Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Pro/E <-> CATIA V5

  1. #1
    RUGGIUNO
    Visitatore

    Predefinito Pro/E <-> CATIA V5

    Fabietto
    scritto il 31/7/2002 alle 10:21

    Ho un piccolo problema:

    ho importato un file igs creato da catia, ma è un gran casino, superfici doppie, mancanti, non trimmate ecc.

    Come posso fare per risolvere questo problema?

    Sono in possesso anche dei file di catia (*.model e *.exp): mi possono essere utili? che differenza c'è?

    Non sono in possesso di import data doctor, e escludo la possibilità di risistemare le superfici ridefinendo la feature di import: è un lavoro troppo lungo.

    Ho sentito che esiste un'interfaccia diretta catia-proe: qualcuno sa qualcosa?

    In attesa di un aiuto, grazie in anticipo

    Buon lavoro


    Xabaras
    scritto il 3/8/2002 alle 17:04

    Prova ad esportare da Catia in formato Step (.STP)


    alexskull
    scritto il 3/8/2002 alle 23:09

    oppure parasolid


    Doraemon
    scritto il 4/8/2002 alle 10:48

    Sinceramente nn ho mai fatto provo di qto genere... comunkue con tutti i tipi di passaggi (con qualsiasi interfaccia).... qualche informazione la si perde sempre


    Fabietto
    scritto il 5/8/2002 alle 17:47

    Grazie a tutti x i consigli

    Spero possano funzionare xkè ne và delle mie ferie

    Naturalmente questo non è un post di chiusura della discussione, ma solo un intermezzo.
    Rimango sempre disponibile ad accettare qualsiasi soluzione.

    Grazie ancora e buone ferie a chi può permettersele.

    Ciao


    CatiaWillDie
    scritto il 6/8/2002 alle 22:34

    Se non vuoi ridefinire la Tua Feature, la vedo dura.
    L'interfaccia diretta Catia<->ProE esiste in 2 declinazioni:
    - Theorem (ma occhio perchè costa una stangata)
    - Venduta da PTC (non ricordo + come si chiama).
    Ti consiglio la seconda, solo perchè porta qualche soldo alle casse sfondate della PTC.

    Sul Post di "Doraemon": non è vero che qualcosa si perde... (ovvio, le feature)... Ma la topologia, quella no. Viene praticamente sempre mantenuta simile all'originale. Il problema è che chi modella con Catia spesso e volentieri, si fa prendere la mano e tira fuori modelli merdosissimi....

    Sul Post di "Alexskull": Catia non ha l'export Parasolid, Pro/E non ha l'import Parasolid! non spariamole troppo grosse: lo scambio dati via x_t si può fare solo fra sistemi che usano come kernel Parasolid: UG, SolidWorks, SolidEdge, Pro/Desktop etc. Rucordatevi che Parasolid non esporta la struttura di assembly (almeno come default).

    Buone Vacanze


    alexskull
    scritto il 7/8/2002 alle 11:58

    scusate la svista


    Doraemon
    scritto il 7/8/2002 alle 12:59

    CatiaWillDie..... già mi fai capire che sei un pò prevenuto......
    .....Viene praticamente sempre mantenuta simile all'originale..... simile nn significa uguale
    X la mia esperienza tutto ciò che ho importato da altri sistemi ha avuto sempre bisogno di qualche ritocco x essere sistemato....e nn mi sono mai permesso di accusare i colleghi che mi mandavano qti files d'aver generato dei MERDOSISSIMI modelli.


    m.sambo
    scritto il 7/8/2002 alle 13:25

    Intervengo solo per invitarvi ad utilizzare termini un po' più... professionali e tecnici. La discussione è molto interessante, non roviniamola.

    Saluti
    Michele


    Andrea71
    scritto il 7/8/2002 alle 14:48

    Mi permetto un commento: la perdita di cui si parla nei vari post e' legata generalmente alle approssimazioni che i vari software applicano alla geometria nel momento in cui effettuano la conversione in un formato di trasferimento tra software diversi. Tali perdite peraltro possono essere ridotte fin dall'inizio con un settaggio opportuno dei parametri di importazione ed esportazione: infatti se su un modello con dimensioni dell'ordine di migliaia di millimetri imposto tolleranze di esportazione/importazione di millesimi di millimetro, in fase di importazione rischio di avere un numero maggiore di errori (soprattutto nel caso in cui si operi in IGES), e ad esempio due punti coincidenti diventano "quasi" coincidenti. Non e' un caso che siano stati sviluppati molti programmi il cui unico scopo e' la riparazione di modelli importati.
    A proposito dei progettisti CATIA che si fanno prendere la mano: chi e' senza peccato scagli la prima pietra... tutti prima o poi hanno generato solenni schifezze e piuttosto che ricomnciare da capo hanno continuato a scvarsi la fossa da soli. A me personalmente e' successo con PATRAN, IDEAS, PROE, CATIA. Puo' bastare?

    Ciao
    Andrea


    Fabietto
    scritto il 7/8/2002 alle 19:51

    Ehi, ehi, che casino

    Io cercavo solo qualche consiglio costruttivo, non volevo assolutamente creare confronti distruttivi tra i vari sw.
    Cmq credo di aver trovato la soluzione, e se funziona domani ve la illustro

    Love and peace
    Buon lavoro e buone ferie


    CatiaWillDie
    scritto il 15/8/2002 alle 00:16

    CATIAWILLDOE era la mia password ai tempi del VMS (Digital...). Poi con il passare degli anni, i capelli persi etc etc è diventato il mio nomignolo.
    Proviene da un fatto... lavoravo in una azienda... avevamo fatto un bel benchmark, in cui risultava vincitore l'allora semisconosciuto Pro/E.
    Stavamo per concludere l'affare, quando siamo stati obbligati dal ns fornitore + grosso a prendere 1 stazione Catia (su Risc/6000!!!), senza sconti... e in + il sw non ci piaceva proprio. da 1 stazione sono diventate 2 poi poi poi una forzatura tira l'altra, il ns ADelegato ha fatto che prendere tutti Catia, tanto "quelli la'" ci obbligano.... da allora questo modo di imporre Catia (che continua ancora adesso, ma lo stesso succede anche per gli altri CAD ovvio!!!, solo che Catia è usato dal 70% dell'Automotive!) mi fa veramente venire l'orticaria.

    Peace and Love a tutti.


    Doraemon
    scritto il 15/8/2002 alle 10:11

    Spesso le scelte del softw. o dell'hardw. vengono fatte da persone che alla fine nn utilizzano il prodotto, scelte politiche...e nn solo (visto che sono convinto che le tangenti ci sono ancora).... poi si presentano con tabelle e tabelline con scritto da test effettuati... (ma da chi??dalla segretaria??)
    X esempio nella nostra azienda si è scelto dei pc a mio avviso (nn solo mio ma tutti i colleghi) nn adatti al softw. cad scelto.
    E se ti lamenti dei problemi la cosa + facile è dire.... "avete caricato programmi che vanno in conflitto"....
    Il bello è che dopo aver formattato tutto e riprestinato le macchine in modo "standard" il problema rimane.
    Scusate.... ma ho il dente avvelenato sulle scelte degli espertoni che nn sanno manco cos'è un cad
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 24-02-2008 alle 01: 51

  2. #2
    RUGGIUNO
    Visitatore

    Predefinito

    falonef
    scritto il 21/8/2002 alle 13:43

    in risposta a Fabietto per quanto riguarda la conversione Catia -> Pro/E,
    ecco una possibilità, spero che "mastichi" un pò d'inglese:
    Workaround for STEP, IGES output:

    if IGES and STEP files of CATIA V5 can not be read in other CAD-Software you have the possibilyty to *clean* the CATPart using the Interface V4 Integration (.model):

    - - before saving as .STP / .IGS
    - Save CATPart as .model,
    - reopen the .model,
    - copy/paste into NEW.CATPart
    - now save this NEW.CATPart as .STP / .IGS

    this workaround might help in many cases, if you take
    attention that:
    - the geometry of NEW.CATPart is correct.
    --> (Interface V4 Integration is not always faultless)
    - preferences of Interfaces are set according to your needs: Tools - Options - General - Clompatibility - - V4/V5 Infrastructure
    - - Iges
    - - STEP

    first step to improve IGES-Output: Copy/Paste + Explode

    - copy the Open Body
    - open new CATPart
    - paste special, As Result
    - Disassemble faces to *All Cells*
    - save as .igs
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 24-02-2008 alle 01: 54

  3. #3
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    9
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Catia V4 V5

    Predefinito Passano gli anni..

    Salve a tutti,
    all'alba dei 6 anni dopo questa discussione, mi presento con lo stesso problema...

    Un ns. cliente utilizza Pro-E e la mia azienda CatiaV5.
    Ho dedicato un pò di tempo a cercare una soluzione affidabile per convertire i progetti da Pro-E a V5, ma dalle informazioni che sono riuscito a raccogliere per passare dall'una all'altra e viceversa occorre sempre passare dai formati neutri (con tutti i problemi del caso).

    Mi spiego meglio: Il top per me sarebbe poter convertire le messe in tavola di particolari (o di complessivi) mantenendone il legame con i files 3D (non conosco Pro-E, ma immagino che per quanto riguarda la messa in tavola sia analogo a Catia: viste e proiezioni legate al modello solido), avendo quindi la capacità di aggiornare il 2D a fronte di modifiche nel solido.

    Lavoro con Catia da un anno quindi vorrei capire se sto parlando di fantascienza oppure se qualche solerte software-house ha trovato un modo per mettere d'accordo i vari realizzatori di Cad, visto che tra di loro non riescono a farlo.

    Scusate per il poema, ma ho cercato di essere il + chiaro possibile..

    Ringrazio e saluto.
    Camo81

  4. #4
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    1
    Professione
    progettista cad
    Regione
    emilia romagna
    Software
    pro-e

    Predefinito Conversione CATIA V5 => PRO/E

    Salve a Tutti

    Mi associo alla problematica delle conversioni che e' da sempre un
    annoso problema.
    Nella nostra ditta utilizziamo PRO/E WF2 e dobbiamo convertire
    modelli 3D provenienti da CATIA V5.
    Abbiamo provato sia con STEP che con IGES ma abbiamo sempre
    dei problemi ( superfici trimmate malamente e/o arricciate )
    il che ci rende il lavoro davvero difficile.
    e' mai possibile che le grosse case produttrici non riescano a mettersi d'accordo per emettere almeno file neutri leggibili ?
    capisco che il conflitto di interesse e' grande ma noi utenti ci dobbiamo lavorare e convivere.
    Qualcuno conosce qualche prodotto neutrale ma che legga bene e scriva altrettanto bene da bypassare questo annoso problema ? aiuto !

    Grazie a tutti quelli che vogliono collaborare.

  5. #5
    Utente Standard L'avatar di Prof.
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    782
    Professione
    Lavoro con il CAD ed il CAE
    Regione
    Lazio
    Software
    Pro-E e Creo

    Predefinito

    Per Pro-E esiste un modulo di conversione dei file nativi Catia. In sostanza apri direttamente i file di CATIA e ti trovi in Pro-E la parte o l'assieme. Se poi sostituisci il file di CATIA con un nuovo salvataggio ti si aggiorna in Pro-E.

    Informatevi dal vostro rivenditore PTC (anche se suppongo che visto che siete ancora alla Wildfire 2.0 non avete intenzione di spendere soldi).
    Ciao.

  6. #6
    Utente Senior L'avatar di The_Matrix
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    1797
    Professione
    Industry Leader - Automotive & Machinery
    Regione
    Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
    Software
    NX10/TC10/4GD

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lorenzino1961 Visualizza Messaggio
    Salve a Tutti

    Mi associo alla problematica delle conversioni che e' da sempre un
    annoso problema.
    Nella nostra ditta utilizziamo PRO/E WF2 e dobbiamo convertire
    modelli 3D provenienti da CATIA V5.
    Abbiamo provato sia con STEP che con IGES ma abbiamo sempre
    dei problemi ( superfici trimmate malamente e/o arricciate )
    il che ci rende il lavoro davvero difficile.
    e' mai possibile che le grosse case produttrici non riescano a mettersi d'accordo per emettere almeno file neutri leggibili ?
    capisco che il conflitto di interesse e' grande ma noi utenti ci dobbiamo lavorare e convivere.
    Qualcuno conosce qualche prodotto neutrale ma che legga bene e scriva altrettanto bene da bypassare questo annoso problema ? aiuto !

    Grazie a tutti quelli che vogliono collaborare.
    Per i 3D le cose si sono evolute molto.
    Formati diretti... JT...
    NX per esempio può leggere direttamente praticamente tutti i formati 3D direttamente.
    Inoltre, per 2 CAD in particolare (IDEAS e PROE adesso, fra poco anche V5) esiste un prodotto chamato CMM (Content Migration Manager) che permette di:
    - Importare in NX i modelli con le features
    - Importare in NX gli assembly con le Mating Conditions
    - Importare in NX i 2D associati al 3D
    ... ovvio che ci sono limitazioni dovute alle differenze fra la definizione delle features e all'interpretazione del "design intent".
    Però ci si prova...
    Altre soluzioni, ma solo per il 3D con features (niente Assembly e niente 2D associativo) sono 3D Evolution, Proficiency, Elysium.

    Pensare che noi SW House ci mettiamo d'accordo è pura fantasia.


  • Discussioni Simili

    1. CATIA V4
      Di fulmine nel forum CATIA V4
      Risposte: 10
      Ultimo Messaggio: 03-03-2014, 11: 37
    2. DXF / DWG <-> CATIA V5
      Di alexfunk nel forum CATIA V5 Interfaces
      Risposte: 24
      Ultimo Messaggio: 31-03-2013, 20: 15
    3. Catia V5 e XP 64 bit
      Di stef_design nel forum CATIA V5 Infrastructure
      Risposte: 30
      Ultimo Messaggio: 09-02-2011, 18: 14
    4. Catia V6 su MAC?
      Di sebas86 nel forum CATIA V6
      Risposte: 8
      Ultimo Messaggio: 30-04-2010, 11: 30
    5. fem catia v5
      Di bogrisol nel forum CATIA V5 vari
      Risposte: 2
      Ultimo Messaggio: 19-05-2009, 10: 45

    Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 200 Giorni: 0

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti