Aiuto urgente con Creo

Gatto Matto

Utente Junior
Professione: studente, lavoratore
Software: Creo
Regione: Marche
#21
Ma non mi offendo! Non sono ascolana ci studio solo! Confermo le olive ascolane sono ottime!!! ed anche i cremini al liquoreeee!

beh ... senza offendere Gatto matto non sono ascolano !! ma sanbenedettese :)
E' notoria la rivalità tra le due città !
Ma come fare a non riconoscere lo splendore di piazza del popolo di Ascoli ?
Maxopus, se dovessi tornare da quelle parti ti invito a casa mia a Offida e, lasciando stare ProE, Creo, superfici G0 e reverse engineering ,... ci mangiamo olive, maccheroncini di Campofilone , funghetti di Offida ( che sono dolci !) , e beviamo Passerina ( si ! si chiama così un ottimo vino bianco di un vitigno autoctono ) ...

Ciao
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#22
beh ... senza offendere Gatto matto non sono ascolano !! ma sanbenedettese :)
E' notoria la rivalità tra le due città !
Ma come fare a non riconoscere lo splendore di piazza del popolo di Ascoli ?
Maxopus, se dovessi tornare da quelle parti ti invito a casa mia a Offida e, lasciando stare ProE, Creo, superfici G0 e reverse engineering ,... ci mangiamo olive, maccheroncini di Campofilone , funghetti di Offida ( che sono dolci !) , e beviamo Passerina ( si ! si chiama così un ottimo vino bianco di un vitigno autoctono ) ...

Ciao
Non fare così, che ho un debole per tutte le cose che hai nominato.
Conosco bene la Passerina (il vino appunto) e ho anche bevuto uno splendido Pecorino (sempre vino ... c'avete il vizio dei nomi ambigui :))
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#23
Mi chiedo perche' per il corso il prof imponga Pro/E, un cad che in provincia useranno tre persone in tutto.... :confused:

Forse era meglio far usare cad con una certa diffusione sul mercato locale, come SE o OSD....
 

Gatto Matto

Utente Junior
Professione: studente, lavoratore
Software: Creo
Regione: Marche
#24
A me lo dice!! qui si usa Catia (raramente) esolid edge che è più intuitivo. E poi dico ma io studio design che ci faccio con Creo? al max progetterò un portafrutta! E mi occuperò di food design e non di progettazioni meccaniche. I calcoli di peso ecc, li faccio a mano, e non con software specifici. Mi basta la conoscenza dei materiali ed i loro usi, poi nelle aziende ci sono ingegneri che fanno determinati calcoli. Chi ha fatto questo corso si è scordato che noi siamo designer? è utile avere nuove conoscenze ma per ampliarle occorre fare un corso di un anno, sia da autodidatta che con corsi autorizzati. Questo è diventato un esame insormontabile per molti studenti, che sono esauriti! Ci sono studenti fuoricorso di 2 o 3 anni solo per questo corso, anche tra i più bravi, che alla fine vanno a fare l'Erasmus per evitare di fare questo esame.
Non do la colpa al professore, lui dice che per imparare ad utilizzare creo ci vogliono molte ore di studio, e non ha ragione, ma non si può stare 24h al giorno come dice lui su creo, se poi hai altri laboratori da 16 crediti contemporaneamente, non siamo dei cyborg ma esseri umani. Ed io sto molte ore sul pc a lavorare, e trovo serie difficoltà nel capire questo software. Ho imparato ad usare da sola rhinoceros, autocad, e 3dstudio max, ma questo non riesco, sarà un mio limite....ma vedo che anche i ragazzi più bravi all'università hanno lo stesso problema.
Mi chiedo perche' per il corso il prof imponga Pro/E, un cad che in provincia useranno tre persone in tutto.... :confused:

Forse era meglio far usare cad con una certa diffusione sul mercato locale, come SE o OSD....
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#25
A me lo dice!! qui si usa Catia (raramente) esolid edge che è più intuitivo. E poi dico ma io studio design che ci faccio con Creo? al max progetterò un portafrutta! E mi occuperò di food design e non di progettazioni meccaniche. I calcoli di peso ecc, li faccio a mano, e non con software specifici. Mi basta la conoscenza dei materiali ed i loro usi, poi nelle aziende ci sono ingegneri che fanno determinati calcoli. Chi ha fatto questo corso si è scordato che noi siamo designer? è utile avere nuove conoscenze ma per ampliarle occorre fare un corso di un anno, sia da autodidatta che con corsi autorizzati. Questo è diventato un esame insormontabile per molti studenti, che sono esauriti! Ci sono studenti fuoricorso di 2 o 3 anni solo per questo corso, anche tra i più bravi, che alla fine vanno a fare l'Erasmus per evitare di fare questo esame.
Non do la colpa al professore, lui dice che per imparare ad utilizzare creo ci vogliono molte ore di studio, e non ha ragione, ma non si può stare 24h al giorno come dice lui su creo, se poi hai altri laboratori da 16 crediti contemporaneamente, non siamo dei cyborg ma esseri umani. Ed io sto molte ore sul pc a lavorare, e trovo serie difficoltà nel capire questo software. Ho imparato ad usare da sola rhinoceros, autocad, e 3dstudio max, ma questo non riesco, sarà un mio limite....ma vedo che anche i ragazzi più bravi all'università hanno lo stesso problema.
E' un CAD meccanico di alto livello per completezza e potenza di calcolo, non si può buttarlo dietro ad uno studente senza fornire quanto meno della manualistica e degli esercizi.
Il fatto che non sia diffuso in provincia di AP non significa niente, è sicuramente molto diffuso a livello nazionale con decine di migliaia di licenze.
Per questo gli Olandesi hanno la Philips e noi abbiamo la pettolanguloecompagni :)

L'approccio è diverso da programmi come Rhino o 3dstudio.
Si progetta ad oggetti e poi si mettono insieme ( o in modalità top-down modellando direttamente in ambiente assieme).
Perchè nella meccanica si progetta così.

Hai provato a guardare il portale che ti ho indicato ?
Devi comprendere che per la modellazione standard, devi partire modellando la singola parte.
Per modellare si parte da uno sketch (schizzo) per poi procedere con estrusione o rivoluzione (o sweep e blend per le forme un pò più complesse).
Poi si applicano fori, arrotondamenti, smussi. sformi ... eccetera.

Inizia ad esercitarti sullo sketch, trovi diversi filmati nel portale che ti ho indicato.
Guarda come è fatto un oggetto e valuta se si tratta di un oggetto estruso o ricavato per rivoluzione.
 

zimmy

Utente Standard
Professione: non l'ho mai capito
Software: icone e menu
Regione: lombardia
#26
io dico che meno male che qualcuno fa usare anche altri software !
certo in questo caso parlo "pro domo mia" per Creo,

Comunque ormai anche Creo non è poi così complicato.
E' anche vero che , senza un buon corso, nessun software si impara come si deve.

E' poi vero che all'università si fanno cose in modo sbagliato. L'approccio ( anche qui al Politecnico di Milano ) è : questo è il software ... forza , arrangiatevi .

Perchè pensate davvero che i ragazzi che all'università usano Solidworks ( o solidedge , o Inventor ) , hanno una minima idea di cosa vuol dire metodo di lavoro con un sistema CAD ? Lo usano in maniera pessima. Lo usano e basta . Sono bravi perchè si arrangiano ma poi l'albero modello è una schifezza ! Sono veloci a fare estrusioni e rivoluzioni e ... basta !
Lo dico per conoscenza diretta della cosa !

Quindi non dipende molto dal sistema CAD ma da come si pensa di usarlo .
So bene quali possono essere le diffcoltà di uno studente lasciato da solo ...

E se si insegnasse un vero metodo di lavoro CAD , il tipo specifico di SW sarebbe ininfluente .
E allora pensate se all'Università si potesse scegliere il sistema CAD , oppure un anno si fa SE, un altro SW un altro Creo, poi CATIA ... e così via .
Ne uscirebbero persone pronte davvero .

Ma invece tutte le cose vanno in altro modo !!
 

Gatto Matto

Utente Junior
Professione: studente, lavoratore
Software: Creo
Regione: Marche
#27
Pienamente d'accordo con la tua ultima frase...ma il problema e che se creano troppo geni poi non sanno come renderci ignoranti!Paghiamo per studiare e sarebbe giusto avere un'ottima formazione. Ma a quanto pare...è un utopia. Io ho voglia di imparare, ma non coincidono i tempi, e sinceramente non posso andare fuori corso, non me lo posso permettere. Beato chi può fare tutto con calma senza preoccuparsi delle tasse universitarie!
io dico che meno male che qualcuno fa usare anche altri software !
certo in questo caso parlo "pro domo mia" per Creo,

Comunque ormai anche Creo non è poi così complicato.
E' anche vero che , senza un buon corso, nessun software si impara come si deve.

E' poi vero che all'università si fanno cose in modo sbagliato. L'approccio ( anche qui al Politecnico di Milano ) è : questo è il software ... forza , arrangiatevi .

Perchè pensate davvero che i ragazzi che all'università usano Solidworks ( o solidedge , o Inventor ) , hanno una minima idea di cosa vuol dire metodo di lavoro con un sistema CAD ? Lo usano in maniera pessima. Lo usano e basta . Sono bravi perchè si arrangiano ma poi l'albero modello è una schifezza ! Sono veloci a fare estrusioni e rivoluzioni e ... basta !
Lo dico per conoscenza diretta della cosa !

Quindi non dipende molto dal sistema CAD ma da come si pensa di usarlo .
So bene quali possono essere le diffcoltà di uno studente lasciato da solo ...

E se si insegnasse un vero metodo di lavoro CAD , il tipo specifico di SW sarebbe ininfluente .
E allora pensate se all'Università si potesse scegliere il sistema CAD , oppure un anno si fa SE, un altro SW un altro Creo, poi CATIA ... e così via .
Ne uscirebbero persone pronte davvero .

Ma invece tutte le cose vanno in altro modo !!
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#28
Pienamente d'accordo con la tua ultima frase...ma il problema e che se creano troppo geni poi non sanno come renderci ignoranti!Paghiamo per studiare e sarebbe giusto avere un'ottima formazione. Ma a quanto pare...è un utopia. Io ho voglia di imparare, ma non coincidono i tempi, e sinceramente non posso andare fuori corso, non me lo posso permettere. Beato chi può fare tutto con calma senza preoccuparsi delle tasse universitarie!
Vabbuò, non è che devi imparare a usare la modellazione comportamentale o l'analisi FEM o termodinamica ... butta su 'ste 4 sfere che in 3 giorni Zimmy ti "skilla" come un riccio. :biggrin:
 

Gatto Matto

Utente Junior
Professione: studente, lavoratore
Software: Creo
Regione: Marche
#29
Speriamo bene! grazie a tutti! torno a studiare, si fa nottata!
Vabbuò, non è che devi imparare a usare la modellazione comportamentale o l'analisi FEM o termodinamica ... butta su 'ste 4 sfere che in 3 giorni Zimmy ti "skilla" come un riccio. :biggrin:
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#30
io dico che meno male che qualcuno fa usare anche altri software !
certo in questo caso parlo "pro domo mia" per Creo,

Comunque ormai anche Creo non è poi così complicato.
E' anche vero che , senza un buon corso, nessun software si impara come si deve.

E' poi vero che all'università si fanno cose in modo sbagliato. L'approccio ( anche qui al Politecnico di Milano ) è : questo è il software ... forza , arrangiatevi .

Perchè pensate davvero che i ragazzi che all'università usano Solidworks ( o solidedge , o Inventor ) , hanno una minima idea di cosa vuol dire metodo di lavoro con un sistema CAD ? Lo usano in maniera pessima. Lo usano e basta . Sono bravi perchè si arrangiano ma poi l'albero modello è una schifezza ! Sono veloci a fare estrusioni e rivoluzioni e ... basta !
Lo dico per conoscenza diretta della cosa !

Quindi non dipende molto dal sistema CAD ma da come si pensa di usarlo .
So bene quali possono essere le diffcoltà di uno studente lasciato da solo ...

E se si insegnasse un vero metodo di lavoro CAD , il tipo specifico di SW sarebbe ininfluente .
E allora pensate se all'Università si potesse scegliere il sistema CAD , oppure un anno si fa SE, un altro SW un altro Creo, poi CATIA ... e così via .
Ne uscirebbero persone pronte davvero .

Ma invece tutte le cose vanno in altro modo !!
quoto completamente Zimmy.
Son tutti buoni a fare extrude-revolve-round-champfer-hole... poi... l'abisso più totale e purtroppo lo vedo ogni giorno anche io, quindi si parla sempre per cognizione di causa.
Saluti
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#31
Son tutti buoni a fare extrude-revolve-round-champfer-hole...
Quello che viene richiesto a questi due studenti e' esattamente questo.
Obbligare ad usare uno specifico cad mi sembra veramente una vessazione da parte di un prof che sa usare solo quello e quindi richiede obbligatoriamente quello.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#32
Quello che viene richiesto a questi due studenti e' esattamente questo.
Obbligare ad usare uno specifico cad mi sembra veramente una vessazione da parte di un prof che sa usare solo quello e quindi richiede obbligatoriamente quello.
Infatti ma d'altra parte Caccia questo vale per qualsiasi CAD non è di certo un discorso da relegare a Creo, per questo motivo ho scritto che lo trovavo scandaloso.
Sono comunque anche sicuro che il prof. non l'ha detto ieri che l'esame si sarebbe svolto con Creo....
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#33
quoto completamente Zimmy.
Son tutti buoni a fare extrude-revolve-round-champfer-hole... poi... l'abisso più totale e purtroppo lo vedo ogni giorno anche io, quindi si parla sempre per cognizione di causa.
Saluti
Beh Pat, devi cominciare da quello e poi devi andare avanti.
Se non conosci i fondamenti della modellazione e come funziona la base del CAD meccanico non vai da nessuna parte.
Conosco un mare di gente che pensa ancora di usare il tecnigrafo.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#34
Beh Pat, devi cominciare da quello e poi devi andare avanti.
Se non conosci i fondamenti della modellazione e come funziona la base del CAD meccanico non vai da nessuna parte.
Conosco un mare di gente che pensa ancora di usare il tecnigrafo.
Mi sa che mi avete frainteso.
Io mi riferivo a quanto scritto da Zimmy, ovvio che bisogna iniziare da quello.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#36
Chiedo scusa ... :biggrin:
Ma figurati Max.
Stasera all'esame ho:

2 utenti inventor
1 utente solidworkls
4 utenti che non sapevano nemmeno cos'era un cad

I feedback dagli utenti che usano altri cad sono stati:

Pro/e è più semplice di inventor e solidworks

mentre da quelli che non avevano mai visto un cad:

é veramente semplicissimo da usare.

Morale:

Se spieghi bene lo strumento a livello di metodologia e non solo di comandi fini a se stessi, con esercitazioni mirate su casi concreti non c'è niente di impossibile anzi.. lo strumento si impara facilmente senza fare 800 ore di corso.:wink:
 

Gatto Matto

Utente Junior
Professione: studente, lavoratore
Software: Creo
Regione: Marche
#37
Grazie Ozzy, mi rincuori, sono in uno stato catatonico, saranno 3 laboratori da 16 crediti insieme + diritto ed inglese...tutto in pochi mesi...diciamo che 9 esami tra giungo e luglio sono molti (9 perché se scorporo ogni singolo laboratorio, ce ne escono 9...)
Ma figurati Max.
Stasera all'esame ho:

2 utenti inventor
1 utente solidworkls
4 utenti che non sapevano nemmeno cos'era un cad

I feedback dagli utenti che usano altri cad sono stati:

Pro/e è più semplice di inventor e solidworks

mentre da quelli che non avevano mai visto un cad:

é veramente semplicissimo da usare.

Morale:

Se spieghi bene lo strumento a livello di metodologia e non solo di comandi fini a se stessi, con esercitazioni mirate su casi concreti non c'è niente di impossibile anzi.. lo strumento si impara facilmente senza fare 800 ore di corso.:wink:
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#38
Grazie Ozzy, mi rincuori, sono in uno stato catatonico, saranno 3 laboratori da 16 crediti insieme + diritto ed inglese...tutto in pochi mesi...diciamo che 9 esami tra giungo e luglio sono molti (9 perché se scorporo ogni singolo laboratorio, ce ne escono 9...)
Beh capisco non sia una facile situazione per te, comunque ti rassicuro sulla bontà di entrambi i docenti che si sono proposti, sicuramente sia Zimmy che Maxopus possono darti una grossa mano, oltre ad essere degli ottimi utilizzatori sono anche delle brave persone, che è altrettanto importante per farvi assimilare al meglio l'uso di questo strumento.

Buona fortuna!
 

Gatto Matto

Utente Junior
Professione: studente, lavoratore
Software: Creo
Regione: Marche
#39
Si ho visto, sono molto disponibili, e che devo fare pure lo stage tutto prima di agosto. Perché inizio a lavorare...cmq a volte rispondo io e a volte l'altra amica, non ci siamo specificate....ciao e grazie a tutti.

Beh capisco non sia una facile situazione per te, comunque ti rassicuro sulla bontà di entrambi i docenti che si sono proposti, sicuramente sia Zimmy che Maxopus possono darti una grossa mano, oltre ad essere degli ottimi utilizzatori sono anche delle brave persone, che è altrettanto importante per farvi assimilare al meglio l'uso di questo strumento.

Buona fortuna!
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#40
Si ho visto, sono molto disponibili, e che devo fare pure lo stage tutto prima di agosto. Perché inizio a lavorare...cmq a volte rispondo io e a volte l'altra amica, non ci siamo specificate....ciao e grazie a tutti.
Azz due donne siete? Maròòòòòòòòòòòòòò
Occhio allora che sono anche dei marpioni! :biggrin: scherzo....