Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 61
  1. #1
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    142
    Professione
    disegnatore
    Regione
    toscana
    Software
    pro-e

    Predefinito Tolleranze geometriche e riferimenti

    Un saluto a tutti, mi auguro possiate fornirmi delle indicazioni relativamente all'argomento tolleranze geometriche e di forma. Un progettista nella realizzazione di un disegno-progetto con quale criterio normalmente assegna tolleranze come cilindricità, parallelismo, localizzazione, oscillazione, di forma sui profili etc… in più il criterio con il quale vengono apposti i riferimenti (triangolino nero)?… Sono in possesso di alcuni testi di disegno tecnico-meccanico, ma l’argomento è sempre stato trattato con superficialità.
    Grazie in anticipo

  2. #2
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6097
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Hai fatto una domanda 1 miliardo di euro.
    Secondo il mio punto di vista, i criteri sono la finalità progettuale ed il corretto funzionamento.
    E' inutile utilizzare tolleranze ristrette se queste non servono, per il semplice motivo che ottenere un pezzo più preciso costa di più.
    D'altro canto se il pezzo è meno preciso di quanto servirebbe, ottieni un pezzo di scarto che nella migliore delle ipotesi devi rilavorare.

    Il segreto nel mestiere del progettista consiste proprio in questo, il tuo livello di conoscenze ti deve consentire di stabilire il giusto punto di equilibrio.
    Non fatemi domande, non so fare.

  3. #3
    Utente Standard L'avatar di reb_bl
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    678
    Professione
    Far sì che gli altri abbiano qualcuno a cui rivolgere i propri insulti
    Regione
    .
    Software
    .

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio
    Hai fatto una domanda 1 miliardo di euro.
    Secondo il mio punto di vista, i criteri sono la finalità progettuale ed il corretto funzionamento.
    E' inutile utilizzare tolleranze ristrette se queste non servono, per il semplice motivo che ottenere un pezzo più preciso costa di più.
    D'altro canto se il pezzo è meno preciso di quanto servirebbe, ottieni un pezzo di scarto che nella migliore delle ipotesi devi rilavorare.

    Il segreto nel mestiere del progettista consiste proprio in questo, il tuo livello di conoscenze ti deve consentire di stabilire il giusto punto di equilibrio.

    Quotatura con standing ovation! :)
    Andare a caccia di ricordi non è mai un bell'affare...
    Quelli belli non li puoi più catturare e quelli brutti, non li puoi uccidere.

  4. #4
    Moderatore L'avatar di gerod
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3802
    Professione
    Libero professionista
    Regione
    Veneto
    Software
    Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora

    Predefinito

    la parola magica è Esperienza! e sul campo, in officina, sul tornio.
    poi le norme fanno il resto.
    (triangolino nero)?
    e che è? sulle norme mai visto.

    Cerchiamo di fare domande sensate! Posso capire se tu chiedi informazioni su un accoppiamento cilindrico di una trasmissione che deve garantire certe tolleranze come si possono quotare tali tolleranze (forma e posizione) ma fare una domanda con infinito^1 soluzioni mi sembra troooppo generica.
    Saluti.

  5. #5
    Utente Senior L'avatar di Meccbell
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1322
    Professione
    cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
    Regione
    Malpensaland - Lombardia
    Software
    SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D

    Predefinito

    Aggiungo un principio adottato dai nipponici agli inizi anni '70 e che è tutt'ora una delle pietre miliari della progettazione in logica TQM (Total Quality Management):
    "Le tolleranze di lavorazione dovranno essere più ristrette di quelle funzionali.
    Ma allo stesso tempo le tolleranze funzionali dovranno essere abbastanza ampie da non compromettere l'economicità della realizzazione del particolare oggetto delle specifiche ;)"

    In buona sostanza, e questo risponde anche alla domanda circa i criteri di scelta delle toll geometriche, un buon progettista, o meglio disegnatore, prima di iniziare a tollerare un pezzo DEVE assolutamente conoscere, oltre al contesto (montaggio) in cui si andrà a collocare il pezzo stesso, ANCHE il ciclo di produzione di quel dato pezzo e DEVE assolutamente prevedere che i riferimenti (triangoli neri con lettere) siano legati a quelle parti che saranno usate anche come riferimenti nel ciclo di lavorazione, di controllo e nella realizzazione delle relative attrezzature.

    E tutto ciò, Japan docet, DEVE essere fatto in modo da GARANTIRE la piena funzionalità del pezzo a livello di montaggio con altri particolari, ma allo stesso tempo in modo da PERMETTERE la sua realizzazione nel modo più semplice e con meno piazzamenti/riprese possibili.

    Ad esempio, se in un foro prevedo una retrolamatura che debba avere una tolleranza di concentricità e perpendicolarità rispetto all'asse del foro di pochissimi centesimi, caso classi co 2 sedi di cuscinetti contrapposte, allora dovrò prevedere, se possibile, che questa lavorazione si possa eseguire senza dover ribaltare il pezzo, in quanto ciò, anche in presenza di una tavola girevole, potrebbe comportare una complicazione non da poco nella costruzione dell'atrezzatura di bloccaggio.
    Se ciò non fosse possibile, potrebbe ad esempio essere più conveniente prevedere la costruzione del pezzo con una parte riportata rispetto all'altra.

    Le tolleranze geometriche e di forma sono una bellissima cosa, in quanto risolvono alcune ambiguità che le sole tolleranze di misura potrebbero generare.
    Ma se vengono utilizzate non a ragion veduta, magari giusto per far vedere che ci sono, possono generare grandissimi problemi di lavorazione e quindi di costo dei pezzi.

    Il consiglio finale è quello di stare a stretto contatto con chi dovrà da una parte utilizzare/montare i particolari in progetto e dall'altro lato con chi li dovrà costruire/lavorare.
    non si dimentichi infine che in molti casi, vedasi i cuscinetti, dette tolleranze sono di fatto suggerite dai fornitori di tali componenti e che quindi si fa prima a seguire tali indicazioni, magari cercando le soluzioni costruttive che semplifichino al massimo il pezzo.
    :)
    Meccbell, the Chipmaker

    "L'epoca della procrastinazione, delle mezze misure, del mitigare, degli espedienti inutili, del differire sta giungendo alla fine.
    Ora stiamo entrando nell'epoca dove ogni azione causa conseguenze."


    Winston L.S. Churchill
    (dal discorso alla House of Commons del 12 novembre 1936, citato anche da Al Gore in Una scomoda verità)



  6. #6
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    142
    Professione
    disegnatore
    Regione
    toscana
    Software
    pro-e

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Meccbell Visualizza Messaggio
    un buon progettista, o meglio disegnatore, prima di iniziare a tollerare un pezzo DEVE assolutamente conoscere, oltre al contesto (montaggio) in cui si andrà a collocare il pezzo stesso, ANCHE il ciclo di produzione di quel dato pezzo e DEVE assolutamente prevedere che i riferimenti (triangoli neri con lettere) siano legati a quelle parti che saranno usate anche come riferimenti nel ciclo di lavorazione, di controllo e nella realizzazione delle relative attrezzature.
    Molte grazie a tutti voi, comunque il triangolino nero ho capito che si riferisce in fase di controllo di qualità ad una faccia di un piano di riscontro oppure di una dima di controllo ma, per quanto riguarda il ciclo di produzione di un pezzo come ci si orienta? Voglio dire in fase di realizzazione quindi di lavorazione in officina significa appoggiare o bloccare il pezzo dal lato interessato dal triangolino nero su di una tavola portapezzo etc... oppure mi sbaglio?

  7. #7
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6097
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Meccbell Visualizza Messaggio
    Aggiungo un principio adottato dai nipponici agli inizi anni '70 e che è tutt'ora una delle pietre miliari della progettazione in logica TQM (Total Quality Management):
    "Le tolleranze di lavorazione dovranno essere più ristrette di quelle funzionali.
    Ma allo stesso tempo le tolleranze funzionali dovranno essere abbastanza ampie da non compromettere l'economicità della realizzazione del particolare oggetto delle specifiche ;)"

    In buona sostanza, e questo risponde anche alla domanda circa i criteri di scelta delle toll geometriche, un buon progettista, o meglio disegnatore, prima di iniziare a tollerare un pezzo DEVE assolutamente conoscere, oltre al contesto (montaggio) in cui si andrà a collocare il pezzo stesso, ANCHE il ciclo di produzione di quel dato pezzo e DEVE assolutamente prevedere che i riferimenti (triangoli neri con lettere) siano legati a quelle parti che saranno usate anche come riferimenti nel ciclo di lavorazione, di controllo e nella realizzazione delle relative attrezzature.

    E tutto ciò, Japan docet, DEVE essere fatto in modo da GARANTIRE la piena funzionalità del pezzo a livello di montaggio con altri particolari, ma allo stesso tempo in modo da PERMETTERE la sua realizzazione nel modo più semplice e con meno piazzamenti/riprese possibili.

    Ad esempio, se in un foro prevedo una retrolamatura che debba avere una tolleranza di concentricità e perpendicolarità rispetto all'asse del foro di pochissimi centesimi, caso classi co 2 sedi di cuscinetti contrapposte, allora dovrò prevedere, se possibile, che questa lavorazione si possa eseguire senza dover ribaltare il pezzo, in quanto ciò, anche in presenza di una tavola girevole, potrebbe comportare una complicazione non da poco nella costruzione dell'atrezzatura di bloccaggio.
    Se ciò non fosse possibile, potrebbe ad esempio essere più conveniente prevedere la costruzione del pezzo con una parte riportata rispetto all'altra.

    Le tolleranze geometriche e di forma sono una bellissima cosa, in quanto risolvono alcune ambiguità che le sole tolleranze di misura potrebbero generare.
    Ma se vengono utilizzate non a ragion veduta, magari giusto per far vedere che ci sono, possono generare grandissimi problemi di lavorazione e quindi di costo dei pezzi.

    Il consiglio finale è quello di stare a stretto contatto con chi dovrà da una parte utilizzare/montare i particolari in progetto e dall'altro lato con chi li dovrà costruire/lavorare.
    non si dimentichi infine che in molti casi, vedasi i cuscinetti, dette tolleranze sono di fatto suggerite dai fornitori di tali componenti e che quindi si fa prima a seguire tali indicazioni, magari cercando le soluzioni costruttive che semplifichino al massimo il pezzo.
    :)
    E io faccio una standing ovation per Mecc, per come spiega le cose sempre in modo chiaro e dettagliato.
    Sotto questo punto di vista i Giapponesi hanno insegnato al mondo come si fanno le cose serie.
    Magari loro manca il gusto, la fantasia, la sperimentazione empirica, però sui metodi organizzativi e sulla qualità intesa come rispondenza del prodotto al progetto .... ci danno la polvere.
    Non fatemi domande, non so fare.

  8. #8
    Utente Standard L'avatar di stevie
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    373
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Lombardia
    Software
    Solidedge, Cosmos

    Predefinito

    Forse per "triangolino nero" intende il simbolo di riferimento all'elemento geometrico verso cui si riferisce la tolleranza???
    O magari intende quella notazione arcaica che definisce il grado di finitura superficiale (1 triangolino sup grezza, 2 triangolini sup lavorata, 3 triangoli superficie rettificata) ?

  9. #9
    Utente Senior L'avatar di Meccbell
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1322
    Professione
    cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
    Regione
    Malpensaland - Lombardia
    Software
    SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D

    Predefinito

    Viste le perplessità espresse, anche in modo a mio avviso sorprendente, viste le firme di alcuni utenti :(, penso di fare cosa gradita postando una piccola ed alquanto incompleta introduzione alle tolleranze geometriche.

    GPS_2004_lez_02_introduzione_GD&T.pdf
    [edit] P.S. l'allegato è stato cambiato in quanto non era quello giusto

    Se poi volete approfondire l'argomento, basta Googlare "tolleranze geometriche" ed avrete documentazione a camionate.
    :)
    Ultima modifica di Meccbell; 11-05-2008 alle 23: 38
    Meccbell, the Chipmaker

    "L'epoca della procrastinazione, delle mezze misure, del mitigare, degli espedienti inutili, del differire sta giungendo alla fine.
    Ora stiamo entrando nell'epoca dove ogni azione causa conseguenze."


    Winston L.S. Churchill
    (dal discorso alla House of Commons del 12 novembre 1936, citato anche da Al Gore in Una scomoda verità)



  10. #10
    Utente Standard L'avatar di stevie
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    373
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Lombardia
    Software
    Solidedge, Cosmos

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Meccbell Visualizza Messaggio
    Viste le perplessità espresse, anche in modo a mio avviso sorprendente, viste le firme di alcuni utenti :(, penso di fare cosa gradita postando una piccola ed alquanto incompleta introduzione alle tolleranze geometriche.

    Allegato 3472

    Se poi volete approfondire l'argomento, basta Googlare "tolleranze geometriche" ed avrete documentazione a camionate.
    :)

    c'è un piccolo problema...quello che hai postato è una guida alle tolleranze dimensionali in termini di grado di tolleranza e scostamento, nella parte terminale c'è un approccio molto frettoloso all'analisi statistica che forse ci si può risparmiare perchè non avendo le giuste nozioni di statistica e distribuzione gaussiana crea solo confusione e comunqe l'utente chiedeva altro, delucidazioni sulle tolleranze geometriche, in termini di tolleranze di forma, di orientamento e di posizione (per capirci rettilineità, planarità, cilindricità, localizzazione, concentricità,etc)


  • Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. come mettere tolleranze geometriche
      Di giuseppe1028 nel forum Creo Parametric - Messa in tavola
      Risposte: 7
      Ultimo Messaggio: 25-01-2011, 22: 35
    2. Dilemma Tolleranze geometriche
      Di domy73 nel forum Progettazione meccanica - forum generale
      Risposte: 6
      Ultimo Messaggio: 02-12-2009, 16: 04
    3. Posizione Tolleranze Geometriche
      Di BLU BUGATTI nel forum Creo Parametric - Messa in tavola
      Risposte: 1
      Ultimo Messaggio: 23-10-2009, 10: 31
    4. catene di tolleranze geometriche
      Di S90 nel forum Studenti ingegneria meccanica
      Risposte: 6
      Ultimo Messaggio: 18-10-2009, 01: 17
    5. tolleranze geometriche
      Di bottomcreep nel forum Creo Parametric (ex Pro/E)
      Risposte: 1
      Ultimo Messaggio: 26-01-2008, 00: 34

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  



    CAD3D.it - la community dei progettisti