Ansys.com


Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Utente Standard L'avatar di Davide
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    101
    Professione
    Disegnatore
    Regione
    Lombardia
    Software
    AutoCAD

    Predefinito Non usare il cellulare mentre si carica!

    Sarà vero?
    File Allegati File Allegati

  2. #2
    Utente Senior L'avatar di Preparation-H
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1051
    Professione
    Lavoro Monotono
    Regione
    Piemonte
    Software
    "Pala e Picco"

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Davide Visualizza Messaggio
    Sarà vero?
    http://attivissimo.blogspot.com/2008...cellulari.html

    Povera Italia, morta di fame per aver mangiato troppo!!!

  3. #3
    Ozzy
    Visitatore

    Predefinito

    Mi era arrivata la mail..
    Mi sono spaventato quando l ho visto...
    Ma sarà vero?

  4. #4
    Utente Standard L'avatar di Davide
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    101
    Professione
    Disegnatore
    Regione
    Lombardia
    Software
    AutoCAD

    Predefinito

    Cito la frase finale di Attivissimo:
    "E magari leggete il manuale del fabbricante, invece di fidarvi di una presentazione Powerpoint scritta da chissà chi."

    Avete mai letto sull'etichetta delle pentole in teflon "materale altamente cancerogeno"? Infatti non c'è scritto, ma è così, infatti dal 2012 in America sarà bandito.
    Non so se fidarmi di più da chi sa e non vuole dire o di qualche "chissà chì".
    Ultima modifica di Davide; 07-03-2008 alle 21: 46

  5. #5
    Utente Senior L'avatar di Meccbell
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1322
    Professione
    cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
    Regione
    Malpensaland - Lombardia
    Software
    SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D

    Predefinito

    Anche per me questa è l'ennesima leggenda metropolitana.
    Fate un piccolo ragionamento:
    le batterie possono surriscaldarsi, incendiarsi o esplodere (anche se parlare di "esplosione" è a dir poco una forzatura) solo se vengono caricate o con un adattatore che eroga una tensione molto più alta di quella richiesta, oppure se non funziona il circuito che interrompe la carica quando la batteria è arrivata al massimo della sua capacità.

    Già questo dice che se rischio ci deve essere, ci sarà comunque, a prescindere dall'oggetto, cellulare, notebook, iPod, MP3 o qualsiasi altra cosa si stia alimentando.

    Se poi l'oggetto in carica è acceso, la batteria sarà molto meno sollecitata e quindi si potrebbe dire che addirittura il caricare il dispositivo mentre questo è acceso è molto meno pericoloso che quando esso è spento.

    Ovviamente, come è stato detto, non bisogna mai perdere di vista il problema dello smaltimento del calore sia durante la carica, che durante il funzionamento dei dispositivi.

    Di panzane che viaggiano per via telematica ce ne sono in giro a camionate.
    Quasi sempre, però, basta fare dei semplici ragionamenti deduttivi, tipo 1+1=2, per capire che si tratta di montature.

    :)
    Meccbell, the Chipmaker

    "L'epoca della procrastinazione, delle mezze misure, del mitigare, degli espedienti inutili, del differire sta giungendo alla fine.
    Ora stiamo entrando nell'epoca dove ogni azione causa conseguenze."


    Winston L.S. Churchill
    (dal discorso alla House of Commons del 12 novembre 1936, citato anche da Al Gore in Una scomoda verità)



  6. #6
    Utente Senior L'avatar di Preparation-H
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1051
    Professione
    Lavoro Monotono
    Regione
    Piemonte
    Software
    "Pala e Picco"

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Meccbell Visualizza Messaggio
    .... iPod ....
    Ciao,

    l'iPod lo ricarichi collegandolo al PC tramite USB....
    Povera Italia, morta di fame per aver mangiato troppo!!!

  7. #7
    Utente Senior L'avatar di Meccbell
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1322
    Professione
    cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
    Regione
    Malpensaland - Lombardia
    Software
    SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Preparation-H Visualizza Messaggio
    Ciao,

    l'iPod lo ricarichi collegandolo al PC tramite USB....
    Sempre "ricarica" è
    Anzi, mi preoccuperei più di questi che dei cellulari.
    I PC che rispettano le specifiche di erogazione di tensione e corrente sulle USB saranno forse sì e no il 30-40%
    Meccbell, the Chipmaker

    "L'epoca della procrastinazione, delle mezze misure, del mitigare, degli espedienti inutili, del differire sta giungendo alla fine.
    Ora stiamo entrando nell'epoca dove ogni azione causa conseguenze."


    Winston L.S. Churchill
    (dal discorso alla House of Commons del 12 novembre 1936, citato anche da Al Gore in Una scomoda verità)



  8. #8
    Utente Senior L'avatar di myface
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1162
    Professione
    Progettista-designer free lance
    Regione
    veneto
    Software
    Inventor 2013,maxwell render 2.7.2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Meccbell Visualizza Messaggio
    Anche per me questa è l'ennesima leggenda metropolitana.
    Fate un piccolo ragionamento:
    le batterie possono surriscaldarsi, incendiarsi o esplodere (anche se parlare di "esplosione" è a dir poco una forzatura) solo se vengono caricate o con un adattatore che eroga una tensione molto più alta di quella richiesta, oppure se non funziona il circuito che interrompe la carica quando la batteria è arrivata al massimo della sua capacità.

    Già questo dice che se rischio ci deve essere, ci sarà comunque, a prescindere dall'oggetto, cellulare, notebook, iPod, MP3 o qualsiasi altra cosa si stia alimentando.

    Se poi l'oggetto in carica è acceso, la batteria sarà molto meno sollecitata e quindi si potrebbe dire che addirittura il caricare il dispositivo mentre questo è acceso è molto meno pericoloso che quando esso è spento.

    Ovviamente, come è stato detto, non bisogna mai perdere di vista il problema dello smaltimento del calore sia durante la carica, che durante il funzionamento dei dispositivi.

    Di panzane che viaggiano per via telematica ce ne sono in giro a camionate.
    Quasi sempre, però, basta fare dei semplici ragionamenti deduttivi, tipo 1+1=2, per capire che si tratta di montature.

    :)

    Forse il ragionamento è che se la batteria scoppia ( e si sa che succede , tanto è vero che sono state sostituite milioni di batterie di telefonini e anche di portatili a scopo cautelativo ) è meglio non avere il cellulare in mano , o peggio vicino all'orecchio

  9. #9
    Utente Senior L'avatar di Meccbell
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1322
    Professione
    cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
    Regione
    Malpensaland - Lombardia
    Software
    SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da myface Visualizza Messaggio
    Forse il ragionamento è che se la batteria scoppia ( e si sa che succede , tanto è vero che sono state sostituite milioni di batterie di telefonini e anche di portatili a scopo cautelativo ) è meglio non avere il cellulare in mano , o peggio vicino all'orecchio
    Lungi da me fare voler difendere gratis gente che di avvocati, e molto ben pagati, ne ha a disposizione quanti ne vuole.

    Però è meglio chiarire il concetto di "batteria che scoppia".
    Tutti i casi capitati si sono "limitati" a principi di incendio avvenuti dopo un surriscaldamento della batteria abbastanza prolungato nel tempo e senza che avvenissero fenomeni neppure lontanamente simili a quelli comunemente accostati alla parola "scoppio".
    In poche parole, le batterie degli aggeggi in questione si sono scaldate sino ad arrivare a temperature interne superiori a 120-150 gradi C e questo ha provocato o l'accensione della batteria stessa a causa di reazioni chimiche, oppure ha deformato le parti adiacenti, mettendo in corto i circuiti e provocando l'innesco della fiamma.
    Ma da qui a parlare di una cosa tipo "bomba", "mortaretto" e simili, con i relativi effetti dirompenti, ce ne passa e avanza.
    Per "scoppio" è da intendersi niente più che una deformazione rapida della batteria, accompagnata da sviluppo di calore e da conseguente altrettanto rapida deformazione e danneggiamento dell'apparecchio che contiene la batteria stessa.

    In tutti i casi conosciuti si è trattato di "roba" che ha preso fuoco ed ha danneggiato oggetti e suppellettili adiacenti. In un paio di casi sono andati a fuoco pure dei mobili.
    Inoltre, moltissimi dei casi sono avvenuti mentre la ricarica avveniva ad apparecchiatura spenta.
    Nè più, nè meno di quanto può succedere con un comune televisore, con il forno della cucina o con un tostapane.
    Ovviamentein questi casi il giramento di paxxe in overboost è garantito, come anche la cagarella più o meno istantanea. Per non parlare del valore dei danni.


    Infine una sola considerazione. Dato che i suddetti fenomeni si innescano e sviluppano nell'arco di almeno qualche minuto, se uno ha in mano un cellulare che inizia a "friggere" non penso che vada avanti tranquillamente a parlare come se nulla fosse...
    Voglio dire: se uno è "de coccio"...

    Più subdolo forse è il caso dei notebook ed altri aggeggi da tavolo, che se ne stanno lì "tranquilli" fino a che si arrabbiano e si "scaldano".
    Ma qui ripeto e ribadisco quanto già detto: occhio sempre alle temperature di funzionamento. Ricarica sì o no.
    E questa cosa la trovate scritta su praticamente tutti i manuali d'uso.
    Una cosa che pochi fanno è quella di scollegare dalla presa di corrente gli adattatori degli apparecchi, quando si prevede di non utilizzarli per un certo periodo (esempio fino al giorno o la sera dopo).
    Questo perchè dalla linea arrivano sempre delle micro scariche, sottoforma di sovratensioni e/o armoniche di frequenza, che alla lunga rovinano i circuiti di controllo della tensione degli alimentatori e di regolazione di carica della batteria.
    Tra l'altro in questo modo si risparmia qualche kW all'anno per apparecchio e lo si fa anche durare di più.

    :)
    Meccbell, the Chipmaker

    "L'epoca della procrastinazione, delle mezze misure, del mitigare, degli espedienti inutili, del differire sta giungendo alla fine.
    Ora stiamo entrando nell'epoca dove ogni azione causa conseguenze."


    Winston L.S. Churchill
    (dal discorso alla House of Commons del 12 novembre 1936, citato anche da Al Gore in Una scomoda verità)



  10. #10
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da myface Visualizza Messaggio
    Forse il ragionamento è che se la batteria scoppia ( e si sa che succede , tanto è vero che sono state sostituite milioni di batterie di telefonini e anche di portatili a scopo cautelativo ) è meglio non avere il cellulare in mano , o peggio vicino all'orecchio
    Puo' scoppiare in qualsiasi momento. Sia in carica che in scarica la corrente in un cellulare e' elevata (se pensate che una ricarica dura 4-5 ore e la durata di un cell. e' al max. 1-2 ore, basta fare 2 conti: cio' che entra, esce)

    Il fatto che nelle pile normali non capiti in scarica e' che normalmente le correnti di scarica e le capacita' per cella sono molto minori. Ma se provate a cortocircuitare una alcalina torcia bella carica, potreste avere delle brutte sorprese!!!

    I moduli batterie ricaricabili devono avere all'interno 2 fusibili: uno di temperatura scarica (ripristinabile) e uno di corto (ritardato, non ripristinabile) in caso di sovraccarico continuo a rischio esplosione. Nelle economiche spesso non vengono messi. Se le associamo a celle di scarsa qualita' a dielettrico insufficiente, ecco che un elemento va in corto e esplode.

    A me in 20 anni di batterie ricaricabili non me ne e' mai esplosa nessuna (solo perdite di accido) e sono sempre "morte" per interruzione (V=0). Quelle che "esplodono" devono essere veramente fatte da delinquenti impazziti (o dalla Sony...)!!!
    Saluti, Stefano.
    “Timeo Fenestras et dona ferentes”


  • Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. Quale cellulare/palmare ?
      Di maxopus nel forum Discussioni Off Topics
      Risposte: 43
      Ultimo Messaggio: 02-07-2010, 18: 37
    2. Vlingo : Comandare il cellulare con la voce
      Di MBT nel forum Sistemi operativi e software di uso generale
      Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 29-11-2009, 00: 46
    3. Le tolgono il cellulare 15enne si impicca
      Di Davimont nel forum Discussioni Off Topics
      Risposte: 14
      Ultimo Messaggio: 15-05-2009, 18: 47
    4. Nec Flask cellulare a combustibile
      Di arri nel forum Discussioni Off Topics
      Risposte: 38
      Ultimo Messaggio: 25-06-2008, 14: 37
    5. Risposte: 14
      Ultimo Messaggio: 19-02-2008, 16: 30

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  



    CAD3D.it - la community dei progettisti