Come disegnare Utensile per legno

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#21
Grazie del vostro aiuto ma di sto passo tra un mese forse ho finito (sono un po duro di testa forse) ma non ho cosi tanto tempo, il cliente mi ucciderebbe, meglio che lascio stare continuo a farli fare fuori come ho fatto fino ad ora

scusate x la perdita di tempo
Ma non capisco una cosa: tu questi utensili li costruisci su disegni forniti da altri o li vendi da catalogo e ti hanno chiesto un utensile speciale?
Perchè se usi SWX per il tuo lavoro e non hai tempo di impararlo bene da solo, allora urge un corso.
 

malpella

Utente Junior
Professione: Utensili PCD
Software: AutoCad e SolidWorks
Regione: Emilia Romagna
#22
Grazie del vostro aiuto ma di sto passo tra un mese forse ho finito (sono un po duro di testa forse) ma non ho cosi tanto tempo, il cliente mi ucciderebbe, meglio che lascio stare continuo a farli fare fuori come ho fatto fino ad ora

scusate x la perdita di tempo
mi "quoto" da solo, dopo un momento di "depressione" ho voluto continuare il risultato lo allego.
che ne dite?? un po meglio?

Comunque anche io mi chiamo Mike e non faccio lavori di tornitura ecc.. io produco utensili in diamante per lavorazione legno, per questo quando mi dite di pensare come si creano io ho un po di difficcoltà io uso altre macchine CNC
(io studio gole, assialità ecc. poi i miei tornitori pensano a realizzarmi il "corpo" poi io gli saldo il diamante e lo lavoro su macchine a elettroerosione)

principalmente SW mi serve x portare delle presentazioni al cliente di come voglio fare l'utensile e anche da dare ai miei fornitori per realizzarmi il corpo come lo voglio io

grazie
 

Allegati

Mike1967

Moderatore CAM
Staff Forum
Professione: Pane e lamiera
Software: Solidworks 2016 sp 5 X 2017 sp 0
Regione: Lombardia, Varese-Canton Ticino, Svizzera
#23
Bè. Mike, stai dimostrando a te stesso che con applicazione e pratica, tutto
è sormontabile, cose che la momento di paiono difficilissime, fra qualche gg
saranno all' odine del giorno.
Continua così. :finger:
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#24
mi "quoto" da solo, dopo un momento di "depressione" ho voluto continuare il risultato lo allego.
che ne dite?? un po meglio?
Quoto Mike1976 e mi complimento con te per avere resistito alla tentazione di buttare il PC nel cassone dei trucioli :smile:

Ho guardato il file e, a parte il netto migliramento per avere almeno dimezzato il numero di feature e di sketch. Un'osservazione: io farei subito lo "spicchio" a 45° poi aggiungerei le lavorazioni che srvono per creare le sedi dei coltelli in quei 22,5°. Alla fine di tutto lo ripeti 8 volte e ti ritrovi con un corpo solido unico, senza dover fare l'abbinamento.

Mi sembra che tu faccia lo sketch principale ancora troppo complesso. con delle quote piuttosto strane, come quel 4,685 o quel 106,004 :eek:, che se li legge il tuo fresaore secondo me ti corre dietro col bareno più grosso che ha :rolleyes: Oltretutto ci sono quote evidentemente messa tanto per vincolare lo sketch ma non hanno senso, come appunto quella inclinata da 106,004. Spero tu non stia usando la quotatura automatica... nel caso dimenticatela

Definire come fai tu tutta la geometria della fresa nel primo sketch potrebbe anche andare, ma mi sembra un retaggio di autocad e del disegno 2d. Io suddividerei un po' con sketch più semplici.

Una curiosità, ho visto che l'angolo di taglio dei due coltelli non è uguale; rispetto al raggio fresa uno è 8,79° e l'altro 10,51°. I numeri son strani (da rincorsa col bareno in mano :smile:) e secondo me c'è qualcosa che non quadra.

Infine la questione delle estrusioni lungo la linea a 30°: l'importante è che tu sia ben consapevole che le geometrie che ottieni sul solido, nelle sezioni perpendicolari alla direzione di taglio sono diverse da quelle che hai tracciato nello schizzo di riferimento sul piano frontale. Ad esempio le due facce per la sede del coltello non sono ortogonali ma risultano inclinate tra loro di 91.555768°... altro valore da inseguimento col bareno
Se vuoi ottenere le sezioni corrette il piano nel quale tracci la geometria dei tagli a 30° deve essere perpendicolare alla linea a 30°, e a quel punto le estrusioni non hanno nemmeno più bisogno di una direzione da indicare.

ciao
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#26
Ciao a tutti
Tanti Auguri di buon Natale e un gran 2011 !!!!!!!!!!!!!

Altrettanto a te!

Adesso però vogliamo sapere com'è andata a finire la storia di questa benedetta fresa, altrimenti non c'è più gusto a fornire qualche dritta... :rolleyes:
 
Professione: Progettista
Software: solid works
Regione: Marche
#27
Ciao, sono un progettista delle marche anche io dovrei iniziare a disegnare queste frese, punte in PCD per la lavorazione del legno in solid works.. è lo strumento per voi adatto? io ho visto che è molto intuitivo. Secondo voi ci sono delle limitazioni per creare questi utensili in modo parametrico?
 

Allegati

malpella

Utente Junior
Professione: Utensili PCD
Software: AutoCad e SolidWorks
Regione: Emilia Romagna
#28
Ciao, sono un progettista delle marche anche io dovrei iniziare a disegnare queste frese, punte in PCD per la lavorazione del legno in solid works.. è lo strumento per voi adatto? io ho visto che è molto intuitivo. Secondo voi ci sono delle limitazioni per creare questi utensili in modo parametrico?
mmmm vediamo se indovino ... non sarai mica parente di un certo Orlando ... ?
e la ditta Mi....tech ... ?? in provincia di MC??
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#29

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#30
Ciao, sono un progettista delle marche anche io dovrei iniziare a disegnare queste frese, punte in PCD per la lavorazione del legno in solid works.. è lo strumento per voi adatto? io ho visto che è molto intuitivo. Secondo voi ci sono delle limitazioni per creare questi utensili in modo parametrico?
IMHO limitazioni non ce ne sono.

Piuttosto mi chiedo se podellare con quel tipo di dettaglio sia la maniera corretta. I profili della fresa finita derivano dal movimento combinato di rotazione/traslazione di frese o mole diversamente sagomate che profilano il corpo dell'utensile. Se penso ad esempio ad una fresa a candela in metallo duro con taglienti elicoidale, spoglie e scarichi m'immagino il risultato finale com una programmazione relativamente semplice sul CN che genera superfici magari complesse.
QUando si rimodellano al CAD l'oeratore al cam poi come si deve regolare per fare il percorso utensile, dal momento che le superfici sono il risultato della sottrazione in continuo di un solido dentro un'altro?
 

bagaroz

Utente Junior
Professione: utensiliere??
Software: CAD affilatrici
Regione: piemonte
#31
Buongiorno a tutti,
lavoro da poco in una piccola azienda che produce frese in HSS e metallo duro. Quando ho chiesto che CAD usassero si sono quasi messi a ridere, a loro parere è molto più semplice partire dal disegno 2D con i parametri base (mordenti, spoglie, nuclei, eliche etc) poi lavorare direttamente sul simulatore del CNC della macchina, che ti permette di impostare gli stessi parametri delle affilatrici e in più fornisce un output tridimensionale di quello che si ottiene.
Sono loro che usano un metodo strano o è una "prassi"? Per le frese a disco, che realizzano fresando dei dischi non ho ancora visto cosa fanno, ma CAD sono sicuro non ne abbiano.

Per curiosità ho provato a guardare i vari file postati e si tratta davvero di un lavoro molto complesso da realizzare
 

malpella

Utente Junior
Professione: Utensili PCD
Software: AutoCad e SolidWorks
Regione: Emilia Romagna
#32
Buongiorno a tutti,
lavoro da poco in una piccola azienda che produce frese in HSS e metallo duro. Quando ho chiesto che CAD usassero si sono quasi messi a ridere, a loro parere è molto più semplice partire dal disegno 2D con i parametri base (mordenti, spoglie, nuclei, eliche etc) poi lavorare direttamente sul simulatore del CNC della macchina, che ti permette di impostare gli stessi parametri delle affilatrici e in più fornisce un output tridimensionale di quello che si ottiene.
Sono loro che usano un metodo strano o è una "prassi"? Per le frese a disco, che realizzano fresando dei dischi non ho ancora visto cosa fanno, ma CAD sono sicuro non ne abbiano.

Per curiosità ho provato a guardare i vari file postati e si tratta davvero di un lavoro molto complesso da realizzare
per le frese in metallo duro che affilatrice usate? Schneeberger, Walter, Anca, ecc... ?
io ho usato per anni una schneeberger Gemini e posso dirti che hanno ragione loro è molto + semplice usare il simulatore della macchina visto che calcola il tutto calcolando già il tipo di mola impostata, basta solo modificare i parametri degli scarichi, gola, angoli, ecc... e lei ti mostra come viene ed eventuali errori
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#33
Ma "partire dal disegno 2d" intendi carta e penna? Perché se non è così, vedi che CAD non è sinonimo di 3d...il 2d fatto al computer è cad a tutti gli effetti, perché è un Disegno Assisito dal Calcolatore.

Per il resto, non conosco le peculiarità del lavoro, ma il cad 3d si usa dove c'è n'è la necessità, se non è necessario sarebbe un errore usarlo.
Il concetto molto diffuso del "al giorno d'oggi solo i fessi disegnano in 2d, vista la potenza del 3d", è totalmente sbagliato.
 

bagaroz

Utente Junior
Professione: utensiliere??
Software: CAD affilatrici
Regione: piemonte
#34
Diciamo che usano AutocadLT 2002, con dei blocchi standard predefiniti. In pratica si da giusto un'idea schematica del tipo di utensile e si riportano i diversi parametri che non vanno però a modificare il disegno nella sua forma. Per prodotti speciali si eseguono sempre su Autocad dei disegni più esplicativi di profili o sezioni particolari, a volte ottenuti solo dopo aver effettuato la simulazione (che non permette di esportare nulla, al limite si può salvare la schermata come immagine)

@Malpella: abbiamo macchine di tutti e tre le marche, una sola Schneeberger abbastanza vecchia usata per lo più per lavori "grossolani", Walter e Anca ne abbiamo diverse. Le Walter garantiscono forse i risultati migliori però il software Anca è più intuitivo (è quello che per ora sto imparando ad usare per primo). Per i prossimi acquisti so che andranno a vedere anche una Rollomatic GrindSmart. Tu con cosa ti trovavi meglio?
 

malpella

Utente Junior
Professione: Utensili PCD
Software: AutoCad e SolidWorks
Regione: Emilia Romagna
#35
Diciamo che usano AutocadLT 2002, con dei blocchi standard predefiniti. In pratica si da giusto un'idea schematica del tipo di utensile e si riportano i diversi parametri che non vanno però a modificare il disegno nella sua forma. Per prodotti speciali si eseguono sempre su Autocad dei disegni più esplicativi di profili o sezioni particolari, a volte ottenuti solo dopo aver effettuato la simulazione (che non permette di esportare nulla, al limite si può salvare la schermata come immagine)

@Malpella: abbiamo macchine di tutti e tre le marche, una sola Schneeberger abbastanza vecchia usata per lo più per lavori "grossolani", Walter e Anca ne abbiamo diverse. Le Walter garantiscono forse i risultati migliori però il software Anca è più intuitivo (è quello che per ora sto imparando ad usare per primo). Per i prossimi acquisti so che andranno a vedere anche una Rollomatic GrindSmart. Tu con cosa ti trovavi meglio?
io sono stato sempre "innamorato" della shneeberger la utilizzavo per fare utensili per legno: punte in HM, coltellini sagomati, affilature punte foratrici ecc.. ma conosco anche Walter e anca due grandissime macchine (la walter forse un po scarsa come assistenza tecnica)
ma dal punto degli utensili è una bella gara direi che sono tutte e 3 sullo stesso livello
 
Professione: Progettista
Software: solid works
Regione: Marche
#36
ciao sono luca, studio e in parte durante la settimana lavoro un un azienda come la tua, produzione utensili per legno nel'inter maceratese. sono due anni che ho iniziato dedicando una parte alla settimana a solid. vedendo il tuo disegno posso darti dei consigli molto utili dato che ci ho sbattuto la testa parecchio.

1 fare il corso di solid è fondamentale, solo dopo averlo fatto me ne sono accorto, vedendo alcuni tuoi schizzi molto complicati potrei dirti che il corso ti semplifica un sacco di cose.

2 occhio sempre al cam, magari nel tuo disegno fai un sacco di raccordi che poi con il cam non riesci a riprodurre

3 devi sempre cercare un modo per regolare angolo di attacco angolo mordente assialità ecc ecc in modo da poter modificare i parametri quando vuoi.

se ti posso essere di aiuto fammi sapere
ciao ciao
 

malpella

Utente Junior
Professione: Utensili PCD
Software: AutoCad e SolidWorks
Regione: Emilia Romagna
#37
ciao sono luca, studio e in parte durante la settimana lavoro un un azienda come la tua, produzione utensili per legno nel'inter maceratese. sono due anni che ho iniziato dedicando una parte alla settimana a solid. vedendo il tuo disegno posso darti dei consigli molto utili dato che ci ho sbattuto la testa parecchio.

1 fare il corso di solid è fondamentale, solo dopo averlo fatto me ne sono accorto, vedendo alcuni tuoi schizzi molto complicati potrei dirti che il corso ti semplifica un sacco di cose.

2 occhio sempre al cam, magari nel tuo disegno fai un sacco di raccordi che poi con il cam non riesci a riprodurre

3 devi sempre cercare un modo per regolare angolo di attacco angolo mordente assialità ecc ecc in modo da poter modificare i parametri quando vuoi.

se ti posso essere di aiuto fammi sapere
ciao ciao
per caso lavori alla Microtech??