• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Cancellare funzioni

Tantocattivo

Utente Standard
Professione: Disegnatore progettista
Software: Autocad - Solidworks 2015/2016 -3ds Max-Photoshop-Sony Vegas
Regione: Sicilia
#21
Salve, riesumo questa discussione perchè stavo seguendo un discussione e cosa ti trovo? un altro pazzo a cui mancano le basi del parametrico che disegna come disegnavano noi nella mia vecchia ditta (ora sono a spasso). la discussione è questa http://www.cad3d.it/forum1/threads/43408-Configurazioni-negli-assiemi/page2 e praticamente guarda caso pure lui lavora con assiemi grossi in ambiente multi utente.
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#24
Salve, riesumo questa discussione perchè stavo seguendo un discussione e cosa ti trovo? un altro pazzo a cui mancano le basi del parametrico che disegna come disegnavano noi nella mia vecchia ditta (ora sono a spasso). la discussione è questa http://www.cad3d.it/forum1/threads/43408-Configurazioni-negli-assiemi/page2 e praticamente guarda caso pure lui lavora con assiemi grossi in ambiente multi utente.
Secondo me lui non lavora come descrivevi tu, dove in corso di progettazione ognuno cancella riferimenti esterni man mano che l'altro li crea, cancella vincoli d'assieme delle aprti e mette dei "fisso" e lascia gli sketch sottodefiniti, dove fate tavole 2d a metà lavoro prima che tutto sia definito ecc.
Ma sentiamo Kakisan se legge quella discussione cosa ne pensa.
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#25
Beh...
in realtà la strada corretta sarebbe quella enunciata nelle risposte precedenti.
Un CAD parametrico viene sfruttato pienamente quando si lavora in Top/Down...
E' una soluzione meravigliosa per chi gestisce piccoli assiemi, per chi lavora con gli scheletri, per chi non ha un sistema produttivo alle spalle che richiede la perfezione sulle comunicazioni delle modifiche dei disegni.
Io uso frequentemente il Top/Down nelle fasi di studio, poi, una volta definito il progetto, elimino le relazioni con gli assiemi e vincolo tutto quello che si deve vincolare . (naturalmente con quote, vincoli geometrici...non vincoli fissi)
Sono anni che lavoriamo in questo modo, e anche chi tiene i corsi ha detto che, nel nostro caso, è la migliore soluzione.. (abbiamo assiemi da circa 100000 corpi).
Ma il prodotto che progetto io difficilmente può essere definito da uno scheletro iniziale e la necessità di condivisione dello stesso è limitata.
Piuttosto, non ho potuto aprire il tuo modello, ma guardando l'albero delle feature ti posso dire che hai bisogno di un corso di modellazione, perchè tutte quelle funzioni per una "banda"(lamiera in veneto) sono troppe!
 

Tantocattivo

Utente Standard
Professione: Disegnatore progettista
Software: Autocad - Solidworks 2015/2016 -3ds Max-Photoshop-Sony Vegas
Regione: Sicilia
#26
Sicuramente mi sono espresso male, noi non cancellavamo tutte le relazioni esterne che incontravamo, noi usavamo una parte con uno schizzo e piani per definire parti comuni, cioè le parti a cui sicuramente più persone si dovevano relazionare. Un esempio comune era il piano di calpestio del mezzo, che serviva per fare il sottocassa (insieme di equipaggiamenti installati sotto il telaio) e serviva per mettere sedie, mancorrenti etc. Ora sicuramente non potevamo mettere tutto in una parte di appoggio (scheletro) quindi capitava che ti copiavi una superficie, una parte o piani che facevano parte dell'insieme di qualcun altro. Dato che eravamo in fase di progettazione, si cambiavano spesso parti assiemi etc oppure si facevano varie prove, quindi capitava di cancellare, reinserire, cambiare forma alle cose e in questo contesto sarebbe stato impensabile avere la mia geometria relazionata alla parte di altri, quindi che facciamo? mi copio quello che mi serve e mi svincolo interrompendo i collegamenti. E a tutt'oggi nessuno mi ha mai dato un'alternativa, quindi continuo così.
Quella lamiera è partita per fare delle cose e man mano se ne aggiungevano altre nel tempo, poi dovevo far vedere comparative con una partita di fori e una versione con un'altra, modifiche lampo e invio di dxf per taglio, quindi è venuto lo schifo che vedete. Cmq ora lavoro in una ditta dove si fanno molte lamiere e in poco tempo ho migliorato la modellazione di quest'ultime. L'unico mio confronto con altri disegnatori che usano altri metodi è qui, quindi seguo e imparo da qui. L'unico corso che mi vorrei fare è quello del pdm che sconosco.
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#27
E in questo nuovo lavoro, la metodologia di progettazione come è?
Top/Down o no?
 

Tantocattivo

Utente Standard
Professione: Disegnatore progettista
Software: Autocad - Solidworks 2015/2016 -3ds Max-Photoshop-Sony Vegas
Regione: Sicilia
#28
Qui facciamo ascensori e i pezzi sono infinitamente di meno, dopo che sono arrivato io hanno preso solidworks, quindi anche qui io me la suono e io me la canto. Cmq sto rifacendo in solidworks una cabina fatta con icad o come si chiama, e sto facendo una cabina con configurazioni, tabelle dati e scheletro in modo tale che cambiando le misure della pedana e scegliendo le configuarazioni (porta a dx o sx o frontale, mancorrenti si o no, porta a vetro, specchio si o no, zoccolo si o no) si configuri tutta la cabina e si possa procedere al taglio delle lamiere e relativa piega. In questo progetto per esempio non ci sono minimanete relazioni interrotte. Il progetto è tutto top/down a meno ovviamente delle parti commerciali oppure di alcuni cinematismi dell'apriporte (chiamato operatore).
Cmq anche in questa discussione http://www.cad3d.it/forum1/threads/42293-Avanzamento-progetto-Top-down c'è gente che sega i riferimenti esterni.
 

Max-C

Utente Standard
Professione: Mechanical designer
Software: Siemens NX - Solidworks - Inventor - Autocad
Regione: Piemonte-Provincia TO
#29
Qui facciamo ascensori e i pezzi sono infinitamente di meno, dopo che sono arrivato io hanno preso solidworks, quindi anche qui io me la suono e io me la canto. Cmq sto rifacendo in solidworks una cabina fatta con icad o come si chiama, e sto facendo una cabina con configurazioni, tabelle dati e scheletro in modo tale che cambiando le misure della pedana e scegliendo le configuarazioni (porta a dx o sx o frontale, mancorrenti si o no, porta a vetro, specchio si o no, zoccolo si o no) si configuri tutta la cabina e si possa procedere al taglio delle lamiere e relativa piega. In questo progetto per esempio non ci sono minimanete relazioni interrotte. Il progetto è tutto top/down a meno ovviamente delle parti commerciali oppure di alcuni cinematismi dell'apriporte (chiamato operatore).
Cmq anche in questa discussione http://www.cad3d.it/forum1/threads/42293-Avanzamento-progetto-Top-down c'è gente che sega i riferimenti esterni.
Il discorso era diverso da quello prima citato.
Prima l'avevo chiesto per "durante la progettazione".
In quest'ultima citata invece era una domanda del tipo: se io devo riutilizzare un particolare che ho in un altro progetto con riferimenti esterni?
Infatti poi si è passati a paragonare i diversi CAD. NX, per esempio, si è già attrezzata e ci sta lavorando su questo problema (vedi discussione citata).

Sono felice che citi tutte le mie discussioni, significa che faccio domande decenti (spero) :wink:
 

Tantocattivo

Utente Standard
Professione: Disegnatore progettista
Software: Autocad - Solidworks 2015/2016 -3ds Max-Photoshop-Sony Vegas
Regione: Sicilia
#30
Non penso che esistano domande stupide, ognuno ha i suoi dubbi, per me alcune cose sono pane quotidiano, per altre meno e viceversa. Non avevo letto tutta la discussione, ed effettivamente il contesto è diverso, ma cmq la pratica in se di segare i riferimenti non è assurda, va ponderata e usata ad hoc, bisognerebbe vedere caso per caso. Cmq la tua discussione mi è arrivata da google, dato che faccio spesso fatica quando si parla di top/down e bottom/up a capire bene la definizione.
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#31
Secondo me non c'è una strada sempre giusta da seguire, il difficile è trovare il giusto modo di lavorare in funzione del prodotto e del processo produttivo.
Se si lavora su commesse ogni volta differenti, in cui ogni progetto deve essere rivisto completamente, il top/down è la soluzione migliore.
Per progetti molto standard e molto grandi, come le automobili, lavorare in top/down nella fase di prototipazione è basilare, ma una volta entrati in produzione penso che sia necessario congelare il progetto. Le eventuali modifiche devono essere eseguite con un'attenzione estrema, perchè si rischia di creare grossi danni.
Noi abbiamo macchine sempre speciali, ma composte da gruppi spesso standard.
Quindi ogni assieme è composto da svariati sotto assiemi, e l'assieme stesso va a comporre macroassiemi. E' difficile definire a priori quale assieme comanda, quindi la soluzione migliore è progettare in Top/Down e poi andare in produzione con minimi riferimenti esterni.
I particolari ricavati da fusione sono referenziati alle fusioni, ma il prodotto finito può cambiare, ma non cambiare la fusione.
Non esiste una strada giusta o sbagliata, ma una strada migliore per ogni singolo caso.
Il piping, ad esempio, lo eseguiamo in top/down...lasciando sempre attivi i riferimenti.
Spero di esservi stato di aiuto, e vi ringrazio per la discussione.