Catia V5 Composit Design

Ragsta

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Catia V4 & V5
Regione: lazio
#1
Salve

Sono un nuovo utente del portale CAD3d:biggrin:
Sono disperato :frown::frown: perche' non trovo manuali di catia v5 sul modulo composit design.

inoltre avete per caso dei consigli su manuali cartacei e/o siti

Grazie
 

Ragsta

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Catia V4 & V5
Regione: lazio
#2
Niente.....

invece manuali e/o costi di Fibersim? :frown::frown:

Dovrebbe essere una applicazione per vari CAD.

Vi prego comincio a pensare a disperare....

PS
C'e' qualcuno che lavora semmai con FEA sui compositi??:36_1_4:
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#3
Salve

Sono un nuovo utente del portale CAD3d:biggrin:
Sono disperato :frown::frown: perche' non trovo manuali di catia v5 sul modulo composit design.

inoltre avete per caso dei consigli su manuali cartacei e/o siti

Grazie
Allora invece del manuale hai la guida in linea (che è fatta bene). Comincia da quella. In rete o in libreria non c'è nulla.
ciao (non perderti d'animo, smanetta in continuazione:smile:)
 

francesco.lupoli

Utente poco attivo
Professione: Progettazione - R&D
Software: Catia, Solid Edge, Ansys, Abaqus
Regione: Lombardia
#4
Ciao,
se usi il catia V5, avrai ben scoperto che il tool di analisi FEM, non è molto attendibile.
Se devi lavorare con i materiali compositi e le strutture sandwich, i software di analisi FEM lineari non sono adatti. Per le analisi non lineari, ti consiglio Abaqus o meglio Abaqus for Catia; oppure il sempre classico Ansys (ma è graficamente più ostico).
Se cerchi guide sul Catia, ti consiglio di visitare i siti www.schroff.com - www.cadcim.com (tutti in inglese)
www.catiav5.net (opera monumentale in ITALIANO)
www.hanser.de/cad (in tedesco)
www.video-tutorials.net/vtn/ - www.catia-pro.co.uk/ (validissimi video tutorial)

Per i componenti in composito molto semplici mi aiuto sempre con COMPRO (www.compositepro.com) si è rilevato minimale, veloce ed attendibile.

buon lavoro
 

Ragsta

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Catia V4 & V5
Regione: lazio
#5
Ciao,
se usi il catia V5, avrai ben scoperto che il tool di analisi FEM, non è molto attendibile.
Se devi lavorare con i materiali compositi e le strutture sandwich, i software di analisi FEM lineari non sono adatti. Per le analisi non lineari, ti consiglio Abaqus o meglio Abaqus for Catia; oppure il sempre classico Ansys (ma è graficamente più ostico).
Per i componenti in composito molto semplici mi aiuto sempre con COMPRO (www.compositepro.com) si è rilevato minimale, veloce ed attendibile.

buon lavoro
Grazie

Infatti mi stavo avvicinando ad Abaqus for Catia (decisamente difficile da trovare)
A questo punto però ci sono 2 problemi che spero tu possa chiarirmi:
1) la composizione del laminato la devo fare con Catia e poi esportare oppure faccio il solido con catia e la laminazione la faccio con abaqus prima dell'analisi FEM?
2) Stavo vedendo compositepro Questa settimana lo provo, il programma completo dove lo posso trovare solo dal loro sito?

Grazie per le delucidazioni.
 

francesco.lupoli

Utente poco attivo
Professione: Progettazione - R&D
Software: Catia, Solid Edge, Ansys, Abaqus
Regione: Lombardia
#6
Ciao,
lo spessore delle singole lamine e l'orientamento le decidi in Abaqus for Catia con l'icona Layup in Composite, a modello completato.
Ricordati di modificare prima il materiale, modificando ad esempio uno esistente Al, rendendolo non più isotropo.
Se decidi di usare l'Abaqus for Catia, ti consiglio vivamente di acquistare il libro : "Abaqus for Catia V5 Tutorial - AFC V2.5" di Zamani ed. SDC.

Scusa la curiosità, cosa devi progettare?
 

Ragsta

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Catia V4 & V5
Regione: lazio
#7
Ciao,
lo spessore delle singole lamine e l'orientamento le decidi in Abaqus for Catia con l'icona Layup in Composite, a modello completato.
Ricordati di modificare prima il materiale, modificando ad esempio uno esistente Al, rendendolo non più isotropo.
Se decidi di usare l'Abaqus for Catia, ti consiglio vivamente di acquistare il libro : "Abaqus for Catia V5 Tutorial - AFC V2.5" di Zamani ed. SDC.

Scusa la curiosità, cosa devi progettare?

Grazie

Stiamo progettando una bici da corsa in carbonio...anche se io sono quello più pessimista.:confused:
Tu hai esperienze nel campo compositi?

Se si mi saresti veramente di aiuto.

Ciao
 

francesco.lupoli

Utente poco attivo
Professione: Progettazione - R&D
Software: Catia, Solid Edge, Ansys, Abaqus
Regione: Lombardia
#8
Si ho un po' di esperienza...ma siete attrezzati per la costruzione o usate dei kit fatti in casa? Non essere pessimista, tutto si può fare, solo che come inizio è sicuramente molto articolato. Se avete già un disegno in 3D, posso suggerirti l'orientamento e le sezioni dei "tubolari". E' comunque un bon esercizio didattico, ma dopo per costruirla vi consiglio di rivolgervi ad un esperto, ad esempio www.bercella.it realizza telai di bici e non solo... in carbonio, ma si trova a Parma.

buon divertimento
 

Ragsta

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Catia V4 & V5
Regione: lazio
#9
Si ho un po' di esperienza...ma siete attrezzati per la costruzione o usate dei kit fatti in casa? Non essere pessimista, tutto si può fare, solo che come inizio è sicuramente molto articolato. Se avete già un disegno in 3D, posso suggerirti l'orientamento e le sezioni dei "tubolari". E' comunque un bon esercizio didattico, ma dopo per costruirla vi consiglio di rivolgervi ad un esperto, ad esempio www.bercella.it realizza telai di bici e non solo... in carbonio, ma si trova a Parma.

buon divertimento

Il disegno lo sto' portando avanti io mentre per la parte realizzativa si sta' interessando un mio collega.
Ci stiamo appoggiando ad un artigiano in zona per la realizzazzione.
per quanto riguarda le sezioni dei tubolari avevo in mente di prendere i tubolari in alluminio (Columbus tubi) e poi convertire lo spessore in carbonio in quanto ho trovato alcune tabelle simil-comparative.(sempre per uno studio preliminare)
Per l'orientamento pensavo 0 -45 +45 90 oppure 0 -60 +60 90.

PS
ma abaqus for catia e' decisamente introvabile....

Ciao
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#10
oppure il sempre classico Ansys (ma è graficamente più ostico).
Come mai dici che Ansys è ostico graficamente. A me sembra molto user-friendly, anche graficamente. Molto meglio di altri FEM molto spartani e difficili da capire.
ciao
 

Ragsta

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Catia V4 & V5
Regione: lazio
#11
Come mai dici che Ansys è ostico graficamente. A me sembra molto user-friendly, anche graficamente. Molto meglio di altri FEM molto spartani e difficili da capire.
ciao
Ma ansys riesce a fare la laminazione e l'orientamento delle plies?
E inoltre considera che Disegno in Catia ed abaqus e' il modulo FEM della Dassault.:confused:
 

francesco.lupoli

Utente poco attivo
Professione: Progettazione - R&D
Software: Catia, Solid Edge, Ansys, Abaqus
Regione: Lombardia
#12
Mi riferivo all'Ansys Classico, la versione Worchbench è sicuramente molto più semplice, ma non permette di fare analisi non lineari.... che io sappia.
L'ansys classic permette di fare analisi sulle strutture in composito e sandwich, con ottimi risultati. Ti consiglio di "vedere" la simulazione su youtube, (la risoluzione è molto bassa) : http://www.youtube.com/watch?v=bE7mETrZHvU.

Sicuramente se sei abituato ad usare il Catia, l'ambiente Abaqus e ancor di più AFC 2.5 ti sembreranno familiari, ansys classic meno.

L'idea di base di partire dalle sezioni esistenti e già collaudate è buona, ma la columbus ha le sue tecnologie costruttive, i punti di giunzione fra le diverse sezioni sono difficili da realizzare bene e sono punti di discontinuità molto critici.

Riguardo all'orientamento dei diversi layers, il [0°,+/-60°]2n simmetrico (chiamato quasi isotropo "winding") ed il più classico [0°,90°,+/-45°] simmetrico (quasi isotropo) hanno comportamenti similari (Ex=Ey circa).

Avendo la possibilità di usare il prepreg, valuterei anche altri tipi di laminati nei punti di maggiore sollecitazione. Consiglio "I materiali compositi" di Caligiana-Cesari ed. Pitagora oppure il più datato "Mechanics Of Composite Materials"di R. Jones, ma ricco di informazioni.

Per semplificarvi la vita potreste anche dimensionare delle "giunzioni" in Anticorodal/Ergal o Avional, da incollare/incastrare alle sezioni tubolari lineari.
 

Ragsta

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: Catia V4 & V5
Regione: lazio
#14
L'idea di base di partire dalle sezioni esistenti e già collaudate è buona, ma la columbus ha le sue tecnologie costruttive, i punti di giunzione fra le diverse sezioni sono difficili da realizzare bene e sono punti di discontinuità molto critici.

Riguardo all'orientamento dei diversi layers, il [0°,+/-60°]2n simmetrico (chiamato quasi isotropo "winding") ed il più classico [0°,90°,+/-45°] simmetrico (quasi isotropo) hanno comportamenti similari (Ex=Ey circa).

Avendo la possibilità di usare il prepreg, valuterei anche altri tipi di laminati nei punti di maggiore sollecitazione.Consiglio "I materiali compositi" di Caligiana-Cesari ed. Pitagora oppure il più datato "Mechanics Of Composite Materials"di R. Jones, ma ricco di informazioni.

Per semplificarvi la vita potreste anche dimensionare delle "giunzioni" in Anticorodal/Ergal o Avional, da incollare/incastrare alle sezioni tubolari lineari.
Avevamo pensato inizialmente una soluzione Giunzioni in Ergal e tubi in carbonio preformati però eravamo spinti a tentare la strada del fullcarbon.
E stavo leggendo Fiberglass and Other Composite MaterialsHP1498 di Forbes Aird.

Solo che più vado avanti nel progetto più trovo problematiche rognose diciamo.
I libri che mi hai detto li ordinerò al più presto in ogni caso.

Le Giunzioni nei telai full carbon in realtà sono decisamente sovradimensionati nei tubi normalmente si utilizzano 10-12 layers mentre nelle giunzioni 20-22.(circa)
Tranne che nelle Pinarello Prince che si rompono sistematicamente a dispetto del prezzo e del nome.

Inolte la nostra direzione iniziale e cercare di fare un modello simile ad uno già esistente per poi provare ad evolvere con studio FEM e Stilistico.
Questo metodo (cinese) ci permette di provare a fare uno o 2 telai diciamo equivalenti ad uno in mercato e fare delle prove su strada comparative
che ci possono far capire dove migliorare....spero.

Una curiosità: da quanto tempo lavori con i compositi? (Complimenti per la chiarezza e soprattutto le fonti tecniche utilissime)
Una cosa che invece mi ha lasciato un pò interdetto è che parlando con i miei vecchi colleghi ingegneri dei materiali nessuno mi ha saputo dare informazioni chiare o libri come te.:biggrin::biggrin:

PS
Ti romperò un pò l'anima ma perdonami in anticipo