• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

BMW INTEGRAZIONE PLM V6

RS4

Utente Standard
Professione: Progettista CAD/CAM
Software: CATIA V5, DELMIA, CATIA V4, PRO/E, Enovia LCA, Team Center, Vericut, Renishaw OMV/PowerINSPECT
Regione: puglia
#1
BMW implementa le soluzioni PLM V6 di Dassault Systèmes come nuova piattaforma per l’architettura, l’integrazione e la progettazione di sistemi embedded
11/02/2011 14.42.02


Dassault Systèmes (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), azienda leader a livello mondiale nelle soluzioni 3D e nelle tecnologie per il Product Lifecycle Management (PLM), ha annunciato che BMW ha scelto le soluzioni PLM V6 per sviluppare la futura architettura elettrica, elettronica e software embedded (E/E) delle proprie automobili.

La casa automobilistica tedesca ha scelto la soluzione V6 di Dassault Systèmes in virtù della sua infrastruttura PLM flessibile e dell’ampia dotazione di funzionalità specifiche “out of the box” per l’ingegnerizzazione dei sistemi.
Con il progetto Architecture, Integration and Design for Automotive (AIDA), BMW implementerà un processo di collaborazione completamente integrato per collegare fra loro tutti gli elementi costitutivi e gli attori del processo E/E, mettendo al centro del processo di innovazione il valore per i clienti di BMW. Utilizzando V6 di Dassault Systèmes per la gestione della proprietà intellettuale (IP), BMW collegherà i requisiti della clientela alle funzioni implementabili nell’auto, definendo nel contempo l’architettura logica dei sistemi e il rilascio della configurazione fisica sotto forma di hardware e software.

BMW sfrutterà la soluzione V6 per gestire la complessità dei futuri sistemi embedded delle automobili attraverso la creazione di un’architettura master per tutte le varianti dei modelli e il continuo rinnovamento delle funzioni dell'auto. Il riutilizzo delle funzioni e la separazione dei componenti hardware e software nel processo di sviluppo aiuteranno BMW a ottenere una riduzione significativa dei costi nell'ambito E/E.

La soluzione PLM V6 per la progettazione di sistemi verrà collegata all’ambiente di gestione aziendale già esistente in BMW, a dimostrazione dell’apertura della piattaforma V6. Questa implementazione riuscita, già operativa oggi, rappresenta la prima fase di un accordo di collaborazione decennale che BMW e Dassault Systèmes hanno sottoscritto per sviluppare l’infrastruttura e gli applicativi migliori per il comparto E/E.

“L’auto del futuro non può essere realizzata con processi e strumenti del passato,” ha dichiarato Dominique Florack, Senior Executive Vice President, Products – R&D di Dassault Systèmes. “La piattaforma V6 è la soluzione strategica di Dassault Systèmes per creare e simulare a livello digitale i sistemi embedded più complessi. Sono felice che BMW abbia deciso di sostenere la nostra visione e sia riuscita a implementare la V6 in produzione, puntualmente, a soli otto mesi dalla decisione.”

A proposito di Dassault Systèmes
Leader mondiale nelle soluzioni 3D e Product Lifecycle Management (PLM), Dassault Systèmes offre soluzioni di valore a più di 115.000 clienti in oltre 80 nazioni. Pioniere del mercato del software 3D – in cui opera sin dal 1981 – Dassault Systèmes sviluppa e commercializza software applicativo PLM e servizi destinati a supportare i processi industriali e a fornire una rappresentazione 3D dell’intero ciclo di vita dei prodotti, dal loro concepimento, alla manutenzione, al riciclo. Il portafoglio Dassault Systèmes è costituito da CATIA (per la progettazione del prodotto virtuale), SolidWorks (per la progettazione meccanica 3D), DELMIA (per la produzione virtuale), SIMULIA (per il testing virtuale), ENOVIA (per la gestione collaborativa del ciclo di vita) e 3DVIA (per rappresentazioni realistiche in 3D). I titoli Dassault Systèmes sono quotati all'Euronext Paris (#13065, DSY.PA) e le ADR (American Depository Receipt) di Dassault Systèmes possono essere trattate “over-the-counter” (OTC) al Nasdaq statunitense (DASTY). Per maggiori informazioni, visitate il sito http://www.3ds.com.
 

Allegati

Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#2
Ce la siamo presa in quel posto...
:))
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#3
Ce la siamo presa in quel posto...
:))
dopo che Daimler è passata a NX e TC la Dassault avrà fatto un mega sconto dei loro prodotti per non perdere anche BMW, di cui l'offerta allettante non hanno saputo rifiutare..... SCHERZO!!!! :tongue:
 
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#4
dopo che Daimler è passata a NX e TC la Dassault avrà fatto un mega sconto dei loro prodotti per non perdere anche BMW, di cui l'offerta allettante non hanno saputo rifiutare..... SCHERZO!!!! :tongue:
Qui trattasi di Gestione Software Embedded...
Avevano Teamcenter tempo fa... implementato di T-System...
Poi avevano iniziato a scriversi una specie di PDM per i cavoli loro.
Adesso hanno lasciato perdere e preso DS.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#5
Qui trattasi di Gestione Software Embedded...
Avevano Teamcenter tempo fa... implementato di T-System...
Poi avevano iniziato a scriversi una specie di PDM per i cavoli loro.
Adesso hanno lasciato perdere e preso DS.
Ma invece per il cad meccanico vero e proprio sono ancora in fase di valutazione fra NX e Catia V6?
 
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#6
Ma invece per il cad meccanico vero e proprio sono ancora in fase di valutazione fra NX e Catia V6?
Pare...
Ma quella è una roccaforte DS.
Sarà dura.
... io non sono coinvolto, faranno i teteski...
 

RS4

Utente Standard
Professione: Progettista CAD/CAM
Software: CATIA V5, DELMIA, CATIA V4, PRO/E, Enovia LCA, Team Center, Vericut, Renishaw OMV/PowerINSPECT
Regione: puglia
#7
Dassault Systèmes made an intriguing announcement this morning. Alongside the Q4 and 2010 year earning (if you’re interested revenue growth of 20% to €1.56 billion; new licenses revenue up 30%), there was an announcement from BMW, extending the deals already announced around a year ago concerning Catia and Simulia.

BMW has signed up for V6 as the backbone for development of its future electrical, electronics, and embedded software (E/E) architecture of its cars. According to the release, the Architecture, Integration and Design for Automotive Project (AIDA), will see BMW implement a “seamless collaborative process to connect the various constituents and actors of the E/E process, putting BMW’s customers’ values at the centre of the innovation process. By leveraging Dassault Systèmes’ V6 to create a single IP reference, BMW will link customer requirements to implementable functions in the car, while defining the logical architecture of the systems and releasing the physical expression in form of hardware and software.”

It continued with “BMW will leverage the V6 solution to manage the future complexity of embedded systems in the car by providing a master architecture for all car derivations and enabling a constant modernisation of car functions. The re-use of functions and the separation of hardware and software components in the development process will help BMW gain significant cost savings in the E/E domain.”



DS has been making some serious moves in the systems engineering space over the few years to get into this field and bring it all under the same PLM umbrella and allow customers to manage almost everything associated with complex products from within the same environment. Looking back over the last year, one of the most significant moves that seemed to have slipped by unnoticed was DS’s acquisition of Geensoft, which brought them tools to model and generate vehicle control system software.

Signing a 10 year deal with BMW is a solid validation of the work it’s been doing.

It certainly is an interesting time in the automotive world. As we’ve said only recently, vehicles are shifting away from fossil fuel based systems that have been the status quo since 1885 (Mr Ford was well behind the times) and into brand new territory. Looking at what BMW are doing, their current concepts are a radical shift away and the vehicles they have now are going to look dated and practically pre-historical if any of its plans make it to production. There’s also huge co-operative work at play in the automotive world. BMW is working with French car maker Peugeot to develop new hybrid drive systems and this is just the tip of the iceberg (note: PSA is also a DS house in many respects).

For once, the release also contained a quote from a software executive that pretty much sums up how I feel about the subject. Dominique Florack, senior executive vice president, products – R&D at Dassault Systèmes said “The car of the future cannot be built with the processes and tools from the past.”


----------------------------------------------------------

Google Traduttore

Dassault Systèmes ha fatto un annuncio interessante questo
mattina. Accanto al Q4 e il 2010, guadagnando l'anno (se
siete interessati crescita delle entrate del 20% a € 1560000000;
nuove entrate titoli fino al 30%), c'è stato un annuncio
da BMW, che proroga le offerte già annunciato circa un
anno fa riguardante Catia e Simulia.

BMW ha firmato per V6 come spina dorsale per lo sviluppo
del suo futuro elettrica, elettronica, ed embedded
software (E / E), l'architettura delle sue vetture. Secondo il
rilascio, il, Architettura e Design di integrazione per
Automotive Project (AIDA), vedrà BMW attuare una
"Seamless processo di collaborazione per collegare le varie
componenti e attori del processo / E E, mettendo BMW
valori di clienti 'al centro dell'innovazione
processo. Sfruttando Dassault Systèmes 'V6 per creare un
di riferimento unico IP, BMW collegherà i requisiti del cliente
alle funzioni implementabili in macchina, mentre la definizione
architettura logica dei sistemi e rilasciando il
espressione fisica in forma di hardware e software ".

Si continua con "BMW farà leva per la soluzione V6
gestire la complessità futuro dei sistemi incorporati nel
auto fornendo un'architettura master per tutte le auto
derivazioni e permettendo un costante aggiornamento della vettura
funzioni. Il riutilizzo di funzioni e la separazione dei
componenti hardware e software per lo sviluppo
processo aiuterà BMW notevoli risparmi sui costi di guadagno in
la E / E del dominio ".



DS ha fatto alcune mosse gravi problemi nei sistemi
spazio ingegneria negli anni per entrare in questo
campo e portare tutti sotto lo stesso ombrello e PLM
consentire ai clienti di gestire quasi tutto associato
con i prodotti più complessi all'interno dello stesso ambiente.
Guardando indietro nel corso dell'ultimo anno, uno dei più
passi significativi che sembrava essere scivolato da
inosservata è stata l'acquisizione di Geensoft DS, che ha portato
loro gli strumenti per modellare e generare sistema di controllo del veicolo
software.

La firma di un 10 riguardano l'anno con BMW è una solida validazione di
il lavoro è fatto.

E 'sicuramente un momento interessante per il settore automobilistico
mondo. Come abbiamo detto solo di recente, i veicoli si stanno spostando
lontano da combustibili fossili basati su sistemi che sono stati i
status quo dal 1885 (il signor Ford era ben dietro i tempi)
e in un territorio nuovo di zecca. Guardando a ciò che BMW sono
facendo, i loro concetti attuali sono un radicale cambiamento di distanza
nonché dei veicoli che hanno ora stanno andando a guardare datato
e quasi pre-storica, se uno qualsiasi dei suoi piani di fare
per la produzione. C'è anche grande lavoro cooperativo a
svolgere nel mondo automobilistico. BMW sta lavorando con i francesi
casa automobilistica Peugeot per sviluppare nuovi sistemi di propulsione ibrida e
questa è solo la punta dell'iceberg (nota: PSA è anche un
casa DS per molti aspetti).

Per una volta, la release contiene anche una citazione da un
Executive Software che praticamente riassume come mi sento
sull'argomento. Dominique Florack, dirigente
vice presidente, i prodotti - R & D di Dassault Systèmes ha detto
"L'auto del futuro non può essere costruito con i processi
e strumenti del passato ".
 

Allegati