• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

andamento di una distanza durante un movimento

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#1
Scusate se scrivo in un'area che non è tipicamente mia
supponiamo di avere un assieme, con alcune parti che si muovono
la quota che governa la posizione reciproca delle parti è pilotata da una relazione legata a un parametro (in parole semplici: cambio il parametro, la relazione aggiorna la quota)
supponiamo anche che io abbia preso una distanza tra due parti e salvata come feature
vorrei vedere come cambia questa distanza al variare del parametro di posizione reciproca, dandogli degli step (ad esempio da 0 a 10 gradi con passi di 0,5 gradi)
quello che mi piacerebbe avere, alla fine della nottata di calcoli, sarebbe un foglio XL o un grafico che mi dica per ogni step qual'era la distanza

secondo voi si può fare? Come?

grazie a tutti
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#2
sob.. sob...
40 visite e nemmeno una parola di conforto...
sob... me misero, me tapino, me derelitto...
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#3
Ciao ciao

Quello che chiedi non è una cosa semplice. Il massimo che sono riuscito a fare è quello che puoi vedere nel breve video che ho allegato. Se ti può essere sufficiente, si ottiene in maniera molto semplice, basta mettere alcune quote al posto giusto ed il gioco è fatto.
 

Allegati

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#4
Ciao ciao

Quello che chiedi non è una cosa semplice. Il massimo che sono riuscito a fare è quello che puoi vedere nel breve video che ho allegato. Se ti può essere sufficiente, si ottiene in maniera molto semplice, basta mettere alcune quote al posto giusto ed il gioco è fatto.
ciao
grazie di aver risposto.
Purtroppo nel mio caso la situazione non è così semplice.
L'assieme è molto più complesso e "draggarlo" è praticamente impossibile
non solo, il movimento di un pezzo rispetto all'altro è legato a una relazione (in pratica l'assieme A roto-trasla mentre l'assieme B rimane fermo)
Non c'è quindi una relazione diretta tra la quota di comando e la distanza che vorrei monitorare.
Tant'è vero che nelle mie verifche uso il comando distanza tra due parti
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#6
E ... con gli Snapshot. Hai provato ad utilizzarli ?
ah, si.
Speravo però di poter fare un qualcosa "automatico" che cambiasse il parametro che governa la quota, verifica la distanza, la scrive da qualche parte (XL????) e ripete il calcolo con un parametro leggermente diverso
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#7
... qualcosa "automatico" che cambiasse il parametro che governa la quota ...
La butto là, e un' istruzione del tipo X = X + 1 nelle relazioni, ad ogni regen il parametro si incrementa e di conseguenza la quota.
Forse è un metodo lento e macchinoso ?
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#8
ciao
grazie di aver risposto.
Purtroppo nel mio caso la situazione non è così semplice.
L'assieme è molto più complesso e "draggarlo" è praticamente impossibile
non solo, il movimento di un pezzo rispetto all'altro è legato a una relazione (in pratica l'assieme A roto-trasla mentre l'assieme B rimane fermo)
Non c'è quindi una relazione diretta tra la quota di comando e la distanza che vorrei monitorare.
Tant'è vero che nelle mie verifche uso il comando distanza tra due parti
Ho avuto un caso simile e l'ho risolto, con NX, ma credo che qualsiasi altro cad faccia lo stesso, facendo N configurazioni (in NX arrangements) caricate su un unico assieme. Il procedimento è un po' pesantino ma funzia.
Spero di esserti stato d'aiuto.
Ciao
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#9
La butto là, e un' istruzione del tipo X = X + 1 nelle relazioni, ad ogni regen il parametro si incrementa e di conseguenza la quota.
Forse è un metodo lento e macchinoso ?
questa può essere una soluzione.
C'è però un metodo automatico per recuperare la distanza e magari "salvarla" in sequenza in qualche file?

- - - Aggiornato - - -

Ho avuto un caso simile e l'ho risolto, con NX, ma credo che qualsiasi altro cad faccia lo stesso, facendo N configurazioni (in NX arrangements) caricate su un unico assieme. Il procedimento è un po' pesantino ma funzia.
Spero di esserti stato d'aiuto.
Ciao
si, ho capito. Una specie di "pattern"
potrebbe essere una soluzione
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#10
C'è però un metodo automatico per recuperare la distanza e magari "salvarla" in sequenza in qualche file?
Per ottenere la distanza basta salvarla in una feature, ma scriverla in un file la vedo dura.

Scusa se mi permetto di darti un consiglio. In certi casi seguo questo metodo:
Con Pro-e faccio tutti i calcoli che mi servono, poi lo stesso tipo di calcolo lo imposto con Excel o altri programmi similari tenendoli separati volutamente, anche perchè così facendo tengo sotto controllo eventuali errori, se non tornano gli stessi risultati mi metto in allarme.
Quando poi mi serve intrecciare i dati preferisco importare i risultati ottenuti con Excel nel progetto, che è più semplice, posso costruire una curva con i dati importati da foglio di calcolo senza molte complicazioni.
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#12
Non conosco questo metodo... per curiosità, com' è la procedura ?
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#14
Ciao Dani! Ti rispondo meglio domani che ho più tempo...
Magari intanto prova a leggerti la guida digitando "analisi excel" è spiegato bene.
Ciao ciao
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#16
Eccomi qua, provo ad illustrarvi in breve come ho lavorato:

Premessa: Per semplicità raccolgo in un gruppo tutte le features di analisi in fondo all'albero del modello del mio assieme
1300_15032016.jpg
Step 1: Dopo aver fatto tutte le features di analisi distanza, per ultimo faccio una features di analisi (generica)
1301_15032016.jpg
Step 2: Definisco passo passo la feature come richiesto dal programma
1303_15032016 (2).jpg
Step 3: Nel tab definizione vado a prendere i risultati dei parametri che mi interessano e le misure di distanza associandole ad una precisa riga e colonna del foglio 1 del file Excel. Il foglio Excel può essere già esistente (come era nel mio caso) oppure può essere definito al momento da nuovo
1303_15032016.jpg
Step 4: Alla fine salvate il foglio Excel :redface: (ve lo dico perché quando ultimerete la feature di analisi, il file Excel su cui stavate lavorando vi si chiude direttamente e dovete ricominciare da capo :wink:)
Consiglio: Nel tab RichRigener NON mettete sempre altrimenti ad ogni modifica dell'assieme è lentissimo e diventa seccante lavorare. Io lo metto su Solo studio prog e alla fine delle mie modifiche al progetto quando è il momento di aggiornare il foglio excel mi basta fare un modifica def. alla feature; clic su Succ ed infine ri-salvare il foglio Excel aggiornato.
IMPORTANTE!!! Una volta impostata la feature, sul file Excel NON fate operazioni tipo aggiungi riga-colonna; sposta celle ecc... Questo perché il Creo non ne può tener conto ed alla modifica successiva vi inserisce sempre i valori nelle celle che gli avete detto all'inizio. E' un attimo fare del casino...

Per risolvere il problema di MBT vedi un po' se mettendo insieme il suggerimento di ceschi ed il mio riesci a fare qualche progresso e magari tienici aggiornati tutti quanti. Chissà che non venga fuori qualche spunto interessante per il nostro lavoro.

Una buona giornata a tutti
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#17
Ottima spiegazione, molto precisa e dettagliata. L' unica cosa che posso aggiungere è che il sistema funziona anche con le quote guidate, che io preferisco alle feature di analisi, perchè sono più evidenti nel progetto.