• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Confronto Solidworks SolidEdge, Creo, Inventor per la carpenteria edile

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#1
Ciao a tutti.
Mi occupo principalmente di carpenteria metallica per l’edilizia. Sto guardandomi attorno per vedere le offerte software del mercato. Oltre a cad specifici come Tekla o Advance, mi sono informato in merito a software solitamente usati nel campo della meccanica. Premesso che non li so usare, ho provato a leggere qualcosa su Inventor. Certi aspetti sono veramente interessanti, ma mi sono accorto che ha una gestione fatta di assiemi, parti ecc, che complica un po le cose. Sicuramente nel campo della meccanica è utile, però nel settore edile, a mio giudizio da inesperto, mi sembra un’inutile complicazione.

Oppure sono io a non vederne l'utilità?

Vorrei anche chiedere se; software analoghi (Solidedge, Creo, Solidworks) hanno la stessa gestione.

Ed infine quale potrebbe adattarsi meglio al mio impiego.
 

radio

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettista (credevo...)
Software: Solid Edge ST7
Regione: Lombardia
#2
Ciao a tutti.
Mi occupo principalmente di carpenteria metallica per l’edilizia. Sto guardandomi attorno per vedere le offerte software del mercato. Oltre a cad specifici come Tekla o Advance, mi sono informato in merito a software solitamente usati nel campo della meccanica. Premesso che non li so usare, ho provato a leggere qualcosa su Inventor. Certi aspetti sono veramente interessanti, ma mi sono accorto che ha una gestione fatta di assiemi, parti ecc, che complica un po le cose. Sicuramente nel campo della meccanica è utile, però nel settore edile, a mio giudizio da inesperto, mi sembra un’inutile complicazione.

Oppure sono io a non vederne l'utilità?

Vorrei anche chiedere se; software analoghi (Solidedge, Creo, Solidworks) hanno la stessa gestione.

Ed infine quale potrebbe adattarsi meglio al mio impiego.
Ti rispondo in merito a Solid Edge e si, la filosofia credo che sia identica per tutti i prodotti che hai citato (anche se so che con SolidWorks è possibile lavorare in multiboby), in sostanza si lavora con parti (che possono essere ti tipologia speciale come lelmenti di carpenteria o tubi per es.) raggruppare in assiemi che a loro volta possono essere sottoassiemi di assiemi più grandi ecc..
Non conosco la metodologia di lavoro dei sw per carpenteria edile, però da "meccanico" ti dico che lavorare con parti ed assiemi, oltre ad essere logico (un assieme di carpenteria è fatto di vari pezzi prima tagliati e poi saldati tra loro) è anche molto produttivo; una volta disegnata la parte da tagliare diventa molto facile e veloce ottenere la tavola (o il profilo .dxf) da passare in officina.
Negli assiemi di carpenteria poi, si possono saldare tra di loro le varie parti assegnado dimensioni e materiali ai cordoni, si possono eseguire lavorazioni post. assemblaggio ecc..

Ciao.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#3
Come dice Radio anche io non ho esperienza di carpenterie edili. Tuttavia io darei uno sguardo a Solidworks, per via delle ottime gestioni di multibody e distinte di taglio. In pratica riesci a lavorare in ambiente parte ma associando a ciascun solido le informazioni relative al profilo da usare e il relativo materiale.

Ciao.
 

radio

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettista (credevo...)
Software: Solid Edge ST7
Regione: Lombardia
#4
.....
In pratica riesci a lavorare in ambiente parte ma associando a ciascun solido le informazioni relative al profilo da usare e il relativo materiale.

Ciao.
Interessante, non lo sapevo.
In pratica: multibody=assieme sotto mentite spoglie! :tongue:

Ciao.
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#5
ritenete opportuno puntare su Inventor che è della Autodesk una delle più grande software House per disegno, e che dispone di numerosi manuali.

Oppure meglio Solidworks?

Quali sono i pregi di uno e dell'altro?
Grazie
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#7
Interessante, non lo sapevo.
In pratica: multibody=assieme sotto mentite spoglie! :tongue:

Ciao.
Non ho il modulo strutture in SE per cui non posso fare confronti reali, pero' devo dire che fare assiemi saldati e lavorati in ambiente multibody con SWX e' veramente rapido e comodo!
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#8
Esatto, tanto poi sempre da papà devi venire :)
No, sono cose molto diverse!
SWX non ha bisogno di creare e gestire un file di assembly per creare distinte di taglio, disegni dei pantografati, elenco dei membri strutturali etc. Fa tutto restando in ambiente parte.
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#9
Non ho il modulo strutture in SE per cui non posso fare confronti reali, pero' devo dire che fare assiemi saldati e lavorati in ambiente multibody con SWX e' veramente rapido e comodo!
in assembly di SE all'interno del comando "struttura" riesci a creare strutture comandandole dagli schizzi ed avere poi la lista dei profili con le varie lunghezze e i trattamenti finali (smussi a gradi o spacchi) e poi si può completare aggiungendo sagomati e le saldature.

Mi piacerebbe vedere delle demo di SWX dei saldati in multibody...
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#10
Ecco oggi giornataccia per il solito problema della gestione dei modelli.

Vedete io produco file in Autocad in 2d, per la medesima costruzione devo realizzare
1) Tavole per l'architetto
2) Tavole per l'ingegnere
3) Tavole per officina
4) Tavole per il montaggio
5) Tavole per ordine materiale

Spesso le tavole 1,2,3 vengono modificate più volte su richieste delle diverse figure professionali che intervengono nel processo produttivo, ma ovviamente devono restare sincronizzate.
Poi ricavare 4,5. E tenete presente che le modifiche possono arrivare anche dopo aver preparato tutte e 5 le tipologie il che implica la modifica di tutte i 5 le tipologie.

Alla fine tutti e 5 gli elaborati devono portare alla medesima soluzione, che deve essere quella giusta.

Talvolta come oggi, mi ritrovo che mentre stanno realizzando il prodotto, qualcosa non torna. E dopo si impreca tanto che i santi vengono già come fosse gradine.

Però in questo processo produttivo c'è qualcosa che non va. Ritengo che tutte le tavole dovrebbero scaturire dal medesimo modello e non da 5 elaborati distinti ed indipendenti.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#11
Ecco oggi giornataccia per il solito problema della gestione dei modelli.

Vedete io produco file in Autocad in 2d, per la medesima costruzione devo realizzare
1) Tavole per l'architetto
2) Tavole per l'ingegnere
3) Tavole per officina
4) Tavole per il montaggio
5) Tavole per ordine materiale

Spesso le tavole 1,2,3 vengono modificate più volte su richieste delle diverse figure professionali che intervengono nel processo produttivo, ma ovviamente devono restare sincronizzate.
Poi ricavare 4,5. E tenete presente che le modifiche possono arrivare anche dopo aver preparato tutte e 5 le tipologie il che implica la modifica di tutte i 5 le tipologie.

Alla fine tutti e 5 gli elaborati devono portare alla medesima soluzione, che deve essere quella giusta.

Talvolta come oggi, mi ritrovo che mentre stanno realizzando il prodotto, qualcosa non torna. E dopo si impreca tanto che i santi vengono già come fosse gradine.

Però in questo processo produttivo c'è qualcosa che non va. Ritengo che tutte le tavole dovrebbero scaturire dal medesimo modello e non da 5 elaborati distinti ed indipendenti.
Per questo motivo SE si sfrutta a dovere un parametrico in un ambiente associativo, tutte le tavole si aggiorneranno dall'assieme o modello principale a cascata, senza rischio di "dimenticarsi" di aggiornare manualmente uno dei 5 elaborati menzionati, ma a patto che tu non spezzi la catena parametrica, altrimenti sei punto a capo...:)
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#12
Ecco oggi giornataccia per il solito problema della gestione dei modelli.

Vedete io produco file in Autocad in 2d, per la medesima costruzione devo realizzare
1) Tavole per l'architetto
2) Tavole per l'ingegnere
3) Tavole per officina
4) Tavole per il montaggio
5) Tavole per ordine materiale

Spesso le tavole 1,2,3 vengono modificate più volte su richieste delle diverse figure professionali che intervengono nel processo produttivo, ma ovviamente devono restare sincronizzate.
Poi ricavare 4,5. E tenete presente che le modifiche possono arrivare anche dopo aver preparato tutte e 5 le tipologie il che implica la modifica di tutte i 5 le tipologie.

Alla fine tutti e 5 gli elaborati devono portare alla medesima soluzione, che deve essere quella giusta.

Talvolta come oggi, mi ritrovo che mentre stanno realizzando il prodotto, qualcosa non torna. E dopo si impreca tanto che i santi vengono già come fosse gradine.

Però in questo processo produttivo c'è qualcosa che non va. Ritengo che tutte le tavole dovrebbero scaturire dal medesimo modello e non da 5 elaborati distinti ed indipendenti.
concordo con Ozzy... Io mi ritrovo seppur in ambito meccanico a dover gestire cose analoghe alle tue, ossia:
-carpenteria lavorata
-carpenteria saldata
-lamiere ossitagliate, piatti, tondi, piegati, ecc.

Ovviamente la carpenteria che disegno viene assemblata con i particolari ossitagliati, piatti, piegati, ecc. con misure teoriche del disegno, ma poi nella realtà devo tener conto che se ho degli incastri da effettuare tra lamiere (il mio problema è che lavoro con spessori elevati) o inserire dei piegati e saldarli devo anche avere la possibilità di passarci ed evitare al carpentiere di prendere in mano mola o fiamma ossiacetilenica per niente.

Per questo motivo gestico delle copie collegate al modello principale dove apporto delle modifiche sulla geometria collegate parametricamente, cosi ogniqualvolta modifico un particolare sull'assieme con misure teoriche, il figlio collegato che mi genera la tavola disegno dell'ossitaglio si aggiorna mantenendo questa costante.
Esempio: una piastra teorica500x1000 sp.50 io la devo ossitagliare 498x998 sp.50. Se cambio la lunghezza da 1000 a 1350 il figlio collegato si aggiornerà da 998 a 1348 mantenendo quei 2 mm di sottometallo che ho impostato io.
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#13
E anche indispensabile che il software possa gestire la produzione di elaborati da modello.

Per quello che ho visto con Prosteel (plugin per autyocad), una volta realizzato il modello, generando la tavola nello spazio Layout di Autocad, il risultato non è ottimale. Ci sono linee che non si dovrebbero vedere, altre che dovrebbero essere tratteggiate e non continue ecc. Insomma il disegno è corretto, ma ben poco chiaro quindi inusabile.

Se invece genero un 2d dal modello, questo va comunque "sistemato a mano" ed ho spezzato la continuità con il modello.

Problemi simili mi pare di averli visti con advance e structural detailing.

Questo tipo di software hanno di questi problemi, Inventor mi sembra si comporti meglio da questo punti di vista. Ma non ho mai realizzato elaborati complessi. Quindi non so se vi siano problemi analoghi.

Voi che dite?
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#14
E anche indispensabile che il software possa gestire la produzione di elaborati da modello.

Per quello che ho visto con Prosteel (plugin per autyocad), una volta realizzato il modello, generando la tavola nello spazio Layout di Autocad, il risultato non è ottimale. Ci sono linee che non si dovrebbero vedere, altre che dovrebbero essere tratteggiate e non continue ecc. Insomma il disegno è corretto, ma ben poco chiaro quindi inusabile.

Se invece genero un 2d dal modello, questo va comunque "sistemato a mano" ed ho spezzato la continuità con il modello.

Problemi simili mi pare di averli visti con advance e structural detailing.

Questo tipo di software hanno di questi problemi, Inventor mi sembra si comporti meglio da questo punti di vista. Ma non ho mai realizzato elaborati complessi. Quindi non so se vi siano problemi analoghi.

Voi che dite?
Ti avevo già accennato tempo fa di qualche mia esperienza nel settore della carpenteria con solidworks.
Penso che tra i meccanici midrange sia il più indicato in quanto ha in questo momento la gestione più efficiente dei grandi assiemi e il multibody con i saldati è davvero forte. Fidati che se lo dice cacciatorino.....:biggrin:
A parte questo se non ti dovesse bastare puoi aggiungergli steelworks e metterti in casa un sistema di modellazione simile ai più diffusi CAD per carpenteria.
Detto ciò tu sai che hai la massima libertà di modellazione ma meno automatismi rispetto ad esempio a tekla.
Se fai capannoni utilizzando i giunti standard della carpenteria tekla sarà molto più veloce. Se fai carpenterie un po' meno classiche la spunti con un meccanico.
Continua......
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#15
.....continua
Per parlare di qualche svantaggio della modellazione multibody ad esempio è meglio decidere per tempo dove saldare e dove imbullonare. Per ogni gruppo saldato andrai a creare una parte multibody. Fare un mix costringe ad accrocchi e workaround per eseguire tavole coerenti.
Ci sarebbe una funzione ad hoc detta "sottosaldature" ma è stata lasciata un po' a metà. Le parti saranno contenute in un assieme per comporre tutta la struttura.
La gestione del modello deve essere accurata pena decadimento delle prestazioni.
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#16
perfavore potresti spiegarmi di più questa frase
è meglio decidere per tempo dove saldare e dove imbullonare.
Non credo di aver capito esattamente cosa intendi.
Grazie
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#17
perfavore potresti spiegarmi di più questa frase

Non credo di aver capito esattamente cosa intendi.
Grazie
Anche se non conosco SWX penso di aver capito cosa intende Re.
Se usi il multibody per gestire in un'unico modello la tua carpenteria, dovrai utilizzare questa tecnica per i saldati, mentre se hai altri particolari che vengono imbullonati questi non dovranno essere gestiti in multibody, ma in un assembly.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#18
Anche se non conosco SWX penso di aver capito cosa intende Re.
Se usi il multibody per gestire in un'unico modello la tua carpenteria, dovrai utilizzare questa tecnica per i saldati, mentre se hai altri particolari che vengono imbullonati questi non dovranno essere gestiti in multibody, ma in un assembly.
Zitto tu che sei un CANE!!! ops volevo dire un gatto... :smile:
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#19
essere gestiti in multibody, ma in un assembly.
Scusate ma continuo a non capire.
Cos'è un "multibody"? Che differenza c'è con assemblato. Io solidworks non l'ho mai usato.

Sto cercando di capire pregi e difetti per il mio impiego, prima di uno studio accurato al fine d'evitare di perdere tempo, in qualcosa che magari non fa per me.

Perciò sono un analfabeta in materia, anche perchè non ho mai usato nemmeno software analaghi come creo o inventor.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#20
Scusate ma continuo a non capire.
Cos'è un "multibody"? Che differenza c'è con assemblato. Io solidworks non l'ho mai usato.

Sto cercando di capire pregi e difetti per il mio impiego, prima di uno studio accurato al fine d'evitare di perdere tempo, in qualcosa che magari non fa per me.

Perciò sono un analfabeta in materia, anche perchè non ho mai usato nemmeno software analaghi come creo o inventor.
Il Multimody o multicorpo, in parole povere è una tecnologia che permette di gestire le parti singole all'interno di una parte unica, anzichè usare un assieme per il montaggio.
In pratica per farti un esempio:

tu in una parte disegni uno scheletro o meglio detto l'unifilare della tua struttura, sono tutti schizzi bidimensionali come se stessi disegnando su autocad, successivamente usi queste curve per far percorrere il tuo profilo di carpenteria (HEA-HEB-IPE,ecc).
Una volta generata puoi gestire i tagli e i giunti , prendendo degli standard o personalizzati, a questo punto, tu hai una distinta di taglio e puoi esportare i singoli corpi separatamente, ma sei sempre in ambiente parte, non stai assemblando nulla, quindi non devi passare da un assieme e assemblare i corpi singolarmente.
Questa tecnologia è molto usata nella carpenteria proprio perchè ti da maggiore velocità e stabilità, in quanto è l'unifilare bidimensionale che comanda il tutto e non i singoli componenti.
Non so se sono riuscito a spiegarti bene il procedimento.
Saluti