IN ARRIVO IL MODELLO UNICO DIGITALE DELL'EDILIZIA

Il decreto-legge 10 gennaio 2006, n. 4 (convertito con Legge 9 marzo 2006 n. 80) aveva previsto l'introduzione di un "modello unico digitale" per l'edilizia da utilizzare per la presentazione in via telematica ai comuni di:
denunce di inizio attivitą;
domande per il rilascio di permessi di costruire;
ogni "altro atto di assenso comunque denominato in materia di attivitą edilizia".
Il "modello unico digitale" deve comprendere anche le informazioni necessarie per le dichiarazioni di variazione catastale e di nuova costruzione.

Tale modello, doveva essere operativo entro 8 mesi, termine entro il quale dovevano essere adottati i decreti del Presidente del Consiglio con le modalitą tecniche e operative per la realizzazione.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. n. 164 del 15 luglio 2008 č stato pubblicato il DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 6 maggio 2008 Approvazione del «Modello unico digitale per l'edilizia».

Tale provvedimento prevede che le regioni, i comuni e l'Agenzia del territorio, attraverso un'apposita commissione, definiscano il modello unico digitale per l'edilizia per la presentazione allo sportello unico per l'edilizia e le caratteristiche tecniche dell'infrastruttura per l'erogazione dei servizi entro il 31 dicembre 2008.

Entro il successivo 31 gennaio 2009 il modello unifico digitale per l'edilizia e le caratteristiche tecniche dell'infrastruttura per l'erogazione dei servizi devono essere approvati con successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.


(Fonte Acca software)