cartigli e tavole

cimaguy

Utente Standard
Professione: Operatore cad-cam
Software: Cimatron-E/IT Rhinoceros
Regione: Veneto
#21
Se voglio importare un foglio con un cartiglio gia' fatto e da questo creare un cartiglio in cimatron E si puo' fare cosi':
1) supponiamo di avere un dxf; lo importo attivando il flag "disegno" nella
maschera della conversione.
2)entrati nel file di disegno vedo il foglio appena convertito.

3)uso il comando "crea gruppo" dal menu' "gruppo" e creo una sorta di blocco.

4)ora faccio "gruppo" -"posiziona gruppo" e piazzo dentro ad un NUOVO foglio
il mio blocco
5) a questo punto uso il comado di creazione nuovo cartiglio e ci importo
con la freccetta gialla le entita' del foglio.

6) alla fine salvo il cartiglio ed esco dalla PORTICINA che vedo nella maschera di creazione

io ho fatto cosi'
Cimaguy
 

monster

Utente Standard
Professione: progettazione stampi
Software: dipende da quello che devo fare
Regione: veneto
#22
ringrazio mocca cima"ghei" e dallaz per le delucidazioni in merito GRAZIE MOLTE :finger:

un'altra cosa che mi piacerebbe fare con i file csv delle tabelle da importare nelle tavole solo che non ho molti approci con excele i file csv creati o convertiti che in effetti non rispecchiano il file originale di excel

in pratica se faccio una tabella con excel e poi la converto in csv
quando la importo con il comando distinta non viene fuori esattamente quello che voglio

consigli in merito?
 

monster

Utente Standard
Professione: progettazione stampi
Software: dipende da quello che devo fare
Regione: veneto
#23
per cimaguy nel tuo caso non funziona non si seleziona nulla e non si fa un gruppo


per dallaz forse nel tuo caso come hai scritto bisogna farlo per poi salvarlo come cartiglio nuovo ma dal punto 9 non si seleziona niente del foglio quanto attivi la famosa cartellina con la freccia

mi sembra ci sia una confusione grande

la maniera piu ovvia e' quella di mocca

certo mi sembra strano non si possano importare geometrie dal 2D
 

cimaguy

Utente Standard
Professione: Operatore cad-cam
Software: Cimatron-E/IT Rhinoceros
Regione: Veneto
#24
...quando entri nel disegno,prima di creare il gruppo,fai "attiva vista"perche'
il foglio e' dentro ad una vista.

Ad ogni modo sto preparando un video descrittivo;stasera te lo mando

ciao
 

monster

Utente Standard
Professione: progettazione stampi
Software: dipende da quello che devo fare
Regione: veneto
#25
hai ragione cima!!!!:redface: dai per il momento ho fatto le tavole :finger:
 

Mocca

Utente Standard
Professione: Baracchino
Software: Alcuni
Regione: Piemonte
#26
ringrazio mocca cima"ghei" e dallaz per le delucidazioni in merito GRAZIE MOLTE :finger:

un'altra cosa che mi piacerebbe fare con i file csv delle tabelle da importare nelle tavole solo che non ho molti approci con excele i file csv creati o convertiti che in effetti non rispecchiano il file originale di excel

in pratica se faccio una tabella con excel e poi la converto in csv
quando la importo con il comando distinta non viene fuori esattamente quello che voglio

consigli in merito?
Ciao monster.
Sono curioso: perchè hai una tabella fatta in Excel e la devi importare in Cimatron? E comunque qual'è l'anomalia che riscontri quando la importi?
Saluti
 

monster

Utente Standard
Professione: progettazione stampi
Software: dipende da quello che devo fare
Regione: veneto
#27
dunque...

quando si fa un progetto stampo di solito nella distinta viene fuori quello che in effetti e' lo stampo

a me serve anche una tabella per mettere le lunghezze degli estrattori e altre cose che fanno parte del disegno...lo so che posso fare le tabelle nuove con la distinta ma vorrei personalizzarle...tutto qua

visto che il file csv lo esporta cimatron e che lo puoi gestire in excel quando lo importi in effetti non ti fa l celle come da impostazione excel e salvato in csv :confused:
 

Mocca

Utente Standard
Professione: Baracchino
Software: Alcuni
Regione: Piemonte
#28
dunque...

quando si fa un progetto stampo di solito nella distinta viene fuori quello che in effetti e' lo stampo

a me serve anche una tabella per mettere le lunghezze degli estrattori e altre cose che fanno parte del disegno...lo so che posso fare le tabelle nuove con la distinta ma vorrei personalizzarle...tutto qua

visto che il file csv lo esporta cimatron e che lo puoi gestire in excel quando lo importi in effetti non ti fa l celle come da impostazione excel e salvato in csv :confused:
oK. Ho capito.
Proverò a fare quello che tu cerchi di fare per vedere se riesco. Posso nel frattempo darti un consiglio?
Anche io ho questo genere di problema cioè redigere una distinta stampo secondo uno standard del cliente, quindi quello che puo fare Cimatron non mi è utile; in questo caso ogni volta che creo o inserisco un oggetto 3D nello stampo (in assemblaggio) lo metto immediatamente in distinta in modo tale da non avere in futuro problemi di tipo e quantità avendo la mente "fresca" su quello che in quel momento sto facendo. Quando faccio uno stampo di 3-400 ore fare la distinta alla fine del progetto diventerebbe altrimenti un massacro con rischio di errore mentre con il metodo che adotto riesco sempre ad avere il progetto in corso d'opera allineato alla distinta.

Invece se ti può interessare per rilevare la lunghezza degli estrattori io ho un metodo piuttosto rapido che adotto anche con altri software:
1° mi creo un file a parte che comprende tutti gli estrattori
2° creao una nuova terna che abbia come z=0 il fondo dell'estrattore
3° creo a questo punto nel file "parte" un'etichetta sulla punta dell'estrattore, non importa se la "X" e la "Y" non sono precisi, quello che mi interessa e la "Z".
4° faccio una messa in tavola degli estrattori facendo apparire le etichette all'interno della quale evidenzierò solo la "Z". In questo modo non devi andare a rilevare tutte le lunghezza a mano con problemi di trascrizione delle quote. E' ovvio che se hai solo pochi estrattori questa attività non è conveniente mentre se hai già una decina di estrattori allora il lavoro ne vale la pena.
Spero di farti sapere i miei risultati presto.
Saluti
 

Mocca

Utente Standard
Professione: Baracchino
Software: Alcuni
Regione: Piemonte
#29
Scusa Monster ho dimenticato di dirti un pezzo.
Nel punto 4° precedente ti ho detto di far apparire le etichette. Se ti può interessare hai, all'interno dello stesso comando, la possibilità di far apparire la tabella con l'elenco delle etichette e quindi delle coordinate. E' più facile da farsi perchè molto intuitivo che spiegarlo come sto facendo adesso.
Saluti.
 

monster

Utente Standard
Professione: progettazione stampi
Software: dipende da quello che devo fare
Regione: veneto
#30
:eek: mocca vai piano non correre via!!! stai buono che domani mattina ho un'altra rogna da sbrigare che e' quella dello stampo con i raggi scaricati....
mi vien da piangere solo a pensare di far le chiusure doppie con file parte doppio uno fissa e uno per mobile con il 100% di fare CAPPELLE!!!

...OSSIGNORE!!!...:frown:
 

Mocca

Utente Standard
Professione: Baracchino
Software: Alcuni
Regione: Piemonte
#31
:eek: mocca vai piano non correre via!!! stai buono che domani mattina ho un'altra rogna da sbrigare che e' quella dello stampo con i raggi scaricati....
mi vien da piangere solo a pensare di far le chiusure doppie con file parte doppio uno fissa e uno per mobile con il 100% di fare CAPPELLE!!!

...OSSIGNORE!!!...:frown:
Su, su... la necessità aguzza l'ingegno. Non voglio traumatizzarti all'inizio della settimana ma se usi una certa procedura l'attività che dovrai fare risulterà relativamente semplice.
Premetto che per lo stampo NON uso, o meglio, non usavo il modulo specifico per gli stampisti ma utilizzavo una serie di operazioni che mi permettevano di avere lo stampo parametrico. Mi spiego:
1° creo il mio fuori figura
2° creo la pelle matrice+fuori figura (file "pelle matrice")
3° creo la pele punzone+ fuori figura (file "pelle punzone")
Le operazioni precedenti immagino tu sappia come realizzarle con la procedura "dividi"
4° creo un blocco per la matrice (file "matrice")
5° creo un blocco per il punzone (file "punzone")
6° al file "matrice" inserisco la "pelle matrice" che utilizzo per tagliare completamente il blocco
7° al file "punzone" inserisco la "pelle punzone" che utilizzo per tagliare completamente il blocco
8° creo un nuovo file "tallonaggi" con la forma TEORICA e SENZA RAGGI della sagoma dei talloni che mi serviranno.
9° Apro il file "matrice" ed inserisco al suo interno il file dei tallonaggi che mi serveranno per AGGIUNGERE materiale alla matrice (o togliere se sono negativi)
10° Apro il file "punzone" ed ed inserisco al suo interno il file dei tallonaggi che mi serveranno per TOGLIERE materiale al punzone (o aggiungere se sono positivi)
11° O sulla matrice o sul punzone, qualora i tallonaggi avessero una luce tra la parte matrice e la parte punzone, dai uno spessore
12° Crei i raggi sulla matrice con un valore e sul punzone con un'altro valore ottenenedo quello che dovevi fare.

Spero di non averti confuso maggiormente le idee ma considera che tutto ciò è parametrico e che ti troverai magari a modificare l'impostazione dello stampo senza "grossi" problemi ed abbastanza velocemente.
Buon lavoro.
Mocca
 

monster

Utente Standard
Professione: progettazione stampi
Software: dipende da quello che devo fare
Regione: veneto
#32
Su, su... la necessità aguzza l'ingegno
:cool: ...EHHHHH

Le operazioni precedenti immagino tu sappia come realizzarle con la procedura "dividi"
procedura di Q-split o procedura in solido con comando dividi?

mi ricordo che su cimit cera il comando dividi che ti permetteva di colorare le sup sup e inf del modello ....bah andro incerca di sta cosa se ce...


per il resto tutte le procedure che hai scritto le faccio anchio pero' dove lavoravo prima non siscaricavano i raggi quindi viaggiavo piu velocemente con q-split.....dovrò adattarmi anche se cmq secondo me e' una perdita di tempo
oppure meglio dire che non e' una perdita di tempo ma un miglioramento nell'esecuzione dello stampo in officina

per il resto le idee non me le hai confuse :wink:
 

monster

Utente Standard
Professione: progettazione stampi
Software: dipende da quello che devo fare
Regione: veneto
#33
per Mocca

ho seguito un po' la tua idea per il discorso delle etichette per la quotatura delle teste degli estrattori

1 bisogna fare un file parte altrimenti niente etichette
2 per le modifiche che si fa? se il file viene da esterno file assemblaggio?
3 tutto bene etichettare teste estrattori finche sono piani....:cool:
4 e quelli sagomati?? se sono 50 di cui circa 6 gruppi di diametro diverso?
che si fa...50 sistemi di riferimento per fare poi le etichette?
5 ma quando mi passa?
6 presento in officina una tabella con 50 quote?

occhio la mia e' solo una valutazione del sistema di lavoro

io mi domando... ma quei signori che fanno i "beta-tester" cosa fate? :bekle:
mettete uno schifo di comando che mi permetta di vedere una quota in Z rispetto ad un sistema di riferimento, fare un comandino che mi permetta di selezionare gli estrattori incriminati associargli una lettera per il gruppo e fare una bella tabellina con le letterine associate al gruppo con gli Z esatti e magari perche no cacciare in pianta le lettere del gruppi per identificare gli estrattori.....INVECE NO TUTTO A MANO!!!!!! PERDITA DI TEMPO...E POSSIBILITA DI SBAGLIARE AL 200% :mad:
 

Mocca

Utente Standard
Professione: Baracchino
Software: Alcuni
Regione: Piemonte
#34
Monster...al tempo....
Premetto che, come dici tu, ogniuno ha un proprio metodo di lavoro.
Detto ciò, per quanto riguarda gli estrattori e se vogliamo anche le fontane o pozzetti come vogliamo chiamarli) io ho un file parte per ogni gruppo di estrattori dello stesso tipo (file: estrattori Ø8; estrattori Ø12: ecc) e faccio una tabella per ogni gruppo di estrattori. E' vero che è una rottura di p...e inserire queste etichette ma per lo meno non devo andare a rilevare a mano la quota massima dell'estrattore e scriverla sempre a mano in una pseudo tabella. Poi c'è chi nell'assemblaggio inserisce ogni estrattore come singolo elemento quindi il mio metodo risulta eccessivamente macchinoso io invece ho preferito un'altra metodo che utilizzo tutt'ora e mi trovo bene.

Gli estrattori al 99 %, a meno che tu non faccia bacinelle, sono centinati quindi quando vado ad inserire le etichette vado a posizionarli a "stima" sul punto più alto della centina per identificarne l'altezza massima; la quaota che farò apparire sarà SOLO la Z che precedentemente avrò rinominato in H; le coordinate X ed Y NON le utilizzo; tuttalpiù nella messa in tavola in pianta quoto il loro posizionamento nel modo "classico".
Quando, nel 2D, estraggo le etichette mi faccio anche apparire la tabella specifica per ogni gruppo di estrattori e non trascrivo nulla a mano.
Hai ragione che MS dovrebbe migliorare questa attività ma la richiesta che tu avanzi personalmente la feci circa 4 anni fa e, non utilizzando piu Cimatron, vedo che ad oggi non è cambiato nulla.
Per le modifiche non ricordo se le etichette conservano la paremetricità ma a stima mi sembra di no! Quindi in caso di modifica dovresti elimiare l'etichetta modificata ed aggiungere la nuova; nel 2D rintavolare le etichette.
Salutammo