• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Cappa con curvatura - [argomento lamiere e collegati]

morpheus87jr

Utente Junior
Professione: Studente ing. meccanica
Software: Solidworks, Inventor, ProE, NX, Ansys
Regione: Piemonte/Friuli
#1
Ciao a tutti, visto che la mia esperienza con le lamiere si limita a quei 2 esercizi fatti al corso CSWA, sto cercando di fare un po' di pratica con un problema "casalingo".

Avendo smontato la cappa della cucina, e dovendola far modificare, mi sono messo a modellarla su SW.

Mi sono scontrato con alcune problematiche:

1- ho due parti (i fianchi per intenderci) che sono perfettamente uguali, cambia solamente la "direzione" dei risvolti del bordo (dovendo restare verso l'interno). Devo per forza creare due particolari distinti o è possibile gestire la cosa con due configurazioni dello stesso componente?

2- la parte frontale della cappa è curva (curva a raggio variabile) l'ho costruita rilevando i punti e creando una "curva per punti XYZ" che vado a convertire nello schizzo. Una volta creato il profilo, non mi è però possibile nè creare direttamente la lamiera, ne creare un solido e convertirlo successivamente per poi poter creare i "bordini" piegati per il fissaggio.
Come posso procedere?

Domanda di contorno: l'artigiano che deve rifare la parte anteriore mi ha detto "ghe pensi mi" ma... come si ricava una lamiera curva con un profilo a raggio variabile? Sempre per calandratura? E visto che proprio lungo il profilo curvo sono ricavati i bordi (piegati a 90°) su cui poi vengono rivettati i fianchi, come si piegano questi ultimi?

Allego una piccola immagine della parte anteriore (ottenuta come estrusione sottile), per rendere l'idea della curva. EDIT: è allo stato in cui mi sono bloccato, dunque non completa.

Ps: dimenticavo il materiale è rame di spessore 0.5 [mm]
 

Allegati

Ultima modifica:

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#2
ciao morpheuf, a livello pratico è molto più semplice se gli dai il pezzo di lamiera che poi lo costruisce lui. La curva a raggio variabile non è detto che lo sia realmente e comunque viene calandrata e i risvolti vengono piegati se è possibile altrimenti te li salderà con il tig e nessuno vedrà la saldatura.

Il destro e sinistro si gestiscono come componenti differenti o con configurazioni in funzione delle lavorazioni che si debbono fare. Per esempio la specchiatura di corpi lamiera non è consentito, mentre se inserisci il solido all'interno di una nuova parte puoi specchiarlo e fare altre modifiche.

Puoi fare le due configurazioni dove cambiano solo le direzioni delle linguette di piegatura e il corpo centrale è lo stesso, attivi e disattivi le feauture nelle configurazioni.

Mi è capitato personalmente di calandrare lamiere da 2 mm e ti dico che basta poco per ottenere una buona "imitazione" dell'originale... poi un colpo di martello, una molata, una lucidata ed è meglio di quella originale.
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#3
Ciao a tutti, visto che la mia esperienza con le lamiere si limita a quei 2 esercizi fatti al corso CSWA, sto cercando di fare un po' di pratica con un problema "casalingo".

Avendo smontato la cappa della cucina, e dovendola far modificare, mi sono messo a modellarla su SW.

Mi sono scontrato con alcune problematiche:

1- ho due parti (i fianchi per intenderci) che sono perfettamente uguali, cambia solamente la "direzione" dei risvolti del bordo (dovendo restare verso l'interno). Devo per forza creare due particolari distinti o è possibile gestire la cosa con due configurazioni dello stesso componente?

2- la parte frontale della cappa è curva (curva a raggio variabile) l'ho costruita rilevando i punti e creando una "curva per punti XYZ" che vado a convertire nello schizzo. Una volta creato il profilo, non mi è però possibile nè creare direttamente la lamiera, ne creare un solido e convertirlo successivamente per poi poter creare i "bordini" piegati per il fissaggio.
Come posso procedere?

Domanda di contorno: l'artigiano che deve rifare la parte anteriore mi ha detto "ghe pensi mi" ma... come si ricava una lamiera curva con un profilo a raggio variabile? Sempre per calandratura? E visto che proprio lungo il profilo curvo sono ricavati i bordi (piegati a 90°) su cui poi vengono rivettati i fianchi, come si piegano questi ultimi?

Allego una piccola immagine della parte anteriore (ottenuta come estrusione sottile), per rendere l'idea della curva. EDIT: è allo stato in cui mi sono bloccato, dunque non completa.

Ps: dimenticavo il materiale è rame di spessore 0.5 [mm]
Che versione hai?
Dal 2010 ci sono le "lamiere multicorpo" e quei fianchi uguali e simmetrici puoi semplicemente specchiarli.. altrimenti 2 parti o come hai previsto 2 configurazioni della stessa e monti tutto in assieme classico.

Per la parte anteriore.. s'è detto qualche volta poche discussioni addietro; SWX permette costruzione di lamiere solo per piegatura e calandratura, quindi solo linee rette o archi di cerchio. Niente curve "varie" o spline, solo archi ai quali si possa assegnare un valore di raggio.
Dovresti "ricalcare" quella curva con una serie di archi (per quella che vedo ne basterebbero un paio, massimo 3) di raggio diverso, con gli estremi coincidenti e tangenti tra loro (in modo da creare una curva unica).. è uno stratagemma per risolvere il problema.

Saluti
Marco
 
Professione: Studente ing. meccanica
Software: Solidworks, Inventor, ProE, NX, Ansys
Regione: Piemonte/Friuli
#4
ciao morpheuf, a livello pratico è molto più semplice se gli dai il pezzo di lamiera che poi lo costruisce lui.
Difatti è quello che farò :-D (anche perchè deve andare montata vicino ad una gemella... e quindi si vedrebbe la differenza). :biggrin:

Puoi fare le due configurazioni dove cambiano solo le direzioni delle linguette di piegatura e il corpo centrale è lo stesso, attivi e disattivi le feauture nelle configurazioni.
Speravo si potesse invertire in qualche modo, magari in tabella dati... (potrebbe essere una buona miglioria in generale, quella di poter definire anche il verso di estrusioni e altre features dalla tabella)


Grazie :finger:
 
Professione: Studente ing. meccanica
Software: Solidworks, Inventor, ProE, NX, Ansys
Regione: Piemonte/Friuli
#5
2009, devo aggiungere la versione sotto al nick :rolleyes:, quindi andrò di configurazioni....

Per la parte anteriore.. s'è detto qualche volta poche discussioni addietro; SWX permette costruzione di lamiere solo per piegatura e calandratura, quindi solo linee rette o archi di cerchio. Niente curve "varie" o spline, solo archi ai quali si possa assegnare un valore di raggio.
Dovresti "ricalcare" quella curva con una serie di archi (per quella che vedo ne basterebbero un paio, massimo 3) di raggio diverso, con gli estremi coincidenti e tangenti tra loro (in modo da creare una curva unica).. è uno stratagemma per risolvere il problema.

Saluti
Marco
Grazie per lo stratagemma! :finger:

Altra domanda, quando poi si va a lavorare in assieme, aggiungere i rivetti è solo peso inutile vero?
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#6
Altra domanda, quando poi si va a lavorare in assieme, aggiungere i rivetti è solo peso inutile vero?
Solitamente sì :smile:
Ma in questo caso, se per tuo "gusto estetico" e renderla più reale, potresti anche metterli.. son solo 3 semplici parti, il peso e la gestione ne risentiranno poco.

Saluti
Marco
 
Professione: Studente ing. meccanica
Software: Solidworks, Inventor, ProE, NX, Ansys
Regione: Piemonte/Friuli
#7
La curva a raggio variabile non è detto che lo sia realmente...
Dovresti "ricalcare" quella curva con una serie di archi (per quella che vedo ne basterebbero un paio, massimo 3) di raggio diverso, con gli estremi coincidenti e tangenti tra loro (in modo da creare una curva unica)...
Cercando di approssimare con le circonferenze ho scoperto che in realtà è una curvatura con un unico raggio R515! non l'avrei mai detto guardandola ad occhio! :biggrin:

Per ottenere i bordini piegati sulla parte calandrata, non mi fa usare il comando "flangia del bordo" devo estruderli "a forza"... c'è qualche altro modo?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#8
Cercando di approssimare con le circonferenze ho scoperto che in realtà è una curvatura con un unico raggio R515!
Lo dicevo io che non era a raggio variabile, figurati se hanno quel tempo da perdere...

Per ottenere i bordini piegati sulla parte calandrata, non mi fa usare il comando "flangia del bordo" devo estruderli "a forza"... c'è qualche altro modo?
Se è una piega di lamiera dovrebbe fartelo fare, se è una seformazione con stiramento è normale che non te lo fa fare. Qindi va da se che o provi ad attaccare la flangia di lamiera oppure estrudi e "saldi".
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#9
Per ottenere i bordini piegati sulla parte calandrata, non mi fa usare il comando "flangia del bordo" devo estruderli "a forza"... c'è qualche altro modo?
Non te li fa fare perchè una delle due operazioni non può essere fatta di semplice piega, per realizarla serve uno stampo e si entra nel campo dello stampaggio/imbutitura.
Solidworks non sviluppa questo tipo di lamiere, servono applicativi esterni come logopress.
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#10
Per ottenere i bordini piegati sulla parte calandrata, non mi fa usare il comando "flangia del bordo" devo estruderli "a forza"... c'è qualche altro modo?
Ti permetterebbe di usare la flangia del bordo se invece di applicarlo al frontale calandrato lo facessi sul bordo "raggiato" delle fiancate piane.. in quel caso la feature riesce.. ma poi la parte non è sviluppabile:biggrin: ovviamente.
Come dice re_ quello è un altro tipo di lavorazione; ma visivamente e con le dimensioni del finito riesci ad ottenerlo.

Saluti
Marco