che 3D scegliere?

Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
Questo e' interessante, sarebbe un cad manager? quindi una specie di pdm all'antica, con checkin/out, ricerca codici, etc?

Su che server gira? Con Solid Edge anche danno qualcosa di gratuito, ma che gira su Sharepoint che mi pare sia un soft della MS a pagamento.
Non è un PDM all'antica... è Teamcenter.
Esatto... fa:
- Check-in/out implicito ed esplicito
- Codifica
- Query
Gira su Oracle oppure MS-SQL
 

ShareMind

Utente Junior
Professione: Distributore
Software: Rhinoceros, MoI, Maxwell, VisualMill, SprutCAM, DeskProto, T-Flex, SimLab, modo,Quidam,Aspire,VCarve
Regione: Lazio
Io avevo risposto in merito a t-flex, esponendo le perplessità che ebbi quando lo provai a suo tempo, perplessità che non ebbero nessuna risposta dal rivenditore che allora rappresentava qui su cad3d t-flex.

COme ti ha detto Cacciatorino hai avuto (e l'hai ancora) la possibilità di mostrare come funziona t-flex e perchè non è vero, come io sostengo, che ad esempio lo sketcher e la gestione dei vincoli sia un delirio.
Non sei intervenuto in merito alle osservazioni fatte sulle immagini di quell'elica. Perchè?

Ah, perciso che io del cad, del mio cad, me ne fotto e non mi sento membro di nessuna grande famiglia col logo sula maglietta! Lo uso per parte del mio lavoro che è ben più stimolante che modellare a schermo un oggetto. L'ho scelto più di dieci anni fa provandone diversi e la fregola da sfide di modellazione mi è passata da un po'.
Quando progetto qualcosa penso a quello che dovrò poi realizzare e non con quale cad lo faccio, quindi ti prego di non provarci nemmeno a mettermi nella categoria dei rivenditori...
Qui i rivenditori che hanno provato a fare giochetti per aumentare la visibilità dei loro prodotti a scapito degli utenti (leggi prendendoli per il culo) in passato (e se servirà anche in futuro) quando è stato necessario hanno preso sonore legnate nei denti e adesso viaggiano a semolino :smile:

Vedo che usi anche altri cad che sono trattati su cad3d e utilizzati da molti (Rhino ad esempio): perchè non provi a fornire il tuo contributo alla comunità alla quale ti sei iscritto andando a dare una mano agli utenti che chiedono aiuto o consigli su procedure e metodologie di lavoro varie?
Per quanto riguarda lo sketcher, o qualsiasi altra cosa riguardi T-Flex, mi fa molto piacere se provi interesse, e non ho alcun problema ad organizzare una microsessione remota con Teamviewer. Credo che sia il metodo più rapido per farsi un'idea, piuttosto che scrivere decine di post su un forum. Puoi scrivermi un messaggio personale ed organizziamo la cosa. Il mio indirizzo e-mail è pm@sharemind.eu.
L'esempio dell'elica postato aveva lo scopo di esemplificare un caso in cui un approccio 2D ad un problema può rivelarsi vantaggioso. Ho utilizzato un esempio molto datato, poichè l'obiettivo era discutere di un approccio, non un particolare modello. I commenti e il loro tono li devi aver letti anche tu.
Su tali basi non mi interessa molto stare a discutere. Come ripeto, se a qualcuno interessa farsi un'idea sulle caratteristiche e il posizionamento di un prodotto, prima lo esamina, poi ne parla. Quando succede il contrario, c'è qualcosa che non funziona.

Si, conosco discretamente Rhinoceros. Lo uso dal 1993. Sono andato ad incontrare Bob McNeel ad Orlando nel 1994. Sono stato il primo rivenditore a venderlo in Italia. Ho tradotto per McNeel la prima versione italiana (3.0), inclusa l'interfaccia, il manuale e gli aiuti in linea. Il mio nome è nella seconda pagina del manuale cartaceo, se possiedi la 3.0. Ho tradotto anche T-Flex, SprutCAM, VisualMill, MoI, Aspire, DeskProto, tutti i prodotti AIST, SimLab, ProtoWizard, Ventura Publisher, qualche sofware di microscopi elettronici e apparecchi a raggi X, svariate applicazioni di controllo di processo per Olivetti, Fiat, Philips, Samsung, Bosch, diversi software CAM e DNC per Roland, CharlyRobot, TecnoIsel e JD e dalla versione 2.11 di MS DOS sino a Windows for Workgroup per MicroSoft. Forse potrei anche essere utile a qualcuno. Non ho molto tempo, ma ho scritto qualche post in altri thread, nei quali non ho riscontrato, come in questo, un atteggiamento altrettanto ostile. Quindi può darsi che continuerò a scriverci. Vedremo.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
Per quanto riguarda lo sketcher, o qualsiasi altra cosa riguardi T-Flex, mi fa molto piacere se provi interesse, e non ho alcun problema ad organizzare una microsessione remota con Teamviewer. Credo che sia il metodo più rapido per farsi un'idea, piuttosto che scrivere decine di post su un forum. Puoi scrivermi un messaggio personale ed organizziamo la cosa. Il mio indirizzo e-mail è pm@sharemind.eu.
L'esempio dell'elica postato aveva lo scopo di esemplificare un caso in cui un approccio 2D ad un problema può rivelarsi vantaggioso. Ho utilizzato un esempio molto datato, poichè l'obiettivo era discutere di un approccio, non un particolare modello. I commenti e il loro tono li devi aver letti anche tu.
Su tali basi non mi interessa molto stare a discutere. Come ripeto, se a qualcuno interessa farsi un'idea sulle caratteristiche e il posizionamento di un prodotto, prima lo esamina, poi ne parla. Quando succede il contrario, c'è qualcosa che non funziona.
Ti chiedo scusa ma ti devo una critica. Scrivere decine di post ruba tempo a tutti, ma lascia una traccia di un confronto utile alla comunity.
Ovvio che se qualcuno ti legge ed è interessato a Tflex ti contatta in pvt e vi fate la vostra trattativa, ma in questo caso c'è una discussione aperta a tutti gli utenti e sarebbe utile continuare qui il confronto tra i vari strumenti.
Non trovi che sia un po' sterile continuare la discussione in pvt tra te e il cliente? A questo punto anzichè un forum mettiamo un sito di annunci. Trovo che questa tua strategia sia molto più commerciale di quella di maxopus e inizio a capire perché il suo intervento ti ha così infastidito....
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
Potrei proporre uno spezzone di un impianto gia' realizzato oppure se è troppo, prenderei il filtro postato in precedenza per iniziare.
Pretendi di fartelo modellare sotto gli occhi, così vedi le tempistiche reali di realizzazione e le difficoltà dello strumento.
Se ti modello il filtro ti posso dire che ci ho messo 2 ore con estrema semplicità e magari ce ne ho messe 20 facendo i salti mortali.
Vedere per credere!
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Non trovi che sia un po' sterile continuare la discussione in pvt tra te e il cliente? A questo punto anzichè un forum mettiamo un sito di annunci. Trovo che questa tua strategia sia molto più commerciale di quella di maxopus e inizio a capire perché il suo intervento ti ha così infastidito....
Sono d'accordo....
 
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
Si, conosco discretamente Rhinoceros. Lo uso dal 1993. Sono andato ad incontrare Bob McNeel ad Orlando nel 1994. Sono stato il primo rivenditore a venderlo in Italia. Ho tradotto per McNeel la prima versione italiana (3.0), inclusa l'interfaccia, il manuale e gli aiuti in linea. Il mio nome è nella seconda pagina del manuale cartaceo, se possiedi la 3.0. Ho tradotto anche T-Flex, SprutCAM, VisualMill, MoI, Aspire, DeskProto, tutti i prodotti AIST, SimLab, ProtoWizard, Ventura Publisher, qualche sofware di microscopi elettronici e apparecchi a raggi X, svariate applicazioni di controllo di processo per Olivetti, Fiat, Philips, Samsung, Bosch, diversi software CAM e DNC per Roland, CharlyRobot, TecnoIsel e JD e dalla versione 2.11 di MS DOS sino a Windows for Workgroup per MicroSoft. Forse potrei anche essere utile a qualcuno. Non ho molto tempo, ma ho scritto qualche post in altri thread, nei quali non ho riscontrato, come in questo, un atteggiamento altrettanto ostile. Quindi può darsi che continuerò a scriverci. Vedremo.
Sai, Sharemind...
Ecco l'errore tipico di quelli che pensano di sapere tutto (tanto? tutto? vabbè...)...
Io uso CAD dal 1985.
Ma sai cosa dico quando qualcuno mi chiede la mia esperienza?
... ho modellato/progettato Robot Antropomorfi e a Portale... ho supportato la modellazione di Motori aereonautici (GE90)... Ho modellato di tutto... dai riduttori, alle macchine automatiche, alle armi, alle teste motori, ad un basamento di un V12, al bruciatore di una caldaia industriale, alle bielle, ai collettori di aspirazione e scarico dei JTD 16v e 20v, al cassonetto di aspirazione del 3.2 V6 JTS, a realizzare il primo vero e funzionante modello parametrico di una porta di auto... ho gestito l'engine Bay layout della 940... Ho vinto e perso (visto che li ho fatti...) tutti i maggiori benchmark degli ultimi 15 anni nel CAD.
... il fatto che per fare questo mi sia imparato e diventato master su Autocad V2, Cadam, Catia V3, Euclid3, Megavision, Euclid Quantum, Strim100, ICEM, Pro/E, NX, Division... fa parte del mio lavoro, di sicuro non è la parte principale... Non sono il N.1 perchè conosco i CAD, ma perchè so come un PLM va implementato in una azienda manifatturiera.
Se chiedono a me, insieme ad altri 4/5 nel mondo, il futuro di NX non è perchè io so/sapevo usare 10 CAD... è perchè sono COME vanno usati e so quello di cui le aziende presumibilmente avranno bisogno negli anni a venire.

Ecco l'errore (ovviamente IMHO): io sono come Marcof, non come te e luini... (e mi dico... per fortuna)

Luini... :smile: Quando lui "collaborava" con PTC io ero in PTC... Vabbè... va... lasciamo stare... non è un caso che quelle figure professionali non esistano più... sostituite da chi sa veramente come si applicano le soluzioni alle aziende.

vabbè, dai... da oggi avremo tutti più "paura" di T-Flex, visto il tuo curriculum... :finger:
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
Per quanto riguarda lo sketcher, o qualsiasi altra cosa riguardi T-Flex, mi fa molto piacere se provi interesse, e non ho alcun problema ad organizzare una microsessione remota con Teamviewer. Credo che sia il metodo più rapido per farsi un'idea, piuttosto che scrivere decine di post su un forum. Puoi scrivermi un messaggio personale ed organizziamo la cosa.
Ti hanno già risposto in merito a questo, ma ci tengo anche io a farti notare che proporre contatti privati in un forum pubblico, dove si dovrebbero condividere/scambiare esperienze e conoscenze, per di più gratia et amore Dei, è proprio l'antitesi dello scopo di questi forum.
 

Enzolog

Utente Junior
Professione: INDESCRIVIBILE
Software: SOLIDWORKS 2012
Regione: WORLD
:biggrin:
Pretendi di fartelo modellare sotto gli occhi, così vedi le tempistiche reali di realizzazione e le difficoltà dello strumento.
Se ti modello il filtro ti posso dire che ci ho messo 2 ore con estrema semplicità e magari ce ne ho messe 20 facendo i salti mortali.
Vedere per credere!
Speravo in un video anche di pochi minuti :redface:
Vabbè lo posto ugualmente non si sa mai.
Mi scuso in anticipo per la grezzaggine del file :biggrin:
 

Allegati

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
:biggrin:

Speravo in un video anche di pochi minuti :redface:
Vabbè lo posto ugualmente non si sa mai.
Mi scuso in anticipo per la grezzaggine del file :biggrin:
In particolare cosa vorresti vedere di quel filtro? Vuoi vedere come modellarlo? Servirebbe qualche ora e un video del genere verrebbe a pesare parecchio, non credo si riesca a caricarlo sul sito.
 

RS4

Utente Standard
Professione: Progettista CAD/CAM
Software: CATIA V5, DELMIA, CATIA V4, PRO/E, Enovia LCA, Team Center, Vericut, Renishaw OMV/PowerINSPECT
Regione: puglia
:biggrin:

Speravo in un video anche di pochi minuti :redface:
Vabbè lo posto ugualmente non si sa mai.
Mi scuso in anticipo per la grezzaggine del file :biggrin:
Buon giorno a tutti

vi sto seguendo da un po di giorni

Enzo a mio avviso parliamo di piegature e sviluppi di tramoggia e tagli vari con Pro\e vai di lusso e non solo riesci farci anche molto ma molto altro ancora che non immagini neanche..

pro\e è il top ed il capostipide del parametrico, devi solo vedere ed informarti i costi delle licenze Sheet Metal

paragone cad ProE = Catia= NX

gli altri sono in coda avendo lo stesso prezzo di Pro\e

in poche parole qualità prezzo Pro\e secondo me è ottimo

io uso Catia da 7 anni ma ho usato anche Pro/e in precedenza ed io li ho sempre equiparati come software dello stesso calibro... la differenza dove sta !!!! nel prezzo che Catia costa di piu perche utilizzato dai big dell'aerospace ed automotive

saluti

RS4
 

Enzolog

Utente Junior
Professione: INDESCRIVIBILE
Software: SOLIDWORKS 2012
Regione: WORLD
In particolare cosa vorresti vedere di quel filtro? Vuoi vedere come modellarlo? Servirebbe qualche ora e un video del genere verrebbe a pesare parecchio, non credo si riesca a caricarlo sul sito.
Questa è stata la mia modellazione in AutoCAD, la faccio per verificare le eventuali interferenze ma è da pazzi, in quanto lavorerei al contrario purtroppo.
Quello che mi piacerebbe vedere è l'estrazione dei dxf dopo la modellazione.
Cioè io mi creo i vari pezzi (saprei come modellarli con tutti i software tranne Pro-E ma non credo sarebbe un problema per me), mi creo l'assembly, poi vado nell'albero, seleziono la singola parte e posso dire "stirami il pezzo in piano" ed esportami il dxf con i dati di piega?
Sono io che poi salvo i files in una cartella o devo dargli una codifica per far si che il programma la riconosca per potermi ordinare i files in automatico?
Mi piacerebbe molto vedere tutto cio'.
 

Allegati

tartufon80

Moderatore
Staff Forum
Professione: Volevo fare il tecnico....
Software: Solidworks 2016 SP5, Creo 2.0+PDMLink 10.1 (ricordi)
Regione: Abruzzo
Veramente per quanto riguarda le vendite di T-Flex stai facendo tutto da solo... Senza sapere nè a chi, nè quanti ne vendo.
Più che io, mi pare siate voi a prendervela, forse perchè il mercato vi scappa di mano. Le cose cambiano. Una volta Microsystem vendeva Cimatron con 120 dipendenti. Ora è quasi scomparso. Una volta tenevo conferenze al Politecnico su Pro-E con il Professor Claudio Luini, forse quando tu e Maxopus avevate i pantaloni corti. Ma ho sempre pensato che i prodotti si alternano, e ne emergono con migliore rapporto prezzo-prestazioni o nuove qualità.
E quello che mi interessa sono le opinioni che esprimono i miei clienti durante le dimostrazioni, piuttosto che le tue affettuose considerazioni.

Non contatto nessuno in PVT perchè non sono qui per questo motivo. Non considero, come qualcuno ha affermato, luoghi come questo come occasioni di fare marketing. Non lo faccio neppure nel forum del mio sito, nel quale semmai mi limito a suggerire i prodotti più economici che possono risolvere una problematica. L'atteggiamento che qui si riscontra, e che qualifica le persone come te e chi lo adotta, è che a chiunque - qualsiasi esigenza esprima - vengono suggeriti, spesso da moderatori che dovrebbero esprimere la massima imparzialità, i prodotti con i quali lavorano con la stessa disinvoltura con la quale vengono denigrati tutti gli altri. Non si denota alcun interesse verso soluzioni emergenti o alternative - guai . Evidentemente detraggono qualcosa. Vantaggi economici? Potere della conoscenza? Poco cambia.
Ma questo penso lo possano capire bene tutti. Per cui, se volete continuare a coalizzarvi verso chiunque esprima voci diverse dalle vostre, fate pure. Tutta buona pubblicità che vi fate.
Ciao!

Premessa: è da poco che ho iniziato a fare interventi nel forum, pur seguendolo da circa due anni. Non ho pregiudizi nei confronti di nessuno, tanto meno nei tuoi (anche perché non ti conosco).

La mia non vuole essere una difesa, ma solo un punto di vista.

Utilizzo Pro/E ora, e da quando seguo il forum ho risolto tanti problemi ed ho chiarito molti dubbi, grazie a gente che pazientemente decide di dare gratuitamente una mano. Questi aiuti li ho ricevuti da chi, espressamente, vende il prodotto in questione (vedi OZZY), ma anche da chi è un semplice utilizzatore di questo software, tra cui Maxopus. Non lo conosco, ma ritengo che il suo aver investito in questo prodotto e la passione per il lavoro che svolge lo porta ad enfatizzarne le qualità (che secondo me comunque ci sono); ti dico questo perché capita anche a me tra colleghi. Ed il punto è proprio questo: qui si è tra persone che svolgono lo stesso lavoro, ed è normale che se io chiedo a qualcuno consigli su un software piuttosto che su un altro ognuno mi parlerà del programma che usa e di cui conosce vita morte e miracoli (a maggior ragione se ha anche dei termini di paragone).

Io sono d'accordo con te quando dici che il mercato si evolve, ed il tempo dirà in futuro se Pro/E sarà destinato a perire.
Dico soltanto che sono poche le discussioni che ho letto, in cui Maxopus non partecipa attivamente e con esito positivo.

Forse te la sei presa un pò troppo!


Saluti e buon lavoro!
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
Questa è stata la mia modellazione in AutoCAD, la faccio per verificare le eventuali interferenze ma è da pazzi, in quanto lavorerei al contrario purtroppo.
Quello che mi piacerebbe vedere è l'estrazione dei dxf dopo la modellazione.
Cioè io mi creo i vari pezzi (saprei come modellarli con tutti i software tranne Pro-E ma non credo sarebbe un problema per me), mi creo l'assembly, poi vado nell'albero, seleziono la singola parte e posso dire "stirami il pezzo in piano" ed esportami il dxf con i dati di piega?
Sono io che poi salvo i files in una cartella o devo dargli una codifica per far si che il programma la riconosca per potermi ordinare i files in automatico?
Mi piacerebbe molto vedere tutto cio'.
Enzo ,
forse non ti è chiaro ma ti era già stato detto, provo a rispiegartelo, la procedura è questa:
1-Modelli i pezzi in 3d (con qualsiasi cad di quelli citati)
2-Fai l'assemblato verifichi tutto ciò che vuoi, interferenze, pesi,baricentri,ecc,ecc
3-Fai le tavole costruttive dei modelli 3d e degli assiemi di montaggio, voglio ricordarti che questa fase è diciamo automatica, nel senso che la messa in tavola è uno specchio del tuo modello o assieme 3d, quindi è solo questione mettere una vista padre e su questa generarti le tue proiezioni chiaramente automatiche non devi disegnarti nulla.
Quoti e dettagli i maniera automatica,semiautomatica o manuale a dipendenza del sw.
4-A questo punto se al cliente serve esporti la messa in tavola nei seguenti canonici formati: dxf,dwg,pdf,tiff,hpgl, come vuoi..

PS: il punto 2-3 può essere anche invertito, puoi svilupparti già in contemporanea le tavole qualora lo volessi.

Spero di essere stato chiaro.


Per la demo.. come ti ha detto re, è chiaro che a modellare quel filtro li ci vuole un attimo, non si fa proprio in 5 minuti, ma per quanto mi pare di capire, se si usasse una demo più o meno corporate di un qualsiasi dei cad citati andrebbe già sufficentemente bene per farti capire il procedimento.
Saluti
 

Enzolog

Utente Junior
Professione: INDESCRIVIBILE
Software: SOLIDWORKS 2012
Regione: WORLD
Enzo ,
forse non ti è chiaro ma ti era già stato detto, provo a rispiegartelo, la procedura è questa:
1-Modelli i pezzi in 3d (con qualsiasi cad di quelli citati)
2-Fai l'assemblato verifichi tutto ciò che vuoi, interferenze, pesi,baricentri,ecc,ecc
3-Fai le tavole costruttive dei modelli 3d e degli assiemi di montaggio, voglio ricordarti che questa fase è diciamo automatica, nel senso che la messa in tavola è uno specchio del tuo modello o assieme 3d, quindi è solo questione mettere una vista padre e su questa generarti le tue proiezioni chiaramente automatiche non devi disegnarti nulla.
Quoti e dettagli i maniera automatica,semiautomatica o manuale a dipendenza del sw.
4-A questo punto se al cliente serve esporti la messa in tavola nei seguenti canonici formati: dxf,dwg,pdf,tiff,hpgl, come vuoi..

PS: il punto 2-3 può essere anche invertito, puoi svilupparti già in contemporanea le tavole qualora lo volessi.

Spero di essere stato chiaro.


Per la demo.. come ti ha detto re, è chiaro che a modellare quel filtro li ci vuole un attimo, non si fa proprio in 5 minuti, ma per quanto mi pare di capire, se si usasse una demo più o meno corporate di un qualsiasi dei cad citati andrebbe già sufficentemente bene per farti capire il procedimento.
Saluti
Ciao Ozzy, scusami se ti sto facendo ripetere 2 volte il procedimento ma voglio dirti questo:
I punti 1-2-3 non sono un problema, li avevo già capiti in precedenza,
mentre sul punto 4 hai frainteso, in quanto so benissimo che una tavola la puoi esportare in vari formati, compreso il DXF, ma siccome noi progettiamo e costruiamo, mi serve il DXF del singolo pezzo pulito da quote, scritte, enti doppi, già pronto per il taglio laser che noi stessi facciamo,non so se sono stato chiaro.
Se volete posso postare il tridimensionale in formato DWG se puo' essere convertito.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
Ciao Ozzy, scusami se ti sto facendo ripetere 2 volte il procedimento ma voglio dirti questo:
I punti 1-2-3 non sono un problema, li avevo già capiti in precedenza,
mentre sul punto 4 hai frainteso, in quanto so benissimo che una tavola la puoi esportare in vari formati, compreso il DXF, ma siccome noi progettiamo e costruiamo, mi serve il DXF del singolo pezzo pulito da quote, scritte, enti doppi, già pronto per il taglio laser che noi stessi facciamo,non so se sono stato chiaro.
Se volete posso postare il tridimensionale in formato DWG se puo' essere convertito.
Ma no è tutto chiaro, il procedimento è lo stesso non cambia una cippa come si dice da queste parti.
come hai il singolo pezzo quotato con tutte le note, lo puoi avere anche senza nulla usando semplicemente dei template o inserendolo in un secondo foglio, di procedure ce n'è una marea per automatizzare il tutto.

Alla fine è sempre un esportazione ma per usare un linguaggio autocaddiano a layer spenti.. :)
 

Enzolog

Utente Junior
Professione: INDESCRIVIBILE
Software: SOLIDWORKS 2012
Regione: WORLD
Ma no è tutto chiaro, il procedimento è lo stesso non cambia una cippa come si dice da queste parti.
come hai il singolo pezzo quotato con tutte le note, lo puoi avere anche senza nulla usando semplicemente dei template o inserendolo in un secondo foglio, di procedure ce n'è una marea per automatizzare il tutto.

Alla fine è sempre un esportazione ma per usare un linguaggio autocaddiano a layer spenti.. :)
Me no male va, credevo ti stessi scocciando :finger:
Sto capendo sempre piu' il meccanismo comunque, anche perchè il mio problema non è la modellazione (certo con Autocad è macchinosa a dir poco), ma la marea di pezzi che devo gestire i quali ora mi fanno letteralmente sudare...
Immagina che per quell'impianto, tanto per iniziare, ho avuto bisogno di 4 filtri cosi ma di dimensioni diverse (cioe' manco un pezzo uguale tra i 4 nemmeno le gambe ; ; ), 2 silos di stoccaggio, una MAREA di tramogge, una MAREA di tubazioni (aspirazione e Trasporto), ventilatori, spietratori, bilance, coclee, nastri trasportatori, struttura di sostegno a 3 piani...
insomma quel filtro sara' un ventesimo minimo di tutta la commessa.
 
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
Ma no è tutto chiaro, il procedimento è lo stesso non cambia una cippa come si dice da queste parti.
come hai il singolo pezzo quotato con tutte le note, lo puoi avere anche senza nulla usando semplicemente dei template o inserendolo in un secondo foglio, di procedure ce n'è una marea per automatizzare il tutto.

Alla fine è sempre un esportazione ma per usare un linguaggio autocaddiano a layer spenti.. :)
ecco... se uno si mette un PDM potrebbe far si che il DXF venga generato al momento del rilascio.
Se non c'è un PDM, si potrebbe pensare a qualche strumento "batch" (NX, per esempio, può generare i DXF in automatico, se questi sono depositati in una directory)
 
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
Me no male va, credevo ti stessi scocciando :finger:
Sto capendo sempre piu' il meccanismo comunque, anche perchè il mio problema non è la modellazione (certo con Autocad è macchinosa a dir poco), ma la marea di pezzi che devo gestire i quali ora mi fanno letteralmente sudare...
Immagina che per quell'impianto, tanto per iniziare, ho avuto bisogno di 4 filtri cosi ma di dimensioni diverse (cioe' manco un pezzo uguale tra i 4 nemmeno le gambe ; ; ), 2 silos di stoccaggio, una MAREA di tramogge, una MAREA di tubazioni (aspirazione e Trasporto), ventilatori, spietratori, bilance, coclee, nastri trasportatori, struttura di sostegno a 3 piani...
insomma quel filtro sara' un ventesimo minimo di tutta la commessa.
Con i sistemi CAD "moderni" un approccio conveniente è quello di usare l'approccio Multi-body.
NX e SWX lo possono fare.