Ansys.com


Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Moderatore L'avatar di gfrank
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3363
    Professione
    Libero professionista
    Regione
    Lombardia
    Software
    Vari

    Predefinito [Recuperata]Uso di Revit (prime indicazioni)

    Discussione recuperata:

    ------------------------------------------------
    Salve a tutti, sto valutando di passare a Revit (provengo da Autocad con il quale ho acquisito una ottima esperienza) e sto provando le sue funzionalità con il supporto di un manuale. Mi sembra un ottimo programma dalle grandi potenzialità e anche molto intuitivo, tranne per una cosa...... la creazione di nuove famiglie di oggetti ex-novo. E' ovvio che prima o poi questo problema si presenta dal momento che le librerie messe a disposizione del programma e gli oggetti che si possono scaricare dai vari siti non sempre soddisfano delle scelte progettuali particolari. E' ovvio che ad esempio in Autocad con la modellazione solida si possono fare grandi cose, ma mi sembra che la creazione di nuove famiglie in revit non sia poi così semplice...... o è solo una mia impressione?
    Forse ho solo bisogno di un incoraggiamento!!!

    --------------------------------------------------------------------------

    plm18-11-2006, 08.36.51
    Rispetto ai blocchi di autocad è un po' più complicato anche se il programma fornisce già delle famiglie; per crearne di nuove ci sono dei modelli a seconda delle necessità.
    Un consiglio: quando passerai al nuovo software cerca subito di "dimenticare" Acad e avrai un facile apprendimento. Coraggio! ne vale proprio la pena!
    ciao

    --------------------------------------------------------------------------

    gfrank18-11-2006, 15.19.38
    Dovresti cambiare l'appoccio al programma. Non pensare a Revit come ad foglio dove tracci linee, archi, curve, ecc.; ma ad un modellatore. Immagina di essere in un terreno e fare lo scavo, costruire le fondazioni ed i muri, costruire le solette, il tetto, inserire porte, finestre, ecc.; modificare a piacimento le dimensioni, le posizioni, i materiali e tutto il resto. La capacità parametrica del programma ti permette di intervenire nella modellazione da qualsiasi vista, modificare le dimensioni o la tipologia di una finestra dalla vista 3D verrà automaticamente corretta nelle piante, nelle sezioni, nei prospetti, ecc. Per costruire un edificio, come primo aproccio, parti dalle fondazioni e sali sino al tetto (in realtà Revit ti permette di partire da qualsiasi posizione) inserendo progressivamente tutti gli elementi, quali fondazioni, muri perimetrali, solette di piano, tavolati, porte, finestre, ecc. in reltà non esiste alcun vincolo (o quasi) per qualsiasi punto di partenza.
    Gli elementi (muri, solette, ...) possono essere tra loro vincolati, come possone essere vincolati ai vari livelli (piani) ed i vari livelli tra loro. Se ad esempio vincoli gli elementi ad un livello (es. soletta di piano) al variare della quota di tale piano varia la distanza tra la soletta vincolata al piano e quella inferiore e superiore, se vincoli tra loro anche i vari livelli, al variare della quota di tale livello, varieranno anche le quote degli altri livelli, mentre le distanze tra le varie solette di piano restano inveriate.
    I nuovi elementi (oggetti) che vuoi creare, possono essere utilizzati in due differenti modi: mediante creazione diretta nel disegno con il comando - modellazione - crea .... e sono specifici del disegno, oppure creare nuove famiglie con il comando - file-nuovo-famiglia e scegliere la famiglia di base da cui partire per la modellazione. Gli elementi creati come nuove famiglie permettono di essere archiviati ed essere riutilizzati anche in altri disegni.
    La creazione degli elementi (oggetti) è abbastanza semplice, una volta capito il meccanismo, che non richiede la conoscenza di programmazione.
    Si tratta di utilizzare propriemente solidi e vuoti, che vengono realizzati mediante estrusione, vale a dire la creazione di un perimetro che poi viene sviluppato su un percorso (vedi i vari tipi di estrusione con il comando "solidi").
    Le linee del perimetro, e quelle del percorso vengono disegnate con i strumenti soliti: linea. cerchio, arco, ecc. (come quelli di autocad). Le linee possono essere vincolate a piani di riferimento, e, particolarità di Revit, collegate a dei "parametri" che permettono di definire e variare in un secondo tempo la dimensione. Per disegnare una porta, - file-nuovo-famiglia-porta metrica- seleziono la pianta del pavimento ed il livello di riferimento, uso il comando - solido - estrusione- e traccio un rettangolo (linee magenta) che sono la larghezza e lo spessore della porta,nel campo -profondità- definisco l'altezza della porta, e con il comando termina disegno chiudo. Se avessi usato la vista "prospetto", il rerttangolo tracciato indicherebbe la larghezza e l'altezza della porta, mentre il campo profondità sarebbe lo spessore.
    Sull'oggetto disegnato, nella vista "prospetto esterno" con il comando quota vado a quotare l'altezza e la larghezza della porta. Con il comando "modifica" evidenzio la quota dell'altezza e nel campo -testo etichetta-aggiungi parametro, campo raggruppa in : seleziono - dimensione -. Nel campo Nome :inserisco Altezza Porta e confermo. Nel campo "testo etichetta" seleziono "altezza porta" e la mia quota si tramuterà da numero (es.1000) ad Altezza Porta 1000". aprendo il comando "tipo di Famiglia" nella categoria "dimensioni" troverai il parametro Altezza porta" e nel campo "valore" il n. 1000. editando il valore 1000 in 3000, l'altezza della porta varierà anche nel disegno. Lo stesso concetto va esteso a tutte le quote, sia lineari che angolari, nonchè agli angoli. I vari parametri 0 valori, possono essere collegati con formule, e possono essere inseriti parametri "manuali" da collegare con altri a mezzo di formule (se voglio ricavare automaticamente la superficie della porta, con il comando aggiungi creo un parametro "area" (medesima procedura di creazione del parametro come sopra) e nel campo formula inserisco esattamente i nomi dei parameti (stesse maiuscole e minuscole) correlati dall'operatore "*" (per indicare la moltiplicazione). in pratica va scritto : altezza porta * larghezza, e nel campo valore comparirà il valore della moltiplicazione. Il nuovo oggetto va salvato con nome dedicato. Importando l'oggetto nel disegno e selezionando le proprietà dell'oggetto, si possono definire le dimensioni necessarie, e duplicando gli oggetti con nomi diversi si definiscono le varie tipologie.
    Spero di averti chiarito un poco l'utilizzo.

    gfrank

    --------------------------------------------------------------------------

    paolo4018-11-2006, 19.54.55
    grazie per le risposte..... lo so,sembra un gran bel software..... magari si fa un po' di difficoltà su certe cose all'inizio, e comunque è veramente un bel forum, con tante persone disponibili e sempre pronte a dare qualche consiglio.... grazie a tutti di nuovo a tutti voi

    --------------------------------------------------------------------------

    perinot09-12-2006, 14.11.21
    in realtà io ho scelto revit proprio per le famiglie, non mi sembra che negli altri software bim puoi permetterti di creare blocchi così liberamente, revit te lo permette, anche solo graficamente......mi sembra sia il suo punto di forza

    --------------------------------------------------------------------------

    max.pi10-12-2006, 00.36.46
    ciao, sto avvicinandomi ora a revit e ho letto con interesse la discussione qui sopra. qualcuno di voi sa indicarmi un buon tutorial o un manuale web o pdf?

    --------------------------------------------------------------------------

    perinot12-12-2006, 13.40.58
    i manuali sono ricompresi nel programma quindi, se devi scaricare il programma in prova per 30 gg trovi anche i manuali, inoltre http://www.intelligencesoftware.it/p...building_8.asp
    per i tutorial in inglese prova
    http://www.dgcad.com/

    --------------------------------------------------------------------------
    Ultima modifica di gfrank; 20-12-2007 alle 04: 24

  2. #2
    Utente Junior L'avatar di mikela
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    51
    Professione
    Ingegnere-arredatrice
    Regione
    Sardegna
    Software
    Autocad, Revit

    Predefinito manuale più avanzato

    ciao
    una domanda, esiste un manuale di revit più avanzato (naturalmente non gratis) dei classici tutorial che si trovano sul programma o in rete?perchè più ci lavoro più mi rendo conto che tante cose che il programma secondo me può fare non riesco a farle o almeno ci metto tremila anni a scoprire come si fanno!!!!
    grazie mille!
    ciaooo

  3. #3
    roberto
    Visitatore

    Predefinito

    ci vorrebe innanzitutto un dizionario dei comandi, come faceva il buon Omura per Autocad. Io uso Revit da quasi un anno e tante volte nei vari menù vedo dei comandi di cui non so minimamente a che possono servire...

    La guida in linea poi mi fa proprio inc... E' illegibile. Ti dice pochissimo di utile. E' come quelle persone che per farle parlare gli devi tirare fuori le parole dalla bocca.

    Se non ci fossero questi forum e persone come gfrank, che non dobbiamo mai smettere di ringraziare, io sarei già tornato al "vecchio" Autocad...

    Comunque i libri in circolazione li sai tutti sì!?

    Roberto

  4. #4
    Moderatore L'avatar di gfrank
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3363
    Professione
    Libero professionista
    Regione
    Lombardia
    Software
    Vari

    Predefinito

    Ciao roberto, fai bene a non demordere.....
    Se posso darti un consiglio, utilizza revit come un modellatore di masse (solidi e/o vuoti), quale di fatto è. Spesso, si tende aa associare l'oggetto con la massa. In parte, lo è , ma tendenzialmente un oggetto è l'insime di masse, quindi un insieme di soli e vuoti. Le masse, Revit le "disegna" su dei piani, anche se non si vedono.
    I piani, sono rappresentati (visibili) nelle "famiglie" (gli oggetti) dirante la creazione o la modifica (file.rfa), rappresentati dai tratteggi in verde.
    Quindi quando "disegni" un oggetto, lo disegni sui relativi piani di riferimento. I 3 piani sono:
    - il piano orizzontale (PO) = vista dall'alto = pianta
    - il piano verticale (PV) = vista frontale = prospetto anteriore/posteriore
    - il piano laterale (PL) = vista laterale = prospetto destro/sinistro
    Ti ricordi nella materia del "disegno tecnico" (a scuola) quando veniva diviso il foglio A3 in 4 parti e si doveva rappresentare un solido (massa) nelle viste di PO/PL/PV. E' la medesima faccenda. Ora le chiamano direzioni X/Y/Z.
    Quando si disegna con revit (anzi, è più appropriato dire "si modella") spesso di tende aa associare il brawser di progetto (le viste per intenderci) con le rappresentazioni del disegno che andiamo a realizzare, ovvero le rappresentazioni che venivano eseguite con Autocad (in 2 D).
    Da mio punto di vista, è meglio associare la viste (piante e prospetti) ai famosi piani di cui sopra.
    In particolare, il disegno o la modifica di una massa (oggetto) va eseguita, sapendo che da una vista (piano), puoi intervenire sulle dimensioni che "giacciono" in quel piano.
    Ad esempio, se sei nella ista di pianta=piano orizzontale, le dimensioni che sono modificabili sono la lunghezza (piano verticale) e la larghezza (piano laterale), non certamente l'altezza; in un prospetto=piano verticale, potrai modificare l'altezza (piano orizzontale) e la larghezza (piano laterale), o così via
    Le masse (oggetti) si realizzano mediante estrusioni di vario tipo, ma le medesime estrusioni, si realizzano sempre secondo le regole suesposte.
    Per esempio, la realizzazione di un telaio, mediante il comando "estrusione su percorso" implica di disegnare un perimetro (lunghezza + larghezza) sul piano orizzontale= pianta, mentre per la forma (esempio telaio a "L") devi disegnare sul piano perpenficolare al percorso (o piano orizzontale) e quindi utilizzare in piano verticale o laterale (prospetto avanti/dietro - destra/sinistra).
    Anche quando disegni (nel progetto) ricordati sempre che utilizzi i piani, anche se la rappresenzazione del comando, nella grafica, si riduce ad una linea.
    Ad esempio, se devi tagliare orizzontalemnte un muro in un vista di prospetto=piano verticale, usando l'apposito comando "taglia/dividi" la "grafica di revit di impone di tracciare una linea nel punto di taglio. In realtà nel tracciare la linea, stai invece tracciando un piano (un piano orizzontale) perpendicolare al piano di lavoro (verticale) in uso in quel momento.
    In generale, i comandi si possono dividere un due grandi gruppi:
    - i comandi "esterni" all'oggetto, che agiscono sull'oggetto, tipo: taglia, dividi, disegna, collega, ecc. che sostanzialmente si riconducono a quanti ti ho detto prima;
    - i comandi "interni" all'oggetto = proprietà oggetto, che di fatto riconducono alle operazioni elementari "di modifica" che ti ho accennato nella prima parte, per attuare i quali bisogna "entrare" nell'oggetto: quali campiare la forma, il colore,ecc.
    Alcuni di questi comandi, si chiamano "parametri", i quali permettono in modo "diretto" di modificare le proprietà dell'oggetto, senza "entrare" nell'oggetto. Infatti il comando selezionato riporta l'oggetto alla "fase elementare" (linee e piani), e ne attua la modifica, senza che si avverta "visivamente" la scomposizione a ritroso e la sua ricomposizione con la modifica attuata.
    Ultima modifica di gfrank; 31-01-2008 alle 15: 39

  5. #5
    roberto
    Visitatore

    Predefinito

    :) grazie per la lezione gfrank. E' sempre un piacere leggerti. Io ti seguo continuamente, fino a dove posso capirti, perchè per imparare qualcosa mi sembra le strada più pratica e immediata.

    Senza corsi alle spalle è dura, però sto tirando fuori lavori completi con Revit e questo significa che bene o male qualcosa sono riuscito a recepire.

    Visto che siamo sull'argomento funzionamento del programma, ti chiederò aiuto finchè vedo che mi risponderai...

    Per esempio, mi sono imbattuto sulla necessità di avere le superfici lorde e sembra che possiamo utilizzare le "piante delle aree". Ho cominciato a vederle, ma un aiutino iniziale per inquadrare bene il discorso mi tornerebbe molto utile. Tu puoi dire qualcosa in merito?

    Grazie veramente.

    Roberto

  6. #6
    Moderatore L'avatar di gfrank
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3363
    Professione
    Libero professionista
    Regione
    Lombardia
    Software
    Vari

    Predefinito

    Argomento interessante ...
    Revit contiene interessanti strumenti di lavoro, chiamati locali ed aree, ed anche i volumi (ma ne parleremo un'altra volta)
    I "locali" rappresentano la superficie delimitata da dei muri, oppure da "linee" dedicate.
    Selezionando il comando : Impostazioni>Impostazioni locali ed aree si accede ad una mashera di lavoro divisa in due sezioni
    La prima riguarda il calcolo dei locali, che come vedi è abbastanza intuitiva, dove ti propone le modalità del calcolo, l'eventuale calcolo del volume, nonchè la posizione del "perimetro" della superficie "racchiusa" (di calcolo)
    Tieni presente che Revit "calcola" automaticamente la superficie dei locali, la quale viene rappresentata sul disegno attivando il comando "locale" (il quadratino con l'icona azzurra ed il retino incrociato). La superficie delimitata viene rappresentata nel disegno con il medesino tratto grafico (colore azzurro e due linee incrociate).
    Per visualizzare i valori numerici, devi utilizzare una etichetta di "superficie del locale" che rappresenta il valore numerico. nella medesima etichetta possono essere inseriti altri valori numerici che possono essere la numerazione e la denominazione del locale, ed il volume. Queste etichette, attingono i valori direttamente dal sistema, in quanto, come abbiamo detto prima, sono calcolati direttamente dal programma. Il valore di numerazione e di denominazione, invecie, sono dati di input (da inserire)
    Con le aree, Revit, definisce invece superfici "libere" la cui determinazione, viene definita dal programma e/o definita dall'utente.
    Se vai nel comando: impostazioni>impostazioni locali ed aree, nella sezione : schemi aree, trovi varie tipologie.
    La particolità delle aree , a differensa dei locali, è che il "perimetro è modificabile dall'utente (i muri sono un riferimento per il "tracciamento" automatico, ma è possibile eseguire un "perimetro" in modo manuale, anche fuori dai muri.
    Per attivare il calcolo, dal comando : locali ed aree>pianta delle aree
    Viene attivata una maschera che ti propone la tipologia di area, ed il piano di riferimento.
    Indi ti propone la delimitazione automatica, oppure mauale. Nel caso do scelta manuale, puoi selezionare i muri (freccia) oppure disegnare il perimetro (matita)
    A questo punto, nel brawser di progetto, viene creata una categoria delle viste, che si chiama "pianta delle aree <... con la tipologia prescelta...> "
    Se hai scelto la delimitazione automatica (associata ai muri) ti appaiono anche le linee magenta del perimetro, che comunque puoi modificare o aggiornare con i soliti comandi . sposta/copia/incolla/elimina, ecc.., nel caso "manuale" devi tracciare il permetro come detto sopra.
    Alle aree, si possono associare etichette di "area" che rappresentano il valore numerico.
    Sia le superfici dei locali, nonchè delle aree, sono gestibili con gli abachi, nelle solite modalità.
    Un tipico utilizzo, è quello di impostare un tipo di area, per la SLP
    - Impostazioni
    - Impostazioni locali ed aree
    - schemi aree
    - nuovo
    - rinomina il nome in SLP
    - conferma
    Vai nel comando: Locali ed aree
    - Pianta delle aree
    - seleziona il tipo SLP
    - seleziona il piano (terra, primo, ecc.)
    - alla richiesta di "creare automaticamente il contorno associato ai muri esterni ..." seleziona NO
    nella pianta creata (pianta delle aree SLP)
    - contorno area
    e con il comando "matita" + "linea" contorna il perimetro della SLP
    N.B. le aree possono essere non contigue (una qua, una la, ...)
    Indi con il comando "area" (icona come il locale, ma gialla) assegna l'etichetta all'area SLP
    L'etichetta è modificabile, a piacere (come quella dei locali)
    Con il comando: Visualizza>Nuovo>Abaco, nella maschera ti ritrovi la categoria "Aree SLP" che puoi gestire a piacere
    Altro uso delle aree, possono essere:
    - Superficie Box e/o parcheggi
    - superficie SNR
    - Superficie balconi/terrazzi

    Ciao

  7. #7
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    2
    Professione
    disegnatore
    Regione
    sardegna
    Software
    revit.8
    Ciao Mikela si esiste un manuale si chiama revit building guida completa della apogeo costo 42 euro

  8. #8
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2011
    Messaggi
    1
    Professione
    progettista
    Regione
    Lombardia
    Software
    revit

    Predefinito

    sono nuova del vostro giro
    ho letto le indicazioni sulle superfici delle aree
    fortunatamente ero già riuscita a fare tutto ciò che indichi in modo molto chiaro
    a questo punto mi rimane un solo problema grafico (che sono la maggior parte dei problemi che di solito riscontro...)
    fatta la mia pianta delle aree le ho assegnato un retino, io vorrei che si vedesse anche sopra i muri, invece il retino non si vede
    a me serve, ad esempio, per la dimostrazione del calcolo del volume e in comune è evidente che devo mostrare i retini su tutta l'area che uso per il calcolo

    -- grazie

  9. #9
    Moderatore L'avatar di gfrank
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3363
    Professione
    Libero professionista
    Regione
    Lombardia
    Software
    Vari

    Predefinito

    Usa la campitura ed agganciala alle linee di delimitazione dell'area, bloccandola con i "lucchetti".
    Modificando le linee di delimitazione dell'area, si modifica anche la campitura


  • Discussioni Simili

    1. [Recuperata] Cartigli e parametri
      Di gfrank nel forum Revit
      Risposte: 4
      Ultimo Messaggio: 18-06-2014, 11: 30
    2. Etichette e RAI [Discussione recuperata]
      Di gfrank nel forum Revit
      Risposte: 16
      Ultimo Messaggio: 06-05-2014, 18: 21
    3. Mouse 3D, prime impressioni...
      Di marcof nel forum Hardware
      Risposte: 28
      Ultimo Messaggio: 22-10-2012, 10: 34
    4. Prime famiglie per revit 2009
      Di nirvana nel forum Librerie di famiglie ed oggetti
      Risposte: 7
      Ultimo Messaggio: 12-07-2009, 18: 00
    5. Indicazioni uso appropriato delle scale
      Di arri nel forum AutoCAD
      Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 24-12-2007, 10: 29

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  



    CAD3D.it - la community dei progettisti