Pagina 7 di 11 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 110

Discussione: Il Quartabuono

  1. #61
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6101
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da exatem Visualizza Messaggio
    Esistono delle macchine dette calandre o piegaprofilati anche se ultimamente, mi è capitato più volte di vedere sostituito un angolare da due piatti saldati al corretto angolo di quartabuono.
    Probabilmente per figure un pò complesse e per pezzi unici, penso convenga un taglio laser dei due pezzi e una buona saldatura.

    In alternativa dovresti trovare chi ha la calandra per quel profilo e devi essere sicuro che il pezzo te lo faccia per bene.
    Non fatemi domande, non so fare.

  2. #62
    Moderatore L'avatar di Exatem
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    3608
    Professione
    Commodoro
    Regione
    N.D.
    Software
    Creo 3.0 - Microstation

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio
    Probabilmente per figure un pò complesse e per pezzi unici, penso convenga un taglio laser dei due pezzi e una buona saldatura.

    In alternativa dovresti trovare chi ha la calandra per quel profilo e devi essere sicuro che il pezzo te lo faccia per bene.
    Certamente.
    Tieni presente però che qui da noi, anni fa, si costruivano le corazzate (la prima fu la Dandolo) e si costruì il primo sommergibile italiano, il Delfino.
    Esistevano all'epoca (l'inaugurazione risale al 1869) officine e reparti in grado di realizzare tutti i pezzi che costituivano uno scafo, all'epoca chiodato; presse, forge, calandatrici...
    Esisteva la prima vasca navale italiana per gli studi sulle carene, officine in grado di fare le eliche (dalla fusione alle lavorazioni successive), officine per le artiglierie, ecc.ecc.
    Avevo ritrovato delle immagini, dove si vedono dei grandi "pavimenti" grigliati su cui venivano infissi dei pioli che fungevano da dime per la piegatura degli elementi (non le ho qui, ma se le trovo le posto).
    Si facevano i "garbi" in legno e da questi, si ricavavano i pezzi.
    La piccola parte di nave che ha generato questo 3ad, ha 80 anni ed è costruita con le metodologie dell'epoca.
    Tra le difficoltà nell'intervenire su queste strutture, te ne nomino due, le principali.
    1) Mancanza totale di documentazione originale (Piano di costruzione, piano dei ferri, piano dei garbi, viste trasversali, ecc. ecc.) in pratica, si "naviga a vista" e quando possibile, ci si infila tra le strutture e metro alla mano si cerca di rilevare l'esistente (ci vorrebbe una bella scansione 3D)
    2) Osservanza dell'aspetto originale della nave nei suoi particolari costruttivi quindi: lamiere fasciame, strutture, ossature, elementi strutturali e quant'altro, uniti per chiodatura.
    19/2/2012

    Vergogna Infinita



  3. #63
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6101
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da exatem Visualizza Messaggio
    Certamente.
    Tieni presente però che qui da noi, anni fa, si costruivano le corazzate (la prima fu la Dandolo) e si costruì il primo sommergibile italiano, il Delfino.
    Esistevano all'epoca (l'inaugurazione risale al 1869) officine e reparti in grado di realizzare tutti i pezzi che costituivano uno scafo, all'epoca chiodato; presse, forge, calandatrici...
    Esisteva la prima vasca navale italiana per gli studi sulle carene, officine in grado di fare le eliche (dalla fusione alle lavorazioni successive), officine per le artiglierie, ecc.ecc.
    Avevo ritrovato delle immagini, dove si vedono dei grandi "pavimenti" grigliati su cui venivano infissi dei pioli che fungevano da dime per la piegatura degli elementi (non le ho qui, ma se le trovo le posto).
    Si facevano i "garbi" in legno e da questi, si ricavavano i pezzi.
    La piccola parte di nave che ha generato questo 3ad, ha 80 anni ed è costruita con le metodologie dell'epoca.
    Tra le difficoltà nell'intervenire su queste strutture, te ne nomino due, le principali.
    1) Mancanza totale di documentazione originale (Piano di costruzione, piano dei ferri, piano dei garbi, viste trasversali, ecc. ecc.) in pratica, si "naviga a vista" e quando possibile, ci si infila tra le strutture e metro alla mano si cerca di rilevare l'esistente (ci vorrebbe una bella scansione 3D)
    2) Osservanza dell'aspetto originale della nave nei suoi particolari costruttivi quindi: lamiere fasciame, strutture, ossature, elementi strutturali e quant'altro, uniti per chiodatura.
    Voi avreste bisogno di uno scanner 3D di quelli con i controfiocchi.
    Quello che dico io costa davvero tanto, però è davvero notevole.
    Ha le precisione del braccio che ho io ed ha una portata di quasi 30 metri senza spostamenti.
    Non fatemi domande, non so fare.

  4. #64
    Utente Standard L'avatar di flaviobrio88
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    435
    Professione
    AE
    Regione
    World
    Software
    ---------------

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio
    Voi avreste bisogno di uno scanner 3D di quelli con i controfiocchi.
    Quello che dico io costa davvero tanto, però è davvero notevole.
    Ha le precisione del braccio che ho io ed ha una portata di quasi 30 metri senza spostamenti.
    Name please !

  5. #65
    Moderatore L'avatar di Exatem
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    3608
    Professione
    Commodoro
    Regione
    N.D.
    Software
    Creo 3.0 - Microstation

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio
    Voi avreste bisogno di uno scanner 3D di quelli con i controfiocchi.
    Quello che dico io costa davvero tanto, però è davvero notevole.
    Ha le precisione del braccio che ho io ed ha una portata di quasi 30 metri senza spostamenti.
    Ci costa meno farcela fare...
    19/2/2012

    Vergogna Infinita



  6. #66
    Utente Standard L'avatar di RS4
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    758
    Professione
    Progettista CAD/CAM
    Regione
    puglia
    Software
    CATIA V5, DELMIA, CATIA V4, PRO/E, Enovia LCA, Team Center, Vericut, Renishaw OMV/PowerINSPECT

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio
    La sweep ovviamente è diversa dal metodo che ho adottato.
    Però è applicativamente più corretta.
    Ha l'andamento guidato dalla curva giacente sulla superficie, la sezione l'ho definita come corda fra due punti giacenti sulla superficie e distanti fra loro 90 mm.
    In questo modo la sweep ha gli spigoli giacenti sulla superficie ma il suo lato da 90 mm è "cordale" rispetto alla superficie stessa.
    Non so se mi sono spiegato in modo chiaro ... ci ho provato.
    Ciao Max Ciao Extatem

    Si si tutto chiaro ho capito

    adesso vi mostro come avrei fatto io utilizzando sempre lo stesso comando il Multisezione ma che riproduce la famosa Sweep a Sezione Variabile di pro/e.. aggiungendo delle sezioni sulle nervature dalla Surface... come dicevi tu in precedenza e piu complessa come cosa da fare, però sarebbe piu opportuno utilizzarla se costruita bene... avrei potuta farlo anche direttamente nei solidi pero ho preferito farlo con le superfici e dopo spessorare

    aggiungo il img, video e iges dei 2 metodi: metodo Max e il Metodo che avrei usato io e della loro eseguzione step by step

    FOTO 1 Metodo Max Superficie_Multisezione_quartobonato_tangente+_fla ngia estrapolata

    FOTO 2 Metodo che avrei usato io Superficie_Multisezione_quartobonato_tangente

    ciao RS4
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    File Allegati File Allegati
    Un uomo d'ingegno sa di possedere sempre molto, e non si rammarica di doverlo dividere con altri.

  7. #67
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6101
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da exatem Visualizza Messaggio
    Ci costa meno farcela fare...
    Si ... se si tratta di poche scansioni all'anno senz'altro.
    Se devi fare una scansione alla settimana o più, ovviamente conviene comprarlo.
    Non fatemi domande, non so fare.

  8. #68
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6101
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da RS4 Visualizza Messaggio
    Ciao Max Ciao Extatem

    Si si tutto chiaro ho capito

    adesso vi mostro come avrei fatto io utilizzando sempre lo stesso comando il Multisezione ma che riproduce la famosa Sweep a Sezione Variabile di pro/e.. aggiungendo delle sezioni sulle nervature dalla Surface... come dicevi tu in precedenza e piu complessa come cosa da fare, però sarebbe piu opportuno utilizzarla se costruita bene... avrei potuta farlo anche direttamente nei solidi pero ho preferito farlo con le superfici e dopo spessorare

    aggiungo il img, video e iges dei 2 metodi: metodo Max e il Metodo che avrei usato io e della loro eseguzione step by step

    FOTO 1 Metodo Max Superficie_Multisezione_quartobonato_tangente+_fla ngia estrapolata

    FOTO 2 Metodo che avrei usato io Superficie_Multisezione_quartobonato_tangente

    ciao RS4
    Detto fra di noi , io non mi riferivo a Catia, so che è in grado di farlo.
    Il problema è un altro ... il prezzo.
    Ho provato a farmi fare un preventivo ... c'è da sbattere per terra dalle risate.
    Non fatemi domande, non so fare.

  9. #69
    Moderatore L'avatar di Exatem
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    3608
    Professione
    Commodoro
    Regione
    N.D.
    Software
    Creo 3.0 - Microstation

    Predefinito

    Non trovo il libro con le fotografie che dicevo ma ho recuperato da una dispensa di un “Corso di aggiornamento tecnico-professionale per disegnatori , Parte terza – Lo scafo metallico” una descrizione interessante che riporto testualmente:

    “… Le costole trasversali vengono piegate a freddo se la loro curvatura è lieve; ma quasi sempre hanno bisogno della fornace per dare ad esse l’avviamento (=la forma) ed eventualmente il quartabuono (= l’angolo di apertura dell’ala di attacco al fasciame). Per questi due lavori si fa uso di una grandiosa piattaforma di ghisa sulla quale viene disegnata la forma della costola e viene pure segnato il valore dell’angolo di quartabuono nelle varie sue posizioni (se quest’angolo esiste).
    L’angolo di quartabuono viene fornito dalla sala del tracciato o direttamente dall’Ufficio tecnico, procedendo nel modo seguente.
    Sia nella fig. 216
    (che vi allego), segnata una parte del tracciato trasversale del piano di costruzione, per ossature: si voglia determinare l’angolo di quartabuono nel punto P dell’ord. 77 verso poppa. Si traccia una tangente all’ord. 77 nel punto voluto P e si innalza da P la perpendicolare alla tangente; si porta sulla tangente “t” una distanza PQ pari all’intervallo di ossatura tra la 76 e la 77 (perché vogliamo il quartabuono verso poppa); si congiunge Q con il punto U che è quello nel quale la retta “r” taglia l’ord. 76; l’angolo α è l’angolo di quartabuono cercato …
    Eseguendo tale operazione per alcuni punti di ogni ossatura e riportando gli angoli trovati su delle speciali tavolette (tavola dei quartabuoni) con delle adatte “false squadre”, si è in possesso dei dati per dare la giusta lavorazione alle ali di attacco delle ossature al fasciame …”


    Allego anche un ulteriore figura, la 217, dove si vede come avviene la curvatura e il quartabuono.
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    19/2/2012

    Vergogna Infinita



  10. #70
    Utente Standard L'avatar di RS4
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    758
    Professione
    Progettista CAD/CAM
    Regione
    puglia
    Software
    CATIA V5, DELMIA, CATIA V4, PRO/E, Enovia LCA, Team Center, Vericut, Renishaw OMV/PowerINSPECT

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio
    Detto fra di noi , io non mi riferivo a Catia, so che è in grado di farlo.
    Il problema è un altro ... il prezzo.
    Ho provato a farmi fare un preventivo ... c'è da sbattere per terra dalle risate.
    Per catia dici e quanto ti ha detto e che moduli
    Un uomo d'ingegno sa di possedere sempre molto, e non si rammarica di doverlo dividere con altri.


  • Pagina 7 di 11 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti