• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Cam per torniture

Professione: Impiegata tecnica
Software: Cimatron E
Regione: Emilia Romagna
#1
Sono nuova nel campo della tornitura, l'azienda vuole investire sull'acquisto di un cam specifico per torni a fantina fissa con motorizzati ed asse Y (Biglia con controllo siemens). Il motivo di questo investimento è ridurre i tempi di programmazione di nuove campionature.

Fatta questa premessa volevo i seguenti consigli:
- è vero che si riducono i tempi di programmazione??
- che parametri devo tenere conto nell'acquisto di un cam per tornitura, considerando la mia profonda ignoranza in materia, in quanto non so neppure se è indispensabile disegnare il pezzo con superfici o meno.
- a grandi linee è assimilabile all'acquisto di un cam per fresa???

Ringrazio tutti in anticipo. Ciao Lucia
 

mamobono

Utente Standard
Professione: resp.uff.tec.
Software: proeWF4+Intralink3.4
Regione: monte Rosa
#2
Sono nuova nel campo della tornitura, l'azienda vuole investire sull'acquisto di un cam specifico per torni a fantina fissa con motorizzati ed asse Y (Biglia con controllo siemens). Il motivo di questo investimento è ridurre i tempi di programmazione di nuove campionature.

Fatta questa premessa volevo i seguenti consigli:
- è vero che si riducono i tempi di programmazione??

direi di si , dopo l'apprendistato


- che parametri devo tenere conto nell'acquisto di un cam per tornitura, considerando la mia profonda ignoranza in materia, in quanto non so neppure se è indispensabile disegnare il pezzo con superfici o meno.

è utile se ti danno o hai il file 3d ( solido ) od in formato cad 2d ma in questo caso avrai problemi nel verificare le collisioni , se ti devi ridisegnare il pezzo è meglio se hai anche un cad i cam hanno un modulo di disegno ma di solito è macchinoso

- a grandi linee è assimilabile all'acquisto di un cam per fresa???

direi che devi stare attenta ai post, fissa la tempistica di sviluppo perchè se non c'è il realizzarlo richiede tempo ed impegno sia tuo che del programmatore

Ringrazio tutti in anticipo. Ciao Lucia
Questo è quello che ho visto nella mia ditta , ma ci saranno altri che ti possono consigliare meglio

ciao
 

PopeYe

Utente Junior
Professione: tecnico truciolaio
Software: cad-cam-cnc
Regione: Emilia
#3
In tornitura l'acquisto di un cad-cam risulta molto vantaggioso se il pezzo è di notevole difficoltà oppure è di notevole valore (come in fresatura del resto).
Nel primo caso si avrà un vantaggio nel tempo programmazione evitando inutili calcoli ed eventuali ricalcoli nel caso di ottimizzazioni in macchina, nel secondo caso la probabilità di scartare il pezzo oppure di doverlo riparare è molto remota quindi anche se il tempo di programmazione risultasse + elevato si avrebbe comunque un vantaggio.
Con gli ultimi cnc, vedi siemens, programmare è diventato molto + semplice (si possono importare addirittura file dwg) perciò il cam molto spesso è solo uno strumento in più che va utilizzato dove si denota la convenienza.
Qui però entra in gioco l'esperienza individuale ed aziendale.
Per valutare bene il tutto prova a consigliarti con i programmatori e gli operatori che hai in azienda, sicuramente individueranno meglio i problemi che si creano in produzione, e se il cam potrebbe risolverli.
Se ne devi testare uno, testalo su di un pezzo reale che devi eseguire, se la demo vogliono fartela su di un loro file (come al solito) non farli neanche iniziare visto che ti servirà a poco.
Un programmatore esperto ti dirà sicuramente se i percorsi sono ragionati o meno.
 

TheMik

Utente Junior
Professione: Programmatore CAM/CNC
Software: FeatureCam, Alibre
Regione: Lombardia
#4
In tornitura l'acquisto di un cad-cam risulta molto vantaggioso se il pezzo è di notevole difficoltà oppure è di notevole valore (come in fresatura del resto).
...............
Con gli ultimi cnc, vedi siemens, programmare è diventato molto + semplice (si possono importare addirittura file dwg)...
:finger:. Più che giusto! In effetti dipende moltissimo dai particolare che andranno realizzati. In ditta abbiamo un tornio Mazak con ut. motorizzati e asse Y: numero programmi fatti con il CAM=0 (zero)!!!! La programmazione a bordo macchina con il Mazatrol è molto veloce. Penso che anche il controllo Siemens per la tornitura (con ShopTurn) sia abbastanza intuitivo (io lo uso in fresatura con ShopMill).
Se poi l'esigenza è ridurre i tempi di programmazione delle campionature considera che:
- non sempre il primo pezzo sarà giusto
- il programma dovrà essere modificato
- piccole modifiche al programma il linguaggio ISO le potrai fare a bordo macchina
- grosse modifiche dovrai tornare sul PC e lavorare con il CAM.

Ciao e buon lavoro
 

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#5
sottoscrivo quanto detto dai colleghi.
Pero' spezzo comunque una lancia a favore del CAM anche per lavori di medio-bassa complessita' ed essenzialmente per 2 ragioni:

1) programmare a bordo macchina, anche se in tempo mascherato (mentre la macchina gira) non e' mai il massimo dell'efficienza: troppe "distrazioni" del tipo
"aspetta... che rumore sta facendo ???" oppure "azz... ha gia' finito il pezzo, adesso mi tocca fare l'altro piazzamento... vabbe' vado avanti dopo"

2) in presenza di macchine equivalenti come tipologia, ma con cnc diversi, specialmente se non lavorano in ISO flat, il CAM permette di passare il programma da un controllo all'altro semplicemente riprocessando il partprogram con il postprocessor che serve per la macchina da usare.
Il vantaggio e' evidente non solo in termini di tempi e flessibilita' "il tornio con il Fanuc e' occupato/fermo ? ok, passiamo il pezzo all'altra macchina con il Siemens" ma anche e soprattutto a livello di aggiornamento del programma.
Ovvero, se ho 2 o piu' programmi macchina per uno stesso pezzo da lavorare su diverse macchine, una qualsiasi modifica sul partprogram originale si trasferira' automaticamente ai programmi macchina, semplicemente riprocessandoli.

Sono invece d'accordo riguardo al fatto che a bordo macchina si possano fare modifiche veloci, ma non troppo invasive, anche ai programmi fatti al CAM.
Il CAM perfetto, che programma esattamente come vorremmo noi, ancora non esiste e tutti, chi piu' chi meno, tendono ad "allungare il brodo" del codice macchina.
Quindi un veloce tuning del codice non solo e' permesso, ma anche doveroso.
Sempre, ovviamente, documentando rigorosamente tali variazioni, in modo da poterle ripetere in caso di ulteriore modifica del programma o addirittura di accidentale cancellazione dello stesso.
 
Professione: Impiegata tecnica
Software: Cimatron E
Regione: Emilia Romagna
#6
Vi ringrazio tantissimo per i preziosi consigli che mi avete dato finora.
Aprofitto per chiedere ulteriori delucidazioni:
1)Da quello che ho capito il post mi fa uscire un programma in lingaggio iso punto punto (come per la fresatura) oppure un linguaggio iso più complesso (con i codici G)?
Se fosse punto punto secondo la mia esperienza si passa velocemente a dimensioni di file notevoli mentre il mio CN ha 256Kb (rettifico non siemens ma Fanuc 18 I TB). Come si risolve questo problema?
2)La libreria utensili che mi creerò all'interno del CAM dovrà contenere solo il disegno dell'utensile o di tutto il blocchetto/motorizzato (Portabareno, o ghiera o speciali). Lo chiedo perche mi fanno paura le collisioni dove lavorano molti elementi a stretto contatto: mandrino contromandrino torrette e pezzo.

Ciao Lucia
 

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#7
1) quello che chiedi dipende dalla capacita' o meno di un postprocessor di generare files che contengano le funzioni tipiche di ogni singolo controllo, come i cicli fissi speciali non ISO, le macro, l'uso di variabili, ecc.
Ovvio che se questo avviene il codice che esce e' molto piu' compatto ed efficiente dello stesso programma generato usando solo G0-G1-G2-G3 (con queste 4 funzioni e' possibile, teoricamente, eseguire qualsiasi lavorazione di profili, anche dei piu' complessi, ovviamente pagando lo scotto di programmi kilometrici anche per una semplice sgrossatura e contornatura).

2) La simulazione di cui parli e' senz'altro possibile se optate per un CAM con motore tridimensionale che permetta la costruzione (direttamente o da CAD esterno) di tutti i solidi costituenti il mandrino, gli utensili ed addirittura l'intera macchina.
Ovvio che se il fornitore del CAM non ha delle librerie gia' pronte uno dei primi lavori da fare sara' quello di "costruirsi" la macchina da simulare.

Circa il problema della verifica delle collisioni, qui si potrebbe aprire una discussione tra coloro che sostengono la necessita' di usare programmi esterni al CAM (tipo Vericut) e coloro che invece si trovano benissimo con la funzione nativa del CAM.
E' una vecchia disputa nella quale praticamente tutti hanno ragione o torto.
Se optare per l'una o l'altra soluzione dipende da molti fattori; primo tra tutti se il CAM prescelto o in uso questa cosa la fa o meno.
 

PopeYe

Utente Junior
Professione: tecnico truciolaio
Software: cad-cam-cnc
Regione: Emilia
#8
Vi ringrazio tantissimo per i preziosi consigli che mi avete dato finora.
Aprofitto per chiedere ulteriori delucidazioni:
1)Da quello che ho capito il post mi fa uscire un programma in lingaggio iso punto punto (come per la fresatura) oppure un linguaggio iso più complesso (con i codici G)?

Normalmente esce un iso con i codici G ma si possono utilizzare anche le macro dei CN, naturalmente il primo è di norma + affidabile

Se fosse punto punto secondo la mia esperienza si passa velocemente a dimensioni di file notevoli mentre il mio CN ha 256Kb (rettifico non siemens ma Fanuc 18 I TB). Come si risolve questo problema?

Tranquillamente con una scheda, usb o hard disk (dipende che tipo di periferica ha il cn) perchè con il fanuc 18 si può richiamare anche un progr. su periferica esterna al cn, comunque non credo che a quella quantità ci arriverai facilmente

2)La libreria utensili che mi creerò all'interno del CAM dovrà contenere solo il disegno dell'utensile o di tutto il blocchetto/motorizzato (Portabareno, o ghiera o speciali). Lo chiedo perche mi fanno paura le collisioni dove lavorano molti elementi a stretto contatto: mandrino contromandrino torrette e pezzo.

Le librerie più sono definite meglio è per il controllo delle collisioni, specie per macchine a + teste e + assi. Se si può è meglio utilizzare un programma che legge il file dopo che è processato, perchè è di gran lunga + sicuro, oltretutto alcuni programmi di verifica si interfacciano direttamente con il cam e possono leggere anche linguaggi specifici per i vari cn

Ciao Lucia
Facci sapere su che sw cadrà la tua scelta ...
 
Professione: Impiegata tecnica
Software: Cimatron E
Regione: Emilia Romagna
#9
Sto organizzando di andare alla EMO a Milano così vedo di fare una prima scrematura delle possibili scelte.

Sono orientata verso Top solid, Delcam (partmaker), Hypermill, Edgecam e Mastercam. Sicuramente farò anche delle demo personalizzate.... vi tengo informati sulla scelta finale. Se avete altri possibili candidati validi sono aperta a qualunque consiglio.

Grazie di tutto Lucia
 

PopeYe

Utente Junior
Professione: tecnico truciolaio
Software: cad-cam-cnc
Regione: Emilia
#11
Nello stand di topsolid troverai anche goelan che in tornitura non è da sottovalutare (interessante anche la grafica innovativa).
Tra quelli citati, Topsolid è l'unico cad-cam 3d integrato, totalmente parametrico, con cinematica macchina nello stesso ambiente.
Il che non è da poco ... specie se sai utilizzare un cad parametrico.
 
Professione: Impiegata tecnica
Software: Cimatron E
Regione: Emilia Romagna
#12
Siamo tornati dalla EMO e devo dire che il cam che mi ha stupito di più è Esprit cam mi sapete dare un giudizio, perchè a mio avviso ha il miglior rapporto qualità/prezzo.

Grazie di tutto Lucia