• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Analisi FEM telaio bicicletta: Qualche dritta...

gregario

Utente Junior
Professione: disegnatore 3d
Software: Solid Works; Alibre
Regione: lombardia
#1
Ciao,

sto aiutando un amico a realizzare il design di un telaio di bicicletta da corsa in 3d usando SOLIDWORKS.

Non disegno normalmente queste cose, ma organi di trasmissione di potenza, per cui dato che faccio il lavoro un po' a "tempo perso" non so dove recuperare materiale vario.

Per la modellazione solida al momento, risolti alcuni inghippi nel raccordare con superfici vari corpi solidi, sembra che il design del telaio vada prendendo forma...

Volevo fare un passo in più per cultura personale, visto che no è il mio campo, ma "impara l'arte e mettila da parte"...

Volevo controllare attraverso il calcolo di elementi finiti alcune sezioni critiche, ma non ho nulla che possa quantificare i carichi agenti in determinate sezioni e come agiscono....
On-line non si trova nulla, le norme UNI-EN sono a pagamento...

Qualche dritta a tal proposito?

Ogni piccolo aiuto è ben accetto..........

Ciao e grazie in anticipo per le vostre risposte
 
Ultima modifica da un moderatore:

sampom

Moderatore SWX, Navale
Staff Forum
Professione: Progettazione/Costruzione macchine e impianti
Software: SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)
Regione: Piemonte (CN)
#2
Ciao,

sto aiutando un amico a realizzare il design di un telaio di bicicletta da corsa in 3d usando SOLIDWORKS.

Non disegno normalmente queste cose, ma organi di trasmissione di potenza, per cui dato che faccio il lavoro un po' a "tempo perso" non so dove recuperare materiale vario.

Per la modellazione solida al momento, risolti alcuni inghippi nel raccordare con superfici vari corpi solidi, sembra che il design del telaio vada prendendo forma...

Volevo fare un passo in più per cultura personale, visto che no è il mio campo, ma "impara l'arte e mettila da parte"...



Volevo controllare attraverso il calcolo di elementi finiti alcune sezioni critiche, ma non ho nulla che possa quantificare i carichi agenti in determinate sezioni e come agiscono....
On-line non si trova nulla, le norme UNI-EN sono a pagamento...

Qualche dritta a tal proposito?

Ogni piccolo aiuto è ben accetto..........

Ciao e grazie in anticipo per le vostre risposte
Ciao Greg..

ti invito ad intestare le discussioni con titoli che abbiano un chiaro riferimento all'argomento trattato.

Immagina di dover fare una ricerca per parole chiave, cosa potresti cercare?
Qualche dritta? ..e su cosa?

Anche per poterti rispondere, uno dal sommario sa già dove andare senza dover aprire tutti i threads a casaccio.

Grazie

Saluti
Marco

P.S. ..a parte che il tutto è spiegato nel regolamento:mixed:
 

Oldwarper

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam
Regione: Emilia Romagna
#3
Ti suggerisco di andare nel forum FEM oppure in quello specifico di Cosmos (ora Solidworks Simulation). Oltre a consigli sul programma avrai risposte anche sulle corrette metodologie di calcolo ed analisi.
 

ezioceres

Utente poco attivo
Professione: Laureando Ingegneria del Veicolo
Software: Catia v5, Catia v6, Solidworks, Altair Hyperworks, Msc Marc, Nastran, Star ccm+
Regione: Lombardia + Modena
#4
ciao.. forse un pochino posso aiutarti..
se ti interessa potresti provare a fare le prove che in genere vengono fatte sui telai moto per verificare rigidezza, resistenza e fatica.

Le prove di rigidezza mirano a valutare quanto il telaio è rigido torsionqalmente e flessionalmente. in pratica si vincola la parte posteriore a terra, e mediante elementi rigidi collegati al canoto dello sterzo, o si tira (prova flessionale) o si torce (prova torsionale).

Per le prove di resistenza si valutano le condizioni critiche: ingenere questo si ha con una forza posta nel punto di contatto ruota-suolo in atterraggio da impennata (forza Z e X)

Le prove di fatica sono un po complesse da spiegare con due parole..
ciao ciao
 

Matteo

Moderatore CAE/FEM/CFD
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM
Regione: Pianeta Terra
#5
Ciao, sto studiando un problema di dinamica della bicicletta: a breve (1 o 2 settimane) metterò qualche risultato sul sito aziendale ( http://www.caedevice.net/bicicletta/index.php ). Considera che il problema dei carichi che agiscono su una bicicletta non è semplice: ti consiglio di partire con le idee chiare sulle condizioni da simulare (pedalata con pedivella in posizione di massima spinta, pedalata fuorisella, "ride" cioè scorrimento sulla strada). Anche la simulazione della rigidezza e della cinematica dei cerchi e delle gomme non è banale.

Il discorso è molto più semplice se ridotto a una valutazione statica, comuqnue indicativa eprchè ti permette un rapido confronto con la "concorrenza".

Come già fatto dagli altri mod ti indico la sezione FEM come più appropriata. A livello CAD sto usando un parametrico analogo a SWX (nel mio caso ProE WF4) per lo studio del telaio (la parametricità mi serve per gestire la simulazione delle diverse taglie e le dimensioni dei tubi, modellati come superfici) e un esplicito (SpaceClaim) per la modellazione degli accessori (pedivelle, attacco manubrio).
 

gregario

Utente Junior
Professione: disegnatore 3d
Software: Solid Works; Alibre
Regione: lombardia
#6
Ciao, sto studiando un problema di dinamica della bicicletta: a breve (1 o 2 settimane) metterò qualche risultato sul sito aziendale ( http://www.caedevice.net/bicicletta/index.php ). Considera che il problema dei carichi che agiscono su una bicicletta non è semplice: ti consiglio di partire con le idee chiare sulle condizioni da simulare (pedalata con pedivella in posizione di massima spinta, pedalata fuorisella, "ride" cioè scorrimento sulla strada). Anche la simulazione della rigidezza e della cinematica dei cerchi e delle gomme non è banale.

Il discorso è molto più semplice se ridotto a una valutazione statica, comuqnue indicativa eprchè ti permette un rapido confronto con la "concorrenza".

Come già fatto dagli altri mod ti indico la sezione FEM come più appropriata. A livello CAD sto usando un parametrico analogo a SWX (nel mio caso ProE WF4) per lo studio del telaio (la parametricità mi serve per gestire la simulazione delle diverse taglie e le dimensioni dei tubi, modellati come superfici) e un esplicito (SpaceClaim) per la modellazione degli accessori (pedivelle, attacco manubrio).

Il problema mio è poi anche quello di quantificare il tipo di carico....
Che carichi imputare ai vari modi di pedalare?
Il peso del ciclista influisce? in che percentuale?
Come si distribuisce il suo peso sul telaio?

Forse voglio fare una cosa più grande di me.....
 

Matteo

Moderatore CAE/FEM/CFD
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM
Regione: Pianeta Terra
#7
Il peso conta molto! Un ciclista medio pesa 6 volte la bicicletta, per la maggior parte "appoggiati" alla sella, con un ciclico scaricarsi sui pedali (circa 50%).

Per la pedalata: fai uno schema della catena cinematica (pedale, pedivella, corona catena, pignone, mozzo, cerchi) e considera che normalmente la spinta massima (che varia da 100N a 1000N in relazione al tipo di pedalata e di ciclista) si realizza quando la pedivella è orientata in avanti e circa orizzontale.

Forse voglio fare una cosa più grande di me...
Fai le cose con calma... ci volgiono mesi per sviscerare un problema cosi ;)
 

gregario

Utente Junior
Professione: disegnatore 3d
Software: Solid Works; Alibre
Regione: lombardia
#8
Il peso conta molto! Un ciclista medio pesa 6 volte la bicicletta, per la maggior parte "appoggiati" alla sella, con un ciclico scaricarsi sui pedali (circa 50%).

Per la pedalata: fai uno schema della catena cinematica (pedale, pedivella, corona catena, pignone, mozzo, cerchi) e considera che normalmente la spinta massima (che varia da 100N a 1000N in relazione al tipo di pedalata e di ciclista) si realizza quando la pedivella è orientata in avanti e circa orizzontale.



Fai le cose con calma... ci volgiono mesi per sviscerare un problema cosi ;)

Consigli PREZIOSISSIMI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Se non ti scoccia per altre delucidazioni e in altre occasioni, posso conttattarti per mp?

Ciao e buona giornata

Beppe