Configurazione su portatile

Fabietto

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Pro/e
Regione: Veneto
#1
Buona sera a tutti,

nell'azienda in cui lavoro tutti i file di settaggio, file search path, parti di libreria, ecc, sono nel server, in una cartella dedicata a proe. Naturalmente poi all'interno della cartella ci sono molte altre sottocartelle divise per tipologia, config, gruop, format, ecc.

Sul pc che uso al lavoro (pc tradizionale), collegato in rete, tale cartella generale di proe è connessa come unita di rete come disco q.
Di conseguenza all'interno del config ci sono tutte le righe di settaggi vari che mi rimandano al disco q, tipo start_model_dir q:\PTC_STANDARDS\Start.

Il problema nasce quando devo spostarmi da clienti con il portatile, su cui è installato proe, per mostrare loro dei progetti.

Oltre a dover aggiornare le cartelle del portatile con tutti i file necessari, sia del progetto che standard, devo anche modificare il file di config in quanto nel portatile non esiste la connessione al disco q.

L'unico sistema che ho trovato è quello di crearmi all'interno del disco d del portatile una cartella q dove metto tutti i file necessari per proe, e modificare il config del portatile sostituendo q:\ con d:\q\.

Non si riesce in qualche modo nel portatile a ricopiare la struttura della rete aziendale, in maniera che proe lavori senza problemi sia in rete azienza, sia isolato sul portatile?

Voi come vi comportate in questi casi?

Fabio
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#2
In questi casi faccio un semplice backup del progetto.
In questo modo Pro/E salva tutti i file di progetto in una sola cartella e non ho più il problema di dovermi copiare la struttura delle directory.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#3
Voi come vi comportate in questi casi?

Fabio
Premettendo che non conosco affatto Pro/E, hai provato a creare direttamente una partizione sul portatile da montare come q, oppure direttamente un dispositivo removibile che si chiami q su cui caricare i tuoi progetti quando sei fuori ufficio?

Con solid Edge questa cosa funziona ma non propio perfettamente, nel senso che tu nel percorso dei file scrivi g:\etc\etc dove g: sarebbe il tuo server, ma poi nei file viene salvato in realta' il percorso assoluto dei file, ad esempio \\server\dati\progetti\etc\etc. Controlla che anche Pro/E non faccia lo stesso (molto probabile).
 

Fabietto

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Pro/e
Regione: Veneto
#4
@maxopus, quello che dici già lo faccio, però rimane il problema del config.

@cacciatorino, quella della partizione era un'idea, anche se non so come fare la partizione.
oppure altra idea che avevo era quella del disp rimovibile (chiavetta usb può andare bene?) però quando la collego di default prende nome f come disco. ho provato a rinominarla in q ma picche...
Per verificare se proe scrive il percorso relativo o assoluto dei file come posso fare?
editare se possibile un file di assieme e vedere cosa c'è scritto?
 

dema

Utente Standard
Professione: Disegnatore meccanico
Software: Tutti
Regione: Emilia Romagna
#5
Scusa ma creare un config dedicato al portatile... non credi che sarebbe la soluzione migliore.

Magari dividendo le impostazioni nel CONFIG.SUP e le macro nel CONFIG.PRO così ogni volta che aggiorni una macro ti basta copiare il config.pro.

Io con il mio computer che ho a casa faccio così.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#6
@maxopus, quello che dici già lo faccio, però rimane il problema del config.

@cacciatorino, quella della partizione era un'idea, anche se non so come fare la partizione.
oppure altra idea che avevo era quella del disp rimovibile (chiavetta usb può andare bene?) però quando la collego di default prende nome f come disco. ho provato a rinominarla in q ma picche...
Per verificare se proe scrive il percorso relativo o assoluto dei file come posso fare?
editare se possibile un file di assieme e vedere cosa c'è scritto?
Io sul portatile ho una copia delle cartelle di configurazione che ho sul server contenenti i formati, le start part e quant'altro.
Il config del notebook ha ovviamente gli indirizzi delle cartelle relativi alle posizioni sul notebook.
Sul desktop del notebook ho due icone di avvio, una per lavorare in rete, l'altra per lavorare in locale.
 

Fabietto

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Pro/e
Regione: Veneto
#7
@dema e maxopus, è esattamente come faccio io in questo momento.

Pensavo esistesse un modo più semplice al posto di dover sostituire gli indirizzi nel config.
 

mitch.

Utente Junior
Professione: R&D - IT Manager
Software: Pro/E WF4-WF5, Pro/Mechanica, AutoCAD Mechanical 2010, PDMLink 9.1
Regione: Emilia Romagna
#8
Puoi utilizzare il comando subst del DOS per creare un disco di rete virtuale identico a quello che utilizzi normalmente in azienda. Creando un batch, lo lanci solo quando lavori esternamente alla LAN, così quando torni in ufficio riutilizzi quello di rete.
 

Fabietto

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Pro/e
Regione: Veneto
#9
Scusate se mi faccio vivo solo ora, ma ero preso da mille impegni..

@mitch. mi spieghi meglio passo passo come fare? non sono propio una cima con il pc...
 

mitch.

Utente Junior
Professione: R&D - IT Manager
Software: Pro/E WF4-WF5, Pro/Mechanica, AutoCAD Mechanical 2010, PDMLink 9.1
Regione: Emilia Romagna
#10
Prima cosa devi crearti una copia della cartella dei config in locale sul tuo pc, chiamandola come preferisci e posizionandola dove preferisci, ad esempio c:\MieiConfig
Poi crei un nuovo file di testo rinominandolo come preferisci, ma l'importante è che abbia estensione .bat, ad esempio lancio_config.bat
Editando il file, cioé facendo tasto destro modifica, inserisci la riga:

subst q: c:\MieiConfig

salvi e poi provi a lanciare il file .bat
così facendo, in risorse del computer vedrai creato un nuovo disco q: di rete (in questo caso virtuale, ma per Windows è indifferente) e ProE caricherà le configurazioni come se tu fossi in rete.

Uniche due avvertenze sono:
1) devi ricordarti in caso di aggiornamenti delle configurazioni su server di aggiornare anche la tua copia locale
2) non mettere in esecuzione automatica il file .bat o comunque non lanciarlo quando sei in ufficio perché in quel caso non vedresti il disco q: reale, avendo entrambi la stessa lettera.
 

Fabietto

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Pro/e
Regione: Veneto
#11
Grazie 1000 mitch. funziona alla grande.

Hai anche qualche dritta nel caso le righe del config non riportino l'indicazione di un disco specifico, ma facciano riferimento ad un percorso es \\server1\magazzino ecc. ecc.

Sai, non tutti i pc hanno connesso le cartelle del server con lo stesso nome, e quindi in alcuni casi risulta semplice scrivere la riga di config con \\server1\ecc...