Pagina 6 di 21 PrimaPrima ... 4567816 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 206

Discussione: Scelta CAD+PDM

  1. #51
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    191
    Professione
    Disegnatore-Progettista
    Regione
    Lazio
    Software
    Solid Edge, FEMAP+Nastran, Teamcenter Express

    Predefinito

    Ciao a tutti,
    entro in merito alla discussione per chiedere delle cose.
    La prima cosa riguarda la tempistica, mi spiego meglio, anche nella nostra azienda ci doteremo a breve termine di un PDM/PLM (chiamatelo come volete) che dovrà interfacciarsi con il gestionale (ERP) che già abbiamo da un paio di anni, la domanda nasce spontanea, un azienda manifatturiera (con ufficio tecnico) dovrebbe prima dotarsi di un PDM/PLM e poi scegliere un ERP, per non trovarsi poi a dover adattare il pdm all’ERP e non sfruttarne le potenzialità?
    La seconda cosa riguarda la codifica parlante e arbitraria. Nella nostra azienda abbiamo la codifica parlante, io la definirei semi parlante (o balbettante?), perché identifichiamo una tipologia di prodotto con un codice composto da lettera e 2 numeri, poi abbiamo la codifica del prodotto specifico composto da 3 numeri senza definire altre caratteristiche, esempio, devo realizzare una porta per un cliente, il codice sarà TXX.XXX poi dentro la cartella TXX.XXX inserisco tutti i file codificati in ordine crescente usando 3 numeri es TXX.XXX.XXX.
    Mi verrebbe da pensare, che quando andremo ad implementare il PDM, visto che oramai i codici generati in questo modo sono tanti, sarebbe da pazzi stravolgere tutto, anche perchè ho l'ERP, ma semplicemente creerei delle nuove categorie all'interno della famiglia di prodotti cosi da generare un codice che sia descrittivo, esempio nella famiglia delle porte creo le sottocategorie porta dritta e porta raggiata sul piano orizzontale, quindi avrò TXX.ZZZ per la prima TXX.YYY per la seconda, e poi il relativo codice della porta sempre con 3 numeri , quindi TXX.ZZZ.DDD e all'interno TXX.ZZZ.DDD.CCC i file codificati sempre in ordine crescente.
    Attendo trepidante vostri commenti.
    Grazie

  2. #52
    Moderatore Solidworks L'avatar di re_solidworks
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3919
    Professione
    Progettista
    Regione
    Veneto
    Software
    Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016

    Predefinito

    Dipende tutto dal pdm che andrai ad acquistare e soprattutto dal grado di personalizzazioni che andrai a fare. Il passaggio che ho vissuto nell'azienda in cui lavorarvo non è stato drastico perchè i progetti erano abbastanza fini a se stessi ed abbiamo deciso di lasciare il vecchio com'era e ricominciare con il nuovo. Il pdm che utilizzo (che funziona solo per Swx) è impostato con un concetto di codifica simile a quello che hai indicato e va molto bene.
    La codifica che utilizzo è a 10 caratteri numerici e ne ho parecchi vuoti da riempire al bisogno per elementi nuovi e non pensabili all'inizio.
    Sono talmente abituato ad una codifica parlante che all'inizio mi troverei in difficoltà con un altro tipo, almeno nella fase iniziale.

  3. #53
    Utente Junior
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    68
    Professione
    Resp. Ufficio Tecnico
    Regione
    Toscana
    Software
    TeamCenter Express - NX5 più o meno - NX6 - Inventor2008

    Predefinito

    Dunque, secondo me è difficile dire cosa sia meglio se scegliere prima il PDM o l'ERP. E' chiaro che, molto più facilmente un'azienda ha un ERP ma non ha un PDM, pertanto è quest'ultimo che dovrebbe adattarsi al primo. Nella mia realtà abbiamo una codifica parlante molto difficilmente adattabile ad una logica PDM (regole assurde, talvolta sorpassate dalle cosiddette eccezioni!) pertanto abbiamo deciso di fare un primo step in cui utilizzeremo una codifica per il PDM che, al momento della chiusura del progetto verrà "tradotta" nella codifica "ufficiale". Tutto questo in attesa di riuscire a convincere i più ostici ad adottare una codifica progressiva sfruttando gli attributi per le ricerche.
    Purtroppo è un passaggio non facile ma probabilmente necessario considerando che i caratteri per la codifica parlante gli abbiamo finiti da tempo.

  4. #54
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    191
    Professione
    Disegnatore-Progettista
    Regione
    Lazio
    Software
    Solid Edge, FEMAP+Nastran, Teamcenter Express

    Predefinito

    Deduco quindi che anche nel nostro caso la cosa migliore sia adattare il PDM all'ERP visto che questo è entrato per primo in azienda, proverò a seguire quanto sta facendo adesso Lucky74.

    Ho dimenticato di chiedere, la codifica che ho descritto nel mio primo messaggio, è ancora una codifica "parlante"? Se, come immagino la risposta è positiva, sareste cosi gentili da spiegarmi come generare una codifica progressiva per un prodotto e per le parti, sottoaasiemi e parti che compongono un prodotto? (perdonate la mia lacuna di conoscenza).
    Grazie

  5. #55
    Moderatore Solidworks L'avatar di re_solidworks
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3919
    Professione
    Progettista
    Regione
    Veneto
    Software
    Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lucky74 Visualizza Messaggio
    Dunque, secondo me è difficile dire cosa sia meglio se scegliere prima il PDM o l'ERP. E' chiaro che, molto più facilmente un'azienda ha un ERP ma non ha un PDM, pertanto è quest'ultimo che dovrebbe adattarsi al primo. Nella mia realtà abbiamo una codifica parlante molto difficilmente adattabile ad una logica PDM (regole assurde, talvolta sorpassate dalle cosiddette eccezioni!) pertanto abbiamo deciso di fare un primo step in cui utilizzeremo una codifica per il PDM che, al momento della chiusura del progetto verrà "tradotta" nella codifica "ufficiale". Tutto questo in attesa di riuscire a convincere i più ostici ad adottare una codifica progressiva sfruttando gli attributi per le ricerche.
    Purtroppo è un passaggio non facile ma probabilmente necessario considerando che i caratteri per la codifica parlante gli abbiamo finiti da tempo.
    Avere due codifiche parallele anche solo temporaneamente non è il massimo, è molto facile creare confusione tra i reparti. Comunque se sei ben seguito ed è l'unico modo per far digerire la nuova codifica non hai altra scelta.

  6. #56
    UGoverALL
    Visitatore

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gtemp Visualizza Messaggio
    Deduco quindi che anche nel nostro caso la cosa migliore sia adattare il PDM all'ERP visto che questo è entrato per primo in azienda, proverò a seguire quanto sta facendo adesso Lucky74.

    Ho dimenticato di chiedere, la codifica che ho descritto nel mio primo messaggio, è ancora una codifica "parlante"? Se, come immagino la risposta è positiva, sareste cosi gentili da spiegarmi come generare una codifica progressiva per un prodotto e per le parti, sottoaasiemi e parti che compongono un prodotto? (perdonate la mia lacuna di conoscenza).
    Grazie
    Sicuramente collegare un PDM ad un ERP esistente e' la cosa piu' semplice...
    Poi se i PDM sono quelli piu' famosi (Teamcenter, Smarteam, etc) e gli ERP i classici (SAP, BAAN, ORACLE etc) non c'e' proprio problema...

    Sulla codifica: Fiat in Teamcenter usa per esempio 3 lettere e 5 numeri... tipo FJE34897

    UoA

  7. #57
    Utente Junior
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    68
    Professione
    Resp. Ufficio Tecnico
    Regione
    Toscana
    Software
    TeamCenter Express - NX5 più o meno - NX6 - Inventor2008

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da re_solidworks Visualizza Messaggio
    Avere due codifiche parallele anche solo temporaneamente non è il massimo, è molto facile creare confusione tra i reparti. Comunque se sei ben seguito ed è l'unico modo per far digerire la nuova codifica non hai altra scelta.
    E' vero, è rischioso, ma se la codifica attuale è praticamente ingestibile a livello PDM (e questa è la conclusione a cui siamo arrivati dopo 3 giorni di analisi con i consulenti di UG) non vedo molte vie di uscita. L'importante sarà riuscire a far capire a chi non vuol mollare la vecchia codifica (perchè magari, dopo anni e anni si ricordano i codici a memoria) che, sfruttando gli attributi è possibile fare delle ricerche più mirate e precise.

  8. #58
    Utente Standard L'avatar di dolfin
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    198
    Professione
    Consulente PLM
    Regione
    Italia
    Software
    Principali PLM sul mercato

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lucky74 Visualizza Messaggio
    E' vero, è rischioso, ma se la codifica attuale è praticamente ingestibile a livello PDM (e questa è la conclusione a cui siamo arrivati dopo 3 giorni di analisi con i consulenti di UG) non vedo molte vie di uscita. L'importante sarà riuscire a far capire a chi non vuol mollare la vecchia codifica (perchè magari, dopo anni e anni si ricordano i codici a memoria) che, sfruttando gli attributi è possibile fare delle ricerche più mirate e precise.
    Interessante disquisizione....questa discussione parte da uno sfogo dopo un frustrante periodo di valutazione dei sistemi CAD e PDM e termina con un "ma come faccio a...". Tutte le soluzioni più o meno valide, una volta acquisite, portano sempre un notevole disagio aziendale.
    Per questo motivo molti progetti PDM falliscono. Un cambio generazionale deve essere seguito con rigore e volontà da persone che sanno guidare le aziende in quello che si definisce "Change Management".

    Sono fortemente in disaccordo quello che dice UoA, di seguito riportato:
    Ovviamente, cmq, è difficile che un PDM "terzo" riesca a gestire il CAD come il "fratello" (Pro/E con Windchill in questo caso).
    Lo abbiamo sperimentato con Pro/E (API specifiche per fare il "Deep Copy") e con Catia V5.
    ... ancora peggio sarà con Catia V6 in cui quegli s..... di DS imporranno a tutti Matrix/Enovia senza il quale V6 non funzionerà... così avranno in un sol colpo abbattuto Noi, PTC, SAP, Oracle e tutti quelli che producono un PDM che gestisca dati Catia...


    Se è vera la prima sentenza perchè dovrebbe essere vera anche la seconda?

    Queste afermazioni non aiutano una scelta ragionata sulle relali esigenze aziendali, anzi .....

  9. #59
    Ozzy
    Visitatore

    Predefinito

    Molti progetti PLM falliscono perchè sono gestiti da persone completamente incompetenti.
    Tralasciamo per il momento il discorso della codifica, che alla fine sia un numero parlante o progressivo è solo questione di abitudine, è certo che se non si usano delle regole base per codificare già di principio,succede solo un gran macello e non si sfrutta per niente questo strumento che è indispensabile,sia per una piccola che per una grande impresa.
    Alla fine ci si trova sempre con lo stesso pezzo codificato 20 volte con venti diciture diverse e qui non centra che PLM stai usando,centra solo il fatto che non si sono stabilite delle regole e non si sono formate a sufficienza le persone che lo utilizzano, poi dopo ci possiamo lamentare quanto vogliamo ma è sempre troppo tardi.

    Ozzy

  10. #60
    Utente Standard L'avatar di dolfin
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    198
    Professione
    Consulente PLM
    Regione
    Italia
    Software
    Principali PLM sul mercato

    Predefinito Concordo

    Citazione Originariamente Scritto da Ozzy Visualizza Messaggio
    Molti progetti PLM falliscono perchè sono gestiti da persone completamente incompetenti.
    Tralasciamo per il momento il discorso della codifica, che alla fine sia un numero parlante o progressivo è solo questione di abitudine, è certo che se non si usano delle regole base per codificare già di principio,succede solo un gran macello e non si sfrutta per niente questo strumento che è indispensabile,sia per una piccola che per una grande impresa.
    Alla fine ci si trova sempre con lo stesso pezzo codificato 20 volte con venti diciture diverse e qui non centra che PLM stai usando,centra solo il fatto che non si sono stabilite delle regole e non si sono formate a sufficienza le persone che lo utilizzano, poi dopo ci possiamo lamentare quanto vogliamo ma è sempre troppo tardi.

    Ozzy
    Concordo con quanto stai affermando. La volontà aziendale sta anche nel fatto di mettere delle persone competenti, non solo da parte del fornitore, a seguire la realizzazione di progetti che attraversano tutti i processi aziendali.
    Anche la codifica, un prodotto la gestisce in un modo un altro prodotto diversamente, alla fine è sempre una codifica. Quello che importa è la definizione iniziale delle regole ed il rispetto delle stesse, esattamente come nella vita quotidiana.


  • Pagina 6 di 21 PrimaPrima ... 4567816 ... UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. Scelta cam
      Di noce78 nel forum CAM forum generale
      Risposte: 20
      Ultimo Messaggio: 28-02-2009, 20: 45
    2. Scelta SO
      Di Tyler Durden nel forum Sistemi operativi e software di uso generale
      Risposte: 15
      Ultimo Messaggio: 29-09-2008, 09: 05
    3. Scelta CAM
      Di Strumpf nel forum CAM forum generale
      Risposte: 16
      Ultimo Messaggio: 21-04-2008, 00: 57
    4. Scelta PC
      Di Liotro nel forum Hardware
      Risposte: 27
      Ultimo Messaggio: 31-12-2007, 17: 01
    5. Scelta PC
      Di Liotro nel forum Solid Edge
      Risposte: 1
      Ultimo Messaggio: 19-12-2007, 15: 16

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti