Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    8
    Professione
    disegnatore
    Regione
    lombardia
    Software
    mechanical, inventor

    Predefinito trattamenti resistenti a 300°C

    ciao a tutti. sono nuovo del forum, seguo da molto ma non sono mai intervenuto...più che altro per ignoranza.
    adesso ho bisogno di risolvere un problema. ho dei carrelli da pasticceria che devono andare in forno a max 300°C. sono vecchi ma robusti e quindi vorrei evitare di cambiarli tutti con dei carrelli in inox. i carrelli sono in Fe. la mia domanda adesso è: qual'è il miglior trattamento superficiale (nichelatura, zincatura, ....), tenendo conto delle temperature (300°C) e del fatto che ci si cucina, quindi deve essere un trattamento compatibile con l'ambiente alimentare?

    grazie a tutti
    davide

  2. #2
    Utente Senior L'avatar di MBT
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    4889
    Professione
    tiro righe, compilo tabelle...
    Regione
    nella Terra di Mezzo
    Software
    non serve un software per fare quel che faccio...

    Predefinito

    Ciao e benvenuto
    Credo che tu sia obbligato all'uso dell'inox non tanto per la temperatura, bensì per norme igienico-sanitarie...
    Anzi, credo addirittura che le norme in materia ti obblighino anche a scegliere certi tipi di inox piuttosto che altri...

    « Tu sees ingegniir, ingegniti ! »
    « Sei ingegnere, ingegnati !»

  3. #3
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    8
    Professione
    disegnatore
    Regione
    lombardia
    Software
    mechanical, inventor

    Predefinito

    mi sbaglierò io, ma il materiale deve essere inx se è a contatto con il prodotto alimentare, quello si, ma se sul carrello vanno poi appoggiate le teglie in inox, il carrello può essere in ferraccio.
    così credo

  4. #4
    Utente Senior L'avatar di myface
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1162
    Professione
    Progettista-designer free lance
    Regione
    veneto
    Software
    Inventor 2013,maxwell render 2.7.2

    Predefinito

    Se sono i carrelli che penso io (non vanno comunque a diretto contatto col prodotto) potresti fargli una nichelatura chimica (nipploy) è un trattamento bello da vedere e molto resistente anche alle condizioni dove devi farli lavorare..;)

  5. #5
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    201
    Professione
    ingegnere
    Regione
    FVG
    Software
    Catia v5, Solidworks, I-deas, MSC...ed altri

    Predefinito

    Esiste anche la nichelatura alimentare, nel caso sia necessaria. Attenzione che alcune normative richiedono materiali alimentari anche in caso di contatto indiretto col cibo (splash zone).

  6. #6
    Utente Standard L'avatar di stevie
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    373
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Lombardia
    Software
    Solidedge, Cosmos

    Predefinito

    Considera che in campo alimentare, anche per le strutture delle macchine, è necessario impiegare aisi 304 o 316 (alcune volte viene concesso anche il 303).
    Probabilmente quei carrelli in ferro sono vecchiotti, risalenti al periodo in cui le norme non erano così restrittive.
    In caso di controllo da parte dell'asl e riscontro di attrezzature non a norma si può rischiare anche la sospensione dell'attività.

  7. #7
    Moderatore SWX, Navale L'avatar di sampom
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3690
    Professione
    Progettazione/Costruzione macchine e impianti
    Regione
    Piemonte (CN)
    Software
    SolidWorks 2015 SP5/2016 SP2, AutoCAD (poco)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stevie Visualizza Messaggio
    Considera che in campo alimentare, anche per le strutture delle macchine, è necessario impiegare aisi 304 o 316 (alcune volte viene concesso anche il 303).
    Probabilmente quei carrelli in ferro sono vecchiotti, risalenti al periodo in cui le norme non erano così restrittive.
    In caso di controllo da parte dell'asl e riscontro di attrezzature non a norma si può rischiare anche la sospensione dell'attività.

    ..uhmm..
    a me risulta che l'obbligo per l'INOX c'è sicuramente per farmaceutico e caseario.

    L'alimentare è molto vasto e le normative possono variare di molto (e come tante cose in Italia son fatte a "capocchia").
    Per il dolciario, cioccolato in particolare, non vige quest'obbligo (poi chiaro, dipende dal tipo di processo) nemmeno per il contatto e la lavorazione del prodotto. Men che meno per strutture e meccanica.
    L'adozione generalizzata dell'INOX per tutto ciò che è "vista", è per lo più una mossa ad effetto; piace a guardarlo, fa scena e dà quel tocco di asettico che nell'ambiente non guasta. Poi è comodo e se vogliamo "proporzionalmente" economico (ti evita trattamenti e verniciature post lavorazione), esente da manutenzione "ordinaria", facile da pulire e, rapportato alle nostre vite, eterno.
    Per questi ed altri motivi diventa un prodotto "che si vende bene", quindi le aziende puntano su questo nelle "note tecniche".
    Oltretutto ultimamente pare stia nascendo una scuola di pensiero che muove dei dubbi riguardo una presunta tossicità/cancerogenità anche dell'INOX, per via di cromo e nikel che sotto certe forme tanto salubri non sono.. ma a dar retta a tutti..

    In quanto all' ASL so per esperienza che macchine ed impianti manco li guardano (del resto non ne capiscono un'acca), basta che siano all'apparenza puliti. Però fioccano i verbali se non si indossa la cuffia, c'è una parete da imbiancare o una piccola ragnatela nell'angolo del soffitto a 7 mt d'altezza nel capannone.. poi magari sotto le carterature ci sono famiglie intere di topi ed animaletti vari da far la gioia di un entomologo (e non sto scherzando!).

    Quindi se ancora si hanno dei vecchi sani carrelli da forno (che ancora valga la pena manutenere) usali pure tranquillamente.

    Saluti
    Marco

  8. #8
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    8
    Professione
    disegnatore
    Regione
    lombardia
    Software
    mechanical, inventor

    Predefinito

    grazie a tutti delle risposte. avevo già una mezza idea di fare la nichelatura, mi ero già informato un po' e mi sembrava la cosa migliore.:D
    adesso faccio un'altra domanda: per i costi vale la stessa regola della zincatura? cioè il prezzo del trattamento dipende dal peso del prezzo da trattare? è molto più cara della zincatura? perchè i carrelli sono pesanti...vorrei evitare di mettermi in ballo a fare un lavoro che mi costa più che comprarli nuovi.

    grazie

  9. #9
    Utente Senior L'avatar di Meccbell
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1322
    Professione
    cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
    Regione
    Malpensaland - Lombardia
    Software
    SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D

    Predefinito

    Di solito nei trattamenti superficiali la base del prezzo e' data dal peso, ma con alcuni "correttivi" che tengono d'occhio anche il volume.
    Mi spiego:un conto sono 20 kg. di ferro "concentrati" in un albero o una piastra, un conto sono gli stessi 20 kg. "dispersi" in tubolari, lamierini, reti ecc. con un ingombro magari 10 o 15 volte superiore.
    Dato che chi fa i trattamenti considera il costo in base a quanti pezzi stanno in una cesta e/o un telaio che poi va nelle vasche, ovvio che piu' il pezzo e' ingombrante, piu' i "correttivo" del volume sara' alto.

    Circa i costi della nichelatura elettrolitica, non li conosco, ma dovrebbero aggirarsi tra 1,50 e 2,00 euro/kg..
    Tieni presente che bisognerebbe verificare che i carrelli di cui sopra siano stati realizzati con alcuni accorgimenti che facilitano il trattamento in bagno, primo tra tutti avere tutti i tubolari "svuotabili" ovvero con almeno un foro aperto alle estremita'. In alternativa, occorre accertarsi della perfetta tenuta di tutti i pezzi.
    Questo perche' altrimenti se durante il trattamento, specialmente il decapaggio in acido, si infiltra del liquido che poi non riesce ad uscire, son dolori.

    In ogni caso sentirei un buon trattamentista, sia per un preventivo, che per sapere se la nichelatura elettrolitica sia adatta a resistere alle temperature previste. Inalternativa, si potrebbe pensare alla nichelatura chimica con successivo trattamento termico (la usano sui pezzi delle macchine per la plastica), ma i costi sono ben diversi.
    :)
    Meccbell, the Chipmaker

    "L'epoca della procrastinazione, delle mezze misure, del mitigare, degli espedienti inutili, del differire sta giungendo alla fine.
    Ora stiamo entrando nell'epoca dove ogni azione causa conseguenze."


    Winston L.S. Churchill
    (dal discorso alla House of Commons del 12 novembre 1936, citato anche da Al Gore in Una scomoda verità)



  10. #10
    Utente Standard L'avatar di stevie
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    373
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Lombardia
    Software
    Solidedge, Cosmos

    Predefinito

    Sampom costruisci impianti per l'industria alimentare?Io si quindi saprò di cosa parlo non credi?
    Immagino quei carrelli in ferraccio mezzi arrugginiti a causa del contatto indiretto con prodotti umidi, e di sicuro questa è una cosa che non passa inosservata anche al più svogliato e tollerante ispettore ASL credimi.
    Per le parti a contatto col cioccolato si può usare qualunque cosa?
    A me risulta che siano ammessi solo acciai AISI oppure l'anticorodal teflonato, ovviamente puoi fare gli stampini anche in ghisa sferoidale, siamo in un paese democratico, però non lamentarti poi se ti chiudono la produzione per mancanza di norme igienico-sanitarie.
    Figurati che negli impianti anche i quadri elettrici devono essere in inox e tutti ne farebbero volentieri a meno visto il costo impiegando la classica lamiera verniciata.


  • Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. Progettare i trattamenti di cementazione
      Di DeltaS4 nel forum Progettazione meccanica - forum generale
      Risposte: 4
      Ultimo Messaggio: 08-03-2010, 13: 53
    2. prodotti per infiltrare particolari sinterizzati nylon e renderli più resistenti
      Di alba81 nel forum Stampa 3D / Prototipazione Rapida
      Risposte: 2
      Ultimo Messaggio: 23-04-2009, 13: 21
    3. Colori e trattamenti
      Di Erik77 nel forum Inventor
      Risposte: 2
      Ultimo Messaggio: 26-08-2008, 17: 40
    4. [Recuperato] Trattamenti termici
      Di RUGGIUNO nel forum Disegno e materiali
      Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 14-02-2008, 00: 31
    5. letteratura su trattamenti chimici
      Di ndonio nel forum Progettazione meccanica - forum generale
      Risposte: 1
      Ultimo Messaggio: 23-01-2008, 00: 58

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  



    CAD3D.it - la community dei progettisti