• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Consiglio acquisto Celsius M730 e Nvidia Quadro k4000/k4200

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#1
Ciao a tutti,
Volevo un consiglio per l'acquisto di una workstation.
Non saprei come darvi una misura di grandezza e complessità dei nostri assemblaggi, facciamo strumenti musicali professionali ed utilizziamo molta componentistica elettronica nello scambio di file Ecad.
Solitamente abbiamo sempre utilizzato macchine Fujitsu Siemens e non abbiamo mai avuto problemi con esse per cui stavo vedendo una Celsius M730 con queste caratteristiche principali:

S.O. Win7/8pro 64bit
RAM >=16GB
Processore: Intel® Xeon® E5-1660v2, 15 MB, 3.70 GHz

GPU: Nvidia quadro k4000 oppure k4200
C'è qualcosa di meno dispendioso con ottime caratteristiche e performance da poter utilizzare al loro posto?

Due monitor 4/3

Software PTC: Creo 2.0

---------------------------------
Precedentemente utilizzavo:
Celsius M710
processore 3,5GHz
8GB RAM WIN XPpro 64bit
GPU Nvidia quadro 2000
Due monito 4/3

Con creo elements pro 5.0 e poi creo 2.0


Ciao
 

TAURUS77

Utente Standard
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: ...più vado avanti più li dimentico
Regione: Piemonte
#2
Ciao Daniele-san!!
Secondo me la cpu Intel Xeon E5-1660v2 ($1083.00 listino ufficiale intel) seppur eccellente è troppo sovradimensionata e poco sfruttata nel cad, una cpu quad core va benissimo e costa molto meno Intel Xeon Processor E5-1620 v2 ($294.00 listino ufficiale intel).
Per la scheda video ho notato che il potenziale hardware della quadro k4200 fa paura e costa un bel pò circa 970€ forse la k2200 (costo €519) potrebbe fare al caso vostro e si avvicina parecchio alla "vecchia" quadro k4000 leggi questo link
http://www.develop3d.com/reviews/Nvidia_Quadro_Maxwell_Kepler_CAD_Creo_Solidworks_CAE_iray_review

Sicuramente la K2200 e molto molto più veloce della tua quadro 2000 che a sua volta è meno potente della k2000.
Se lavoravi bene con la Quadro 2000 con la k2200 ti sembrerà di stare su un altro pianeta.
:smile::smile::smile:
 

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#3
Ciao Daniele-san!!
Secondo me la cpu Intel Xeon E5-1660v2 ($1083.00 listino ufficiale intel) seppur eccellente è troppo sovradimensionata e poco sfruttata nel cad, una cpu quad core va benissimo e costa molto meno Intel Xeon Processor E5-1620 v2 ($294.00 listino ufficiale intel).
Per la scheda video ho notato che il potenziale hardware della quadro k4200 fa paura e costa un bel pò circa 970€ forse la k2200 (costo €519) potrebbe fare al caso vostro e si avvicina parecchio alla "vecchia" quadro k4000 leggi questo link
http://www.develop3d.com/reviews/Nvidia_Quadro_Maxwell_Kepler_CAD_Creo_Solidworks_CAE_iray_review

Sicuramente la K2200 e molto molto più veloce della tua quadro 2000 che a sua volta è meno potente della k2000.
Se lavoravi bene con la Quadro 2000 con la k2200 ti sembrerà di stare su un altro pianeta.
:smile::smile::smile:
Grazie TAURUS77,
Infatti, apparte il processore (per il quale mi hai dato una info molto utile) stavo anche io pensando alla "quadro k2200" che non mi sembra male...
Volevo portare la RAM da 8 a 16GB.
Vorrei chiederti un ultimo consiglio, ho notato che tra le varie configurazioni della Celsius M730 inseriscono oltre ad un HDD 3,7 7200rpm SATA III anche un SSD da 128GB, credo serva per l'istallazione del sistema operativo e i suoi applicativi per velocizzarlo ulteriormente, mi sapresti dire se sia utile anche per Creo 2.0/3.0?
Grazie di nuovo e buona giornata!
 

TAURUS77

Utente Standard
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: ...più vado avanti più li dimentico
Regione: Piemonte
#4
ottima idea di aumentare la ram a 16gb
L'SSD da un boost prestazionale notevole con qualsiasi software i tempi di avvio del pc e di caricamento dei software sono agevolati (anche con creo) .
Ti consiglio di prendere un SSD da 512GB visto il costo ormai ridotto per stare abbastanza largo (un ottimo prodotto al momento sembra essere i crucial m550 512gb a circa 180-200€) se vuoi risparmiare lo compri a parte e installi tutto da te. Accoppiare un SSD e un buon hd meccanico per backup e archiviazione da più fluidità al lavoro e velocizza le varie operazioni di imput output.
Ho dato un'occhiata al sito della fujtsu e da quello che vedo nel data sheet dell'm730 la quadro k2200 non è disponibile.
Al posto tuo prenderei una configurazione base dell'm730 e poi i vari upgrade li farei da me solitamente le case di pc tendono a aumentare notevolmente i prezzi dei singoli componenti ma forse questa è una mia fissazione in quanto cerco sempre di risparmiare ad ogni costo:redface:.
ops dimenticavo a parità di prodotto fai dei preventivi con DELL, HP e Lenovo IBM sono anchessi ottimi prodotti chi ti offre di più al prezzo più basso....con la briscola piglia l'asso ( così si dice in gergo )
 

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#5
ottima idea di aumentare la ram a 16gb
L'SSD da un boost prestazionale notevole con qualsiasi software i tempi di avvio del pc e di caricamento dei software sono agevolati (anche con creo) .
Ti consiglio di prendere un SSD da 512GB visto il costo ormai ridotto per stare abbastanza largo (un ottimo prodotto al momento sembra essere i crucial m550 512gb a circa 180-200€) se vuoi risparmiare lo compri a parte e installi tutto da te. Accoppiare un SSD e un buon hd meccanico per backup e archiviazione da più fluidità al lavoro e velocizza le varie operazioni di imput output.
Ho dato un'occhiata al sito della fujtsu e da quello che vedo nel data sheet dell'm730 la quadro k2200 non è disponibile.
Al posto tuo prenderei una configurazione base dell'm730 e poi i vari upgrade li farei da me solitamente le case di pc tendono a aumentare notevolmente i prezzi dei singoli componenti ma forse questa è una mia fissazione in quanto cerco sempre di risparmiare ad ogni costo:redface:.
ops dimenticavo a parità di prodotto fai dei preventivi con DELL, HP e Lenovo IBM sono anchessi ottimi prodotti chi ti offre di più al prezzo più basso....con la briscola piglia l'asso ( così si dice in gergo )
Grazie di nuovo TAURUS77,
Ho ancora qualche dubbio sulle potenzialità dell'SSD sfruttato non al 100%,
Ti spiego brevemente il motivo
Lavorando con progetti e soprattutto librerie di componentistica memorizzati in un server in rete ho i miei dubbi sulla velocità del programma anche se Creo 2.0 è istallato nell'SSD, sbaglio?

Per quanto riguarda la scheda grafica ho notato anche io che la k2200 non è compresa tra le opzioni disponibili ma non credo sia un problema per il rivenditore assemblare una macchina a nostro piacere.

Per quanto riguarda Fujitsu ...si punta su questa marca perché abbiamo un rivenditore di cui siamo clienti da tempo, ma credo verranno richiesti preventivi anche per Lenovo con caratteristiche simili alla workstation Celsius M730.

Buona serata!
 

TAURUS77

Utente Standard
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: ...più vado avanti più li dimentico
Regione: Piemonte
#6
Si la rete spesso fa da collo di bottiglia al software e all 'hardware ma in tutti gli altri casi i benefici dell'ssd sono evidenti e si toccano con mano.
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#7
Lavorando con progetti e soprattutto librerie di componentistica memorizzati in un server in rete ho i miei dubbi sulla velocità del programma anche se Creo 2.0 è istallato nell'SSD, sbaglio?
Se è possibile cercherei di evitare i colli di bottiglia della rete, non solo perché creerebbero un deficit prestazionale, ma anche perché sono rischiosi. Mettiamo che il server in questione abbia un'avaria o una manutenzione programmata per cui sia off-line: io non posso rischiare di non aprire gli assiemi per un motivo così banale...
Preferisco farmi una copia sincronizzata delle librerie CAD sul disco locale e quando ci sono modifiche fare una sincronizzazione col server. Questo è utile anche se ci sono più utenti che attingono allo stesso server, perché si eviterebbe di sovraccaricarlo.
Ora non so se tu riesca in modo semplice a fare questa operazione... se sei sotto PDM?
 

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#8
Se è possibile cercherei di evitare i colli di bottiglia della rete, non solo perché creerebbero un deficit prestazionale, ma anche perché sono rischiosi. Mettiamo che il server in questione abbia un'avaria o una manutenzione programmata per cui sia off-line: io non posso rischiare di non aprire gli assiemi per un motivo così banale...
Preferisco farmi una copia sincronizzata delle librerie CAD sul disco locale e quando ci sono modifiche fare una sincronizzazione col server. Questo è utile anche se ci sono più utenti che attingono allo stesso server, perché si eviterebbe di sovraccaricarlo.
Ora non so se tu riesca in modo semplice a fare questa operazione... se sei sotto PDM?
Ciao calca e grazie del tuo intervento!
Non abbiamo un PDM..abbiamo sempre lavorato in questo modo per non lasciare progetti in locale in modo da essere accessibili da qualsiasi postazione in casi estremamente necessari.
Fortunatamente non abbiamo mai avuto problemi con server e solitamente le manutenzioni si fanno in orari extra lavorativi e sono solitamente programmati.
Per cui penso che sincronizzare le libreria lo scossa fare solo avendo un PDM che gestisca il sistema. È così?
Ci sono alternative per sincronizzarla?
Altrimenti per lavorare con un SSD per velocizzare il sistema bisognerebbe avere tutto in locale giusto?
Saluti,
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#9
Io non ho l'ssd e ti assicuro che il tempo di caricamento di un assieme da locale a server raddoppia se non di più! A maggior ragione con un ssd dovrebbe esserci maggior differenza. In assenza di PDM lavorare in locale è sempre preferibile secondo me. Il PDM da qs punto di vista è solo una complicazione perché deve appoggiarsi al server per funzionare, e deve essere configurato a modo.

Veniamo a noi... se non hai il PDM dovresti lavorare per search path, giusto? Se ti copi i file comuni da cui attingere negli assiemi in locale (librerie comm.li, gruppi std, ecc...) e indicizzi il search path non più sul server ma nella cartella locale, dovrebbe assemblarti tutte le parti senza fare errori.
A questo punto magari ti serve solo un tool che ti permetta di sincronizzare in maniera mono o bi-direzionale qs cartelle contenenti i files standard. Io ad esempio ho impostato PureSync e mi fa una sincronizzazione automatica ogni ora.
 

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#10
Io non ho l'ssd e ti assicuro che il tempo di caricamento di un assieme da locale a server raddoppia se non di più! A maggior ragione con un ssd dovrebbe esserci maggior differenza. In assenza di PDM lavorare in locale è sempre preferibile secondo me. Il PDM da qs punto di vista è solo una complicazione perché deve appoggiarsi al server per funzionare, e deve essere configurato a modo.

Veniamo a noi... se non hai il PDM dovresti lavorare per search path, giusto? Se ti copi i file comuni da cui attingere negli assiemi in locale (librerie comm.li, gruppi std, ecc...) e indicizzi il search path non più sul server ma nella cartella locale, dovrebbe assemblarti tutte le parti senza fare errori.
A questo punto magari ti serve solo un tool che ti permetta di sincronizzare in maniera mono o bi-direzionale qs cartelle contenenti i files standard. Io ad esempio ho impostato PureSync e mi fa una sincronizzazione automatica ogni ora.
Ciao calac,
Ti spiego come solitamente lavoriamo con il server
(Comunque il tuo suggerimento è da prendere in considerazione e vorrei valutarlo con attenzione):

CARTELLA DI PROGETTO in cui viene salvato l'assieme principale
SOTTOCARTELLE dove vengono salvati i sotto assiemi e la loro rispettiva componentistica

Inoltre..sempre sul server

CARTELLA LIBRERIA
SOTTOCARTELLE VARIE (comp. elettronici, meccanici standard, viteria ecc ecc)

Tutto ciò comandato da un search path che vado a modificare aggiungendo righe ogni qual volta si parte con un nuovo progetto.

Utilizzando pure sync dovrei crearmi tutta la struttura delle cartelle di progetto e quelle delle librerie in locale farla sincronizzare con le stesse sul server e fin qui penso di aver capito

Al termine del progetto che fai?
1.Cancelli tutto il lavoro che hai in locale dopo averlo sincronizzato?
2.Fai solo un back up del progetto e lo salvi sul server
3.nel caso in cui al punto 1. se hai necessità di riaprirlo o di prendere delle parti di cui è composto come ti comporti?

Ciao,
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#11
CARTELLA DI PROGETTO in cui viene salvato l'assieme principale
SOTTOCARTELLE dove vengono salvati i sotto assiemi e la loro rispettiva componentistica
Io qui eviterei se possibile di creare sottocartelle che ad ogni progetto ti vanno ad appesantire il search-path. Tieni presente che più è ramificato e più ci mette tempo a trovare i pezzi. Se si inizia con le sottocartelle ci si ritrova poi in futuro ad essere sempre più lenti e sempre meno produttivi.
Nella mia esperienza un lavoro che ho fatto in UT per migliorare la velocità è stato proprio quello di eliminare quante più sottocartelle possibili, andando di volta in volta a cancellare le relative righe del file search.pro. All'inizio è un po' traumatico perché ti ritrovi con cartelle sempre più fitte di file, ma è anche un'occasione per utilizzare di più la funzione cerca del browser di creo (comodissima) o le rappresentazioni semplificate degli assiemi. Non mi è mai successo di perdere nulla...

Inoltre..sempre sul server
CARTELLA LIBRERIA
SOTTOCARTELLE VARIE (comp. elettronici, meccanici standard, viteria ecc ecc)
Tutto ciò comandato da un search path che vado a modificare aggiungendo righe ogni qual volta si parte con un nuovo progetto.
Qui a maggior ragione dato che le velocità di lettura-scrittura sono inferiori è sempre preferibile ridurre le cartelle e cercare di snellire il più possibile le ramificazioni. Leggermente meglio è se qs cartella libreria viene sincronizzata in locale così gli assiemi si aprono con velocità superiore. Altra cosa da non sottovalutare è che si può lavorare in due (o più persone) sullo stesso progetto senza mai pestarsi i piedi. Al momento della sincronizzazione poi ci si organizza se far una sincronizzazione mono-direzionale nel caso solo un progettista abbia i permessi di scrittura per editare la libreria ecc...

Utilizzando pure sync dovrei crearmi tutta la struttura delle cartelle di progetto e quelle delle librerie in locale farla sincronizzare con le stesse sul server e fin qui penso di aver capito

Al termine del progetto che fai?
1.Cancelli tutto il lavoro che hai in locale dopo averlo sincronizzato?
2.Fai solo un back up del progetto e lo salvi sul server
3.nel caso in cui al punto 1. se hai necessità di riaprirlo o di prendere delle parti di cui è composto come ti comporti?
1.Se non sono costretto assolutamente no! Bisogna però avere un disco rigido locale sufficientemente capiente
2.Non serve nessun backup dato che c'è già la sincronizzazione (al massimo un purge). Nel mio caso anche le working-dir locali su cui lavoro vengono sincronizzate col server, così se mi parte il pc non perdo mai nulla
3.proprio per questo io non cancello mai. Nel caso dovessi avere la necessità di riutilizzare dei gruppi esistenti (coi relativi disegni particolari) esiste il salva copia o il rinomina in sessione
 

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#12
P
Io qui eviterei se possibile di creare sottocartelle che ad ogni progetto ti vanno ad appesantire il search-path. Tieni presente che più è ramificato e più ci mette tempo a trovare i pezzi. Se si inizia con le sottocartelle ci si ritrova poi in futuro ad essere sempre più lenti e sempre meno produttivi.
Nella mia esperienza un lavoro che ho fatto in UT per migliorare la velocità è stato proprio quello di eliminare quante più sottocartelle possibili, andando di volta in volta a cancellare le relative righe del file search.pro. All'inizio è un po' traumatico perché ti ritrovi con cartelle sempre più fitte di file, ma è anche un'occasione per utilizzare di più la funzione cerca del browser di creo (comodissima) o le rappresentazioni semplificate degli assiemi. Non mi è mai successo di perdere nulla...


Qui a maggior ragione dato che le velocità di lettura-scrittura sono inferiori è sempre preferibile ridurre le cartelle e cercare di snellire il più possibile le ramificazioni. Leggermente meglio è se qs cartella libreria viene sincronizzata in locale così gli assiemi si aprono con velocità superiore. Altra cosa da non sottovalutare è che si può lavorare in due (o più persone) sullo stesso progetto senza mai pestarsi i piedi. Al momento della sincronizzazione poi ci si organizza se far una sincronizzazione mono-direzionale nel caso solo un progettista abbia i permessi di scrittura per editare la libreria ecc...


1.Se non sono costretto assolutamente no! Bisogna però avere un disco rigido locale sufficientemente capiente
2.Non serve nessun backup dato che c'è già la sincronizzazione (al massimo un purge). Nel mio caso anche le working-dir locali su cui lavoro vengono sincronizzate col server, così se mi parte il pc non perdo mai nulla
3.proprio per questo io non cancello mai. Nel caso dovessi avere la necessità di riutilizzare dei gruppi esistenti (coi relativi disegni particolari) esiste il salva copia o il rinomina in sessione
Ciao calac,
Capisco perfettamente che la riduzioni di directory e subdirectory comporta una maggiore velocità del sistema durante il suo utilizzo.
Vorrei non sconvolgere radicalmente il sistema utilizzato da tempo.
Dovrei andarmi a cambiare le righe nel search path ecc ecc mi resterebbe troppo complicato.
Secondo me già a parità di sistema di gestione dei progetti spostandolo (e sincronizzandolo) dal server in locale...guadagnerei abbastanza credo.
Volevo sapere se il "search path" viene letto dal sistema durante l'apertura di un assieme in ordine riga per riga dalla prima all'ultima o in modo casuale.
Inoltre, il "pure sync" una volta che hai cancellato il contenuto di una cartella come si comporta nel sincronizzarsi con la sua omonima sul server?
La mia idea è questa poi dimmi se non ho capito un cacchio oppure devo farmi vedere da uno che ci capisce :redface:

Lavorare in locale
Sincronizzare il tutto sul server
Ogni tanto per dare una ripulita all'hdd locale cancellando qualche progetto ormai obsoleto (già sincronizzato sul server)
Nel search path ho gli indirizzi di tutte le directory in locale
In fondo al search path gli stessi indirizzi ma del server (questo se il sistema legge le righe dalla prima all'ultima)
...in tal caso in caso di apertura di un vecchio assieme/parte non trovandolo in locale se lo cerca sul server proprio perché in fondo al search path trova gli indirizzi dove poterlo trovare..
Mi faccio visitare da qualcuno che ci capisce?
 

TAURUS77

Utente Standard
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: ...più vado avanti più li dimentico
Regione: Piemonte
#13
Ciao Daniele-san!!!
mi reintrometto nella discussione e vorrei fare alcune osservazioni.
Sono daccordo con l'amico Calacc che afferma "lavorare in locale è sempre preferibile".
Non so di quale dimensione sia la mole di dati a cui attingi al server (1TB, 2TB o più) ma se dovessi organizzarmi con la mia ws farei cosi mi farei una copia immagine sul mio sistema di HD meccanici (WD velociraptor o roba simile) o SSD della libreria o dei progetti che sono in rete e poi periodicamente li aggiornerei in modo da avere sempre disponibile i file freschi che tu o i tuoi colleghi vanno aggionando. Inizialmente vi è il costo di un buon paio di HD o SSD a seconda di cosa tu scegli ma non avresti colli di bottiglia di nessun tipo e la rapidità con cui apri-modifichi-lavori sui file sarà di svariati ordini di grandezza più veloce rispetto ad un sistema tradizionale oppure ad un sistema vincolato alla velocità di accesso alla rete (anche qui dipende dal tipo di rete-server e tutto l'ambarabà come è configurato - tempo fa mi pare che questo argomento del sever e della rete fosse stato affrontato in qualche altra discussione).
Se vuoi vedere la cosa da un altro punto di vista è un pò come avere un mirror del server in più che male non fa in caso di necessità.

Provo arispondere alle domande che hai posto a Calacc
Al termine del progetto

1) Salvo il progetto sul mio sistema e poi lo mando sul server
2) Nel caso voglia riaprirlo o manipolare parti lo faccio in locale e se reputo necessario salvo solo ciò che mi interessa sul server
3)Posso decidere se cestinare il progetto se reputo che non mi servirà più in caso attingo al server e amen.

Secondo me almeno che non vi siano imposizioni dall'alto sulla metodologia di lavoro (in certe aziende sono inflessibili purtroppo) il progettista decide come meglio organizzarsi se gli viene dato un minimo di capacità organizzativa e di diponibilità economica ad acquistare l'hardware di cui necessità (.........lo so lo so già sento i sottofondi) :36_1_4: tutto sommato non stiamo parlando di cifre impossibili.
:smile::smile:


Per Calacc
Occhio che adesso sono ad un tiro di schioppo da te e quando vuoi organizziamo qualcosa con la truppa:smile:
 

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#14
Ciao Daniele-san!!!
mi reintrometto nella discussione e vorrei fare alcune osservazioni.
Sono daccordo con l'amico Calacc che afferma "lavorare in locale è sempre preferibile".
Non so di quale dimensione sia la mole di dati a cui attingi al server (1TB, 2TB o più) ma se dovessi organizzarmi con la mia ws farei cosi mi farei una copia immagine sul mio sistema di HD meccanici (WD velociraptor o roba simile) o SSD della libreria o dei progetti che sono in rete e poi periodicamente li aggiornerei in modo da avere sempre disponibile i file freschi che tu o i tuoi colleghi vanno aggionando. Inizialmente vi è il costo di un buon paio di HD o SSD a seconda di cosa tu scegli ma non avresti colli di bottiglia di nessun tipo e la rapidità con cui apri-modifichi-lavori sui file sarà di svariati ordini di grandezza più veloce rispetto ad un sistema tradizionale oppure ad un sistema vincolato alla velocità di accesso alla rete (anche qui dipende dal tipo di rete-server e tutto l'ambarabà come è configurato - tempo fa mi pare che questo argomento del sever e della rete fosse stato affrontato in qualche altra discussione).
Se vuoi vedere la cosa da un altro punto di vista è un pò come avere un mirror del server in più che male non fa in caso di necessità.

Provo arispondere alle domande che hai posto a Calacc
Al termine del progetto

1) Salvo il progetto sul mio sistema e poi lo mando sul server
2) Nel caso voglia riaprirlo o manipolare parti lo faccio in locale e se reputo necessario salvo solo ciò che mi interessa sul server
3)Posso decidere se cestinare il progetto se reputo che non mi servirà più in caso attingo al server e amen.

Secondo me almeno che non vi siano imposizioni dall'alto sulla metodologia di lavoro (in certe aziende sono inflessibili purtroppo) il progettista decide come meglio organizzarsi se gli viene dato un minimo di capacità organizzativa e di diponibilità economica ad acquistare l'hardware di cui necessità (.........lo so lo so già sento i sottofondi) tutto sommato non stiamo parlando di cifre impossibili.


Per Calacc
Occhio che adesso sono ad un tiro di schioppo da te e quando vuoi organizziamo qualcosa con la truppa


Ciao TAURUS77,
grazie del tuo intervento, ho capito ciò che intenderesti fare.
Vorrei non stravolgere il sistema che viene utilizzato da più di 20anni e i "capocci" ne sono affezionati :mad:
L'unica possibilità di lavorare in locale è lasciare intatto tutto come prima sul server e fare la sincronizzazione come suggerita da calacc...però devo capire bene se posso fare quello che ho indicato nel mio precedente post...sarebbe per me la cosa meno indolore da poter fare.
Devo capire bene in che modo pro engineer legge il search path file.

Oppure per non appesantire il search path file...una volta cancellato il progetto in locale ...riscrivere solo gli indirizzi del server tanto un vecchio progetto si riapre per una eventuale revisione o per visione per cui se si perde qualche attimo in più non sarebbe un grosso problema

Buona serata,
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#15
Capisco perfettamente che la riduzioni di directory e subdirectory comporta una maggiore velocità del sistema durante il suo utilizzo.
Vorrei non sconvolgere radicalmente il sistema utilizzato da tempo.
Dovrei andarmi a cambiare le righe nel search path ecc ecc mi resterebbe troppo complicato.
Ciao Daniele, ti assicuro che è veramente semplice. Puoi farlo direttamente dal browser windows andando nella cartella di progetto dove c'è l'assieme principale, apri una sotto-cartella per volta e fai un taglia e cuci nella directory principale. Magari ti tieni in pausa il tuo editor di testo col file search.pro aperto e man mano che elimini una sotto-cartella vai a cancellare la riga corrispondente. Magari potresti iniziare con i progetti più datati che non vengono aperti tutte le mattine, in qs modo non sconvolgi il lavoro degli altri progettisti e ti snellisci il search.pro.
Secondo me già a parità di sistema di gestione dei progetti spostandolo (e sincronizzandolo) dal server in locale...guadagnerei abbastanza credo.
Sicuro! :finger:
Volevo sapere se il "search path" viene letto dal sistema durante l'apertura di un assieme in ordine riga per riga dalla prima all'ultima o in modo casuale.
Domanda bella! Non conosco la risposta, purtroppo...
Inoltre, il "pure sync" una volta che hai cancellato il contenuto di una cartella come si comporta nel sincronizzarsi con la sua omonima sul server?
Qui puoi scegliere tu cosa fargli fare, ci sono diverse configurazioni... [Allego uno Screenshot] Di solito imposto una cancellazione nella cartella 2 a seguito di una cancellazione nella cartella 1 dopo un giorno con l'opzione sposta nel cestino attivata, sono scelte. Puoi anche decidere di non cancellare nulla (per default è così).
---Di tools che fanno qs lavoro ce ne sono diversi, non voglio farti innamorare di PureSync anche perché non so se sia la scelta migliore per voi. Il mio consiglio è quello di provarne due o tre prima di scegliere quello da adottare. Basta fare una ricerca in rete e se ne trovano diversi, ad esempio c'è anche FreeFileSync---
La mia idea è questa poi dimmi se non ho capito un cacchio oppure devo farmi vedere da uno che ci capisce :redface:

Lavorare in locale
Sincronizzare il tutto sul server
Ogni tanto per dare una ripulita all'hdd locale cancellando qualche progetto ormai obsoleto (già sincronizzato sul server)
Nel search path ho gli indirizzi di tutte le directory in locale
In fondo al search path gli stessi indirizzi ma del server (questo se il sistema legge le righe dalla prima all'ultima)
...in tal caso in caso di apertura di un vecchio assieme/parte non trovandolo in locale se lo cerca sul server proprio perché in fondo al search path trova gli indirizzi dove poterlo trovare..
Mi faccio visitare da qualcuno che ci capisce?
In linea di massima dovremmo esserci.
Dato che non conosciamo l'ordine in cui vengono lette le stringhe dal sistema, penserei addirittura a fare 2 file search.pro separati: il primo che indicizza i files localmente e il secondo sul server. A seconda del progetto che devo aprire do in pasto al sistema il primo o il secondo.
Occhio che adesso sono ad un tiro di schioppo da te e quando vuoi organizziamo qualcosa con la truppa
Bella TAURUS!!! Volentieri dai, ci starebbe una rimpatriata. In ogni caso ti tengo presente come consulente per la strumentazione informatica dato che ne sai a pacchi ahahahah
 

Allegati

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#16
Ciao Daniele, ti assicuro che è veramente semplice. Puoi farlo direttamente dal browser windows andando nella cartella di progetto dove c'è l'assieme principale, apri una sotto-cartella per volta e fai un taglia e cuci nella directory principale. Magari ti tieni in pausa il tuo editor di testo col file search.pro aperto e man mano che elimini una sotto-cartella vai a cancellare la riga corrispondente. Magari potresti iniziare con i progetti più datati che non vengono aperti tutte le mattine, in qs modo non sconvolgi il lavoro degli altri progettisti e ti snellisci il search.pro.
Sicuro! :finger:
Domanda bella! Non conosco la risposta, purtroppo...
Qui puoi scegliere tu cosa fargli fare, ci sono diverse configurazioni... [Allego uno Screenshot] Di solito imposto una cancellazione nella cartella 2 a seguito di una cancellazione nella cartella 1 dopo un giorno con l'opzione sposta nel cestino attivata, sono scelte. Puoi anche decidere di non cancellare nulla (per default è così).
---Di tools che fanno qs lavoro ce ne sono diversi, non voglio farti innamorare di PureSync anche perché non so se sia la scelta migliore per voi. Il mio consiglio è quello di provarne due o tre prima di scegliere quello da adottare. Basta fare una ricerca in rete e se ne trovano diversi, ad esempio c'è anche FreeFileSync---

In linea di massima dovremmo esserci.
Dato che non conosciamo l'ordine in cui vengono lette le stringhe dal sistema, penserei addirittura a fare 2 file search.pro separati: il primo che indicizza i files localmente e il secondo sul server. A seconda del progetto che devo aprire do in pasto al sistema il primo o il secondo.

Bella TAURUS!!! Volentieri dai, ci starebbe una rimpatriata. In ogni caso ti tengo presente come consulente per la strumentazione informatica dato che ne sai a pacchi ahahahah
Ciao calacc,
Penso di aver deciso cosa fare!
Sto valutando alcuni tools di sincronizzazione file...ce ne sono millemila in giro addirittura potrei farmi un Bach o integrare quello che ho utilizzato fino a qualche tempo fa che con un click avviava pro/e ripuliva le cartelle dei soliti file immondizia che si creano all'interno delle cartelle di progetto, faceva un backup di file di configurazioni ecc.
Probabilmente mi butterò su pure sync é molto intuitivo e semplice credo che mi sia sufficiente.
Peccato che qualcuno non sia intervenuto sulla domanda dell'ordine di lettura delle stringhe del search path file
(Ho scritto privatamente ad Ozzy ma non mi ha ancora risposto).

L'idea del doppio search path non sarebbe neanche male ma per farglieloleggere bisogna chiudere creo modificare la stringa del config.pro che indirizza ad esso poi riavviare esatto? O si possono fare manovre al volo con creo già avviato?

Quando parli di cancellazione file che imposti su pure sync il tempo che imposti per la cancellazione é riferito a dopo quando tempo fa l'operazione di cancellare i file contenuti nella cartella 2 oppure alla cancellazione definitiva dopo che sono stati spostati nel cestino?

Ciao
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#17
L'idea del doppio search path non sarebbe neanche male ma per farglielo leggere bisogna chiudere creo modificare la stringa del config.pro che indirizza ad esso poi riavviare esatto? O si possono fare manovre al volo con creo già avviato?
Penso che sia proprio come hai detto tu! Di manovre al volo con creo già avviato non ne conosco a parte la ricerca manuale dei componenti mancanti (che è veramente da sconsigliare)...

Quando parli di cancellazione file che imposti su pure sync il tempo che imposti per la cancellazione è riferito a dopo quando tempo fa l'operazione di cancellare i file contenuti nella cartella 2 oppure alla cancellazione definitiva dopo che sono stati spostati nel cestino?
La prima che hai detto. Poi come vedrai prima di fare qualsiasi cancellazione il programma ti manda sempre una notifica in modo che tu possa visualizzare preventivamente i file che andranno ad essere eliminati così da potergli dare un'occhiata veloce nel caso ci sia finito di mezzo qualcosa di strano. Nella schermata vengono visualizzati in rosso e per proseguire con la cancellazione devi essere tu a dare l'ok.
 

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#18
Un'altro consiglio...
Ho sempre lavorato con monitor in formato 4:3 ultimamente con doppio monitor (sempre 4:3)
In caso di utilizzo16:9 come si comporta Creo?
È utilizzabile?
Quali sono pro e contro?
Ciao
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#19
Di monitor da 4:3 non ne vedo più da qualche anno ormai (a prescindere dal CAD in questione). Gira tutto su 16:9 e per me puoi andare tranquillo. L'importante è la scheda grafica che dev'essere certificata da PTC
 

Daniele-san

Utente Standard
Professione: Mechanical Design Engineer
Software: ProEngineer/Wildfire/Creo 2.0/Creo 3.0/Creo 4.0
Regione: Marche
#20
Di monitor da 4:3 non ne vedo più da qualche anno ormai (a prescindere dal CAD in questione). Gira tutto su 16:9 e per me puoi andare tranquillo. L'importante è la scheda grafica che dev'essere certificata da PTC
ciao calacc,
infatti i 4:3 non se ne trovano quasi piu...mi ci ero affezionato
infatti avevo due monitor 4:3 da circa 5 anni :redface:

La scheda grafica ci è stata proposta una K2000 Nvidia Quadro anzichè la K2200 (da me richiesta) a bordo dell ws M730 VFY:M7300W7841IT :

- Processore Quad Core Xeon E5-1620v2 3.7 GHz (cache 10 MB- Turbo Boost) (C602)
- 8192 MB DDR3 RAM ECC (1866 MHz - 2 x 4096) - 1000 GB Serial ATA III (3.5") (funzionalità ERASE-DISK)
- MultiCard reader (24 in 1)
- DVD SuperMulti Serial ATA
- LAN (Gigabit)
- Win7 Pro 64bit precaricato [versione Multilanguage (D, E, F, GB, ITA, NL)] e licenza Win8.1 Pro

con 16Gb di ram anzichè 8.

2k€ iva esclusa (senza i due monitor)
:confused:

Come puoi vedere dal sito della Nvidia
http://www.nvidia.it/object/ptc-creo-parametric-it.html#myTabListID=3
sono ambedue certificate ma la prima è obsoleta e tra l'altro costano quasi allo stesso modo.
http://www.nvidia.it/object/buy-quadro-graphics-cards-it.html

che ne pensi?
ciao