• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Consigli pratici creazione di grossi assiemi.

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SolidWorks17s.p05 +Solidworks2018s.p02+DrafthSight
Regione: Veneto
#1
Buonasera,

ultimamente mi trovo nelle condizioni di lavorare su grossi assiemi, o meglio assiemi con diversa componentistica installata.
Vorrei sapere se esistono trucchi/consigli per creare queste tipologie di assiemi.
Nello specifico, per capire meglio, si deve realizzare un macchinario lungo ipoteticamente 10 metri. Questi 10 metri di automazione li suddivido per tipologia di lavorazione ( per.es. ingresso materiale, lavorazione 1 , lavorazione 2, lavorazione 3 ed infine espulsione del pezzo ).
Istintivamente mi creerò tanti assiemi " Macro " quante sono le lavorazioni ( nel caso appena descritto sono 5 ) che la mia macchia dovrà andare ad eseguire. Ovviamente ogni assieme " Macro " avrà tutta la componentistica necessaria per la sua "mansione". A questo punto,fatta una prima scrematura, volevo capire come procedere. Conviene lavorare inserendo nel macro ogni singola parte o mi conviene scremare ancora di più inserendo nel assieme "macro" dei sotto assiemi?
Esempio come da foto in allegato : macchinaperpasta_STA400_1.jpg
Ho tutta questa macchina che andrà collegata ad una altra macchina per la lavorazione in continuo del pezzo. Per suddividere (come già spiegato prima.. ) creerò Assiemi macro.
Per creeare assiemi macro mi conviene inserire, ripeto ogni singola parte ( rulli,cuscinetti,segger,viteria ecc..) o creare dei sotto assiemi anche di qualche componente come raffigurato in foto? Che vantaggi/svantaggi mi porterebbe questa tipologia di lavoro?
Spero di essere stato chiaro.

Cordialmente.
 

Tantocattivo

Utente Standard
Professione: Disegnatore progettista
Software: Autocad - Solidworks 2015/2016 -3ds Max-Photoshop-Sony Vegas
Regione: Sicilia
#2
non devi mettere tutte le parti in ogni "macro", assolutamente!
devi continuare con la stessa filosofia,devi creare tanti assiemi quanti sono le fasi di lavorazione, un assieme saldi, un assieme avviti
etc etc.
Per esempio, la foto mi sembra corretta, avrai anche un assieme quadro che conterrà assieme carpenteria (la lamiera che poi vernicerai) un assieme dove inserisci i connettori e il pulsante di sicurezza (non li metti prima se no te li verniciano), assieme componenti elettrici etc etc.
Ritornando alla foto se per esempio il sottoassieme 2 è fatto da 2 parti (rulli in piano e rulli in vercale) fai altri 2 sottoassiemi e se ogni rullo è fatto da due parti, farai un altro sotto assieme rullo.
Cosi faccio io e mi trovo bene, ovviamente certe volte si evita di fare qualche assieme, ma la regola è quella di sopra.
Poi ti do un altro consiglio, stai molto attento quando assembli il tutto, se leghi molto le geometrie, rischi di creare dei castelli di carta, ti cade un pezzo e ti cadono tutti. Noi facevamo una parte scheletro che conteneva schizzi e piani e serviva per accoppiare gli assiemi.
 
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#3
Assiemi, sottoassiemi, assiemi cin speedpack o un defeauture di ogni macchina da rimontare tutti in un assieme totale
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#4
Ciao,
noi facciamo assiemi piuttosto grandi(150000corpi), composti da tante parti e alcune di queste parti hanno geometrie piuttosto complesse (fusioni in ghisa). Cerchiamo di creare più sottoassiemi possibili (chiamati assiemi di montaggio, perchè sono combinazioni di particolari che possono essere montati al banco, prima di essere montati sulla macchina).
Per ogni assieme creiamo la configurazioni in cui è montato tutto e una configurazione in cui sospendiamo tutti i componenti non fondamentali (come le viti, gli OR), per le fusioni facciamo la configurazione con smussi e raccordi, e quella senza...
Lo scopo è quindi quello di visualizzare il giusto dettaglio per il livello di interesse.
E' inutile visualizzare/caricare la vite bombata che sostiene la ventola di raffreddamento interna nell'assieme generale della macchina che andrai a utilizzare per il lay-out del cliente.
La regola nostra è quindi: Il giusto dettaglio al giusto livello.
Questa filosofia ti genera un piccolo errore sulle masse complessive, ma normalmente è trascurabile.
Nel tuo caso specifico ti direi che tutte le viti lamate e svasate che hai montato vanno caricate nell'assieme di cui fanno parte, ma quando usi quell'assieme in un assieme padre, le sospenderei. (a meno che non ti serva la distinta completa).
Non c'è una regola generale...dovete trovare voi la strada più adatta alle vostre necessità
 

Max-C

Utente Standard
Professione: Mechanical designer
Software: Siemens NX - Solidworks - Inventor - Autocad
Regione: Piemonte-Provincia TO
#5
Ciao ,
pure io come te agli inizi avevo questi problemi infatti se cerchi troverai 2 mie conversazioni anche con un moderato numero di risposte.
Son del tutto d'accordo con quello detto sopra. Tuttavia un ulteriore problema potrebbe essere vedere il movimento tra un sotto assieme e un altro. Solidworks chiede di fare meno sottoassiemi flessibili possibili.
Per questo ti consigli di creare anche configurazioni del movimento che può avere un sottoassieme (ad esempio una leva un punto massimo e una nel punto minimo e magari una terza dove il componente è libero di muoversi cosìcchè tu posso verificare il movimento). Tieni conto dunque anche di quest'aspetto quando che ti posso garantire essere fondamentale. In un mio progetto non lo sapevo e ho creato i vari gruppi senza configurazioni. Ti lascio solo immaginare.... Non si riusciva a vedere una posizione dell'impianto manco a piangere.

Defeature sono importanti. Per la configurazione delle viti dipende anche da che solidworks hai... Con la versione standard hai già risolto il problema perchè la toolbox non è presente.
Se hai il premium e dovrai fare anche analisi dinamiche o fem non so darti altri consigli riguardo alla suddivisione di tali sottoassiemi e configurazioni. Sarebbe un buon argomento da trattare comunque...
Meccanicamg (e forse Kakisan) so che è abbastanza armato su tali punti:wink:; sicuramente ti possono aiutare maggiormente loro.
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#6
Giusto...assiemi flessibili...
usane meno che puoi...perchè ricorda che magari a te serve solo 1 gdl libero, ma lui libera tutti quelli mancanti nel sottoassieme,
vuol dire che ogni vite sarà libera di ruotare sul suo asse se l'assieme diventa flessibile.
 

Max-C

Utente Standard
Professione: Mechanical designer
Software: Siemens NX - Solidworks - Inventor - Autocad
Regione: Piemonte-Provincia TO
#7
la cosa importante è focalizzare bene il tuo impianto.
Per esempio i nostri sono impianti da 5 a 8 assi e abbiamo un sacco di gruppi movimentati da camme diverse ma dallo stesso albero.
Ogni gruppo ha la propria camma e poi nell'assieme macro ho comandato l'albero mediante tabella che mi gestisce i gradi del motore. Ogni camma è vincolata al piano di mezzaria dell'albero. Quando vario i gradi del motore le camme ruotano e quindi anche i gruppi. Peccato che l'accoppiamento camma non è molto stabile e a volte da qualche problema....
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SolidWorks17s.p05 +Solidworks2018s.p02+DrafthSight
Regione: Veneto
#8
Mi viene da piangere...
grazie dei consigli.... mi verrebe da dire che i componenti che monto a banco ( es. cuscinetto/sopporto piuttosto che puleggia/cuscinetto/segger) li inserisco come sotto assiemi. Le cose che invece vanno installate singolarmente nell'assieme le lascio come parti. Questo mi dovrebbe aiutare negli esplosi ( altra rogna che per il momento evito ) andando a crearmi per ogni singolo sotto assieme il suo esploso e relativa messa in tavola.
 

Max-C

Utente Standard
Professione: Mechanical designer
Software: Siemens NX - Solidworks - Inventor - Autocad
Regione: Piemonte-Provincia TO
#9
Mi viene da piangere...
grazie dei consigli.... mi verrebe da dire che i componenti che monto a banco ( es. cuscinetto/sopporto piuttosto che puleggia/cuscinetto/segger) li inserisco come sotto assiemi. Le cose che invece vanno installate singolarmente nell'assieme le lascio come parti. Questo mi dovrebbe aiutare negli esplosi ( altra rogna che per il momento evito ) andando a crearmi per ogni singolo sotto assieme il suo esploso e relativa messa in tavola.
Li dipende da come organizzi un pò il progetto. Ma dopo un paio di assiemi vedrai che ti farai un'idea chiara... Io il problema dei sottoassiemi flessibili li avevo soprattutto con la pneumatica (attuatori ecc..) ho risolto come ti ho citato sopra (per questo posso ringraziare Kakisan :redface: )...
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SolidWorks17s.p05 +Solidworks2018s.p02+DrafthSight
Regione: Veneto
#10
Ti posso solamente dire che i progetti sono già stati fatti da altri operatori in precedenza. Mi trovo per esempio con dei macro assiemi che hanno i piani di riferimento del componente fisso completamente opposti ai piani di riferimento dell assieme.
 
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#11
Ti posso solamente dire che i progetti sono già stati fatti da altri operatori in precedenza. Mi trovo per esempio con dei macro assiemi che hanno i piani di riferimento del componente fisso completamente opposti ai piani di riferimento dell assieme.

Purtroppo la demenza, il menefreghismo e la mancanza di competenze specifiche causa una serie di problemi a cascata. Proporrei l'eliminazione dei soggetti con un bel taglio estruso :) mi scontro tutti i giorni anche io con queste cose....
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SolidWorks17s.p05 +Solidworks2018s.p02+DrafthSight
Regione: Veneto
#12
Ragazzi grazie.. prenderò coraggio... una cosa cosa intendete per sotto assiemi flessibili?
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#13
Un assieme flessibile è un assieme che, una volta caricato in un assieme padre, consente di liberare i vincoli mancanti nell'assieme figlio ed eseguire delle movimentazioni libere.
Ad esempio l'assieme cilindro+stelo, in cui è lasciata libera la movimentazione lungo l'asse del cilindro, quando viene reso flessibile nell'assieme in cui viene caricato, consente la movimentazione dello stelo.
View attachment CILINDRO.zip
Nell'assieme che ti allego (assieme padre) troverai 2 configurazioni:
FLESSIBILE . in cui il sottoassieme cilindro è flessibile, quindi lo stelo si muove
NON FLESSIBILE : in cui il sottoassieme cilindro è fisso e non lo puoi muovere.
Spero di esserti stato di aiuto.
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#14
Ti posso solamente dire che i progetti sono già stati fatti da altri operatori in precedenza. Mi trovo per esempio con dei macro assiemi che hanno i piani di riferimento del componente fisso completamente opposti ai piani di riferimento dell assieme.
Per quanto sia stilisticamente un'eresia, non è un grossissimo problema.
Sarebbe bello avere ogni parte fissa, vincolata sulla propria origine e sull'origine dell'assieme in cui è montata (io sono piuttosto puntiglioso su questo fattore), ma non sempre purtroppo le altre persone lavorano ordinatamente.
Bisogna riuscire a fargli capire che una progettazione ordinata e intelligente a lungo andare riduce il lavoro e aumenta la produttività.
A questo punto sta a te lavorare bene e catechizzare gli altri...ma con qualcuno sarà una causa persa.
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#15
Mi viene da piangere...
grazie dei consigli.... mi verrebe da dire che i componenti che monto a banco ( es. cuscinetto/sopporto piuttosto che puleggia/cuscinetto/segger) li inserisco come sotto assiemi. Le cose che invece vanno installate singolarmente nell'assieme le lascio come parti. Questo mi dovrebbe aiutare negli esplosi ( altra rogna che per il momento evito ) andando a crearmi per ogni singolo sotto assieme il suo esploso e relativa messa in tavola.
Non esiste una regola generale,
dovresti tu capire cosa ti conviene fare.
Sicuramente creare e gestire un sotto assieme composto da puleggia+cuscinetti probabilmente è uno spreco, specialmente se diventa un assieme codificato gestito dall'ERP (modifiche, disegni, distinte...)
Però dipende tutto dalla tipologia di prodotto che hai.
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2017 sp2.0, autocad2013, pochino solidedge st7, draftsight
Regione: Lombardia
#16
Per quanto sia stilisticamente un'eresia, non è un grossissimo problema.
Sarebbe bello avere ogni parte fissa, vincolata sulla propria origine e sull'origine dell'assieme in cui è montata (io sono piuttosto puntiglioso su questo fattore), ma non sempre purtroppo le altre persone lavorano ordinatamente.
Bisogna riuscire a fargli capire che una progettazione ordinata e intelligente a lungo andare riduce il lavoro e aumenta la produttività.
A questo punto sta a te lavorare bene e catechizzare gli altri...ma con qualcuno sarà una causa persa.

Scusa ma non ho capito!!!! non è polemica si intende vorrei solo capire....visto che uso solid da circa 8 anni ma sempre da solo!!! non ho mai avuto il piacere di confrontarmi sul lavoro con altri quindi potrei accorgermi di aver sbagliato tutti fino ad ora.
Allora io cerco di essere il più ordinato possibile nella progettazione ma il mio ordine consiste in questo:
do i riferimenti dai piani dell'assieme cioè le parti sono vincolate ai piani dell'assieme principale con coerenza "quando questo è possibile"(piano destro con destro sup con sup e così via). Ma non ho mai usato le origini mi potete dire se questo è giusto oppure no e poi come funziona il sistema con le origini nel senso che una origine non vincola la parte bisogna comunque dargli un altro riferimento

grazie ciao
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#17
Beh...Teseo, direi che la tua è una differente strada per arrivare ad un ottimo risultato.
Io uso le origini sul componente fisso perchè utilizzo molto le geometrie per vincolare tra loro le parti (e molto poco i riferimenti).
Io importo in assieme la prima parte (che sarà quella fissa) facendo in modo che l'origine della parte sia coincidente con l'origine dell'assieme. Poi monto le altre parti sulla prima parte...perchè ho la fortuna che ogni parte ha un accoppiamento meccanico vero con la parte su cui / con cui si vincola!
Se invece per esigenze varie questo non è così, uso i piani o gli schizzi di layout.
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2017 sp2.0, autocad2013, pochino solidedge st7, draftsight
Regione: Lombardia
#18
ok grazie.....tiro un sospiro di sollievo
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#19
Comunque la cosa più importante è essere molto ordinati e seguire sempre la stessa strada...
Ma quindi tu vincoli tutto sui piani? Non usi le facce?
Che prodotti progetti?
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2017 sp2.0, autocad2013, pochino solidedge st7, draftsight
Regione: Lombardia
#20
no io uso anche la facce; ma tutto parte dai piani o meglio se posso per primo uso i piani poi le facce o punti ecc

- - - Aggiornato - - -

macchine asseblaggio e automazione in genere......