Controlli anti-pirateria

IPdesign

MOD UG-NX & RP
Staff Forum
Professione: non lo so più nemmeno io
Software: NX4-NX6-NX8
Regione: Lombardia
#21
SIEMENS ha i tools per pulirla ma chiede 100 € a file per il servizio. Spero che se uno è in buona fede, come nel tuo caso, vengano abbuonati. :tongue:
vengono abbuonati solo se fornisci le generalità di chi ti ha fornito i file corrotti.
ma prima devo sapere quale è il file, poi risalire da chi è stato fornito
se una parte standard è stata clonata 10 volte oppure chi me la fornisce ha chiuso l'attività ( di questi pertiodi è più frequente di quanto si pensi ) ...
chi mi risarcisce ?
inoltre quanto tempo perdo in queste procedure ?
quale danno ha come immagine la mia azienda nei confronti di terzi ?
tutto questo ipotizzato in una realtà singola come la mia, ma se sono un'azienda con un'uff.tec. da 10 utenti quale è la reale portata di un file che viene utilizzato in "n" progetti e non viene intercettato istantaneamente ?

mi spiace, io mi sono sempre schierato contro questa politica e confermo la linea.

come se un antivirus controllasse i file e random mi dice che ho un file infetto.. quanti lo comprerebbero ?
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#22
Sono molto favorevole ad un controllo sulle licenze pirata perchè permettono di fronteggiare la concorrenza sleale.
Alcune modalità le trovo un po' eccessive e, soprattutto, a doppio taglio.
Possono ad esempio permettere dei veri e propri sabotaggi.
Una mossa che non ho capito di Siemens è stata quella di introdurre obbligatoriamente e solo in Italia (da quello che mi è stato detto) il CID. Mi trovavo così bene con la mia usb-licenza, mentre adesso devo necessariamente girare con un portatile per portare la licenza, a meno di sborsare altri soldi per il borrowing.
Per la cronaca e la storia, nel passaggio dalla versione UG15.2 alla 15.3 c'è stato l'inserimento dell'avviso immediato di un file fatto con una licenza craccata: compariva un messaggio a caratteri cubitali che invitava a contattare il GTAC.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#23
Ma le aziende che fanno lavori strategici (difesa, alta tecnologia) potranno fidarsi di un software che dichiara di telefonare a casa ogni volta che lo si usa?
 

IPdesign

MOD UG-NX & RP
Staff Forum
Professione: non lo so più nemmeno io
Software: NX4-NX6-NX8
Regione: Lombardia
#24
Per la cronaca e la storia, nel passaggio dalla versione UG15.2 alla 15.3 c'è stato l'inserimento dell'avviso immediato di un file fatto con una licenza craccata: compariva un messaggio a caratteri cubitali che invitava a contattare il GTAC.
Permettimi di dissentire su questa tua affermazione.
ho ricevuto in prima persona file che si sono rivelati non conformi a distanza di mesi
Quindi contento la tua dichiarazione di immediatezza.
Non forniamo false notizie .
Il controllo avviene random così come il blocco del file.
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#25
Permettimi di dissentire su questa tua affermazione.
ho ricevuto in prima persona file che si sono rivelati non conformi a distanza di mesi
Quindi contento la tua dichiarazione di immediatezza.
Non forniamo false notizie .
Il controllo avviene random così come il blocco del file.
Scusa ma non avevo completato l'intervento.
Questo messaggio è comparso solo ed escusivamente con la versione 15 (ne ho avuto esperienza diretta).
Nelle versioni successive non ho più visto niente, poi dalla NX3 mi sono giunte voci di cause intentate da aziende, per i file craccati, a fornitori che usavano licenze 'fonfe'.
Tu cosa ne pensi del CID?

Ciao
 

IPdesign

MOD UG-NX & RP
Staff Forum
Professione: non lo so più nemmeno io
Software: NX4-NX6-NX8
Regione: Lombardia
#26
Scusa ma non avevo completato l'intervento.
Questo messaggio è comparso solo ed escusivamente con la versione 15 (ne ho avuto esperienza diretta).
Nelle versioni successive non ho più visto niente, poi dalla NX3 mi sono giunte voci di cause intentate da aziende, per i file craccati, a fornitori che usavano licenze 'fonfe'.
Tu cosa ne pensi del CID?

Ciao
Beh, che le cause siano partite questo non mi stupisce, ma che poi siano arrivate in giudicato ho qualche dubbio e qui per la lentezza della nostra giustizia , dove il truffato a volte fallisce prima di avere giustizia.

Per quanto riguarda il CID (Composite ID) appena inserito sostituendeo la vecchia licenza su HostID e la chiavetta usb , ho qualche perplessità ma non lo trovo così male.

In definitiva hanno aggirato la troppo facile "furbata" di impostare lo stesso indirizzo della scheda di rete magari su più macchine nella stessa azienda; avendo così innumerevoli cloni.
E si sono anche tolti il problema di avere N chiavi sparse per il mondo con noti problemi di driver ad ogni sistema operativo .
Quindi a mio avviso OK per il CID, anche se una volta capito quale sia la il sistema di creazione dello stesso il clonare la macchina risulta ancora una volta abbastanza semplice. E qui mi fermo per evitare di toccare argomenti vietati dal forum .
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#27
Anche Solid Eege ora funziona con la licenza legata all'hw, e questo pone (all'utente ovviamente) due grissi problemi:

1) Se devi lavorare su due pc (un fisso e un portatile), uno alla volta ovviamente, diventa problematico. Si sono inventati la "travel license" che a mio avviso e' una solenne stupidaggine.

2) Se devi cambaire la macchina di destinazione della licenza quando non sei piu' in manutenzione, pare non ci sia modo di farlo legalmente. Avendo piu' volte sollecitato la siemens su questo punto, non ho mai avuto risposta, se non sottovoce dicendomi che il rivenditore insomma a sua discrezione avrebbe potuto anche farmi il favore di aiutarmi a spostre la licenza ma guarda ti sta facendo un piacere, non pensare che sia un tuo diritto etcetc.
Voglio vedere se mi si frigge la ws il venerdi e devo consegnare il progetto lunedi cosa faccio....

Non ho mai visto una gestione licenze piu' irrispettosa del cliente di quella che fa la Siemens!
 

IPdesign

MOD UG-NX & RP
Staff Forum
Professione: non lo so più nemmeno io
Software: NX4-NX6-NX8
Regione: Lombardia
#28
Fortunatamente io non ho ancora avuto bisogno di sostituire il CID dopo aver chiuso l'assistenza .
Ad ogni modo credo che al max il prossimo anno dovrò sostituire la WS e li sarà giocoforza sentire come ti trattano
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#29
Ho una mia idea su questo argomento.
Non serve a niente adottare una politica antipirateria in questo modo.
1) Perchè prima hanno impestato il globo (ricordo come giravano 7-8 anni fa i file "licenza" di Solid Edge), tant'è che la stragrande maggioranza dei terzisti che lavorano lamiere usano per la maggior parte questo software e non ho mai trovato nessuno che avesse una licenza regolare. Stessa identica politica l'ha adottata l'Autodesk, una licenza di "Autocad" ce l'hanno anche i ragazzini che usano il pc solo per i videogames.
Dopo aver fatto tutto questo con la perfetta consapevolezza di ciò che facevano ... ora si mettono a fare gli sbirri antipirateria .... come diceva Totò ... ma mi facci il piacere.
2) Se qualcuno vuole usare software piratato e nota che è diventato impossibile usare un software siemens ... molto semplicemente cambia software.
In conclusione, o questa politica la adottano tutti (Siemens, PTC, Dassault, Autodesk ... tanto per fare i nomi) oppure serve solo a rompere le scatole ai propri clienti.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#30
Dopo aver fatto tutto questo con la perfetta consapevolezza di ciò che facevano ... ora si mettono a fare gli sbirri antipirateria .... come diceva Totò ... ma mi facci il piacere.
Secondo me serve a tirare su due soldi con la bonifica dei file infetti, infetti da loro stessi ovviamente. Prima in laboratorio studio un virus, poi metto il banchetto in strada e ti vendo l'antibiotico, bella furbata!


In conclusione, o questa politica la adottano tutti (Siemens, PTC, Dassault, Autodesk ... tanto per fare i nomi) oppure serve solo a rompere le scatole ai propri clienti.
Anche perche' la repressione della pirateria dovrebbe essere a carico delle forze dell'ordine, non di gente che per mestiere si occupa di tutt altro!
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#31
Peccato che di controlli delle forze dell'ordine non se ne vedono mai e spesso mi sento dire che sono caro e quando mi giustifico spiegando i miei costi....mi ridono in faccia come per dirmi di farmi furbo!
Lasciamo perdere, questo è il male principale dell'Italia e cioè la tolleranza dell'illegalità. Non deve esistere, ne piccola ne grossa, se fai qualcosa di illegale devi essere bastonato in 5 minuti, solo così tutti rigano dritti.
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#33
Peccato che di controlli delle forze dell'ordine non se ne vedono mai e spesso mi sento dire che sono caro e quando mi giustifico spiegando i miei costi....mi ridono in faccia come per dirmi di farmi furbo!
Lasciamo perdere, questo è il male principale dell'Italia e cioè la tolleranza dell'illegalità. Non deve esistere, ne piccola ne grossa, se fai qualcosa di illegale devi essere bastonato in 5 minuti, solo così tutti rigano dritti.
non sono d'accordo.
Se facessi qualcosa e venissi bastonato in cinque minuti, e questo accadesse per tutti, forse ci sarebbe meno "bisogno" di fare qualcosa di illegale. Non sarebbe solo paura della punizione.

E per "bisogno" intendo il discorso che "se lo fanno tutti ed io no, sono tagliato fuori dal mercato". Discorso sbagliato e facile alibi, ma non è questo il punto.

Ma che ne è stato del disegno di legge che prevedeva l'obbligo di riportare in cartiglio il numero di licenza del programma utilizzato?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#34
....
Ma che ne è stato del disegno di legge che prevedeva l'obbligo di riportare in cartiglio il numero di licenza del programma utilizzato?
Ecco questa sarebbe stata una cosa che avrei apprezzato se fosse entrata in funzione.
In questo modo non si combatte del tutto il fenomeno ( è parzialmente aggirabile ), ma gli si darebbe una bella mazzata.