CAD per progettazione e gestione stampi per viteria

FlatSix

Utente Junior
Professione: Imprenditore
Software: Solidworks
Regione: Lombardia
#21
Maxopus ha detto:
Per grandi linee ho compreso il processo, sarebbe utile avere degli esempi concreti in modo da poter analizzare per bene il flusso.
Se ne hai voglia mi rendo disponibile a capire cosa si potrebbe fare.
Maxopus, hai un messaggio privato.

Guarda che è molto molto + semplice prendere il tuo programma ed integrarlo nel CAD che interfacciarlo e fargli creare geometria... credimi...
Se lo lasci esterno avrai sempre grossi limiti dati da come puoi mandare al CAD le "istruzioni" e che cosa il CAD stesso può fare.
Credo che dipenda dal grado di apertura verso l'esterno dei vari CAD e della vastità e qualità delle API.
Purtroppo su questo punto i commerciali sono quasi totalmente impreparati e mi sto documentando in rete.

PS. per quel che devi fare tu secondo me OSD non va bene... troppo poco "automatizzabile".
Oggi ho visitato l'ufficio tecnico dell'azienda di un amico dove hanno OneSpace Cocreate.
Ora credo di avere abbastanza chiara la differenza tra parametrico e non: diciamo che il parametrico richiede una disciplina ed una conoscenza dello strumento notevoli per evitare di arrivare alla fine del progetto e trovarsi un vincolo indesiderato nel caso si debba fare una modifica o ci si scontri con un problema imprevisto.
Il non parametrico lascia maggiore libertà, mi è parso più immediato nell'utilizzo e non richiede un'approfondita conoscenza di come sono arrivato a definire una forma o una geometria.
Probabilmente per un uso non continuativo, su molti progetti ripresi in mano magari a mesi di distanza, non avere vincoli può essere un vantaggio.
D'altra parte, mi pare di capire che si perdano tutte quelle 'regole' che permettono di evitare errori banali (tipo imporre la coassialità di due fori, interassi proporzionati alle dimensioni del pezzo, ecc.).
Mi è parso meno esoso di risorse hardware, ma non mi è piaciuto il fatto che con una licenza si possa aprire un solo progetto alla volta!
Al momento il parametrico è in vantaggio: le mie forme sono semplici e ripetitive, quindi le strutture delle features dei vari progetti (stampi) dovrebbero essere semplici e molto simili fra loro.
Oltretutto, conoscendomi, se mi concedessi troppa libertà di fare e disfare quello che voglio, sarei in grado di combinare dei casini pazzeschi :smile:
Meglio perdere un po di tempo in formazione e pianificazione, ma poi poter avere delle relazioni e vincoli tra i vari componenti e poter parametrizzare dei modelli di base per ricavarne delle varianti cambiando i parametri giusti.
Pensavo di trovare un PDM, viste le dimensioni aziendali, ma anche loro gestiscono tutto a mano, nel senso che si affidano il tutto a nomi di file descrittivi, all'organizzazione delle cartelle del file system.


The_Matrix ha detto:
Se ti piace l'approccio "esplicito" ci sono dei CAD che questo approccio ce l'hanno insieme al parametrico.
Fuori i nomi :biggrin:

Grazie ancora a tutti.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#22
Oggi ho visitato l'ufficio tecnico dell'azienda di un amico dove hanno OneSpace Cocreate.
Ora credo di avere abbastanza chiara la differenza tra parametrico e non: diciamo che il parametrico richiede una disciplina ed una conoscenza dello strumento notevoli per evitare di arrivare alla fine del progetto e trovarsi un vincolo indesiderato nel caso si debba fare una modifica o ci si scontri con un problema imprevisto.
Il non parametrico lascia maggiore libertà, mi è parso più immediato nell'utilizzo e non richiede un'approfondita conoscenza di come sono arrivato a definire una forma o una geometria.
Probabilmente per un uso non continuativo, su molti progetti ripresi in mano magari a mesi di distanza, non avere vincoli può essere un vantaggio.....
È la solita pantomina che raccontano i commerciali dei contestuali. Se ti vai a impelagare in catene di relazioni senza capo ne coda è perchè non sai utilizzare lo strumento.
Il parametrico non è per niente difficile da utilizzare e mantenere la storia aiuta nelle modifiche future.
Nel tuo caso le configurazioni possono aiutarti molto per le varie istanze.
Fossi in te mi guarderei Proe+windchill productpoint e Solidworks+Ready2works.
Le demo dei cad+pdm sono fondamentali e vedere un'azienda a regime lo è ancora di più, soprattutto per quanto riguarda il pdm.

Vedi delle demo e chiedi al rivenditore che contatti di vedere un suo cliente a regime insieme a lui.

Buona scelta!!!
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#23

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#24
È la solita pantomina che raccontano i commerciali dei contestuali. Se ti vai a impelagare in catene di relazioni senza capo ne coda è perchè non sai utilizzare lo strumento.
Il parametrico non è per niente difficile da utilizzare e mantenere la storia aiuta nelle modifiche future.
Nel tuo caso le configurazioni possono aiutarti molto per le varie istanze.
Fossi in te mi guarderei Proe+windchill productpoint e Solidworks+Ready2works.
Le demo dei cad+pdm sono fondamentali e vedere un'azienda a regime lo è ancora di più, soprattutto per quanto riguarda il pdm.

Vedi delle demo e chiedi al rivenditore che contatti di vedere un suo cliente a regime insieme a lui.

Buona scelta!!!
Non è una pantomima.
Ovvio, se fai cubetti non ti capiterà mai... garantito.
Se fosse come dici tu:
OSD non esisterebbe da un pezzo
NX e SE non avrebbero la ST
PTC non starebbe pensando di integrarlo
Catia non avrebbe Live Shape
SWX non sarebbe li li per metterlo nella 2011

Entrambi gli approcci hanno il loro valore.
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#25
Al momento il parametrico è in vantaggio: le mie forme sono semplici e ripetitive, quindi le strutture delle features dei vari progetti (stampi) dovrebbero essere semplici e molto simili fra loro.
Oltretutto, conoscendomi, se mi concedessi troppa libertà di fare e disfare quello che voglio, sarei in grado di combinare dei casini pazzeschi :smile:
Meglio perdere un po di tempo in formazione e pianificazione, ma poi poter avere delle relazioni e vincoli tra i vari componenti e poter parametrizzare dei modelli di base per ricavarne delle varianti cambiando i parametri giusti.
----
Pensavo di trovare un PDM, viste le dimensioni aziendali, ma anche loro gestiscono tutto a mano, nel senso che si affidano il tutto a nomi di file descrittivi, all'organizzazione delle cartelle del file system.
Ti sei già dato la risposta: vai con un parametrico. Ne trarrai grandi vantaggi.

Ricordati questo: un PDM non è la "soluzione". E' come una lampada su una scrivania... se sulla scrivania hai casino la luce non te lo mette a posto... ti fa solo vedere meglio il casino che hai.
Se chi ti sta per vendere il "sistema" non è un peracottaio, passerà 1 giorno per capire come lavori e proporti la miglior soluzione implementativa:
- Naming
- Workflow di approvazione
- Documentazione associata
- Regole di visibilità
- Sicurezza
- Classificazione
- Import e gestione dello storico (spero non te ne sia dimenticato)
- etc etc

PS: L'azienda che hai visitato non ha un PDM...
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#26
Entrambi gli approcci hanno il loro valore.
I sistemi sincroni o espliciti secondo me sono molto adatti all'utilizzo in ambienti multi-cad, mentre se il flusso di lavoro avviene tutto dentro la stessa azienda, il parametrico dovrebbe essere molto migliore, almeno a sentire i commenti sul forum americano di SE di utenti che provano a fare con la ST dei solidi un minimo complessi... :wink:

Poi in realta' la compatibilita' va in un verso solo, e cioe' dal pesce piccolo verso il pesce grande, altrimenti non si capisce perche' anche le aziende che hanno cad espliciti o sincroni invariabilmente ti chiedano di comprare lo stesso cad che usano loro. Se questi strumenti fossero veramente cosi' versatili, queste richieste non verrebbero fatte.

Comunque per chi ha aperto il topic: esplicito o sincrono NO, perche' non supportano l'associativita' fra parti (almeno quelle di CoCreate e Solid Edge, per fortuna SE ha ancora l'ambiente tradizionale)! Vale a dire che se modificherai la testa della vite da 6 a 8 lati, lo stampo rimarra' a sei.
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#27
I sistemi sincroni o espliciti secondo me sono molto adatti all'utilizzo in ambienti multi-cad, mentre se il flusso di lavoro avviene tutto dentro la stessa azienda, il parametrico dovrebbe essere molto migliore, almeno a sentire i commenti sul forum americano di SE di utenti che provano a fare con la ST dei solidi un minimo complessi... :wink:

Poi in realta' la compatibilita' va in un verso solo, e cioe' dal pesce piccolo verso il pesce grande, altrimenti non si capisce perche' anche le aziende che hanno cad espliciti o sincroni invariabilmente ti chiedano di comprare lo stesso cad che usano loro. Se questi strumenti fossero veramente cosi' versatili, queste richieste non verrebbero fatte.

Comunque per chi ha aperto il topic: esplicito o sincrono NO, perche' non supportano l'associativita' fra parti (almeno quelle di CoCreate e Solid Edge, per fortuna SE ha ancora l'ambiente tradizionale)! Vale a dire che se modificherai la testa della vite da 6 a 8 lati, lo stampo rimarra' a sei.
Ho conosciuto decine di superfighi con il parametrico che messi di fronte ad un assembly con pezzi di media complessità, non fatto da loro, sono stati ORE ad analizzare parametri e relazioni, tentare modifiche etc...

Ho visto tecnici PTC che dopo 6 ore di tentativi per modificare una coppa dell'olio di un motore V8 fatto a Maranello da un olandese hanno esportato e reimportato, eliminato il condotto e rifatto da zero pur di consegnare.

Sicuramente tu non sei fra questi.
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#28
Intendiamoci.
Io non sono un sostenitore della ST.
Semplicemnete non mi piacciono gli atteggiamente manichei.
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#30
Io faccio solo torniti e fresati, quando ho 10 features nell'albero inizio gia' a pensare di aver sbagliato la modellazione.
Sei fortunato.
Io normalmente ho a che fare con modelli un minimo più complessi.
Comunque in questo caso hai ragione tu: Flat_Six avrà a che fare con cubetti e similari, facendo stampi.

Flat_Six = quello che penso io?
 

FlatSix

Utente Junior
Professione: Imprenditore
Software: Solidworks
Regione: Lombardia
#31
Non era mia intenzione scatenare una guerra di religione :smile:
L'opinione che mi sono fatto sinora è che nel mio caso, con forme semplici e ripetitive, interdipendenti fra loro, modulari, alcune ottenute semplicemente scalando in maniera lineare una data geometria, il parametrico sia meglio.
Comunque le demo e le visite dei rivenditori proseguono: spero che tutto il tempo che sto dedicando a questa selezione sia ben speso.

The_Matrix ha detto:
L'azienda che hai visitato non ha un PDM...
Si, infatti è quello che ho detto.
La cosa mi ha abbastanza sorpreso: viste le dimensioni aziendali, la complessità dei loro stampi e considerando che hanno più personale loro nel reparto stampi di quante ne abbia io in tutta l'azienda, pensavo che avessero i miei stessi problemi moltiplicati N volte e quindi avessero già implementato un PDM.

The_Matrix ha detto:
Flat_Six = quello che penso io?
Se è uguale a quello che penso io, sì :wink:
A parte gli scherzi, è il nome di uno dei motori automobilistici più particolare, blasonato e longevo, da quasi 50 anni sulla breccia, anche se ultimamente è stato totalmente stravolto.
E' quello che pensavi tu?:smile:
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#32
Non era mia intenzione scatenare una guerra di religione :smile:
L'opinione che mi sono fatto sinora è che nel mio caso, con forme semplici e ripetitive, interdipendenti fra loro, modulari, alcune ottenute semplicemente scalando in maniera lineare una data geometria, il parametrico sia meglio.
Comunque le demo e le visite dei rivenditori proseguono: spero che tutto il tempo che sto dedicando a questa selezione sia ben speso.



Si, infatti è quello che ho detto.
La cosa mi ha abbastanza sorpreso: viste le dimensioni aziendali, la complessità dei loro stampi e considerando che hanno più personale loro nel reparto stampi di quante ne abbia io in tutta l'azienda, pensavo che avessero i miei stessi problemi moltiplicati N volte e quindi avessero già implementato un PDM.



Se è uguale a quello che penso io, sì :wink:
A parte gli scherzi, è il nome di uno dei motori automobilistici più particolare, blasonato e longevo, da quasi 50 anni sulla breccia, anche se ultimamente è stato totalmente stravolto.
E' quello che pensavi tu?:smile:
Nessuna guerra. Tranquillo. Semplice scambio di opinioni.
Guai se fossimo sempre tutti d'accordo, no?
Poi, discutere non di prodotto X e Y, ma di filosofia di progettazione è stimolante.

Di stampisti che usino un PDM ne conosco pochi... l'ambiente è "refrattario".
Ho visto, in questo campo, giusto 2/3 esempi.

OK. Allora parliamo dello stesso Flat_Six.
Affascinante motore (e affascinante vettura in generale)
 

michele81

Utente Standard
Professione: Progettista - Disegnatore
Software: Solidworks 2011 - Pro-E WF4 - Autocad LT09 - Cosmos - FEMM
Regione: Piemonte
#33
La cosa mi ha abbastanza sorpreso: viste le dimensioni aziendali, la complessità dei loro stampi e considerando che hanno più personale loro nel reparto stampi di quante ne abbia io in tutta l'azienda, pensavo che avessero i miei stessi problemi moltiplicati N volte e quindi avessero già implementato un PDM.
Ci sono settori dove comprare un cad3d sembra buttare i soldi figurati un PDM.
Poi credo dipenda dall'abitudine a lavorare in un certo modo che è sempre andato bene e si faccia un pò fatica a comprare un software che rivoluziona completamente l'azienda (anche se probabilmente in meglio). In alcune aziende di piccole dimensioni credo poi che effettivamente sia una spesa inutile. Comunque complimenti perla volontà di innovazione!!Spesso conviene cmq fare un passo alla volta per capire fino in fondo le modifiche aziendali che si stanno facendo...
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#34
Ci sono settori dove comprare un cad3d sembra buttare i soldi figurati un PDM.
Poi credo dipenda dall'abitudine a lavorare in un certo modo che è sempre andato bene e si faccia un pò fatica a comprare un software che rivoluziona completamente l'azienda (anche se probabilmente in meglio). In alcune aziende di piccole dimensioni credo poi che effettivamente sia una spesa inutile. Comunque complimenti perla volontà di innovazione!!Spesso conviene cmq fare un passo alla volta per capire fino in fondo le modifiche aziendali che si stanno facendo...
Sul fatto che per certe dimensioni di azienda sia una spesa inutile... mah... se mi consenti, dissento.
Io personalmente avessi un PDM aziendale (facile, disponibile, intuitivo) anche solo per fare Doc Management sarei felice...
Sai quanti documenti/mail etc non riesco più a trovare o il tempo perso a cercarli quando mi servono?
Sicuramente se un'azienda è piccola deve andare a cercare un PDM di tipo "Express" (facile, disponibile, intuitivo).
 

FlatSix

Utente Junior
Professione: Imprenditore
Software: Solidworks
Regione: Lombardia
#35
Nuntio vobis gaudium magnum habemus CAD 3D :smile:

Riprendo questo vecchio thread per ringraziare tutti coloro che mi hanno dato una mano nella scelta e per dirvi che finalmente sono arrivato al dunque: Solidworks Standard con un PDM 'base'.
Non faccio nomi visto che un commerciale quasi sicuramente mi ha sgamato: non ne sono sicuro, ma ritengo abbia letto questo thread e abbia fatto 2+2...

Tutti i CAD analizzati mi sono sembrati sovrabbondanti per le mie esigenze e viste le premesse che feci all'apertura del thread, alla fine hanno prevalso queste considerazioni, in ordine sparso e non di importanza:

- L'interfaccia intuitiva.

- La diffusione e la comunità in internet, per il discorso delle API di programmazione, documentazione, macro, tutorial, ecc.

- La chiarezza e semplicità dell'offerta: 3 configurazioni ben definite, niente millemila moduli da vedere, sommare, integrare.
Con alcuni degli altri CAD ad ogni richiesta di chiarimento su funzioni appena appena più specifiche veniva aggiunto un modulo, con conseguente innalzamento dei costi oppure venivo dirottato su software di categoria superiore, di cui ovviamente non avevo visto nulla durante le demo iniziali.
I listini sono un'opinione, gli sconti spudorati, la fantasia dei commerciali infinita.

- Maggior diffusione presso aziende di dimensioni e caratteristiche simili alla mia e da una mia rapida indagine informale mi è parso più facile trovare tecnici già formati su SW che su altri CAD.

- Politica delle licenze e dei canoni di assistenza.
Non che SW sia il massimo da questo punto di vista, ma visto cosa mi son sentito chiedere da alcuni suoi concorrenti, diciamo che su questo aspetto la sensazione è stata quella di aver scelto il meno peggio.
Della serie... dovendo essere inchiappettato, il Mandingo l'ho mandato un fondo alla fila e ho scelto il Pigmeo :smile:

Dopo aver finalmente visto le implementazioni 'reali' di PDM in un paio di uffici tecnici e parlato con gente che lo usa quotidianamente, sono ancora più convinto che l'introduzione del PDM avrà un impatto quanto meno paragonabile a quello dell'introduzione del CAD 3D, sia in termini di risorse richieste che in termini di potenziali benefici: diciamo che da quanto ho potuto imparare sinora non vedo come si possa concepire un utilizzo proficuo di un CAD di progettazione senza un PDM.

Grazie ancora a tutti.
 
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#36
In bocca al lupo per la scelta...
e grazie per aver relazionato: così si fa... dare/avere

per cultura, nella short list chi era finito?