• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Cosa scegliere: UNIGRAPHICS o CATIA?

UGoverALL

Guest
#82
Ciao UGoverALL,
ho guardato un po il vs. sito...ma non mi è chaiaro un punto.
La "pacchettizzazione" del prodotto NX è più simile alla gestione Dassault,veramente troppe versioni e, mi si dice, onerosa, o alla gestione PTC, molto lineare e di facile implementazione, ed economicamente sostenibile?
Grazie
Ciao
Adesso la pacchettizzazione mi sembra sia fatta così:
- MACH1 ADVANTAGE (Solo Node Locked e in sostituzione di altri CAD).
- MACH1: Va bene per la meccanica.
- MACH2: Va bene per la meccanica evoluta
- MACH3: Va bene per un pò tutti gli usi evoluti
- MACH4: Un pacchetto super per usi particolari (Routing, Shipbuilding)
... se vuoi una descrizione un pò + precisa dei singoli moduli però devi chiedere ad un Sales... io ste cose da commerciale non le so e mi fanno anche un pò schifo...
... poi ci sono moduli specialistici che puoi attaccare.
Non so se lo schema sia + vicino alla concezione DS o PTC.
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#84
Master of Teamcenter = Mimmo? :cool:

Ormai ho perso un pò di manualità sul prodotto (eufemismo... non lo so più usare... :() però, sui Large Assembly, più che funzioni etc, quello che è importante è il tipo di matematica che impieghi e il saper usare bene le Representation.
Ho "abarthizzato" un assembly di un'azienda di Vipiteno che fa seggiovie :))) e riesco a gestire agevolmente un assembly di 4584 componenti.
Ovvio che se sei allergico ai "Faceted", ai "Filtri" etc e vuoi tirare sempre su tutto con i Reference Set "PART" (o SOLID etc), senza Partial Loading etc... Le performance saranno quel che saranno...

Se riprenderete il discorso su UG, se riesco, (i miei capi NON sono contenti del fatto che io vada in giro a fare l?Application... i miei compiti sono di fare Forecast, Estrazione Report da SAP, Allocare le risorse... etc) il primo giorno vengo anche io, così mi offri un caffè...

UoA

Ma riguardo a Mimmo...sai che è qui o hai capito che parlavo di lui dall'appellativo che gli ho dato?
Dai, fai in modo di venire un giorno, ti devo un bel caffettino!
 

UGoverALL

Guest
#85
Ma riguardo a Mimmo...sai che è qui o hai capito che parlavo di lui dall'appellativo che gli ho dato?
Dai, fai in modo di venire un giorno, ti devo un bel caffettino!
Avevamo parlato di Voi un mesetto fa con il capo di Mimmo per capire la squadra da allestire: avevamo fatto talmente tante caxxate sulla parte PDM a livello di persone che non era + possibile sbagliare... Mimmo è veramente bravo sia a livello tecnico, che come gestione del cliente che a livello personale.
Sulla parte CAD avevamo fatto, Io e Laura, una proposta, per sostituire la parte 2D con UG (1 anno e 3 mesi fa) ma non era venuto fuori nulla.
Dovevamo anche partire con la "Rivoluzione CAD", ma è stato deciso di fermare il tutto in attesa di qualosa (credo che decidiate se andare avanti o no con NX...).
Se deciderete di continuare con il mostro, Giurin Giuretta che vengo!
 

apple

Utente Standard
Professione: in sviluppo
Software: Spider FreeCell Pro_E
Regione: Lombardia
#86
Adesso la pacchettizzazione mi sembra sia fatta così:
- MACH1 ADVANTAGE (Solo Node Locked e in sostituzione di altri CAD).
- MACH1: Va bene per la meccanica.
- MACH2: Va bene per la meccanica evoluta
- MACH3: Va bene per un pò tutti gli usi evoluti
- MACH4: Un pacchetto super per usi particolari (Routing, Shipbuilding)
... se vuoi una descrizione un pò + precisa dei singoli moduli però devi chiedere ad un Sales... io ste cose da commerciale non le so e mi fanno anche un pò schifo...
... poi ci sono moduli specialistici che puoi attaccare.
Non so se lo schema sia + vicino alla concezione DS o PTC.
Sembrerebbero più simile a PTC...
Ancora 2 cosette:)
-1-Mi dispiace di dover tornare su un argomento + commerciale ma il cliente UG viene seguito dalla casa madre o dai VAR? Mi preparo nel caso diventi urgente parlare di prezzi.
-2-Alcuni utenti hanno parlato di demo...ma sono scaricabili dal vs.sito'
Grazie
Ciao
 

UGoverALL

Guest
#88
Sembrerebbero più simile a PTC...
Ancora 2 cosette:)
-1-Mi dispiace di dover tornare su un argomento + commerciale ma il cliente UG viene seguito dalla casa madre o dai VAR? Mi preparo nel caso diventi urgente parlare di prezzi.
-2-Alcuni utenti hanno parlato di demo...ma sono scaricabili dal vs.sito'
Grazie
Ciao
Siamo su un terreno per me "minato"... mi muovo come un elefante in una cristalleria...
-1- Puoi essere seguito sia dal rivenditore che direttamente da noi (dipende se compri da noi o dal rivenditore).
-2- Purtroppo UG non esiste in versione Demo/Educational etc... ed è veramente un peccato.
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#91
Ciao,
rispondendo ai seguenti parametri
-1-Investimento per acquisto (licenza base)
-2-Costi gestione (manutenzione annua)
-3-Tempi / costi apprendimento (nel caso sia opportuno seguire un corso)
-4-Qualità assistenza (telefonica/web)
-5-Inserimento nei vari settori industriali (automotive aerospaziale elettrodomestici design ecc)
-6-Opportunità di lavoro
-7-Sviluppi tecnici / commerciali previsti per i prossimi 5 anni
Provo a risponere per quanto riguarda Catia. Premetto che io sono un utilizzatore del sofware non un rivenditore/commerciale. Quindi certe discussioni di mercato-prezzi non sono al corrente in maniera dettagliata.
-1-Investimento per acquisto (licenza base):
Catia funziona per moduli (o licenze, come le chiamate). Noi in azienda la versione che abbiamo costa sui 14. Comprende:
Part Design: modellazione solida (fai tutto)
Surface Design: modellazione di superfici classica (abbiamo anche una 10 di licenze delle superfici avanzate)
Assembly Design e Drafting.
In alcune postazioni abbiamo il pacchetto DMU (io non l'ho mai usato ma è stupendo. Simulazione di movimenti, navigazione interattiva all'interno dei modelli, sezioni su 4piani, cinematica legata ai componenti).
Nel mio computer ho anche Sheetmetal Design: modulo per le lamiere.

Stanno testando delle licenze di Free Style Surface, IMA (modellazione con le suddivision surface) e Functional Molded Parts. Quest'ultimo UDITE UDITE è una cosa favolosa. Ho un video da 60mb che fa vedere come fare concept con catia e ingegnerizzare con questo modulo. Vi p....e addosso!!:D
In pratica, per fare ingegnerizzazione di prodotto usi molte volte i soliti comandi o fai le solite geometrie (raccordi, sformi, nervature, poppette, scuretti, fori, tagli ricavati da altre superfici...). Quelli di Catia hanno creto un modulo che queste operazioni le fa alla velocità della luce. Esempio, vogliamo fare delle nervature. Esiste il comando che basta impostare la sup di destinazione e lui te le fa in un attimo, già sformate. è difficile da spiegare, cambia proprio il concetto di modellazione e aggiornamento.

-2-Costi gestione (manutenzione annua): non lo so, penso che siamo come dice UGall. Il nostro responsabile Catia dice:
"mantenere Catia non è mai come mantenere Alias"
Inoltre, come si parlava nel forum catia, dalla R18 i costi si sono abbassati.

-3-Tempi / costi apprendimento (nel caso sia opportuno seguire un corso): BREVISSIMI, in 4 giorni siete operativi. Provengo da SW e poi ProE, Catia ha un modo di approcciarsi all'utilizzatore unico. è facilissimo da imparare, è poco vincolante (non come ProE che ad ogni avviso per uscire devi buttare giù il computer dal 6°piano). Appena arrivato mi hanno fatto fare un corso full di 5 giorni (solidi, superf.base, assiemi e drafting). Poi hanno acquistato le User Companion. CHE SONO FATTE VERAMENTE BENE.
http://companion.3ds.com/
Cmq se hai un dubbio, l'help è fatto STRA bene.

-4-Qualità assistenza (telefonica/web): non lo so, mi informo.

-7-Sviluppi tecnici / commerciali previsti per i prossimi 5 anni: anche loro puntono sul Direct Modelin (io lo chiamo Videogames Modeling:D),
http://www.3ds.com/products-solutions/plm-solutions/v6/gallery/video-gallery/
molto simile a NX6 (vedendo il video), anche se secondo me Catia è più avanti partendo già con R16 e prendendo qualcosina dal fratello minore (SW).

-5-Inserimento nei vari settori industriali (automotive aerospaziale elettrodomestici design ecc) lo metto insieme a:
-6-Opportunità di lavoro:
Signori e signore, qui veniamo al tasto dolente del discorso Catia: le opportunità di lavoro, aziende/studi che lo usano, inserimento nei settori industriali.
Vi faccio un paragone:
Catia viene su come il ragazzo medio italiano: ormai siamo senza s......i , con codina lunga.:D
In pratica le aziende che usano Catia in italia saranno 4-5. C'è una moria spaventosa, che chi come me si è appassionato a questo software, un domani dove va?!?!?
Mi accorgo che NX e ProE (fascia alta) e Sw (fascia media) vengono su alla grande. Non metto in dubbio le potenzialità, ma anche Catia ha i suoi assi. Se gli togliamo il comparto aerospazioale, DS FALLISCE!!!
Questa è una cosa che dovrebbe far ragionare qualcuno. Forse uan politica commerciale sbagliata, forse puntano su settori più grandi e su altri mercati, forse....non lo so. Ma se il futuro corre, Catia deve avere un buon V6!
ciao
 
Ultima modifica:

oTToLeoP

Guest
#93
grazie Beppe


...............
da NX7 inizierà la "fase2", in cui verranno introdotte funzionalità di modifica di questo tipo applicate alle superfici Freeform.
Qui però il discorso, come tu ben sai, si complita parecchio... se modifico una sponda di un'ossatura porta ci sono regole da osservare relative agli angoli rispetto alla superficie di stile etc etc...
.... quindi per il freeform useretue un "codice" diverso da questo .. praticamente sarà un nuovo sviluppo che non centra nulla con il motore di "manipolazione" mostrato sul video, oppure userete lo stesso motore?
 

UGoverALL

Guest
#94
grazie Beppe




.... quindi per il freeform useretue un "codice" diverso da questo .. praticamente sarà un nuovo sviluppo che non centra nulla con il motore di "manipolazione" mostrato sul video, oppure userete lo stesso motore?
Sempre lo stesso.
UG non ha mai introdotto discontinuità fra le varie versioni o i vari moduli.
Giusto per capirsi: se una serie di superfici arrivano a racchiudere un volume UG le considera un solido, come se fosse fatto di modellazione solida.

Adesso se devi "spostare" una bugna su un montante centrale, non hai delle funzionalità che ti permettono di spostarla tenendo conto delle problematiche geometriche che ci sono.
Per farlo (e non è parametrico, intendiamoci) devi farlo con le tradizionali metodologie:
- Separare la bugna dal resto (se era attaccata)
- Spostarla
- ritrimmare e raccordare
 

UGoverALL

Guest
#95
Provo a risponere per quanto riguarda Catia. Premetto che io sono un utilizzatore del sofware non un rivenditore/commerciale. Quindi certe discussioni di mercato-prezzi non sono al corrente in maniera dettagliata.
-1-Investimento per acquisto (licenza base):
Catia funziona per moduli (o licenze, come le chiamate). Noi in azienda la versione che abbiamo costa sui 14. Comprende:
Part Design: modellazione solida (fai tutto)
Surface Design: modellazione di superfici classica (abbiamo anche una 10 di licenze delle superfici avanzate)
Assembly Design e Drafting.
In alcune postazioni abbiamo il pacchetto DMU (io non l'ho mai usato ma è stupendo. Simulazione di movimenti, navigazione interattiva all'interno dei modelli, sezioni su 4piani, cinematica legata ai componenti).
Nel mio computer ho anche Sheetmetal Design: modulo per le lamiere.

Stanno testando delle licenze di Free Style Surface, IMA (modellazione con le suddivision surface) e Functional Molded Parts. Quest'ultimo UDITE UDITE è una cosa favolosa. Ho un video da 60mb che fa vedere come fare concept con catia e ingegnerizzare con questo modulo. Vi p....e addosso!!:D
In pratica, per fare ingegnerizzazione di prodotto usi molte volte i soliti comandi o fai le solite geometrie (raccordi, sformi, nervature, poppette, scuretti, fori, tagli ricavati da altre superfici...). Quelli di Catia hanno creto un modulo che queste operazioni le fa alla velocità della luce. Esempio, vogliamo fare delle nervature. Esiste il comando che basta impostare la sup di destinazione e lui te le fa in un attimo, già sformate. è difficile da spiegare, cambia proprio il concetto di modellazione e aggiornamento.

-2-Costi gestione (manutenzione annua): non lo so, penso che siamo come dice UGall. Il nostro responsabile Catia dice:
"mantenere Catia non è mai come mantenere Alias"
Inoltre, come si parlava nel forum catia, dalla R18 i costi si sono abbassati.

-3-Tempi / costi apprendimento (nel caso sia opportuno seguire un corso): BREVISSIMI, in 4 giorni siete operativi. Provengo da SW e poi ProE, Catia ha un modo di approcciarsi all'utilizzatore unico. è facilissimo da imparare, è poco vincolante (non come ProE che ad ogni avviso per uscire devi buttare giù il computer dal 6°piano). Appena arrivato mi hanno fatto fare un corso full di 5 giorni (solidi, superf.base, assiemi e drafting). Poi hanno acquistato le User Companion. CHE SONO FATTE VERAMENTE BENE.
http://companion.3ds.com/
Cmq se hai un dubbio, l'help è fatto STRA bene.

-4-Qualità assistenza (telefonica/web): non lo so, mi informo.

-7-Sviluppi tecnici / commerciali previsti per i prossimi 5 anni: anche loro puntono sul Direct Modelin (io lo chiamo Videogames Modeling:D),
http://www.3ds.com/products-solutions/plm-solutions/v6/gallery/video-gallery/
molto simile a NX6 (vedendo il video), anche se secondo me Catia è più avanti partendo già con R16 e prendendo qualcosina dal fratello minore (SW).

-5-Inserimento nei vari settori industriali (automotive aerospaziale elettrodomestici design ecc) lo metto insieme a:
-6-Opportunità di lavoro:
Signori e signore, qui veniamo al tasto dolente del discorso Catia: le opportunità di lavoro, aziende/studi che lo usano, inserimento nei settori industriali.
Vi faccio un paragone:
Catia viene su come il ragazzo medio italiano: ormai siamo senza s......i , con codina lunga.:D
In pratica le aziende che usano Catia in italia saranno 4-5. C'è una moria spaventosa, che chi come me si è appassionato a questo software, un domani dove va?!?!?
Mi accorgo che NX e ProE (fascia alta) e Sw (fascia media) vengono su alla grande. Non metto in dubbio le potenzialità, ma anche Catia ha i suoi assi. Se gli togliamo il comparto aerospazioale, DS FALLISCE!!!
Questa è una cosa che dovrebbe far ragionare qualcuno. Forse uan politica commerciale sbagliata, forse puntano su settori più grandi e su altri mercati, forse....non lo so. Ma se il futuro corre, Catia deve avere un buon V6!
ciao
DMU: Ecco, per esempio il MACH3 ha queste cose nel pacchetto base, non occorre licenza aggiuntiva. Le licenze aggiuntive in UG sono per esempio il "Path Planning" (cioè il modulo per estrarre un componente dall'assembly in automatico).

SHEET METAL: In UG è nel pacchetto base.

Sul Functional Modeling si potrebbe fare un lungo discorso: io in questa tecnologia non credo. Noi ce l'abbiamo parzialmente implementata nell Sheet Metal, ma sinceramente mi sembra troppo difficile per l'utente medio.

DIRECT MODELING: Catia è indietro anni luce rispetto ad UG NX6, OSD, SpaceClaim.... ma anche rispetto alla NX5.
Quando tu avrai la possibilità di usare le funzioni che SC fa adesso e NX6 farà fra 3 mesi, dovrai avere la V6, che significa non prima di 1.5 anni (sempre che la V6 sia compatibile a livello dati con V5...).
Anche SWX non ha funzionalità paragonabili di DM.

Sulla diffusione di Catia non sarei così drammatico: guarda che è molto molto diffuso e non solo nell'aerospaziale...

Sulla facilità d'uso concordo: V5 è semplice (se fai cose semplici), non tanto semplice se fai cose complesse...
In generale è più semplice ed immediato di UG.
Sono curioso di provare il nuovo modo "Full Screen" della NX6...

Discorso a parte sulle Freeform di Catia: mi sembra che li DS si sia un pò data la zappa sui piedi:
- Ha 2 moduli di Superfici (uno base e uno advanced)
- Ha il Freestyle
- Ha l'IMA
- Ha l'Icem
... ma tutti sti software sono integrati fra loro???? ... e tutti costano una stangata.

ma c'è davvero bisogno di avere tutti sti moduli per modellare forme libere?
 

oTToLeoP

Guest
#96
Sempre lo stesso.
UG non ha mai introdotto discontinuità fra le varie versioni o i vari moduli.
Giusto per capirsi: se una serie di superfici arrivano a racchiudere un volume UG le considera un solido, come se fosse fatto di modellazione solida.

Adesso se devi "spostare" una bugna su un montante centrale, non hai delle funzionalità che ti permettono di spostarla tenendo conto delle problematiche geometriche che ci sono.
Per farlo (e non è parametrico, intendiamoci) devi farlo con le tradizionali metodologie:
- Separare la bugna dal resto (se era attaccata)
- Spostarla
- ritrimmare e raccordare
Perfetto ... questo che tu scrivi è quello che devi fare adesso per una eventuale modifica ... mentre, se ho capito bene, con NX7 il discorso cambierebbe perchè la bugna la potrai spostare in maniera dinamica sulla matematica elemento ..... ora vi manca solo l'ultimo passaggio e cioè applicare la modifica fatta sulla matematica elemento sulla matematica deformata
 

UGoverALL

Guest
#97
Perfetto ... questo che tu scrivi è quello che devi fare adesso per una eventuale modifica ... mentre, se ho capito bene, con NX7 il discorso cambierebbe perchè la bugna la potrai spostare in maniera dinamica sulla matematica elemento ..... ora vi manca solo l'ultimo passaggio e cioè applicare la modifica fatta sulla matematica elemento sulla matematica deformata
Lo spostamento va fatto tenendo condo dei vari aspetti della matematica...
la bugna probabilmente andrà riposizionata secondo la normale continua, giusto?
I raggi a contorno probabilmente andranno completamente rivisti...
Pensa poi se il modello è un solido con spessore (che devi mantenere)...
Non sarà di sicuro possibile fare uno spostamento come si vede in tutti i filmati in cui ci sono sempre pezzi belli dritti e senza raccordi (o al massimo raccordi costanti che mai toccano altri raccordi).
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#98
DMU: Ecco, per esempio il MACH3 ha queste cose nel pacchetto base, non occorre licenza aggiuntiva. Le licenze aggiuntive in UG sono per esempio il "Path Planning" (cioè il modulo per estrarre un componente dall'assembly in automatico).

Sulla diffusione di Catia non sarei così drammatico: guarda che è molto molto diffuso e non solo nell'aerospaziale...
Quanto costa, a grandi linee, il MACH 3?!?
Anch'io a casa ho un Mach 3, ma è della Gilette e va che è una meraviglia:D:D

Riguardo la diffusione di Catia.
Se guardi le aziende più grosse di ingegnerizzazione prodotto/elettrodomestici italiane hanno tutte UG:
Guzzini UG
Merloni UG
Gruppo Saeco UG
Krups = UG
Campagnolo bici = UG
San Benedetto = UG
Luxottica = UG
Carraro trattori = UG
studio X-form = UG
E solo poche Catia (Electrolux, De Longhi), come mai secondo te?!?

Forse perchè UG mangia tutti:)
ciao
 

UGoverALL

Guest
Quanto costa, a grandi linee, il MACH 3?!?
Anch'io a casa ho un Mach 3, ma è della Gilette e va che è una meraviglia

Riguardo la diffusione di Catia.
Se guardi le aziende più grosse di ingegnerizzazione prodotto/elettrodomestici italiane hanno tutte UG:
Guzzini UG
Merloni UG
Gruppo Saeco UG
Krups = UG
Campagnolo bici = UG
San Benedetto = UG
Luxottica = UG
Carraro trattori = UG
studio X-form = UG
E solo poche Catia (Electrolux, De Longhi), come mai secondo te?!?

Forse perchè UG mangia tutti:)
ciao
Non so quanto costa il MACH3 (e non lo voglio sapere... :))
io lo pago 3/4€ al supermercato...

Sul fatto che tanti hanno UG: considera che il CAD al giorno d'oggi è poco più che una commodity.
Quello che conta è il "sistema"... e il "sistema" è fatto da:
- Authoring: CAD (NX)
- Management: PDM (TeamCenter)
- Data Distrubution: Vis (TCVis)
- Implementazione e Supporto: IO :)D)
... e credo che se guardi l'insieme la nostra soluzione è di gran lunga la migliore... ed è per questo che è tanto diffuso...
Sicuramente sul singolo prodotto CAD si può questionare.

PS: Hai dimenticato ARTEMIDE (UG) e SAMBONET (UG) :rolleyes: