CATENA

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#21
Inoltre, NX non so se ce l'ha, ma SDW ha gli assiemi flessibili. Cioè, io genero un sottoassieme che si dovrà muovere, quindi gli lascio un grado di libertà ad esempio. Quando lo importo nell'assieme generale, questo si posizionerà come nell'ultimo salvataggio fatto, ma se gli dico che è flessibile, potrà muoversi (in real time trascinandolo con il mouse) e il resto dell'assieme lo seguirà. E' molto simile al repositioning, ma molto più elastico e gestibile.
Ciao Kakisan, anche Catia ha gli assiemi flessibili. Ti ricordi...il tuo primo amore:)
Sarebbe interessante, visto che hai usato tutti e tre, fare anche una comparazione tra Catia, NX e SW?
ciao
 

linus57

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: UGS NX8.5
Regione: Lombardia
#22
BuonGiorno A tutti,
Scusate l'intromissione,
una domanda a Kakisan:
potresti per favore dirmi lo stand dove siete ...presentate una macchina..
domani mattina sono in fiera e passo a visitarVi
magari non siete nel mio giro standard.
Grazie.
Pace e bene:)
_linus57:)
 

UGoverALL

Guest
#23
Ciao,
scusa il ritardo, ma domani inizia la BIMU e abbiamo avuto un bel po' di lavoro sulla macchina della fiera (la cui testa è realizzata completamente in UG, è quella la cui tavola ci metteva una vita ad aggiornarsi).
Comunque per quel che riguarda le configurazioni potremmo dibattere per qualche bel thread...
Mettiamola così:
io devo creare il mio bel basamento, con pattini a rulli, soffietti, ripari telescopici, catene portacavi e quantaltro...
Fin qua tutto semplice, ma se volessi vedere più posizioni, durante la progettazione vedere gli spostamenti dei vari componenti che toi ho elencato (anche solo 3 posizioni) è molto utile per verificare interferenze, problemi di curvature dei cavi, raggiungimento dei target di corsa, valutazioni delle fattibilità dei vari particolari.
In NX (procedura certificata da tecnici UG sicuramente validi, sia a parere mio che tuo) si dovevano creare i componenti, opportunamente parametrizzati, posizionarli nelle varie configurazioni e creare gli alt_rep.
Ciò cosa comportava: avere più file da aggiornare, perchè l'associatività poteva andare in vacca o perchè, come nel caso di parti, il software creava la copia esatta, con tutto l'albero. Pesantezza sul server (c'erano 3 o più file dello stesso codice).
Fatto questo, creare l'assieme con i tre arrangement, importare particolari e corrispettivi alt_rep e accenderli o spegnerli in funzione delle configurazioni in cui si andavano ad utilizzare. In NX5 ad esempio era stato fatto un passo avanti con la possibilità di gestire le mating condition negli arrangement, ma sempre con unsuppress/suppress, e mai con un'equazione (da come mi era stato detto e da come ho anche io constatato).
In SDW cosa fai, modelli il tuo particolare e crei le sue configurazioni all'interno del file stesso, magari tramite una tabella dati excel. Valuti le posizioni che assume e la validi alla fine. Il tutto generando un unico file, quindi sistema molto più leggero. Quando hai tutti i componenti a posto li importi nell'assieme, all'interno del quale generi le tue configurazioni, ed assegni ad ogni componente la configurazione opportuna nella configurazioni di assieme scelta.
E' un po' difficile da capire se non lo si prova, ma il tempo di studio e messa in opera è sicuramente inferiore della metà rispetto ad NX.
Inoltre, NX non so se ce l'ha, ma SDW ha gli assiemi flessibili. Cioè, io genero un sottoassieme che si dovrà muovere, quindi gli lascio un grado di libertà ad esempio. Quando lo importo nell'assieme generale, questo si posizionerà come nell'ultimo salvataggio fatto, ma se gli dico che è flessibile, potrà muoversi (in real time trascinandolo con il mouse) e il resto dell'assieme lo seguirà. E' molto simile al repositioning, ma molto più elastico e gestibile.
Per rispondere alla domanda di Cubalibre riguardo alla possibilità di modellazione di UG, secondo me UG è veramente molto più elastico quando si tratta di superfici e solidi in generale (SDW è più rigido), però come gestione assiemi è motlo più limitato. E' il software perfetto per chi ha superfici libere, stampisti ad esempio..ma per chi fa macchine utensili ci sono prodotti nettamente superiori.
E poi c'è sempre la questione del costo (SDW completo costa come una MACH1, che sinceramente non ha dentro molto).
Purtroppo non ho visto NX6, però il direct modelling tanto acclamato avvalora la mia tesi, UG vuole andare verso il mercato dei designer/stiler (si scrive così?)...non certo verso il mercato dei produttori di macchinari.
Beppe...spero di essere stato esauriente, passa in BIMU a vedere la macchina e non mi attaccare più che tanto nella risposta.
Buona serata.
Gianluca
Dai Gianlu... :)
attaccarti? tu sei onesto intellettualmente, quindi per me è un piacere discutere con te!
Purtroppo alla BIMU non verrò perchè sono negli stati uniti.

Sempre purtroppo non sono + capace di usare NX... me ne sono accorto stamattina...
Ho fatto un pò di prove con Dario su Arrangement etc.
In NX6 praticamente gli arrangement funzionano come tu dici funzionano le config di SWX... il problema sono, da quel che ho visto, le parti deformabili che non si riescono ad adattare automaticamente alle condizioni.

Miseria quanto sono arrugginito sul prodotto... :eek:

Sigh...

Comunque, su una cosa concordo con Gianluca: NX, purtroppo, nel campo del machinery non è allineato alla miglior concorrenza.
Abbiamo fatto passi in avanti (per esempio in NX6 c'è la possibilità di montare automaticamente le viti nei fori etc) ma, ho l'impressione che software come SW/SE abbiano un sacco di gadget che facilitano.

Invece sulla Synchronous Technology: No, per ora non è indirizzata allo stile. E' indirizzata alla gestione di parti meccaniche, proprio come quelle che fate voi.
Un pò come OSD.
 
Ultima modifica: