare tecniche diverse.
Quella che ho indicato è una tecnica che non uso mai, perchè disponendo del modulo AAX, utilizzo gli skeleton ed i layout che sono molto più efficaci anche per la propagazione di dati non geometrici.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#16
Figurati Re ... il confronto è sempre cosa buona.
Ho fatto l'esempio in quel modo per semplificare il concetto.
Poi, a seconda del contesto e della complessità si possono usare tecniche diverse.
Quella che ho indicato è una tecnica che non uso mai, perchè disponendo del modulo AAX, utilizzo gli skeleton ed i layout che sono molto più efficaci anche per la propagazione di dati non geometrici.
Tra un po' anch'io inizierò ad utilizzare il modulo AAX, quando ho acquistato proe foundation+aax era in promozione e l'ho preso ma non ho mai avuto il tempo di fare un corso.
 

simbo74

Utente Junior
Professione: Amministratore CAD
Software: Pro\E WF4, PDMlink 9.1, AutoCAD 2008, Inventor 2011
Regione: Emilia Romagna
#17
Tra un po' anch'io inizierò ad utilizzare il modulo AAX, quando ho acquistato proe foundation+aax era in promozione e l'ho preso ma non ho mai avuto il tempo di fare un corso.
Noi usiamo i modelli ossatura in modo "estremo", infatti riproduciamo quasi fedelmente tutto anche con solidi per poi "ricopiare" le parti che lo compongono.
Questa cosa se all'apparenza sembra essere un doppio lavoro ci consente di dividere il lavoro in gruppi specializzati in modo da ridurre lo scambio di informazioni tra un progettista e un tavolista (che non è detto che risiedano nella stessa sede o nella stessa nazione).
Ma è una tecnica, in realtà i modi che si possono usare per utlizzare al meglio gli scheletri di ossatura sono tanti.

Simone
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#18
Noi usiamo i modelli ossatura in modo "estremo", infatti riproduciamo quasi fedelmente tutto anche con solidi per poi "ricopiare" le parti che lo compongono.
Questa cosa se all'apparenza sembra essere un doppio lavoro ci consente di dividere il lavoro in gruppi specializzati in modo da ridurre lo scambio di informazioni tra un progettista e un tavolista (che non è detto che risiedano nella stessa sede o nella stessa nazione).
Ma è una tecnica, in realtà i modi che si possono usare per utlizzare al meglio gli scheletri di ossatura sono tanti.

Simone
È una tecnica che uso in modo molto spinto anch'io ma con solidworks. Devo ancora imparare ad utilizzare al meglio proe e sono molto interessato perchè mi sembra che proe abbia una marcia in più rispetto ai vari midrange cad con questo tipo di utilizzo.
 

simbo74

Utente Junior
Professione: Amministratore CAD
Software: Pro\E WF4, PDMlink 9.1, AutoCAD 2008, Inventor 2011
Regione: Emilia Romagna
#19
Per quello che riguarda la mia esperienza non siamo riusciti a trovare una ottimizzazione totale, dipende molto qual'è il tuo scopo. Creare scheletri ossatura per darli in pasto a Mechanica è un tipo di lavoro, per fare la modellazione di parti e la messa in tavola è un altro tipo di lavoro che normalmente solo all'opposto... poi in grosse realtà si fa un'analisi su cosa conviene "velocizzare" e si lavora in un certo modo.
 

cingolo

Utente Junior
Professione: disegnatore progettista
Software: Creo Elements/Pro (Pro/engineer), Autocad Mechanical
Regione: italia
#20
grazie mille ragazzi per la delucidazione:finger:
caspita questo post ha fatto scalpore :wink: