• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Archiviazione progetti

bear69

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore meccanico
Software: Solidworks 2012
Regione: Abruzzo
#1
Buongiorno, come già scritto nel messaggio di presentazione lavoro da poco in ufficio progettazione con solidworks 2012 che è nuovo sia per me che per i miei colleghi, prima si lavorava solo in 2d con autocad.
Il mio problema è il seguente, dovrei fare due archivi separati, uno per il 3d e uno per le tavole. Io sono partito creando le parti e l'assieme in una cartella e successivamente ho creato tutte le relative tavole nella stessa cartella. Dovendo fare un archivio separato ho spostato le tavole in un'altra cartella, al momento dell'apertura dei disegni mi è venuto fuori un messaggio che non si trovavano i componenti e sulla tavola invece delle varie viste mi sono comparsi dei rettangoli con le relative diagonali. So che facendo questo spostamento ho tolto ogni relazione tra tavole e 3d è che l'srchiviazione separata è stata definita dai capi a progetto in fase avanzata. Come dovrei strutturare il progetto per poi realizzare il tipo di archiviazione richiesto?
Grazie in anticipo...
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#2
Come mai questa scelta "geniale" ?
 

bear69

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore meccanico
Software: Solidworks 2012
Regione: Abruzzo
#4
In effetti è una scelta che non comprendo nemmeno io anche perchè poi delle tavole si dovrà fare una copia in pdf in modo che i disegni siano visionabili da tutti i pc dell'azienda collegati in rete. Ma c'è un modo per archiviarli separatamente in modo tale che se faccio una modifica alla parte o all'assieme si aggiorni anche la tavola?
Intanto grazie per le risposte.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#5
I files devono stare tutti assieme soprattutto se non si ha un PDM installato. Comunque è una scelta sbagliata quella di tenere le tavole seprate per i modelli nativi di SW. Se non lo capiscono è meglio che vadano a fare un'altro tipo di lavoro.

La cartella dei pdf ha senso che sia separata e va bene per essere vista da tutti all'interno dell'azienda.

Senza un PDM succede quanto segue:
La condizione generale di utilizzo ideale è quella di avere una cartella con dentro tutti i progetti, assiemi, tavole ecc ecc.
La prima problematica si mette in evidenza quando abbiamo una cartella con i componenti commerciali dove possiamo avere per sbagli 2 files con stesso nome e geometria simile o diversa. Ecco che già qui ci sono i primi errori all'interno dei modelli 3D qualora montiamo in un assieme generale due assiemi contenenti "lo stesso nome di file simili".
La relazione tra messa in tavola e assime/parte è il legame base tra queste entità. Spostare assieme da tavola può essere utile qualora volessimo fare pedestremente una copia di messa in tavola da fare puntare ad un assieme diverso (perchè SW chiede sollecitato in automatico di legare l'assieme della tavola). E' dannoso tenere in due livelli diversi messe in tavola e parti/assiemi.

Questa genialata di dividere in cartelle credo sia dovuto all'assenza del PDM, quindi ci si inventa modi "sciocchi" per capire lo storico aziendale. Ma non serve proprio a niente avere i files divisi. Meglio investire nel PDM qualche soldo.... e il PDM stesso provvede a capire e sapere cosa e dove. Si richiede al pdm di vedere le tavole del progetto e lui te le fa vedere. Non così a mano dividendo in cartelle.... povera tecnologia....e quante cose non si sanno...e quante cavolate si impostano in azienda....
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#6
Un bot che ogni cinque minuti fa una copia delle tavole in cartelle preimpostate? Ovviamente impostando i parametri del file in sola lettura, segnandosi l'hash e spezzando le dita a chi lo modifica?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#7
Un bot che ogni cinque minuti fa una copia delle tavole in cartelle preimpostate? Ovviamente impostando i parametri del file in sola lettura, segnandosi l'hash e spezzando le dita a chi lo modifica?
Se per questo, il programma di pianificazione di SolidWorks lo fa già. Serve per convertire in automatico PDF e fare copie varie. Però la messa in tavola fatta con SW copiata fuori dal direttorio di lavoro può essere vista solo con il visualizzatore perchè altrimenti da errore di percorso dei contenuti geometrici (modello solido part/assembly)
 

bear69

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore meccanico
Software: Solidworks 2012
Regione: Abruzzo
#8
Facendo un riepilogo di tutte le risposte la soluzione migliore ma soprattutto la più logica e razionale è quella di lasciare tutto nella stessa cartella. Cercherò di capire perchè i capi l'hanno pensata diversamente...
Grazie a tutti!
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#9
Facendo un riepilogo di tutte le risposte la soluzione migliore ma soprattutto la più logica e razionale è quella di lasciare tutto nella stessa cartella. Cercherò di capire perchè i capi l'hanno pensata diversamente...
Grazie a tutti!
Era proprio quello che stavo per dirti ... visto che la logica (a prescindere dal cad) vorrebbe tutti i file di un progetto (a parte gli elementi di libreria) dentro una directory, chiedi perchè vorrebbero intraprendere questa strada apparentemente senza senso.
 

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#10
Bhè.. non è proprio obbligatorio.. :smile:
Se a SWX hai indicato il percorso dove recuperare le cartelle; questo puoi farlo direttamente in fase di messa in tavola/salvataggio, quando salvi vai a farlo nella cartella designata ed il programma "memorizzerà" la posizione.
Viceversa, per come stai facendo tu adesso con uno spostamento successivo, invece di farlo semplicemente col clik e sposta di windows usa il tool apposito di SWX. Clik destro sul file (da un qualunque esplora risorse) ==> Solidworks ==> Sposta.. In questo modo i collegamenti rimangono, esattamente come succede quando usi il Rinomina (ma sempre di SWX).

Inoltre a volte basta aprire per primo un solo file che si trova in un'altra cartella rispetto al primo salvataggio originale, poi apri l'assieme e questo trovando il primo già aperto và a cercarsi lì anche tutti gli altri "mancanti".. Insomma, basta almeno dargli un "piccolo suggerimento" per dove andare a cercare.

Saluti
Marco:smile:

P.S. Naturalmente sarebbe buona cosa che tutte le eventuali "sottocartelle" di assiemi parti e tavole risiedessere all'interno della "cartella generale" del progetto.
 
Ultima modifica:

bear69

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore meccanico
Software: Solidworks 2012
Regione: Abruzzo
#11
Buongiorno a tutti, appena possibile vi aggiornerò su come l'azienda intende esattamente strutturare l'archiviazione dei progetti...
 

bear69

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore meccanico
Software: Solidworks 2012
Regione: Abruzzo
#12
Buongiorno, mi sono informato bene riguardo l'archiviazione, sarà strutturata nel seguente modo:
- "Archivio Tavole", qui verranno inserite le tavole slddrw di tutti i progetti per avere un unico archivio, ogni tavola avrà una copia in pdf che servirà sia come disegno visualizzabile da tutta l'azienda, sia come avvenuta approvazione del disegno;

- "Articoli Comuni", qui ci saranno tutte le parti comuni a diversi progetti;

- "Tipo Macchina", ci sarà una sottocartella "Parti Comuni" che conterrà le parti comuni alle varie configurazioni, sullo stesso livello di "Parti Comuni" ci saranno le varie cartelle relative ad ogni configurazione dove ci saranno assieme, sottoassiemi e parti specifici della singola configurazione.

"Archivio Tavole", "Articoli Comuni" e "Tipo Macchina" saranno sullo stesso livello.
Alla fine di tutto dall' assieme di ogni configurazione con il Pack and Go si raccoglieranno tutti i componenti e le tavole relative alla configurazione stessa.

Cosa ne pensate?
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#13
Buongiorno, mi sono informato bene riguardo l'archiviazione, sarà strutturata nel seguente modo:
- "Archivio Tavole", qui verranno inserite le tavole slddrw di tutti i progetti per avere un unico archivio, ogni tavola avrà una copia in pdf che servirà sia come disegno visualizzabile da tutta l'azienda, sia come avvenuta approvazione del disegno;

- "Articoli Comuni", qui ci saranno tutte le parti comuni a diversi progetti;

- "Tipo Macchina", ci sarà una sottocartella "Parti Comuni" che conterrà le parti comuni alle varie configurazioni, sullo stesso livello di "Parti Comuni" ci saranno le varie cartelle relative ad ogni configurazione dove ci saranno assieme, sottoassiemi e parti specifici della singola configurazione.

"Archivio Tavole", "Articoli Comuni" e "Tipo Macchina" saranno sullo stesso livello.
Alla fine di tutto dall' assieme di ogni configurazione con il Pack and Go si raccoglieranno tutti i componenti e le tavole relative alla configurazione stessa.

Cosa ne pensate?
Anni fa anch'io separavo i percorsi, non avevamo ancora il pdm e mi sembrava più facile gestire cartelle con un numero minore di files.
Se quando crei la nuova tavola la salvi correttamente già nel percorso corretto funziona e non succede nulla, il guaio sarà un domani se dovrai spostare qualcosa.
Io credo che la scelta più funzionale sia di avere una cartella su un disco mappato in rete (non c: ma una lettera normalmente non utilizzata dal sistema tipo R: o Z:) così se un domani dovrai spostare l'intero archivio sarà semplice rimappare la nuova cartella in rete e il cambio sarà indolore.
Sotto questo disco farei una cartella "dati_tecnici" o "disegni" e all'interno di questa metterei una cartella "commerciali", una cartella "standard" per gli standard aziendali (se ci sono) e per ogni tipo di prodotto/progetto fare una cartella dedicata contenente modelli e tavole. In sostanza non separerei i modelli dalle tavole, ma le macchine, i gruppi, ecc....

Ovvio che con il pdm è tutta un'altra storia...pensa a tutto lui ed è molto facile reperire tutto incrociando i filtri e sfruttando codici parlanti o gruppi merceologici.

Ciao e buon lavoro
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#14
a me puzza di bagno di sangue.
secondo me un progetto deve nascere e morire da solo. a meno che dietro non ci sia una attenta e precisa pianificazione, che si ottiene solo con l'esperienza.
basta che si usino parti specchiate o parti con schizzi derivati(classico esempio sono i fori fatti in modifica parte in ambiente assieme sfruttando la concentricità di altri fori esistenti).
per non parlare dei particolari modificati; e non dico modifiche sostanziali, ma basta una funzione rifatta geometricamente identica ma concettualmente diversa (sempre l'esempio del foro, invece che con taglio estrusione cancellato e rifatto con foro guidato) e si sputtanano tutti gli assiemi che contengono quella parte.
ho visto e corretto spesso pack&go che contenevano cartelle che non centravano nulla o addirittura di altri progetti.
se decidete di seguire questa strada qualcuno dovrà fare un manualetto con le regole da seguire scrupolosamente per evitare incasinamenti delle cartelle e dei file.

configurazione in solidworks sta ad indicare una variante all'interno di un assieme o particolare; tu a cosa ti riferisci con questo termine?
 

bear69

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore meccanico
Software: Solidworks 2012
Regione: Abruzzo
#15
Anni fa anch'io separavo i percorsi, non avevamo ancora il pdm e mi sembrava più facile gestire cartelle con un numero minore di files.
Se quando crei la nuova tavola la salvi correttamente già nel percorso corretto funziona e non succede nulla, il guaio sarà un domani se dovrai spostare qualcosa.
Io credo che la scelta più funzionale sia di avere una cartella su un disco mappato in rete (non c: ma una lettera normalmente non utilizzata dal sistema tipo R: o Z:) così se un domani dovrai spostare l'intero archivio sarà semplice rimappare la nuova cartella in rete e il cambio sarà indolore.
Sotto questo disco farei una cartella "dati_tecnici" o "disegni" e all'interno di questa metterei una cartella "commerciali", una cartella "standard" per gli standard aziendali (se ci sono) e per ogni tipo di prodotto/progetto fare una cartella dedicata contenente modelli e tavole. In sostanza non separerei i modelli dalle tavole, ma le macchine, i gruppi, ecc....

Ovvio che con il pdm è tutta un'altra storia...pensa a tutto lui ed è molto facile reperire tutto incrociando i filtri e sfruttando codici parlanti o gruppi merceologici.

Ciao e buon lavoro
Noi il PDM non l'abbiamo, almeno per ora.
I progetti verranno archiviati in un NAS destinato esclusivamente a questo.
Comunque per ora stiamo lavorando solo su tre progetti e sono i primi quindi vedremo più avanti se ci saranno problemi di gestione.
 

bear69

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore meccanico
Software: Solidworks 2012
Regione: Abruzzo
#16
a me puzza di bagno di sangue.
secondo me un progetto deve nascere e morire da solo. a meno che dietro non ci sia una attenta e precisa pianificazione, che si ottiene solo con l'esperienza.
basta che si usino parti specchiate o parti con schizzi derivati(classico esempio sono i fori fatti in modifica parte in ambiente assieme sfruttando la concentricità di altri fori esistenti).
per non parlare dei particolari modificati; e non dico modifiche sostanziali, ma basta una funzione rifatta geometricamente identica ma concettualmente diversa (sempre l'esempio del foro, invece che con taglio estrusione cancellato e rifatto con foro guidato) e si sputtanano tutti gli assiemi che contengono quella parte.
ho visto e corretto spesso pack&go che contenevano cartelle che non centravano nulla o addirittura di altri progetti.
se decidete di seguire questa strada qualcuno dovrà fare un manualetto con le regole da seguire scrupolosamente per evitare incasinamenti delle cartelle e dei file.

configurazione in solidworks sta ad indicare una variante all'interno di un assieme o particolare; tu a cosa ti riferisci con questo termine?
Il problema di fondo è che siamo alla prima esperienza con un programma di modellazione solida quindi penso che sia difficile gestire subito al meglio la progettazione e la gestione della stessa.

Noi produciamo macchine agricole che vengono collegate ai trattori, per ogni tipo di macchina ci sono diverse larghezze che variano a seconda delle dimensioni dei trattori ai quali devono essere abbinate. Ad esempio per la stessa macchina si parte da 1,3 metri, poi 1,4 1,5 1,6 ecc., io parto a costruire le parti o della macchina più larga o quella più stretta e poi con la tabella dati creo tante configurazioni quante sono le larghezze della macchina.
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#17
dalla mia esperienza con studi esterno ho visto che ogni persona ha una sua metodologia di esecuzione della modellazione. si va dal precisino che struttura la parte rinominando anche le funzioni a seconda del utilizzo, al selvaggio che importa schizzi dwg e li blocca con la relazione "fisso".
finché uno lavora da solo tutto va bene, quando si incomincia a condividere nascono le guerre tribali. quindi secondo me oltre che un'organizzazione logistica, che rimane fondamentale, dovreste anche pensare ad alcune regole base, magari facendo ognuno una stessa parte di prova e poi analizzare le differenti metologie di sviluppo, su come modellare e assemblare.