Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Utente Junior
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    86
    Professione
    Progettista stampi
    Regione
    Brescia
    Software
    VARI

    Predefinito punti di costruzione? era meglio se non esistevano !

    Buongiorno a tutti,
    ho notato che quando traccio una linea ad esempio mi crea automaticamente i punti estremi.
    Questi se cancello la linea vengono cancellati in automatico (giustamente)
    ma se seleziono la linea x metterla nell' ambiente no show mi mantiene i punti visibili.
    Il risultato problematico è che alla lunga in un progetto mi ritrovo sparsi per il disegno dei punti di costruzione che non vorrei vedere.
    In oltre i punti sono sempre di un colore (grigio) ed io vorrei averli dello stesso colore della linea altrimenti quando assegno ad esempio un layer a tutti gli elementi di un colore (verde ad esempio) e lo rendo invisibile con i filtri mi restano visibili a video tutti i punti sparsi nello schermo.

    Qualcuno sa darmi delle soluzioni?
    Grazie in anticipo.

  2. #2
    Utente Junior
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    86
    Professione
    Progettista stampi
    Regione
    Brescia
    Software
    VARI

    Predefinito

    nessuno??
    ma nessuno usa catia per "tirare righe" solo in 2D

  3. #3
    Utente Standard L'avatar di mcbramby
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    544
    Professione
    Utilizzatore
    Regione
    Lombardia
    Software
    Catia V5 CAD e CAM

    Predefinito

    Effettivamente credo (almeno per me è così) che sia un "suicidio" utilizzare il 2D di Catia per disegnare in 2D, non l'ho utilizzato molto ma quel poco mi è bastato.
    Uno dei problemi è quello che hai descritto poi le righe le devi fissare altrimenti si muovono e poi altri ancora, che sono assurdi per un cad 2D ad uso professionale.
    Magari mi stò sbagliando (anzi molto probabile) e se lo utilizzassi di + arriverei a gestirlo .........................

    Cmq nel mio caso, riesco a fare tutto solo con messe in tavola e dettagli e non disegno mai in 2D qualcosa, altrimenti se modifico il Part mi tocca correre dietro anche al 2D e non ha senso
    Ciao
    McBramby

  4. #4
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    161
    Professione
    progettista
    Regione
    Lombardia
    Software
    CatiaV5-Autocad-Rhino3d-Sum3d-Worknc-hyperMill

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da p2000 Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti,
    ho notato che quando traccio una linea ad esempio mi crea automaticamente i punti estremi.
    Questi se cancello la linea vengono cancellati in automatico (giustamente)
    ma se seleziono la linea x metterla nell' ambiente no show mi mantiene i punti visibili.
    Il risultato problematico è che alla lunga in un progetto mi ritrovo sparsi per il disegno dei punti di costruzione che non vorrei vedere.
    In oltre i punti sono sempre di un colore (grigio) ed io vorrei averli dello stesso colore della linea altrimenti quando assegno ad esempio un layer a tutti gli elementi di un colore (verde ad esempio) e lo rendo invisibile con i filtri mi restano visibili a video tutti i punti sparsi nello schermo.

    Qualcuno sa darmi delle soluzioni?
    Grazie in anticipo.
    Personalmente trovo assurdo disegnare in 2d con catia V5.
    anche se devi disegnare semplicemente un cubo è più rapido eseguire il modello 3d e poi eseguire la messa in tavola in automatico.
    Aggiungo che se vuoi disegnare in 2d non ti conviene usare catia V5 ma altri software adatti e concepiti per il 2d..senza fare nomi Autodesk.
    ciao

  5. #5
    Utente Junior
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    86
    Professione
    Progettista stampi
    Regione
    Brescia
    Software
    VARI

    Predefinito RE:

    E' bello sentire pareri diversi e scoprire come ognuno valuta l'utilizzo di un cad.

    Volevo dire che da oltre 10 anni progetto stampi ed uso assiduamente il drafting di catia.
    Questo mi è necessario xchè partire a progettare uno stampo direttamente in 3D lo ritengo non vantaggioso e più complicato specialmente se complesso; il 2D (una vista e due sezioni significative) facilitano la bozza disegno come proporzioni e studio del prodotto.
    In oltre per discutere con il cliente e valutare gli ingombri e l'ordine degli acciai devo plottare un disegno semplice in scala reale.
    Se partissi a fare il 3D direttamente ci impiego 3 volte tanto, devo fare la messa in tavola con il rischio che l'impostazione non vada bene e rifare tutto da capo.
    Perciò parto con una bozza 2D, una volta approvata ordino i materiali e ricostruisco lo stampo in 3D.
    Ho fatto dei disegni solo 2D veramente complicati con buoni risultati ed una semplicità e familiarità di utilizzo favolosa ovviamente personalizzando negli anni il CAD compresa una completa libreria 2D di normalizzati che inserisco quando mi servono (viti, spine..)
    Ovviamente come ogni CAD ha dei difetti tipo la gestione dei layer non ottimale ed una mancanza di comandi evoluti.
    D'altra parte io non ritengo produttivo usare programmi diversi per fare una cosa (questione economica e di confusione nei comandi).
    Scusate x la lungaggine ma aspetto vostri commenti.
    Ciao.

  6. #6
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    161
    Professione
    progettista
    Regione
    Lombardia
    Software
    CatiaV5-Autocad-Rhino3d-Sum3d-Worknc-hyperMill

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da p2000 Visualizza Messaggio
    E' bello sentire pareri diversi e scoprire come ognuno valuta l'utilizzo di un cad.

    Volevo dire che da oltre 10 anni progetto stampi ed uso assiduamente il drafting di catia.
    Questo mi è necessario xchè partire a progettare uno stampo direttamente in 3D lo ritengo non vantaggioso e più complicato specialmente se complesso; il 2D (una vista e due sezioni significative) facilitano la bozza disegno come proporzioni e studio del prodotto.
    In oltre per discutere con il cliente e valutare gli ingombri e l'ordine degli acciai devo plottare un disegno semplice in scala reale.
    Se partissi a fare il 3D direttamente ci impiego 3 volte tanto, devo fare la messa in tavola con il rischio che l'impostazione non vada bene e rifare tutto da capo.
    Perciò parto con una bozza 2D, una volta approvata ordino i materiali e ricostruisco lo stampo in 3D.
    Ho fatto dei disegni solo 2D veramente complicati con buoni risultati ed una semplicità e familiarità di utilizzo favolosa ovviamente personalizzando negli anni il CAD compresa una completa libreria 2D di normalizzati che inserisco quando mi servono (viti, spine..)
    Ovviamente come ogni CAD ha dei difetti tipo la gestione dei layer non ottimale ed una mancanza di comandi evoluti.
    D'altra parte io non ritengo produttivo usare programmi diversi per fare una cosa (questione economica e di confusione nei comandi).
    Scusate x la lungaggine ma aspetto vostri commenti.
    Ciao.
    Sono anch'io nel campo degli stampi e da quando utilizzo catia V5 anche lo studio iniziale lo eseguo in 3d.
    Chiaramente non mi spingo a risolvere tutti i dettagli come non mi preoccupo di chiudere a solido la matematica 3d passata in iges. Piazzo semplicemente il modello 3d e attorno costruisco il portastampo ed eventuali carri. Eseguo la messa in tavola (2 minuti esatti) stampo in scala propongo al cliente e una volta discusse le modifiche inizio a sistemare per bene lo studio 3d iniziale.
    Non voglio mettere in discussione il tuo metodo, se sei abituato così e lo ritieni piu' veloce continua per la tua strada, ma sicuramente stai utilizzando un software che non è l'ideale per fare quello che hai sempre fatto.
    Ciao.

  7. #7
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    103
    Professione
    progettista
    Regione
    Friuli Venezia Giulia
    Software
    Catia V4-V5

    Predefinito

    Stesso consiglio di Vittorio per me che lavoro sempre su stampi. Eventualmente se il particolare è poco definito o il cliente poco deciso prepara una bozza con un software 2d...

  8. #8
    Utente Junior
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    86
    Professione
    Progettista stampi
    Regione
    Brescia
    Software
    VARI

    Predefinito Re:

    Resto del parere che per progettare stampi complicati (con svitamenti, preaperture movimenti strani) è necessario partire da una bozza 2d.
    Non stiamo parlando delle classiche demo che ti fanno al corso di uno stampo apri/chiudi.
    Comunque mi interessa approfondire l'argomento e vorrei sapere se per modellare lo stampo completo in 3D con catia v5 usate il modulo MOULD BASE DESIGN e se lo ritenete valido.
    Io lo uso solo in parte.
    Comunque dei miei colleghi di lavoro usano il programma Visicad, all'inizio mi veniva da ridere ora invece mi viene da piangere xchè con catia ci si impiega il doppio tempo per modellare lo stampo in 3D e costa x volte !.
    ciao a tutti

  9. #9
    Utente Senior L'avatar di stef_design
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2292
    Professione
    ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
    Regione
    Veneto - Austin (TX)
    Software
    SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da p2000 Visualizza Messaggio
    Comunque dei miei colleghi di lavoro usano il programma Visicad, all'inizio mi veniva da ridere ora invece mi viene da piangere xchè con catia ci si impiega il doppio tempo per modellare lo stampo in 3D e costa x volte !.
    ciao a tutti
    Cioè lo trovi difficile da utilizzate rispetto ad altri programmi?!? Oppure ha delle grosse lacune?!
    ciao

  10. #10
    Utente Junior
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    86
    Professione
    Progettista stampi
    Regione
    Brescia
    Software
    VARI

    Predefinito

    Catia V5 (rispetto alla vecchia versione v4) è abbastanza facile ed intuitivo da usare, il problema è un altro.
    Essendo un prodotto molto vasto riesce a fare tante cose ma nello specifico di alcuni casi come nella modellazione di stampi dove non è richiesta ripetitività e non è fondamentale la parametrizzazione è più macchinoso di un programma semplice e dedicato come Visicad.
    Ricordo a tutti che siamo nel 2009 e Catia v5 (che ora penso sia giunto al capolinea xchè viene introdotta la v6) presenta delle lacune imbarazzanti.
    Ad esempio:
    1)Non è possibile scrivere direttamente caratteri in 3d (lo so che si può fare in 2d convertire in dxf reimportare trasportare in 3d........)
    2)Gestione dei layer insufficiente (potevano copiare da Acad che è l'unica cosa bella che ha!)
    3)Opzioni di import/export file insufficienti (penzate che esportando uno step e reimportandolo si perdono i colori) e nessuna interfaccia con formati parasolid.
    Potrei andare avanti ma non vi voglio annoiare..
    Io stò pensando veramente di cambiare software ma come potete immaginare dopo 10 anni è difficile affrontare questa scelta.
    ciao a tutti


  • Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. Meglio inventor o Solidworks?
      Di daniele-1 nel forum CAD meccanici a confronto
      Risposte: 192
      Ultimo Messaggio: 12-07-2011, 15: 53
    2. Per la vista meglio monitor lcd o crt?
      Di gianlucap nel forum Discussioni Off Topics
      Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 22-12-2010, 12: 57
    3. Problema con triangolazione punti di Delaunay per punti AutoCAD
      Di Giuliano64 nel forum AutoCAD: Modellazione 3D e Rendering
      Risposte: 5
      Ultimo Messaggio: 06-08-2010, 23: 30
    4. 3DS Max: quanto meglio di AutoCAD 3D?
      Di sabrina v. nel forum AutoCAD: Modellazione 3D e Rendering
      Risposte: 10
      Ultimo Messaggio: 06-10-2009, 13: 29
    5. Non capisco, o meglio, non ho più parole
      Di beppino nel forum Discussioni Off Topics
      Risposte: 20
      Ultimo Messaggio: 12-05-2009, 15: 25

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti