Confronto Solidworks SolidEdge, Creo, Inventor per la carpenteria edile

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#41
Nemmeno io ho capito bene cosa intendi, allego un'immagine così magari diventa più chiaro.
Nell'esempio che vedi trovi un telaio (uno dei pochi che ho fatto con "strutture"), probabilmente rivedibile nel complesso, che però mostra più o meno quello cha si può fare con SE.
Come puoi vedere la struttura tubolare può per comodità essere divisa in più sottostrutture, credo che il tutto sia assimilabile ad una parte multibody di SW, correggetemi se sbaglio.
Se necessiti di altri elementi che non siano tubolari, devi inserire la struttura in un assieme e lì ci piazzi lamiere, rinforzi, perni, bussole; tutto quello che vuoi.
Era questo che volevi sapere?

Ciao.
Ciao Dario, forse Pat voleva dire questo:
se i giunti sono imbullonati anzichè saldati, riesci a realizzarli con il modulo per strutture ?
 

radio

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettista (credevo...)
Software: Solid Edge ST7
Regione: Lombardia
#42
Ciao Dario, forse Pat voleva dire questo:
se i giunti sono imbullonati anzichè saldati, riesci a realizzarli con il modulo per strutture ?
Ah OK, direi di no, ma non sono espertissimo di questo ambiente, l'ho usato poco, e poi parlo della vers.18, magari le successive...

Ciao.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#44
Ah OK, direi di no, ma non sono espertissimo di questo ambiente, l'ho usato poco, e poi parlo della vers.18, magari le successive...

Ciao.
Questo sarebbe interessante da approfondire per comprendere le differenze.
In Creo la gestione delle strutture è affidata ad un modulo specifico (EFX).
Molto sinteticamente, tracci lo schizzo 3D della struttura e su questo inserisci sezioni, tipi di taglio (45°, testa a testa, a vincere ... etc.) e giunti.
I giunti possono essere saldati, imbullonati, flangiati, ecc.
Giunti e tagli (come le sezioni) sono classificabili in librerie e quindi di uso molto immediato.
Ovviamente sono altamente personalizzabili.
E' uno dei moduli piú potenti di PTC utilizzabile in tutti gli ambiti in cui da uno schizzo 3D o 2D realizzi le tue geometrie.
Un applicazione molto interessante è relativa al settore del mobile .
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#45
Ciao Dario, forse Pat voleva dire questo:
se i giunti sono imbullonati anzichè saldati, riesci a realizzarli con il modulo per strutture ?
si che riesci a realizzarli, sul mio esempio (disegnato molto velocemente e a caso) ho solo fatto dei fori semplici su un pezzo di trave (ovviamente senza senso) ma se questi li faccio passanti tra due pezzi li gestisco come imbullonati.
Può essere tranquillamente che rispetto a Creo la gestione sia un pò più laboriosa, anche perchè SE non ha un modulo specifico come l'EFX (che non conosco e non so di preciso le potenzialità) ma comunque con la gestione strutture di solid edge si riescono tranquillamente fare quelle cose. Tra l'altro posso gestire ad esempio il piatto che mi fa da "tappo" all' IPE ed è imbullonato alla colonna o come una singola piastra creata come parte e assemblata all'IPE oppure comandarla da uno schizzo e gestirla come profilo di struttura. Dipende tutto da come uno vuole crearsi e gestirsi appunto la struttura. Non è detto che sia meglio un metodo dell'altro.

Domani a lavoro provo a postare un esempio più specifico (sul pc di casa non ho più la ST4 student perchè ho reinstallato win...)

PS: e tra l'altro non ricordo se la student edition ha l'ambiente strutture abilitato...
 
Ultima modifica:

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#46
Con swx ho realizzato carpenterie abbastanza importanti utilizzando l'ambiente saldature misto agli assiemi.
Non posso fare un paragone diretto con efx, ma faccio notare che se non dovesse bastare anche swx ha la possibilità di moduli di terze parti specifici che gestiscono i giunti come i classici CAD per carpenteria.
I disegni che abbiamo emesso in questi casi sono risultati molto completi ed è stata una grande soddisfazione.
La carpenteria che ci aveva commissionato il lavoro al tempo utilizzava Autocad LT e stava valutando il passaggio ad un CAD specifico.
Vedendo i nostri disegni ha deciso di prendere swx e il tecnico mi ha fatto notare dei limiti che non conoscevo di tekla non presenti in swx.
Poi non ho mai disegnato uno stadio e non so dire se ad un certo punto si pianta tutto o se le possibilità ci sono.
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#47
allego altro semplice esempio di come si può gestire una struttura con solid edge.
Ho creato la mia struttura con il piatto finale anch'esso come struttura (vedasi ultima immagine con cerchiato lo schizzo che guida il piatto) e non come modello PAR a se. Ho replicato sull'altro lato con una copia speculare selezionando sia i componenti della struttura che le feature foro e saldatura, tralasciando volutamente la bulloneria per far vedere i fori.

Per cui si, SE riesce a gestire tranquillamente i collegamenti bullonati.
ciao
 

Allegati

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#48
Ciao Tequila, una domanda (per capire, non conosco SE).
Come viene realizzato il giunto imbullonato ?
Lo inserisci come elemento di libreria o lo costruisci sul posto ?
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#49
Ciao Tequila, una domanda (per capire, non conosco SE).
Come viene realizzato il giunto imbullonato ?
Lo inserisci come elemento di libreria o lo costruisci sul posto ?
in questo caso l'ho inserito come un particolare di struttura comandandolo da uno schizzo, ossia costruito sul posto. Potevo crearlo anche come singolo modello e poi inserirlo nel telaio. Posso anche crearmi una libreria con dei giunti bullonati standard ed inserirli nei miei telai. So che c'è la possibilità (io non l'ho mai utilizzata al momento per cui dovrei fare anche una ricerca su qual'è la procedura corretta) di salvare assieme ai componenti delle librerie standard anche una serie di feature e componenti per cui nel momento in cui inserisco un giunto questo mi crea sul pezzo collegato che indico io i relativi fori e componenti di fissaggio.

Queste comunque sono particolarità del programma che devo ancora approfondire per cui mi cogli un pò alla sprovvista se mi chiedi specifiche particolari... ma posso guardare come funzionano.
ciao
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#50
é proprio qui che volevo arrivare, quando chiedevo fino a che punto si gestivano gli elementi , forse perchè in passato ho avuto a che fare anche io con i membri strutturali di swx ed erano molto limitati per questo genere di applicazione, fino a che è tutto era saldato non c'erano particolari problemi, appena si andava su parti imbullonate bisognava rimodellare gli elementi e allora si perdeva quella velocità che deve essere garantita.
Vi allego un processo banale di come avviene in creo con l'EFX, in 3 semplici passaggi, uno con piastra di testa ed uno con piastra angolare.

01.JPG

Scelgo il tipo di nodo

02.JPG

Definisco i parametri

03.JPG

Il sistema mi taglia il profilo, mi aggiunge la piastra e mi fora le due travi.

04.JPG

05.JPG

Ci sono diversi tipi di nodi standard da scegliere nelle librerie e ovviamente sono personalizzabili a nostro piacimento.

Saluti
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#51
Vi allego un processo banale di come avviene in creo con l'EFX, in 3 semplici passaggi, uno con piastra di testa ed uno con piastra angolare.
i
Quanto costa questo modulo EFX, a listino? E' che ieri ho ricevuto un'offerta per prodotti PTC e devo ancora riprendermi dallo shock! :mad:

P.S. quello che intendevo dire e' che si dovrebbero confrontare livelli equivalenti di licenze senza includere moduli aggiuntivi a pagamento, nel caso che questo EFX lo sia.
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#54
é proprio qui che volevo arrivare, quando chiedevo fino a che punto si gestivano gli elementi , forse perchè in passato ho avuto a che fare anche io con i membri strutturali di swx ed erano molto limitati per questo genere di applicazione, fino a che è tutto era saldato non c'erano particolari problemi, appena si andava su parti imbullonate bisognava rimodellare gli elementi e allora si perdeva quella velocità che deve essere garantita.
Vi allego un processo banale di come avviene in creo con l'EFX, in 3 semplici passaggi, uno con piastra di testa ed uno con piastra angolare.

View attachment 26034

Scelgo il tipo di nodo

View attachment 26035

Definisco i parametri

View attachment 26036

Il sistema mi taglia il profilo, mi aggiunge la piastra e mi fora le due travi.

View attachment 26037

View attachment 26038

Ci sono diversi tipi di nodi standard da scegliere nelle librerie e ovviamente sono personalizzabili a nostro piacimento.

Saluti
Mi sfuggiva questa parte dei giunti, ossia ho frainteso il come l'hai gestito in Creo... in questo caso solid edge non li gestisce in modo automatizzato, posso crearmi una libreria con degli standardizzati ed inserirli ma non come hai fatto con EFX. Tra l'altro non ho idea se anche per SE esiste qualche applicativo specifico ma mi sembra di no.

Domanda: Se non compri l'applicativo EFX di Creo quali sono le funzionalità standard dell'ambiente strutture? C'è oppure bisogna proprio acquistarlo a parte?
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#56
Cacciatorino mi ha anticipato...

Il modulo EFX è aggiuntivo per cui non si può competere se non nel caso introducessero qualcosa di analogo anche in SE.
Nel pacchetto base Creo cosa mette a disposizione?
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#58
P.S. quello che intendevo dire e' che si dovrebbero confrontare livelli equivalenti di licenze senza includere moduli aggiuntivi a pagamento, nel caso che questo EFX lo sia.
premetto che non volevo portare la discussione in questa direzione o meglio non era il mio intento.
Ho fatto determinate domande perchè conosco i limiti di certe applicazioni e si stava parlando di confronto con software più verticali (tekla e via andare), sulla base di riflessioni comuni e sulle richieste di Gil, che sta valutando il da farsi per una gestione non banale del suo modo di lavorare.
Io credo fermamente che bisogna essere onesti fino in fondo, e che se si lodano determinate caratteristiche di un SW bisogna altrettanto dire apertamente anche i limiti, perchè Gil forse farà un investimento ed è giusto che se lo faccia sia al corrente dei pro e dei contro di tutto.

Quindi hai ragione quando dici che bisognerebbe confrontare i livelli senza moduli aggiuntivi a pagamento , ma se non riesco a fare deteminate cose con un modulo base e devo spendere il doppio del tempo per gestire determinate problematiche, mi spieghi che senso ha?
Se gil dovesse optare per una scelta di se piuttosto che swx, deve anche sapere che determinate cose non le potrà fare, o forse le potrà fare ma con un processo molto più macchinoso di quanto mostrato perchè come detto già più volte, i cad sviluppati per la meccanica hanno dei limiti rispetto a quelli per la carpenteria, sta a lui trovare il miglior equilibrio tra costi e benefici e se vale la pena fare il salto...

Saluti
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#59
Ho fatto determinate domande perchè conosco i limiti di certe applicazioni e si stava parlando di confronto con software più verticali (tekla e via andare), sulla base di riflessioni comuni e sulle richieste di Gil, che sta valutando il da farsi per una gestione non banale del suo modo di lavorare.
Io credo fermamente che bisogna essere onesti fino in fondo, e che se si lodano determinate caratteristiche di un SW bisogna altrettanto dire apertamente anche i limiti, perchè Gil forse farà un investimento ed è giusto che se lo faccia sia al corrente dei pro e dei contro di tutto.
Hai ragione, sono intervenuto solo per capire se EFX faceva parte del pacchetto base o no, cosa che non era stata messa in evidenza fino a quel momento. Probabilmente anche SWX e SE hanno moduli aggiuntivi di terze parti per la carpenteria, quindi il confronto andrebbe esteso anche ai moduli aggiuntivi.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#60
.
Domanda: Se non compri l'applicativo EFX di Creo quali sono le funzionalità standard dell'ambiente strutture? C'è oppure bisogna proprio acquistarlo a parte?
Nel modulo base di Creo hai integrato EFX Lite, che chiaramente ha dei limiti a livello di componenti da gestire, ma hai accesso illimitato a tutti i nodi delle librerie, quindi con possibilità di modificarli.
Altrimenti lo gestisci con altre tecniche un pò più raffinate, poco tempo fa ho proprio fatto un confronto tra il modulo EFX e un tecnica mista sfruttando solo il modulo base, ci sono pro e contro in ambedue i sistemi, dipende sempre da quello che devi fare e che tipo di carpenteria vuoi gestire e fino a che punto vuoi personalizzartelo.

Hai ragione, sono intervenuto solo per capire se EFX faceva parte del pacchetto base o no, cosa che non era stata messa in evidenza fino a quel momento. Probabilmente anche SWX e SE hanno moduli aggiuntivi di terze parti per la carpenteria, quindi il confronto andrebbe esteso anche ai moduli aggiuntivi.
Per Swx diceva re_solidworks che ci sono, probabilmente anche per SE esiste.