• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Confronto Solidworks SolidEdge, Creo, Inventor per la carpenteria edile

blind

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Autocad Tekla
Regione: Italia
#21
Ciao a tutti.
Mi occupo principalmente di carpenteria metallica per l’edilizia. Sto guardandomi attorno per vedere le offerte software del mercato. Oltre a cad specifici come Tekla o Advance, mi sono informato in merito a software solitamente usati nel campo della meccanica. Premesso che non li so usare, ho provato a leggere qualcosa su Inventor. Certi aspetti sono veramente interessanti, ma mi sono accorto che ha una gestione fatta di assiemi, parti ecc, che complica un po le cose. Sicuramente nel campo della meccanica è utile, però nel settore edile, a mio giudizio da inesperto, mi sembra un’inutile complicazione.

Oppure sono io a non vederne l'utilità?

Vorrei anche chiedere se; software analoghi (Solidedge, Creo, Solidworks) hanno la stessa gestione.

Ed infine quale potrebbe adattarsi meglio al mio impiego.
Ciao Gil

da quanto capisco voi fate carpenteria standard un pò come noi.

Se posso darti un consiglio io rimarrei su software specifici per la carpenteria, anche noi avevamo provato a valutare software meccanici ma li abbiamo scartati subito non perchè non siano validi anzi sono validissimi per la meccanica ma per utilizzarli in ambito edile diventano molto macchinosi e in molte situazioni si rischia di perdere molto tempo.
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#22
x Parametric_Ozzy
Grazie, mi sembra una buona cosa

x blind
Temo che tu abbia ragione, ma non so da che parte sbattere la testa. Per quello che ho visto ne Structural Detailing ne advance sembrano rislvere un problema che per me è fondamentale.

Tekla non so, ma comunque costa troppo.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#23
x Parametric_Ozzy
Grazie, mi sembra una buona cosa

x blind
Temo che tu abbia ragione, ma non so da che parte sbattere la testa. Per quello che ho visto ne Structural Detailing ne advance sembrano rislvere un problema che per me è fondamentale.

Tekla non so, ma comunque costa troppo.
Quale problema?
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#24
Sono ancora a rompere un po. Con questi tipi di programma in cui ci sono parti ed assiemi, come vengono gestite le putrelle?
Devo realizzare la putrella come parte, e poi inserirla nell'assime già della lunghezza corretta? Quindi devo fare 1 parte per ogni lunghezza anche se dello stesso profilo?
Ed una volta come si gestiscono i fori? Li faccio nell'assime e mi si modifica la parte?

Grazie

x re_solidworks
Uno dei problemi principali consiste nel fatto che presa una strttura devo poterne estrarre delle tavole con caratterische diverse.
Ad esempio quelle per l'architetto, conteranno dettagli estetici, condizioni di contorno ed inserimento nell'esistente, ma non dovranno contenere dettagli sulle tecniche costruttiche che altrimenti all'architetto si intoppa il cervello.

Le tavole dell'ing strutturista, devono essere con poco fronzoli. Ci devono essere tutti i dettagli costruttivi saldature, bullonature, indicazione dei profili. Ma niente elementi architettonici che altrimenti non riesce a capire il modello e caricarlo sul software di calcolo.

La tavola per ordine materiale, come piastre pressopiegati ecc devono contenere solo il pezzo effetivamente ordinato e descritto nei, minimi particolari.

La tavola officina deve essere simile a quella dell'ing, ma con scale e dettagli diversi. Inoltre le singole parti vanno rapresentanti indipendentmente e non assemblate.

Nelle tavole di cantiere per il montaggio, ci si focalizza sullo schema di montaggio e l'ordine da seguire.

Sono 5 elaborat idiversi che devono nascere dal medisimo modello e restare sincronizzate
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#25
Sono ancora a rompere un po. Con questi tipi di programma in cui ci sono parti ed assiemi, come vengono gestite le putrelle?
Devo realizzare la putrella come parte, e poi inserirla nell'assime già della lunghezza corretta? Quindi devo fare 1 parte per ogni lunghezza anche se dello stesso profilo?
Ed una volta come si gestiscono i fori? Li faccio nell'assime e mi si modifica la parte?

Grazie
In solid edge lavorando in "assieme" sull'ambiente "strutture" funziona cosi:
-ti disegni lo schizzo dello scheletro della struttura.
-a questo schizzo fai scorrere dei profili che fanno parte di una libreria che può essere personalizzata a piacere.
-sempre su questo schizzo puoi decidere di utilizzare una parte di questo con un profilo ed il restante con altri profili.
-Le varie giunzioni o tagli a gradi vengono create automaticamente.
-Completi questa struttura se necessario con le saldature e le forature o altro tipo di lavorazione che necessiti.
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#26
Allego qualche immagine di una struttura fatta al volo.
Sulla prima immagine si vede che mi sono creato lo schizzo che mi fa da percorso alla struttura. (è un semplice schizzo su un piano...ehhh)
Sulla seconda si vede che ho utilizzato un IPE per la cornice esterna ed un pezzo interno e del tubo sugli altri due segmenti rimanenti.
Sulla terza si vede come il tubo posizionato in maniera particolare si sia automaticamente ritagliato (l'ho voluto io cosi)
Sulla quarta si vede i fori che ho aggiunto e sull'ultima l'incastro tra IPE e IPE ed un cordone di saldatura.
 

Allegati

  • 45.9 KB Visualizzazioni: 49
  • 143.1 KB Visualizzazioni: 40
  • 123 KB Visualizzazioni: 36
  • 135.8 KB Visualizzazioni: 41
  • 104.7 KB Visualizzazioni: 47

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#27
su questa si vede la tabella con indicati i pezzi e gli angoli da tagliare ed una seconda tabella dove ho indicato di default che si calcoli che i pezzi devono essere più corti di 4 mm per parte (8 in totale)
 

Allegati

  • 68.1 KB Visualizzazioni: 54
  • 69.3 KB Visualizzazioni: 46

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#28
Molto bello, grazie per l'esempio pratico
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#29
su questa si vede la tabella con indicati i pezzi e gli angoli da tagliare ed una seconda tabella dove ho indicato di default che si calcoli che i pezzi devono essere più corti di 4 mm per parte (8 in totale)
Questa tecnica che ritengo molto valida purtroppo però ha un difetto.
Gestisce solo i saldati....
 

BIMchecker

Utente Standard
Professione: Controller di commesse edili ed industriali
Software: Tekla Structures / Tekla BIMsight
Regione: Italia
#31
E' un bene che con i programmi di meccanica si riesca a fare la carpenteria e che i programmi di carpenteria permettano di modellare oggetti meccanici.

Personalmente non penserei mai di modellare una intera struttura con un software meccanico che è progettato e sviluppato per fare tutt'altro e la cosa vale anche l'inverso, con un software di carpenteria non è consigliato fare un intero macchinario anche se alla fine si riesce ad ottenere comunque il risultato.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#32
Qualcuno di voi utilizza o ha mai utilizzato in modo professionale l'Expert Framework Extension di Creo(Pro/E) ?
 

radio

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettista (credevo...)
Software: Solid Edge ST7
Regione: Lombardia
#33
........
Uno dei problemi principali consiste nel fatto che presa una strttura devo poterne estrarre delle tavole con caratterische diverse.
Ad esempio quelle per l'architetto.......
Problemi di questo genere non ce ne sono, con Solid Edge (ma anche con gli altri) puoi rappresentare lo stesso elemento, parte, assieme struttura ecc... su n tavole o sulla stessa tavola in fogli diversi, e su ogni tavola/foglio puoi decidere modalità di rappresentazione, dettagliatura ecc.
Il tutto ovviamente associativo, una volta modificato il modello 3D, le relative rappresentazioni verranno automaticamente aggiornate.

Ciao.
 

andrea1968

Utente Junior
Professione: ingegnere
Software: Tekla
Regione: italia
#34
secondo me è assurdo comprare un programma specifico per la meccanica per poi utilizzarlo nella progettazione della carpenteria
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#35
secondo me è assurdo comprare un programma specifico per la meccanica per poi utilizzarlo nella progettazione della carpenteria
Sulla base di cosa fai queste affermazioni ?
Se ti dicessi che con tali programmi sono state realizzate intere centrali nucleari o intere raffinerie che cosa penseresti ?
Se ti dicessi che la piú grande multinazionale italiana del settore oil & gas usa Pro/e per la progettazione degli impianti ?

Ognuno ha le proprie convinzioni, io non conosco tekla e non lo critico.
Voi conoscete gli "altri" programmi ?
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#36
in che senso gestisce solo i saldati... puoi essere più preciso.
ciao
intendo dire che quel telaio è tutto saldato non ha piastre per elementi bullonati.
Esempio se io a quel telaio volessi aggiungere 4 colonne alle estremità per il sostegno che vanno imbullonato ad esso, come lo gestisci in se?
Saluti
Sulla base di cosa fai queste affermazioni ?
Se ti dicessi che con tali programmi sono state realizzate intere centrali nucleari o intere raffinerie che cosa penseresti ?
Se ti dicessi che la piú grande multinazionale italiana del settore oil & gas usa Pro/e per la progettazione degli impianti ?

Ognuno ha le proprie convinzioni, io non conosco tekla e non lo critico.
Voi conoscete gli "altri" programmi ?
Quoto...
Non so perchè ma si tende sempre a dire delle cose sulla base di sentito dire... :)
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#37
Di base, anch'io sono portato a pensare che un programma specifico è meglio di uno nato per fare altro ed adattato alle esigenze.

Purtroppo però i programmi specifici, non soddifano a pieno le miei esigenze.
Non so ancora da che parte mi indirizzerò, ma penso normale guare ben eben le diverse offerte, prima di spendere tempo e soldi in una soluzione.

Tekla è in grado di fare quanto elencato precedentememente?
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#38
intendo dire che quel telaio è tutto saldato non ha piastre per elementi bullonati.
Esempio se io a quel telaio volessi aggiungere 4 colonne alle estremità per il sostegno che vanno imbullonato ad esso, come lo gestisci in se?
Saluti
A parte che il telaio che ho fatto come esempio è banalissimo e proprio messo li in 2 minuti ma comunque lo gestisco come voglio e senza problemi. Ti spiego facendo una piccola premessa:
Se io dovessi gestire questo tipo di telaio mi creerei i singoli gruppi, tipo il telaio e le colonne e poi su un assieme finale assemblerei telaio+colonne mettendoci i bulloni. Il tutto potrebbe essere tranquillamente guidato da uno schizzo sull'assieme generale che mi guida i singoli elementi senza dover necessariamente manipolare in seguito ogni singolo sottoassieme per le modifiche.

Nel caso lo volessi fare in un unico file di assieme utilizzando come guida un unico schizzo nessuno lo vieta. Posso aggiungere allo schizzo altri segmenti che saranno le mie colonne, praticare i fori e metterci i bulloni dove ritengo si debba imbullonare e le saldature dove invece voglio saldare.

Nel tavola 2D posso poi nascondere parte dell'assieme ed escludere dalla lista particolari i bulloni nel caso voglia solo indicare i particolari da taglio.

Dipende da come si lavora e da come si vuole organizzare il tutto. Io sono propenso a ricreare i modelli come la realtà (dettato dal fatto che devo gestire anch'io ossitagli e seghetti) in quanto riesco ad avere una visione effettiva di come deve essere costruito il tutto, ovvio che questo implica più tempo di modellazione ed anche risorse del PC per gestire a video assiemi complessi ma una volta creati i gruppi di base se devo rifarne altri li copio e rinomino e poi ci lavoro, salterà qualche relazione in caso la modifica al modello sia sostanziale ma fa parte del lavoro e poi ricollegare il tutto ci impieghi un paio di click.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#39
tequila scusa forse mi sono spiegato male.
Ti faccio un esempio anche io per chiarezza:

Nell'immagine che vedi ho adotatto diversi tipi di nodi banali imbullonati per farti capire, quindi con aggiunta piastre di testa, piuttosto che con angolari,ecc.

Ecco mi interessava sapere come veniva gestito questo tipo di snodi in SE.
 

Allegati

radio

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettista (credevo...)
Software: Solid Edge ST7
Regione: Lombardia
#40
tequila scusa forse mi sono spiegato male.
Ti faccio un esempio anche io per chiarezza:

Nell'immagine che vedi ho adotatto diversi tipi di nodi banali imbullonati per farti capire, quindi con aggiunta piastre di testa, piuttosto che con angolari,ecc.

Ecco mi interessava sapere come veniva gestito questo tipo di snodi in SE.
Nemmeno io ho capito bene cosa intendi, allego un'immagine così magari diventa più chiaro.
Nell'esempio che vedi trovi un telaio (uno dei pochi che ho fatto con "strutture"), probabilmente rivedibile nel complesso, che però mostra più o meno quello cha si può fare con SE.
Come puoi vedere la struttura tubolare può per comodità essere divisa in più sottostrutture, credo che il tutto sia assimilabile ad una parte multibody di SW, correggetemi se sbaglio.
Se necessiti di altri elementi che non siano tubolari, devi inserire la struttura in un assieme e lì ci piazzi lamiere, rinforzi, perni, bussole; tutto quello che vuoi.
Era questo che volevi sapere?

Ciao.
 

Allegati