Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 38
  1. #11
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6101
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Caro Marco, la modellazione Brep anziché feature based è alla fine della fiera una cosa che tutti noi "anziani" conosciamo. È la stessa modalità usata da Autocad 3D, tiri o ruoti una faccia anziché modificare le quote di una determinata funzione.
    Da una parte questo alleggerisce il modello perchè non costringe il CAD a tenere presente l'albero logico delle lavorazioni, dall'altra è una modalità che in caso di modifiche può dar luogo a notevoli problemi. Non è un sistema migliore del feature based, altrimenti tutti i colossi mondiali del manifacturing l'avrebbero adottata da molto tempo, è semplicemente molto utile per determinati contesti. Ad esempio, gestione e modifica di in modello con migliaia di feature: alcuni "strurm und drang"-Cad proprio nun glia fanno a gestire modelli pesanti, allora esportano uno step e su quello portano a termine il lavoro. Altro esempio, il terzista/fornitore non ha il tuo Cad e con questo metodo puoi importare un file neutro e "scippolarci" per le modifiche necessarie. Tutto questo però ha un limite, scordati la potenza di controllo di un CAD feature based.
    Non fatemi domande, non so fare.

  2. #12
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6101
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Alla fine della fiera la cosa migliore, secondo me, è disporre di entrambe le modalità. Io lavoro in feature based ... se una volta all'anno mi serve la modalità Brep la uso. Quindi la strada di PTC e Siemens sotto questo punto di vista mi sembra tracciata, non sarà una questione esiziale ... è uno strumento in più di lavoro che in certi contesti torna utile.
    Non fatemi domande, non so fare.

  3. #13
    Utente Standard L'avatar di ceschi1959
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    820
    Professione
    progettista
    Regione
    veneto
    Software
    UG 11 - NX11 TC10

    Predefinito

    Grazie dell'occasione datami per cercare di spiegare quanto ho scritto nella speranza di essere chiaro.

    A Cacciatorino: prego non c'è di che.....

    Allego due immagini, la prima relativa ai comandi di modellazione diretta presenti in NX5 (sono quelli presenti più o meno da sempre in NX) l'altra relativa ai comandi presenti in NX 9. Questi ultimi utilizzabili in maniera history o histoty free mode (concetto introdotto da NX6 e che prende il nome di synchronous modeling) . Come si vede non sono dei semplici comandi 'a maniglia' e non credo che li troviate tutti in SE o in Creo.
    Alcuni di questi comandi sono utilizzabili in vari modi, ad esempio il delete face può essere utilizzato con l'opzione heal attivata o meno, cioè può ricostruire o meno quello che c'è sotto. Ogni comando richiederebbe pagine di spiegazione. Veniamo però alla domanda base e cioè quando utilizzare alcune opzioni e quando magari sono inopportune, tenendo conto che non si tratta di scelte irrevocabili ma che possono essere riviste durante l'esecuzione del progetto o del particolare. NX ha questo di bello e cioè che si possono percorrere strade diverse quando e come si vuole.

    Modellazione diretta

    Primo esempio banalissimo (esperienza personale reale e diretta): una porta di una stufa in ghisa modellata (da un altro progettista) con circa 300 features. Si deve spostare una nervatura collegata ad uno sketch che comanda l'intera porta; prima opzione capire che caspita è collegato a quello sketch e cercare di riparametrizzare il tutto; seconda opzione applicare un comando di modellazione diretta ed avere immediatamente e parametricamente la modifica.
    Secondo esempio, anche questo banale; nell'esecuzione di una serie di raccordi si è costretti a farli in una certa sequenza con il risultato che vedete nella prima figura. Applicando il comando reorder blend si ottiene l'effetto corretto senza andare a riordinare features con un'esito incerto.
    Esempi di questo tipo ne posso fare a decine e la conoscenza di determinati comandi porta a modellare in maniera un po' diversa.

    Modellazione 'free' o contestuale o synchronous o come cavolo si vuole chiamare, anche questo esperienza diretta:

    si devono ispessire delle 'pelli' fatte con altro cad per ottenere un solido da realizzare mediante sinterizzazione laser per ottenere un supporto su cui stendere la fibra di carbonio per realizzare la carena di una moto da corsa italiana con cui ha corso VR anni fa. Bisognava anche realizzare i run-off di queste pelli (bordi a 90° circa di lunghezza di circa 20 mm sul perimetro esterno). E' stato un lavoro in cui la parametrizzazione era addirittura d'intralcio.

    Da questi pochi esempi credo si possa dire che i vari tipi di modellazione possono essere utilizzati in maniera integrata.

    Per quel che riguarda invece la sottile vena polemica sui luoghi comuni e inesattezze (e mi raccomando che rimanga tale e non scateni flame fra noi, personalmente stimo molto Cacciatorino, Maxopus e Marcof che mi ha manifestato un'inaspettata e molto gradita solidarietà) , vi invito a guardare il filmato sul tubo a questo link https://www.youtube.com/watch?v=5Q2iijYfY7E e ditemi cosa avete capito della synchronous di siemens e in particolare a Cacciatorino di confrontarlo con i concetti in SE.

    Scusate se non sono pronto nelle risposte ma la domenica avrei altro da fare.... come credo e spero anche voi.

    Baci
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    • Tipo File: png nx5.png (7.1 KB, 33 Visualizzazioni)
    • Tipo File: png nx9.png (62.9 KB, 5 Visualizzazioni)
    • Tipo File: png rb.png (91.3 KB, 5 Visualizzazioni)

  4. #14
    Utente Standard L'avatar di ceschi1959
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    820
    Professione
    progettista
    Regione
    veneto
    Software
    UG 11 - NX11 TC10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio
    Caro Marco, la modellazione Brep anziché feature based è alla fine della fiera una cosa che tutti noi "anziani" conosciamo. È la stessa modalità usata da Autocad 3D, tiri o ruoti una faccia anziché modificare le quote di una determinata funzione.
    Da una parte questo alleggerisce il modello perchè non costringe il CAD a tenere presente l'albero logico delle lavorazioni, dall'altra è una modalità che in caso di modifiche può dar luogo a notevoli problemi.
    Questa è una delle imprecisioni che girano, perché se è relativa alla seconda modalità che ho descritto, addirittura appesantisce il modello perché costringe ad aggiungere calcoli ai calcoli. Ed è questo che voglio sottolineare nei miei post: si fa confusione fra comandi e modalità. Non è assolutamente vero che Siemens e Creo hanno segnato la strada: da quel che mi risulta Siemens ha due strade diverse per NX e SE, per quest'ultimo ha cambiato dalla ST1 alla ST7 (chiedo conferma a Cacciatorino) manifestando mancanza di obiettivi.

  5. #15
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6101
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ceschi1959 Visualizza Messaggio
    Questa è una delle imprecisioni che girano, perché se è relativa alla seconda modalità che ho descritto, addirittura appesantisce il modello perché costringe ad aggiungere calcoli ai calcoli. Ed è questo che voglio sottolineare nei miei post: si fa confusione fra comandi e modalità. Non è assolutamente vero che Siemens e Creo hanno segnato la strada: da quel che mi risulta Siemens ha due strade diverse per NX e SE, per quest'ultimo ha cambiato dalla ST1 alla ST7 (chiedo conferma a Cacciatorino) manifestando mancanza di obiettivi.
    Sono poco convinto Ceschi, anche se il mio (non solo il mio) impatto con NX è stato davvero deludente. Di tutte le fantasmagoriche possibilità per raggiungere un risultato ... il 90% fa cilecca, per capire come funziona una normalissima serie radiale c'è da farsi il segno della croce al contrario con due corone d'aglio appese al collo.
    Nel mondo PTC un modello senza feature pesa meno ... tu mi dici che nel mondo Siemens pesa di più ... c'è qualcosa che non torna.
    Non fatemi domande, non so fare.

  6. #16
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9341
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio
    Sono poco convinto Ceschi, anche se il mio (non solo il mio) impatto con NX è stato davvero deludente. Di tutte le fantasmagoriche possibilità per raggiungere un risultato ... il 90% fa cilecca, per capire come funziona una normalissima serie radiale c'è da farsi il segno della croce al contrario con due corone d'aglio appese al collo.
    Nel mondo PTC un modello senza feature pesa meno ... tu mi dici che nel mondo Siemens pesa di più ... c'è qualcosa che non torna.
    Credo che il senso dell'affermazione sia questo: quando con Creo stiri una faccia, in realta' lui aggiunge una feature di "sposta faccia" nell'albero logico, che tu non vedi perche' te la nasconde. Se riapri lo stesso modello con Creo Parametric invece vedi la tua bella "sposta faccia" nell'albero del modello. Ricordo di aver visto questa cosa sui primi creo, mi confermi che e' ancora cosi'? Se questo e' vero, effettivamente ogni operazione di questo tipo e' in realta' un'altra feature: Solid Edge ST (e tutti gli altri che lavorano in modalita' contestuale) invece non tengono memoria di operazioni fatte con le maniglie.



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica

  7. #17
    Utente Standard L'avatar di ceschi1959
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    820
    Professione
    progettista
    Regione
    veneto
    Software
    UG 11 - NX11 TC10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio
    Sono poco convinto Ceschi, anche se il mio (non solo il mio) impatto con NX è stato davvero deludente. Di tutte le fantasmagoriche possibilità per raggiungere un risultato ... il 90% fa cilecca, per capire come funziona una normalissima serie radiale c'è da farsi il segno della croce al contrario con due corone d'aglio appese al collo.
    Nel mondo PTC un modello senza feature pesa meno ... tu mi dici che nel mondo Siemens pesa di più ... c'è qualcosa che non torna.
    Vedo che si continua a non capire e questo mi riporta ancora a quanto affermato: c'è grande confusione. Io non ho detto che un modello senza features pesa meno ho detto che i comandi di modellazione diretta appesantiscono il file ed esattamente queste parole: Questa è una delle imprecisioni che girano, perché se è relativa alla seconda modalità che ho descritto, addirittura appesantisce. Questo mi spinge a pensare che non si è capito nulla della modellazione diretta e della modellazione history free confondendo l'una e l'altra.
    Guarda questi due filmati che ho fatto al volo, per cui scusa la banalità, in uno, si parte da un file sparametrizzato e si arriva tramite i comandi di modellazione diretta a creare dei parametri. Non rispondi poi alle domande che ho posto e cioè esiste in Creo una pur vaga somiglianza di comandi con quelli che ho illustrato di NX?
    https://www.youtube.com/watch?v=v8A6_ZLUyzU
    https://www.youtube.com/watch?v=J42-YjIN2UU

  8. #18
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9341
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ceschi1959 Visualizza Messaggio





    Per quel che riguarda invece la sottile vena polemica sui luoghi comuni e inesattezze (e mi raccomando che rimanga tale e non scateni flame fra noi, personalmente stimo molto Cacciatorino, Maxopus e Marcof che mi ha manifestato un'inaspettata e molto gradita solidarietà) , vi invito a guardare il filmato sul tubo a questo link https://www.youtube.com/watch?v=5Q2iijYfY7E e ditemi cosa avete capito della synchronous di siemens e in particolare a Cacciatorino di confrontarlo con i concetti in SE.

    i
    Sinceramente mi sembra la stessa cosa che ho in solid Edge, e in cocreate modeling. Cioe' posso prendere e spostare facce e/o aggiungere lavorazioni sena dover seguire un inesistente albero cronologico delle lavorazioni. Poi la ST della Siemens ha di bello che offre la possibilita', ma non l'obbligo di vincolare fra loro le facce, cosa che non esiste in cocreate se non con apposito modulo avanzato.

    Comunque per rispondere alla tua domanda mi pare che quello che si vede nel video lo trovo pari pari in solid edge (non faccio riferimento al free form perche' non e' attinente alla discussione, e non fa parte del mio ambito professionale per cui non so se NX ci riesce a SE no).



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica

  9. #19
    Utente Standard L'avatar di ceschi1959
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    820
    Professione
    progettista
    Regione
    veneto
    Software
    UG 11 - NX11 TC10

    Predefinito

    Ci stiamo scrivendo addosso....

  10. #20
    Utente Standard L'avatar di ceschi1959
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    820
    Professione
    progettista
    Regione
    veneto
    Software
    UG 11 - NX11 TC10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cacciatorino Visualizza Messaggio
    Sinceramente mi sembra la stessa cosa che ho in solid Edge, e in cocreate modeling. Cioe' posso prendere e spostare facce e/o aggiungere lavorazioni sena dover seguire un inesistente albero cronologico delle lavorazioni. Poi la ST della Siemens ha di bello che offre la possibilita', ma non l'obbligo di vincolare fra loro le facce, cosa che non esiste in cocreate se non con apposito modulo avanzato.

    Comunque per rispondere alla tua domanda mi pare che quello che si vede nel video lo trovo pari pari in solid edge (non faccio riferimento al free form perche' non e' attinente alla discussione, e non fa parte del mio ambito professionale per cui non so se NX ci riesce a SE no).
    La mia era una domanda trabocchetto... In quel filmato non c'è NIENTE di ST perché è tutto parametrico, ed è qui la confusione: in SE queste cose le potevi fare, come in NX, ben prima dell'introduzione della ST vero?


  • Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 05-02-2014, 10: 47
    2. Differenze Creo Direct e Creo Elements/Direct Modeling
      Di giando75 nel forum Creo Direct
      Risposte: 5
      Ultimo Messaggio: 23-01-2014, 23: 22
    3. V6 - Direct Modeling
      Di The_Matrix nel forum CATIA V6
      Risposte: 68
      Ultimo Messaggio: 29-11-2010, 12: 30
    4. SolidWorks e direct modeling
      Di Matteo nel forum Solidworks
      Risposte: 4
      Ultimo Messaggio: 12-02-2009, 15: 13
    5. Direct Modeling anche su ThinkiD
      Di thinkID70 nel forum Thinkdesign
      Risposte: 5
      Ultimo Messaggio: 21-02-2008, 22: 56

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti