bulloni e dadi

Ozzy

Guest
#21
ecco perché l'italia va male...finché ci sono questa "vedute" da 1960:cool:..non ti preoccupare non disturberò più..per fortuna che il sapere è forza e andrebbe condiviso!!!!!:D
Forse non hai ben capito che la mia era una battuta con tanto di smile, non ho tirato fuori nulla a che riguardo su come ti paghi l'università ne detto che sei un fannullone o che altro, non mi permetto di dire certe cose, quindi forse quello che è prevenuto a questo punto mi pare di capire sia tu...

Però il tuo modo di rispondere fa riflettere.
Molto..

PS: te la sei presa per niente
 

barby85

Utente Standard
Professione: studente universitario
Software: autocad 2006/pro engineer wildfire3
Regione: veneto
#22
ciao ho cercato di leggere più guide possibili sulle FDU( non ho capito molto cosa è la family table) però adesso ho un problema...
nella guida mi si dice che per creare una libreria di FDU devo crearmi una cartella mia o tenere quella di default di pro e. io ho creato al cartella nel desktop chiamandola FDU e poi nel file di setup alla voce pro_group_dir ho dato il percorso della cartella. ho sbagliato?
a questo punto per creare la mia FDU relativa alla vite devo andare su libreria nella finestra strumenti...il problema è che non c'è... inoltre non ho capito se nella FDU devo modellare una vite ben precisa( cioe M8 e l'unico parametro che metto è la lunghezza o una vite generica( cioè con parametri queli diametro, lunghezza gambo, le varie quote della sezione del filetto ecc..)
 

livido

Utente Junior
Professione: CO2 transfer to the atmosphere
Software: Creo 5.0 M150
Regione: Caledonia
#23
Fai così:
ti disegni una vite con la forma tipo che ti serve, e la parte (che può chiamarsi anche vite_testa_esagono_metrica_int_fil per esempio) sarà il generico della tua family. occhio a costruire le features inmaniera corretta, per esmpio l'esagno deve essere parametrizzato secondo la sua larghezza di chiave. La parte filettata io la farei con un'estrusione a diametro pari al diametro di nocciolo, ti viene comoda per non avere interferenza nei montaggi. per ultimo ti cerchi un catalogo (mi viene in mente quello delle viterie venete, che è ben fatto) e ti fai la tabella su pro-e paro paro, con tutte le varianti della vite in questione.
ciau:)
 

barby85

Utente Standard
Professione: studente universitario
Software: autocad 2006/pro engineer wildfire3
Regione: veneto
#24
volevo chiedere un'informazione più tecnica che modellistica e visto che siete progettisti...io devo usare una vite con gambo parzialmente filettato( vi allego ciò che io ho come dati): nella tabella c'è tabulato il parametro b= parte filettata....e c'è scritto che per l< 125 b=22 per una vite m12...questo significa che per ogni vite di lunghezza inferiore ai 125 mm la parte filettata è sempre di 22 mm oppure 22 mm è il valore massimo che può avere?
 

Allegati

Ozzy

Guest
#25
Fai così:
ti disegni una vite con la forma tipo che ti serve, e la parte (che può chiamarsi anche vite_testa_esagono_metrica_int_fil per esempio) sarà il generico della tua family. occhio a costruire le features inmaniera corretta, per esmpio l'esagno deve essere parametrizzato secondo la sua larghezza di chiave. La parte filettata io la farei con un'estrusione a diametro pari al diametro di nocciolo, ti viene comoda per non avere interferenza nei montaggi. per ultimo ti cerchi un catalogo (mi viene in mente quello delle viterie venete, che è ben fatto) e ti fai la tabella su pro-e paro paro, con tutte le varianti della vite in questione.
ciau:)
Ma no se le modelli devi modellarle correttamente, le interferenze puoi anche saltarle in altri modi.;)
 

livido

Utente Junior
Professione: CO2 transfer to the atmosphere
Software: Creo 5.0 M150
Regione: Caledonia
#26
Ma no se le modelli devi modellarle correttamente, le interferenze puoi anche saltarle in altri modi.;)
quell'occhiolino lì serve a farmi venire il dubbio che quello che ho fatto fin'ora è una caxxata (come giustamente mi sento ripetere sovente dai miei colleghi veterani)?
Ho sentito la bacchettata proprio dietro l'orecchio! :D
sà, raccontami un po' di sta alternativa al gambo sottile, se hai tempo. grassie!:)
 

Ozzy

Guest
#27
Ma niente semplicemente te li modelli correttamente poi quando vai a fare un'analisi di interferenza li puoi anche sopprimere oppure togliere dall'analisi.
 

livido

Utente Junior
Professione: CO2 transfer to the atmosphere
Software: Creo 5.0 M150
Regione: Caledonia
#29
Ma niente semplicemente te li modelli correttamente poi quando vai a fare un'analisi di interferenza li puoi anche sopprimere oppure togliere dall'analisi.
Il fatto è che mi darebbero casotto nella messa in tavola dei complessivi... :(
 

livido

Utente Junior
Professione: CO2 transfer to the atmosphere
Software: Creo 5.0 M150
Regione: Caledonia
#31
Gli spigoli che si compenetrano non te li rappresenta...