Ancora su tubazioni

Professione: tecnico
Software: Inventor 2010
Regione: toscana
#1
Volevo sapere quale dei 3 metodi secondo voi
(il problema di inventor e che ci sono troppi modi di fare la stessa cosa ma quello giusto in molti casi no) e' il piu' veloce in primis , piu' corretto , piu standardizzabile per costuire una tubazione di media complessità. Ho visto la settimana scorsa una azienda che costruisce rack per l'erogazioni di gas tecnologici la quale usa inventor e costuisce i rack con le parti del catalogo piu il materiale trovato su traceparts e quelllo che manca se lo disegna n 3d , un lavoro immane ma con ottimi risultati.

Io ho provato questi metodi ma sinceramente nessuno dei 3 mi soddisfa.

1 metodo ( se ce ne sono altri chiedo venia alla mia ignoranza sul prodotto)

schizzo 3d dell'isometrico , quotato , poi prendi le parti standard e via di vincoli a piazzare tubi curve e riduzioni flange e quantaltro.



2 metodo

Schizzo 3d o vari schizzi 2d che illlustano varie parti della tubazione
importi lo schizzo in un assieme e con il generatore di telaio applichi il tubo
se hai la fortuna di averlo a catalogo . (fare i cataloghi personalizzati troppo difficile x me e troppa perdita di tempo non facendo solo tubazioni ma avendone necessitia saltuaruamente, ma quando devo disegnarle e' una rogna rifiutandomi di tornare al 2d per principio.
Inoltre nelle connessioni a T lascia un tubo integro .


3 metodo da sparo in testa usare il progamma tubi e tubazioni di inventor
Sto parlando per me non dicendo che il software e' da buttare :biggrin:

Le problematiche ,

tubazione mezza saldata mezza flangiata come si fa ?

riduzioni di diametro sullo stesso percorso , come si fa senza creare piu percorsi che poi ti incasinano il tutto per ricollegarli.

difficolta nel creare uno standard proprio perche nella libreria non riesco a pescare tutti i componenti della stessa famiglia .

difficolta nel posizionare la tubazione nell'assieme principale oppure lavorare dirertamente sull'assieme che fa rallentare paurosamente la macchina.


Insomma non ci capisco piu un tubo e purtoppo l'orologio corre .

Saluti
Roberto
 

vinnypalumbo

Utente poco attivo
Professione: disoccupato
Software: Autocad, Inventor
Regione: Puglia
#2
Salve Roberto, purtroppo non posso aiutarti perchè neanche io capisco un tubo del piping, anzi vorrei impararlo ma non riesco a trovare una guida e neppure qualcuno che mi faccia leazione, se una buon'anima ci può illuminare ne sarei davvero felice...
 

Christian76

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: Inventor
Regione: Lombardia
#3
*hum*
premetto che non ho il modulo avanzato per le tubazioni, ma penso dai vari post finora letti di avere un idea del come sia impostato.
"credo" che tale modulo si appoggi al concetto di classi di linea,
che e' sicuramente un ottimo approcio, ma come ogni cosa, dipende poi cosa si vuole/deve fare.
Ad esempio nel mio caso per alcune commesse sarebbe buono, ma per la maggiorparte sarebbe un intralcio.
Io non utilizzo nessuno dei 3 sistemi da te citati, diciamo che mi avvicino al 1°.
Noi partiamo da delle idee su carta e iniziamo ad elaborare dei sottoassiemi inserendo i vari componenti che ci siamo creati durante gli anni.
E creiamo in questo modo i nostri skid.
Presumo invece che dovendo realizzare un impianto complesso dove si devono distribuire piu fluidi con pressioni differenti ecco che diventa comodo avere delle classi di linea che definiscono il tipo di tubo (spessore, materiale...) il tipo do giunzione (filettato, bw, sw...) e penso che sia ricco di altre opzioni.
:)
 

chapeau

Utente poco attivo
Professione: disegnatore
Software: INVENTOR 2009
Regione: Lombardia
#4
Salve a tutti
Se posso permettermi. L'errore, o la carenza, non sta in noi utilizzatori del software, o nel software stesso, ma in chi lo vendo e lo pubblicizza. I venditori, le aziende distrubutrici devo sempre spiegare per bene quali sono i lati positivi e quali sono i lati negativi del programma (che tutti hanno, in poche parole ognuno è bravo a fare certe cose, ma non lo è in altre). Invece spesso pur di fare le "percentuali" di vendita dicono al cliente cose non proprio verissime. Naturalmente noi utilizzatori provenienti da AutoCad che sappiamo ben poco di Inventor, crediamo a tutto quello che ci dicono. Se il Delaier fosse serio, dovrebbe dire al cliente che se vuole usare INVENTOR per fare impianti PIPING complessi, è meglio non utilizzarlo. Ci sono software sicuramente specifici per queste problematiche e per questi impianti. Inventor non è adatto, basta, e la gente così compra qualcosa che gli può tornare utile, invece che impazzire, e farsi dire cretino dal capo perchè non riesce ad utilizzarlo. Scusate la nota polemica, ma è la verità. Ci fate caso che quando fanno i loro esempi nei meeting di presentazione del software fanno sempre gli stessi esercizi? Vi siete mai chiesti perchè??
Saluti a tutti.
 

mikrobo

Utente Junior
Professione: progettista meccanico
Software: inventor
Regione: piemonte
#5
Volevo sapere quale dei 3 metodi secondo voi
(il problema di inventor e che ci sono troppi modi di fare la stessa cosa ma quello giusto in molti casi no) e' il piu' veloce in primis , piu' corretto , piu standardizzabile per costuire una tubazione di media complessità. Ho visto la settimana scorsa una azienda che costruisce rack per l'erogazioni di gas tecnologici la quale usa inventor e costuisce i rack con le parti del catalogo piu il materiale trovato su traceparts e quelllo che manca se lo disegna n 3d , un lavoro immane ma con ottimi risultati.

Io ho provato questi metodi ma sinceramente nessuno dei 3 mi soddisfa.

1 metodo ( se ce ne sono altri chiedo venia alla mia ignoranza sul prodotto)

schizzo 3d dell'isometrico , quotato , poi prendi le parti standard e via di vincoli a piazzare tubi curve e riduzioni flange e quantaltro.



2 metodo

Schizzo 3d o vari schizzi 2d che illlustano varie parti della tubazione
importi lo schizzo in un assieme e con il generatore di telaio applichi il tubo
se hai la fortuna di averlo a catalogo . (fare i cataloghi personalizzati troppo difficile x me e troppa perdita di tempo non facendo solo tubazioni ma avendone necessitia saltuaruamente, ma quando devo disegnarle e' una rogna rifiutandomi di tornare al 2d per principio.
Inoltre nelle connessioni a T lascia un tubo integro .


3 metodo da sparo in testa usare il progamma tubi e tubazioni di inventor
Sto parlando per me non dicendo che il software e' da buttare :biggrin:

Le problematiche ,

tubazione mezza saldata mezza flangiata come si fa ?

riduzioni di diametro sullo stesso percorso , come si fa senza creare piu percorsi che poi ti incasinano il tutto per ricollegarli.

difficolta nel creare uno standard proprio perche nella libreria non riesco a pescare tutti i componenti della stessa famiglia .

difficolta nel posizionare la tubazione nell'assieme principale oppure lavorare dirertamente sull'assieme che fa rallentare paurosamente la macchina.


Insomma non ci capisco piu un tubo e purtoppo l'orologio corre .

Saluti
Roberto
ciao,
io sto' iniziando ad impratichirmi con l'applicativo sul piping, e trovo qualche difficolta' , tipo sui vincoli tra i percorsi che non riesco a dare, oppure su curve diverse dallo standard, che bisogna disegnare e poi andare a mettere nel percorso (che lui considera unico).
se c'è qualcuno ferrato sul piping gli sarei grato.
mikrobo
 

MarcoBi

Utente Standard
Professione: flangia e curva, flangia e curva...
Software: Cadmatic, PDS, Autocad...
Regione: Lombardia
#6
Mi intrometto specificando che non uso inventor.
Però mi viene da dire che essendo un modellatore "general purpose", pur avendo un modulo piping, non credo sia il software adatto a fare impianti. Penso che come per prodotti analoghi o anche più blasonati, il modulo piping nasca per agevolare il completamento (magari in modalità assembly) di quei particolari come ad esempio il "piping a bordo macchina".
Chi fà uno skid con dimensioni e numero di linee contenuto può certamente utlizzare sw di questo tipo magari implementandosi un libreria ad hoc ma senza pretendere di ottimizzare il lavoro come con l'uso di programmi e tools specifici per l'impiantistica.:bekle: