Conoscete Autoform ?

paocat

Utente Junior
Professione: progettista meccanico
Software: Pro Engineer
Regione: Trentino Alto Adige
#1
Non sapendo in quale sezione fare questa domanda, la inserisco qui visto che utilizzo Pro/E (lo so che non è una motivazione valida).
Volevo sapere da chi lo usa come ci si trova e soprattutto se fa tutto quello che dicono nelle dimostrazioni: calcolo sviluppo accurato anche di parti imbruttite, calcolo preciso dei ritorni elastici, ecc.
Grazie
 

Ozzy

Guest
#3
Lo conosco,l'ho visto ma mai utilizzato,senza dubbio però mi pare un ottimo prodotto.
Stai valutando l'aquisto?
 

paocat

Utente Junior
Professione: progettista meccanico
Software: Pro Engineer
Regione: Trentino Alto Adige
#4
La ditta per cui lavoro lo sta valutando, ci hanno fatto una dimostrazione giovedì.
Vederlo lavorare è uno spettacolo, disegna in automatico e in modo da poter modificare in seguito in modo anche parametrico lo sfrido e il fuori pezzo nelle imbutiture e questo è niente rispetto a quello che può fare. Ma visto il costo del pacchetto, che tra l'altro danno solo in affitto, di 45000 euro anno lo si può anche pretendere.
Questo è il sito se interessa: http://www.autoform.com/italian/index.html[/URL]
Grazie e buon lavoro.
 

giby_01

Utente poco attivo
Professione: Resp. Ufficio Tecnico
Software: Catia, Omnicad, Visicad, Autoform e altri....
Regione: Piemonte
#5
Io ci lavoro su Autoform. Il costo è sicuramente molto alto e per ammortizzarlo occorre simulare molti cicli di stampaggio. Noi ci appoggiamo ad un ufficio esterno che ha la licenza e che mi permette di utilizzare le loro macchine (un sorta di affitto della licenza). Lavoravo da loro fino a circa 2 anni fa, quindi vado io a impostare il ciclo e passo il giorno dopo a vedere i risultati, sfruttando così la macchina nelle ore di chiusura dell'ufficio.
Esiste anche Pam-Stamp, che ho visto girare qualche anno fa. E' più macchinoso nelle impostazioni, ma i risultati sono altrettanto validi.
Chi li usa entrambi dice che utilizzando la massima accuratezza di calcolo Pam-Stamp è un pochino più vicino alla realtà, Autoform è più veloce.

Bisogna sempre considerare che sono codici di calcolo teorici. Nessun programma è in grado di tenere conto di variabili quali capacità di messa a punto dell'azienda, modo di lavorare delle presse di messa a punto e di produzione, differenze dimensionali o di composizione chimica o di stagionatura della lamiera utilizzata, etc...

Sicuramente da una grossa mano ad avvicinarsi al risultato. Per quanto riguarda il calcolo dei ritorni lamiera attualmente ne Pam-Stamp ne Autoform sono in grado dio dare garanzie sui risultati ottenuti. Diciamo che danno una bella indicazione, soprattutto sui materiali più utilizzati e conosciuti (FeP04..), mentre su slatoresistenziali, Inox e Alluminio.........