• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

ASSIEME FLESSIBILE

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#1
Ciao a tutti,
Problema del Venerdì sera ... :mad: .
Ogni macchina che produciamo è equipaggiata con un quadro elettrico che puo variare nelle 3 dimensioni, fino ad oggi avevo brillantemente risolto modellandone uno di base e poi utlizzando flessibilità e FT avevo fatto tutte le varianti che poi ho inserito nei vari progetti, con il vantaggio che se facevo delle modifiche aggiornavo la base e in automatico si aggiornavano tutte le varianti. Al fornitore delle carpenterie davo il drw quotato dell' assieme ed ero apposto, perchè lui si faceva gli sviluppi dei particolari.
Ed eccoci al problema; il mio titolare ha trovato un nuovo fornitore, un atigiano molto più economico, che però mi ha chiesto gli sviluppi ed i dxf di tutti i particolari, che io non riesco a fare, a meno di non rivedere tutto il progetto, avendo sfruttato la flessibilità dei componenti, ho tutti gli assiemi che richiamano gli stessi particolari.
Vi è mai successo nulla di simile ? Accetto suggerimenti e consigli.
Ho fatto delle prove e l' unica soluzione, anche se molto macchinosa, è andare nella variante di FT ed eseguire il comando propaga a modello e poi elaborare i singoli componenti.
Spero nel vs. aiuto, grazie in anticipo.
 

Allegati

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#2
A mio avviso non è stata una scelta molto saggia quella di utilizzare la flessibilità...

La strada delle FT penso che sia quella più adatta. Io mi farei una instance per ogni quadro e negli assiemi poi farei sostituisci componente, family table, e seleziono il quadro appropriato. Qui non esiste la flessibilità come nel caso delle molle e delle guarnizioni, diciamo che è stato fatto un accrocco per non fare i disegni di questi quadri ma avere nell'assieme già quello adatto.

Stavo anche pensando ad una serie di salva copia, questo per tirarti dietro anche il disegno degli altri componenti che però andresti a modificare singolarmente. Ma credo che sia meglio avere un file solo in FT, che è più semplice da gestire. Poi per i drw solito discorso: rinomina in sessione, sostituisci componente e ti tiri fuori i singoli costruttivi.
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#3
A mio avviso non è stata una scelta molto saggia quella di utilizzare la flessibilità....

Ti do ragione, ma mai e poi mai avrei immaginato di dover fare anche i particolari del quadro elettrico, fino ad ora, ti assicuro che il metodo era comodissimo.
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#4
Altra idea: ve di se può tornarti utile l'utilizzo di FT di second'ordine al fine di eliminare la flessibilità. Tanto sono tutte misure discrete di ingombro, non credo che ce ne siano un'infinità da mettere in tabella.
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#5
Ti do ragione, ma mai e poi mai avrei immaginato di dover fare anche i particolari del quadro elettrico, fino ad ora, ti assicuro che il metodo era comodissimo.
Ahahah :biggrin:, ti capisco perfettamente!
Immagino che mettersi a fare particolari di questo tipo è un lavoro seccante!

MAI dire MAI
 
Ultima modifica da un moderatore:

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#7
Ahahah :biggrin:, ti capisco perfettamente!
Immagino che mettersi a fare particolari di questo tipo è un lavoro seccante!

MAI dire MAI
No, nessun problema, mi piace lavorare con il modulo lamiera, è che mi secca essere stato preso alla sprovvista, non avere la possibilità di produrre la necessaria documentazione, perchè ho preso una via traversa.
... Succede, cercherò di trovare una soluzione.
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#8
... E una mezza soluzione l' avrei anche trovata:
Lascio la flessibilità perchè al momento non posso toglierla, mi si incepperebbe tutto il "giochino", e con una serie di pubblica geometria prendendo a riferimento le superfici che mi interessano e altrettanti nuovi prt con dei copia geometria estraggo i particolari che mi interressano, ho fatto delle prove ed ho visto che ottengo lo stato piano, il drw ecc. abbastanza facilmente, dal momento che i nuovi pezzi rimangono fedeli agli assiemi da dove si originano i pubblica geometria.
Se cambio le quote nella FT principale, a cascata si aggiorna tutto con un po di rigenera, per ora non vedo grosse controindicazioni.
Vi terrò informati, chissà che non volendo possa essere un sistema valido.