• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Comando "sposta da riquadro"

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#1
cosa mi sono perso finora a non conoscere questo comando, e' potentissimo! :)

Praticamente traccio una finestra di elementi da spostare: gli elementi interamente compresi dentro la finestra (parti o gruppi) vengono spostati, invece quelli parzialmente compresi vengono stirati.

Esempio: in un colpo solo posso allungare una colonna, spostando la flangia e le viti di estremita', e stirando il tubolare. E' un comando che velocizza veramente il lavoro, pubblico questo post a beneficio di chi non lo conoscesse...
 

Allegati

Dirotec

Utente Standard
Professione: Tiro righe intermittenti e curve ondulate
Software: Me10,OSD,Autocad
Regione: San Pietroni Street
#2
cosa mi sono perso finora a non conoscere questo comando, e' potentissimo! :)

Praticamente traccio una finestra di elementi da spostare: gli elementi interamente compresi dentro la finestra (parti o gruppi) vengono spostati, invece quelli parzialmente compresi vengono stirati.

Esempio: in un colpo solo posso allungare una colonna, spostando la flangia e le viti di estremita', e stirando il tubolare. E' un comando che velocizza veramente il lavoro, pubblico questo post a beneficio di chi non lo conoscesse...
Bastava che chiedessi .............roba vecchia quella un comandino da niente, lo consumato io.......:redface:
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#5
Provo a spiegare. Il comando è completamente irrispettoso della struttura dei gruppi. Immagina di avere un sottogruppo, se lo sposti selezionando la struttura, ti si sposta la sua immagine nel tuo gruppo, con il comando finestra ti si spostano tutti i componenti che si sposteranno anche nei gruppi condivisi. Prova a vedere come reagisce il MM. Certo che se lavori con u pkg..... :)
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#6
Provo a spiegare. Il comando è completamente irrispettoso della struttura dei gruppi. Immagina di avere un sottogruppo, se lo sposti selezionando la struttura, ti si sposta la sua immagine nel tuo gruppo, con il comando finestra ti si spostano tutti i componenti che si sposteranno anche nei gruppi condivisi. Prova a vedere come reagisce il MM. Certo che se lavori con u pkg..... :)
In realta' se il gruppo e' interamente compreso nella finestra viene spostato a livello della sua terna di riferimento, vale a dire che le istanze condivise fuori dal riquadro non vengono toccate (forse il comando e' stato perfezionato rispetto al passato).

Se invece la finestra ne include solo alcuni componenti, se sono sotto PDM mi viene vietata la modifica nel caso il gruppo non sia riservato. Se invece il gruppo e' riservato o lavoro fuori dal pdm non saprei, non ho provato.
 

Kaji

Utente Standard
Professione: Disegnatore CAD e progettista meccanico
Software: PTC Modeling 19.0 PE2 CdM, poco Inventor e Documenta
Regione: Emilia Romagna
#8
Anche a me funziona benissimo e lo uso spesso, gli unici problemi possono esserci quando ci sono parti condivise orientate in modo opposto rispetto alla direzione di deformazione e quando una parte contiene al suo interno un contenitore, invece dovrebbe funzionare bene se la parte fine è legata ad una parte stock.
Attenzione però che, almeno fino alla versione 17, la funzione sposta da riquadro viene inbita quando è attiva una configurazione.
 

Polymar

Utente Standard
Professione: CAD/CAM/CAE Senior Engineer
Software: ZW3D, SWX, ThinkDesign, Autodesk Moldflow
Regione: ER
#9
Mi associo a quanto detto da Cacciatorino, ho appena provato questo comando su un assieme sm e la modifica che volevo apportare è stata eseguita in un fulmine. Del resto quanto riportato nell'help è decisamente esplicito: "Quando si sposta una faccia, la geometria ad essa collegata si estende in modo da aumentare o ridurre le dimensioni della parte. Se si selezionano gruppi o parti intere da spostare con la faccia, le parti verranno riposizionate." Questo SolidDesigner comincia a piacermi davvero molto ;)
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#10
Questo SolidDesigner comincia a piacermi davvero molto ;)
Io invece lo sopporto sempre meno: da quando mi tocca usarlo ho avuto un calo verticale di produttivita' e un inversamente proporzionale aumento dei mal di fegato..... :mad:
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#14
Descrivi, spesso condividere risolve (almeno in parte) il problema.
Non so da dove cominciare, e' che e' un continuo susseguirsi di piccoli intoppi... Non so neanche se e' colpa del cad o del pdm, o della gestione dell'SDSITE troppo complicata, fatto sta che da quando uso CoCreate passo il 30% del tempo a risolvere problemini vari o a guardare la rotella che gira, mentre quando usavo Solid Edge o Solidworks il tempo di lavoro era tempo di lavoro e non tempo di manutenzione. Sinceramente oggi sono un po' scoraggiato, sara' colpa delle scadenze dei progetti troppo vicine che non so se riusciro' a rispettare per colpa di questa mina vagante di cad che si ferma troppo facilmente....
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#15
Non so da dove cominciare, e' che e' un continuo susseguirsi di piccoli intoppi... Non so neanche se e' colpa del cad o del pdm, o della gestione dell'SDSITE troppo complicata, fatto sta che da quando uso CoCreate passo il 30% del tempo a risolvere problemini vari o a guardare la rotella che gira, mentre quando usavo Solid Edge o Solidworks il tempo di lavoro era tempo di lavoro e non tempo di manutenzione. Sinceramente oggi sono un po' scoraggiato, sara' colpa delle scadenze dei progetti troppo vicine che non so se riusciro' a rispettare per colpa di questa mina vagante di cad che si ferma troppo facilmente....
Ma non sarebbe meglio lavorare "off-line" e poi inserire i progetti dal cliente, ho l'impressione che la gestione della coneessione al PDM sia, di fatto, inefficace.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#16
Ma non sarebbe meglio lavorare "off-line" e poi inserire i progetti dal cliente, ho l'impressione che la gestione della coneessione al PDM sia, di fatto, inefficace.
No, questo non e' possibile in quanto devo continuamente accedere al database per interrogazioni o riutilizzo di parti di libreria.

P.S. spiego meglio:

Il problema e' che il database di Model Manager e' criptato. Quando lavoro con solid Edge, ho replicata sul mio server la cartella dei file di libreria, che sono semplici file di parte. Essendo visibili in chiaro sul file system, non ho bisogno di interrogare il server SQL per sapere che la parte "Vite TECI M8x16" corrisponde al file d:/CoCreate/File_Storage/Xwtr34/ASQ3W/POKRTE/45LKIPE.sdp.
Con Solid Edge o Solidworks semplicemente la prendo dalla cartella d:/libreria/viti/viti_TCEI/ e la trascino nel cad.
 

Polymar

Utente Standard
Professione: CAD/CAM/CAE Senior Engineer
Software: ZW3D, SWX, ThinkDesign, Autodesk Moldflow
Regione: ER
#17
Non vorrei apparire troppo di parte, ma ancora una volta concordo col Presidente. Io lavoro su una unica postazione cad, quindi non utilizzo MM, e senza esagerare utilizzando OSD direi di aver quasi raddoppiato la produttività. Abbandonando il parametrico, passo meno tempo ad editare quote e impostare legami padre-figlio con tutto il discorso delle dipendenze che ne consegue, spostando/sostituendo un componente in un assieme non mi cade tutto, e piano piano sto scoprendo diversi comandi che in ProE manco li sognavo. Tutto dipende da quello che si deve realizzare ovviamente, per quanto riguardo la mia attuale attività senza dubbio posso affermare che OSD è 100% adatto alle mie esigenze. Poi generando lo sviluppo in formato .mi, si interfaccia ovviamente alla perfezione con TruTops, e anche questo è un altro vantaggio. L'unico aspetto che ancora mi appare oscuro, è come associare i parametri (parlando alla ProE) ad ogni singola parte/assieme. Nel cartiglio vedere posizione/nome/quantità è spesso insufficiente, e per personalizzare alcune caratteristiche di OSD occorre buttarsi a capofitto sul Lisp. Quasi come se dicessero "ok, vuoi personalizzare i tuoi progetti? da solo non ce la puoi fare, rivolgiti a una ditta che ti faccia consulenza ...", ma questo atteggiamento ha pure decretato la fine di EiT, e comunque adesso non rimane altro che arrangiarsi e approfondire alcune tematiche da autodidatta, altrimenti qui è un esborso monetario senza fine :)
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#18
Quasi come se dicessero "ok, vuoi personalizzare i tuoi progetti? da solo non ce la puoi fare, rivolgiti a una ditta che ti faccia consulenza ...", ma questo atteggiamento ha pure decretato la fine di EiT, e comunque adesso non rimane altro che arrangiarsi e approfondire alcune tematiche da autodidatta, altrimenti qui è un esborso monetario senza fine :)
Hai centrato l'argomento. Finche' ti adatti ad un utilizzo di base, ossia di tecnigrafo 3d, OSD va benissimo (si fa per dire). Appena provi ad andare nella direzione della design automation iniziano i dolori: tutte le cose per cui con OSD devi pagare un programmatore, come per esempio realizzare un cartiglio autocompilante o un layout di tabella elenco parti, con gli altri sistemi sono alla portata dell'utente comune.

Sinceramente doversi mettere ad editare i file lisp per qualunque minima personalizzazione, con il rischio che se sbagli a mettere una virgola oppure se usi notepad invece che notepad++ poi non parte piu' niente, mi sembra un retaggio di un mondo UNIX che ormai non ha piu' diritto di cittadinanza.
 

Polymar

Utente Standard
Professione: CAD/CAM/CAE Senior Engineer
Software: ZW3D, SWX, ThinkDesign, Autodesk Moldflow
Regione: ER
#19
Cacciatorino, concordo al 1000% con quanto hai detto, è inoltre risaputo che la sintassi Lisp non è delle più facili da gestire, oggi il 99% dei cad (anzi diciamo tutti tranne OSD), caricano dll di sistema che puoi scrivere in qualsiasi linguaggio di programmazione, tipicamente il VC++. Nemmeno un pazzo utilizzerebbe OSD per design automation, come diceva Callaghan "ogni uomo deve conoscere i propri limiti" ... ;) Quanto al discorso del db criptato, direi che "criptare" piace alle menti geniali di PTC, forse perché ricorda la criptonite e li fa sentire dei supermen :) Ai tempi di intralink, i file erano memorizzati in chiaro nel ws client, dopo con wc tutto è stato criptato, con massiccio uso di javascript+html+sql sapientemente mixati. Questa è la tendenza contagiosa, non meravigliarti se a breve anche sw e se cripteranno tutto. Sono tutti d'accordo, e al marketing non si comanda. Basta vendere.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#20
Quanto al discorso del db criptato, direi che "criptare" piace alle menti geniali di PTC, forse perché ricorda la criptonite e li fa sentire dei supermen :) Ai tempi di intralink, i file erano memorizzati in chiaro nel ws client, dopo con wc tutto è stato criptato, con massiccio uso di javascript+html+sql sapientemente mixati. Questa è la tendenza contagiosa, non meravigliarti se a breve anche sw e se cripteranno tutto. Sono tutti d'accordo, e al marketing non si comanda. Basta vendere.
Io non la vedo cosi'. Il DB criptato e' una metodologia di lavoro da grandi aziende, fatta apposta per evitare che i progettisti rubino i progetti copiandoli su chiavetta o simili. PTC e OSD vengono da un mondo antico in cui questi sistemi erano usati solo dalle grosse corporation in cui l'utilizzo dei pdm basati su sequel era la norma, infatti hanno dei sistemi di salvataggio dei dati che senza pdm diventano difficilmente gestibili.

I prodotti moderni basati su windows invece salvano su file-system e continueranno a farlo, perche' nascono per piccole aziende in cui se gli parli di database criptato vieni immediatamente accompagnato alla porta.