• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Come trattare le tubazioni non standard?

Professione: Capo commessa
Software: Inventor, Autocad, carta e penna
Regione: Friuli
#1
Salve a tutti!
Devo realizzare un sistema di tubazioni in acciaio di grosso diametro (indicativamente DN600) con le seguenti tipologie di componenti:
componenti standard:
- flange
- tubi
componenti realizzati a misura:
- curve
- sezioni convergenti e divergenti
Questo perché lo spazio a disposizione è molto risicato e il percorso è abbastanza tortuoso.

Ho provato a dare un'occhiata veloce alle funzionalità relative al piping di Inventor 2008, che non ho mai usato finora. Da quello che ho capito, si definisce un percorso che quindi viene "popolato" dai componenti che costituiscono la linea. Il problema è che questi componenti sono standard, in quanto vengono presi dalle librerie. Io invece avrei bisogno di inserire componenti personalizzati...
E' possibile in qualche modo trarre qualche beneficio dalle funzionalità di piping di Inventor in questo caso? O è meglio trattare questi tubi come delle parti standard?
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#2
Che tipo di componenti non standard devi usare?
Comunque, potrebbe essere vantaggioso usare il Generatore Telai, dove usi il tuo schizzo di traiettoria condotte, come scheletro telaio ...
 
Professione: Capo commessa
Software: Inventor, Autocad, carta e penna
Regione: Friuli
#3
Grazie per la risposta!
Mi pare una buona idea, faccio subito una prova.
Spero solo che il generatore di telai non sia troppo legato alle librerie...
I componenti non standard sono curve e sezioni convergenti o divergenti.
 

Peppe

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: inventor
Regione: Emilia Romagna
#4
Puoi sempre crearti tu una curva da mettere nel C.C. con le dimensioni che ti servono o che hai gia utilizzato in passato, poi di volta in volta puoi sempre aggiungere misure.
 

diegus

Utente Standard
Professione: cad specialist
Software: Inventor, CatiaV5R18, ShowcasePRO, Autocad Mechanical, Fusion 360, Inventor Publisher
Regione: Campania
#5
guarda che nel modulo piping hia la possibilità di utilizzare tubature personalizzate a patto che tu ti sia prima creato la tua libreria di parti (tubi, racoordi, flange etc.) e poi l'abbia pubblicata con l'apposito strumento (vedi immagine):
 

Allegati

Professione: Capo commessa
Software: Inventor, Autocad, carta e penna
Regione: Friuli
#6
Premetto che non ho ancora avuto modo di provare le varie soluzioni...
Però se una curva la uso solo una volta, secondo me è poco sensata inserirla nel centro contenuti, anche perché le probabilità che la possa riusare in futuro sono praticamente pari a 0.
Comuque l'unica cosa da fare è provare.
 

GiGa

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Mechanical, Inventor, 3DS Max
Regione: Roma
#7
Mi inserisco nella discussione anche se non ho il Professional, quindi non ho idea di come si usi il modulo Piping/Tubing...
Ultimamente mi capita di dover sviluppare impianti con tubazioni da 300 a 1500 mm di diametro costruite secondo gli standard del cliente che definiscono materiali e lamiere, forma, flangiature, forature ed altri parametri in funzione del tipo di impianto e delle dimensioni della tubazione stessa.
Visto che spesso le singole parti sono specifiche dell'impianto, mi sono creato delle parti standard che tramite iLogic vengono adattate in funzione dei parametri che inserisco... ogni singola parte viene poi salvata nella cartella del progetto.
Non dovendo inserire viterie e/o parti dal C.C., posso tranquillamente lavorare anche da casa copiando semplicemente la cartella dei files senza dover fare ogni volta un Pack&Go.
Ovviamente se mi capita di poter riutilizzare una parte già definita per un altro impianto, la copio (come file) e la inserisco nell'assieme.
Certo non sarà il modo più ortodosso di lavorare con Inventor, le sue librerie, il C.C. etc. ma, una volta definita la parte standard con iLogic (e non è proprio banale, lo ammetto), si va via come "schegge" a "popolare" l'assieme (seguendo o meno un unifilare di riferimento)...
Il prossimo passo sarà quello di definire delle iParts, ma con iLogic devo capire come possono funzionare...
Passo definitivo, riuscire a "popolare" l'assieme in modo (almeno) semi-automatico (della serie, non ho il Professional, me lo faccio da solo :biggrin:)... ma qui la questione si fa parecchio dura (sempre che sia possibile, anche se ho già qualche idea)...
 

Allegati