• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Calcolo corretto di un piatto calandrato ?

design77

Utente Standard
Professione: Libero professionista
Software: Inventor/solid work
Regione: Lombardia
#1
Ho sempre questo dubbio come avere lo sviluppo corretto di un piatto calandrato .
Chi mi sa aiutare
 

davide75

Utente Senior
Professione: progettista-ing.meccanico
Software: SE-INV-SW-PRO/E-OSD-GBG-ME10-VISUAL NASTRAN 4D-AUTOCAD
Regione: emilia romagna
#2
se aspetti la 2010 è integrata la funzione di calandratura
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#3
Anche se non uso inventor i concetti di piegatura e curvatura lamiera sono sempre gli stessi per tutti i CAD.
Se il raggio di curvatura è grande (diciamo raggio di curvatura superiore ai 200 mm, per spessori al di sotto dei 6 mm) il fattore K può essere impostato anche su 0.

Per raggi di piegatura piccoli (pressopiegatura R<2S) in genere è consigliabile un fattore K = 0,33 per metalli mediamente duttili (acciaio a basso tenore di carbonio, rame e ottone.
Per acciai legati (Inox e strutturali) puoi impostare un fattore K=0,4.
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#4
Ho sempre questo dubbio come avere lo sviluppo corretto di un piatto calandrato .
Chi mi sa aiutare
Come lo realizzi al cad?
M'immagino,senza scomodare la 2010, che lo fai per rivoluzione.
In questo caso, calandrare non e' piegare.
L'asse neutro passa a meta' dello spessore,quindi fattore K=0.5...indipendentemente dal diametro.
Provare per credere !
 

pagnotz

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Autodesk Inventor Simulation Suite 2010
Regione: Abruzzo
#5
Come lo realizzi al cad?
M'immagino,senza scomodare la 2010, che lo fai per rivoluzione.
In questo caso, calandrare non e' piegare.
L'asse neutro passa a meta' dello spessore,quindi fattore K=0.5...indipendentemente dal diametro.
Provare per credere !
Si ma col cad devi simulare quello che avviene nella realtà e nella realtà pratica non fai il pezzo per rivoluzione...
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#6
Si ma col cad devi simulare quello che avviene nella realtà e nella realtà pratica non fai il pezzo per rivoluzione...
Ho capito, ma ti assicuro che la calandra non e' la piegatrice.
E ripeto,provare per credere, vai da un calandratore e senti che cosa dice....
 

Peppe

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: inventor
Regione: Emilia Romagna
#7
Ho capito, ma ti assicuro che la calandra non e' la piegatrice.
E ripeto,provare per credere, vai da un calandratore e senti che cosa dice....
Quoto, anche io ho avuto problemi con le calandre, soprattutto con le lamiere se lascio il "classico" fattore k a 0.273, gli sviluppi per le calandre non vanno bene. Quindi col classico calcolo (ØEsterno - Spessore) * P.greco, ovvero la linea neutra vanno bene.
P.S. Provati più spessori e materiali in officina....
 

pagnotz

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Autodesk Inventor Simulation Suite 2010
Regione: Abruzzo
#8
La calandratura non è così diversa da una piegatura, anzi direi che è proprio una piegatura, particolare in quanto non in un punto del pezzo ma continuo su tutto il pezzo e di solito con un raggio grande.
Poichè con un raggio di piega molto grande la linea neutra si sposta poco (e con una lamiera sottile ancora meno), può essere una buona approssimazione mettere il valore K=0.5. Ma più diminuisce R, meno vale l'approssimazione secondo me.
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#9
La calandratura non è così diversa da una piegatura, anzi direi che è proprio una piegatura, particolare in quanto non in un punto del pezzo ma continuo su tutto il pezzo e di solito con un raggio grande.
Poichè con un raggio di piega molto grande la linea neutra si sposta poco (e con una lamiera sottile ancora meno), può essere una buona approssimazione mettere il valore K=0.5. Ma più diminuisce R, meno vale l'approssimazione secondo me.
Senti a me,(come dice un tuo noto conterraneo),non voglio convincere nessuno, ma e' 35 anni che uso personalmente le calandre,con spessori da 0,8 a 25 mm, e ti assicuro che che il giusto sta nella meta' dello spessore; puoi anche verificare cosi': fatti un anello con Inv;P.es. H=150,spessore 20,Ø int 500.Guarda quanto pesa,e poi guarda quanto e' lunga una barra dritta sempre di 150x20 che abbia lo stesso peso del tubo,vogliamo scommettere che e' lunga Ø medio tubo x P greco? :mixed:
 

pagnotz

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Autodesk Inventor Simulation Suite 2010
Regione: Abruzzo
#10
In fondo io ho confermato quello che dici, ma cercando di dare anche una spiegazione.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#11
Senti a me,(come dice un tuo noto conterraneo),non voglio convincere nessuno, ma e' 35 anni che uso personalmente le calandre,con spessori da 0,8 a 25 mm, e ti assicuro che che il giusto sta nella meta' dello spessore; puoi anche verificare cosi': fatti un anello con Inv;P.es. H=150,spessore 20,Ø int 500.Guarda quanto pesa,e poi guarda quanto e' lunga una barra dritta sempre di 150x20 che abbia lo stesso peso del tubo,vogliamo scommettere che e' lunga Ø medio tubo x P greco? :mixed:
Cass ... spessore 25 mm mi ricorda il settore navale.
 

Davimont

Utente Standard
Professione: Disegnatore meccanico Fai da te.
Software: Solid Edge ST10
Regione: Lombardia
#13
Ho capito, ma ti assicuro che la calandra non e' la piegatrice.
E ripeto,provare per credere, vai da un calandratore e senti che cosa dice....
Senti a me,(come dice un tuo noto conterraneo),non voglio convincere nessuno, ma e' 35 anni che uso personalmente le calandre,con spessori da 0,8 a 25 mm, e ti assicuro che che il giusto sta nella meta' dello spessore; puoi anche verificare cosi': fatti un anello con Inv;P.es. H=150,spessore 20,Ø int 500.Guarda quanto pesa,e poi guarda quanto e' lunga una barra dritta sempre di 150x20 che abbia lo stesso peso del tubo,vogliamo scommettere che e' lunga Ø medio tubo x P greco? :mixed:
Devo confermare anche io le parole di Tarkus, anche io ho avuto a che fare con lamiere calandrate e per passare gli sviluppi all'officina calcolavo sempre a 0.5 di fattore k e sono sempre uscite giuste!:finger:
 

design77

Utente Standard
Professione: Libero professionista
Software: Inventor/solid work
Regione: Lombardia
#14
ma quindi nel caso di una piatto calandrato ?
Ad esempio una flangi DA 35X15 FORATA da calandrare sul lato da 35 , di diametro interno 2100 , cosa sarebbe lo sviluppo ?
2135x3,14 o 2100x3,14 ?

Capisco che potrei sembrare banale ma prima di passare alle prove vere e proprie ....
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#15
ma quindi nel caso di una piatto calandrato ?
Ad esempio una flangi DA 35X15 FORATA da calandrare sul lato da 35 , di diametro interno 2100 , cosa sarebbe lo sviluppo ?
2135x3,14 o 2100x3,14 ?

Capisco che potrei sembrare banale ma prima di passare alle prove vere e proprie ....
2035 x 3,14.
Pero' forala dopo la calandratura
 

FrankWhite

Utente Standard
Professione: disegnatore gru e paranchi normali e antideflagranti
Software: autocad 2009 e inventor suite 2009
Regione: Lombardia
#16
forse mi confondo , ma devi prendere il diametro neutro,quindi 2135 x 3,14 , se ho capito bene la calandri di costa... se è così , su un piatto del genere devi prevedere almeno 150 mm per parte di piatto in più, ke rimarra dritto in calandra...
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#18
forse mi confondo , ma devi prendere il diametro neutro,quindi 2135 x 3,14 , se ho capito bene la calandri di costa... se è così , su un piatto del genere devi prevedere almeno 150 mm per parte di piatto in più, ke rimarra dritto in calandra...
:finger: Esatto, per spessori di lamiera +/- 10 mm con calandre a "invito totale"
si puo' evitare, ma oltre e meglio aggingere i 150-180 mm in piu' a seconda delle calandre.
...mi sa che si sta andando OT..
 

andgt

Utente poco attivo
Professione: tecnico
Software: sdsdsd
Regione: lombardia
#19
:finger: Esatto, per spessori di lamiera +/- 10 mm con calandre a "invito totale"
si puo' evitare, ma oltre e meglio aggingere i 150-180 mm in piu' a seconda delle calandre.
...mi sa che si sta andando OT..

cosa vuol dire calandra a invito totale?
l'invito lo fa l'operatore dunque dipende molto dall'esperienza e dalla pratica dello stesso.
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#20
cosa vuol dire calandra a invito totale?
l'invito lo fa l'operatore dunque dipende molto dall'esperienza e dalla pratica dello stesso.
NO !!:
Ci sono fondamentalmente tre tipi di calandre:
1)Quella con i due rulli inferiori fissi e il superiore mobile in senso verticale.
2)Quella con il rullo superiore fisso e i due inforiori che si sollevano lungo una
traiettoria inclinata rispetto alla verticale della macchina. (e' anche
chiamata "piramidale"
3) quella a quattro rulli,la migliore, dove in piu' rispetto ad una piramidale c'e' un quarto rullo sotto il superiore fisso,che provvede a "pinzare la lamiera e quindi avere un miglior trascinamento.

Con i tipi 2 e 3 si puo' fare l'invito ( o abboccatura),in quanto si puo' portare il rullo superiore e uno degli inferiori laterali molto vicini tra di loro,mentre l'altro rullo viene posizionato piu' distante in funzione del diametro da ottenere.
Con il tipo 1 l'interasse tra i 2 rulli inferiori e' fisso, percio' ti rimane sempre una parte di lamiera dritta all'inizio della calandratura:qundi senza invito.
L'esperienza e la pratica ci vogliono per fare bene l'invito con una calandra che lo puo' fare, con una calandra senza invito, servono a poco